.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

31 ottobre 2009

I Pm all'attacco di Berlusconi e Dell'Utri, fra patacche e pentiti ad hoc


Più che un processo, quello di Dell’Utri, sembra uno spettacolo d’illusionismo, con i

Pm che tirano fuori dal cappello: patacche e pentiti dell'ultima ora per riuscire dove fin’ora la magistratura ha clamorosamente fallito: incastrare Berlusconi per le stragi di mafia, avvenute quando ancora, il Cavaliere, era un semplice imprenditore.
La patacca si basa sulla presunta e mai dimostrata “liasion dangereuse” fra l’ex colonnello del Ros, Mario Mori (la cui carriera è stata infangata all’uopo) e Berlusconi. Il Premier si sarebbe servito di Mori per allacciare rapporti con la mafia e incassare quattrini sporchi, per la sua discesa in campo. Avrebbe, in un secondo tempo, ricompensato Mori, nominandolo direttore dei servizi segreti civili (Sisde). Per provare questo patto mafioso, le procure che hanno indagato per anni sui mandanti occulti delle stragi arrivando a incriminare Silvio Berlusconi e Marcello Dell’Utri (entrambi sono stati prosciolti e archiviati nel maggio del 2002 NdR) si sarebbero basate su un atto clamorosamente falso: la celeberrima informativa Dia del 10 marzo 1999 nella quale si specificava che il fratello di Mario Mori, indicato con il nome di Giorgio, era socio di Paolo Berlusconi (nella società Coge che aveva interessi in Sicilia.
La Dia ha comunicato ufficialmente di non avere MAI fornito informative del genere ai pm. E aggiunge di aver specificato già all’epoca, quello che recentemente è stato ribadito e cioè che il Giorgio Mori, socio della società Coge (citato nell’informativa finita nel processo a Berlusconi e Dell’Utri) non c’entrava assolutamente nulla con il fratello dell’ex colonnello Mori, che di nome fa Alberto. Salta quindi il collegamento fra Mori e Berlusconi e Dell’Utri e quindi  anche la teoria che Mori potesse essere stato “ambasciatore” di costoro nel rapportarsi con gli uomini di Cosa nostra. Come dimostrato prima da Mario Mori al processo sui presunti favoritismi e ora dalla Dia, quel collegamento non è mai esistito ma qualcuno ha lasciato intendere che fosse invece riscontrato: chi e perché?
Non è difficile da capire, né chi e né il perchè:vogliamo far fuori Berlusconi con l'arma giudiziaria.
Fallita la linea delle patacche, dal cappello delle procure è uscito il pentito ad hoc, Gaspare Patuzza per inchiodare Dell’Utri a una condanna che si prospettava molto ardua da ottenere, per vie “normali”.
Spatuzza, testimone dell’ultimo minuto, sembra essere esortato dai PM a "confessare" la favoletta di Berlusconi e  Dell’Utri referenti politici della mafia, in Sicilia.

Pensare che un bel video con tanto di audio di Vladimiro Crisafulli, attuale Senatore del PD della corrente D'Alemiana,  potrebbe fare luce sui  veri referenti politici della mafia in Sicilia. Ma che volete in quel caso, anche se Crisafulli, intrattenne un colloquio d’affari con il boss della cosca di Enna, Raffaele Bevilacqua, uomo vicino a Bernardo Provenzano, (filmato e registrato) lo ribadisco, il pm ne ha chiesto e ottenuto l’archiviazione perché quel colloquio non portò benefici a “Cosa Nostra”
Con simili pm, si potrà mai sperare di liberare quelle zone dal cancro della malavita organizzata? ça va sans dire: NO. MAI. In compenso la sinistra prima o poi riuscirà a liberarsi dell'anomalia Berlusconi.
E il Popolo Italiano deve fare i conti con una giustizia che funziona peggio di quella del Gabon e dell'Angola...su 181 paesi considerati, l'Italia si piazza al 156° posto.
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi mafia processi

permalink | inviato da Orpheus il 31/10/2009 alle 11:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

30 ottobre 2009

L'estinzione dei dinosauri é colpa del Cav...


Se Santoro e Travaglio presentassero Quark,  imputerebbero a Berlusconi anche la scomparasa dei dinosauri.
Ieri sera Anno Zero l'argomento verteva  su un tema d'interesse "trans-nazionale", Marazzo, le sue frequentazioni e naturalmente il tiro al piattello a Berlusconi.
Fra "siparietti" con finti video girati d'attori, perle di saggezza della nuova maestrina Serracchiani e amenità varie, la tesi é che il vero colpevole del caso Marrazzo, é Berlusconi...si, infatti, avvisando il suddetto, l'ha voluto ricattare, non solo nel contempo é anche riccattato. Come, perchè e da chi, soprattutto non é dato di sapere.
Ma infondo sono quisquillie per Travaglio e Santoro.
Un attimo di tensione in Marconiglio si é intravisto, quando Belpietro ha ricordato allo smemorato del giustizialismo a senso unico, che il suo compare Gomez, sapeva da Luglio (come il resto della stampa) del video di Marrazzo e come tutti gli altri se n'é guardato bene dal pubblicare la notizia (alla faccia della stampa in mano a Berlusconi).
Per il resto le solite acrobazie verbali condite con un po' di pecoreccio vojerismo: una via di mezzo fra il Grande Fratello e Un giorno in pretura...
 Infine la Debora che ha ben imparato la parabola della "trave e la pagliuzza" ha sputato la sua lapiDaria sentenza: "La questione politica è chiusa perché i nostri si dimettono quando sbagliano."
Infatti Bassolino, dopo aver esportato nel mondo la spazzatura campana, che ha trasformato l'Italia dal paese del Sole a quello Monnezza  sta ancora al suo posto...
Si, sa anche le pulci tengono la tosse, ma soprattutto soffrono di strabismo.

Forse non si conosce il nome di chiappe d'oro, ma si conoscono già i nomi delle schiappe d'oro: Santoro e Travaglio.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. anno zero mararzzo

permalink | inviato da Orpheus il 30/10/2009 alle 21:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

29 ottobre 2009

Canone Rai? No, grazie....petizione per abolirlo


Qui potete
FIRMARE per abolire il canone Rai.
Desantorizziamo la Rai, da Travaglio e soci. Pagare il canone per sentire le litanie di Marconiglio, é veramente da masochisti.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. petizioni

permalink | inviato da Orpheus il 29/10/2009 alle 22:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

28 ottobre 2009

Italiani xenofobi? Fini si chieda il perché prima di pontificare


L'oracolo ha parlato:"In Italia non c’è razzismo ma c’è tanta xenofobia che è paura dello straniero e che in qualche modo è l’anticamera del razzismo".
E adesso compagno Fini  spieghiamo come mai i "beceri" italiani, quelli che l'hanno messa sullo scranno di Presidente della Camera, hanno paura degli stranieri, ossia sono xenofobi, non ci vuole molto, basta dare una veloce scorsa ai giornali locali, perchè si sa, quelli nazionali sono impegnati a scrofalare nei letti altrui.
Su Qui Brescia leggiamo che una bimba bresciana di nove anni, che giocava in riva al Chiese, é stata spinta nel fiume da un immigrato di 24 anni del Burkina Faso, operaio disoccupato, vicino di casa e pare anche un po' fuori di testa. Motivo la bimba avrebbe risposto alla domanda dell'immigrato "Che fate"  con "Quello che vogliamo". Nella caduta la  bimba ha battuto la testa e ha perso i sensi, sarebbe annegata, se non l'avesse salvato il suo compagno di giochi 11enne.
Ovviamente compagno Fini, le sue pargole non corrono simili rischi, in primis perchè NON hanno vicini di casa del Burkina Faso, e in secondo luogo, perchè hanno guardie del corpo, essendo figlie sue.
Ma se lei fosse un operaio, forse un po' di timore lo nutrirebbe, vero? E sicuramente il padre di quella bimba, se non lo era, lo é diventato xenofobo.

Sul Corriere Fiorentino.it  apprendiamo che una madre senza "tate e colf", all'uscita del super mercato,
ha negato più volte l’elemosina a due rom (cosa molto pericolosa di questi tempi) nel posteggio del supermercato, finchè uno di loro ha afferrato per un braccio il suo bambino di tre anni seduto nel carrello della spesa e ha tentato di afferrarlo.
Terrorizzata, la madre ha allontanato con decisione il rom per liberare il bambino e, presa con sè anche l’altra bimba di un anno che al momento era dentro l’auto, è scappata dentro il centro commerciale. Qui ha aspettato una pattuglia dei carabinieri, che hanno intercettato i due rom e li hanno arrestati per tentato sequestro. Quello che ha preso il bambino é un minore di 16 anni, questo vuol dire, che non starà in carcere nemmeno due ore.
Certo compagno Fini, la sua signora e compagna Elisabetta Tulliani, non corre un rischio simile, ma se fosse una mamma qualunque, potrebbe criticarla per la sua paura dei rom? Sarebbe disdicevole se fosse xenofoba dopo un'esperienza simile?

Infine su Cronaca qui una intera zona a Milano vive con il coprifuoco, anche se la guerra é finita da un pezzo.
In via Inverigo si é installato un mini campo abusivo di rom: furti, vandalismi, degrado, escrementi umani ovunque e se un cittadino si lamenta partono minacce e azioni di rappresaglia e ricatti "Un ragazzino mi ha chiesto di dargli 5 euro al giorno - racconta la dipendente di un Valtur, preso di mira - per non ritrovarmi l’auto distrutta. Io sono scappata".
E anche in questo caso compagno Fini, ho seri dubbi che la sua bella abitazione sia a tiro di schioppo da un campo nomadi e che quindi possa apprezzare personalmente le gioie del multiculturalismo.
Ci perdoni, quindi se noi poveri italiani che dobbiamo combattere con furti, stupri, degrado,  sporcizia, delinquenza, spaccio, prostituzione e tentativi di sequestro dei nostri figli, siano "xenofobi". E si, forse ha ragione, di questo andazzo presto diventeremo razzisti, come si suol dire "mors tua, vita mea".
Ma una cosa é sicura si scordi il nostro voto alle prossime elezioni.
Orpheus

PS Forse il compagno Fini dovrebbe leggere un po' di più le cronache locali e un po' meno Repubblica....


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fini xenofobia

permalink | inviato da Orpheus il 28/10/2009 alle 22:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa

27 ottobre 2009

Primarie del Pd e camorristi


Ciò che francamente stupisce e preoccupa,  è che nonostante tutto a Castellammare di Stabia si sia votato, come se nulla fosse accaduto e come se fosse del tutto normale che tra gli iscritti del Pd si ritrovassero un consigliere assassinato con modalità mafiose ed uno dei suoi assassini, reo confesso di quell’efferato omicidio.
Stupisce che i dirigenti nazionali e locali del Pd non abbiano sospeso le primarie a Castellammare e, magari, in altre aree sospette di infiltrazione camorristica.
Era una cautela dovuta.
Tanto più che è emerso che Catello Romano, il killer di Tommasino e, per sua ammissione, autore di altri quattro omicidi di camorra, due anni fa era stato candidato alle primarie nella lista Pd guidata da Gaetano Cimmino, poi divenuto segretario cittadino del partito, appartenente alla corrente facente capo a Massimo Paolucci, ex braccio destro di Bassolino, ex consigliere comunale ed assessore Pd al Comune di Napoli, ex sub commissario ai rifiuti nominato dal Commissario Bassolino e oggi regista ombra delle primarie per Bersani.
E tanto più che nel tesseramento gonfiato (quasi tremila iscritti), sempre del circolo stabiese del Pd, ora al vaglio della magistratura, figura anche la moglie di un noto boss della zona.
In una situazione del genere un partito appena appena “normale”, per parafrasare D’Alema, avrebbe deciso di annullare i risultati congressuali e sospendere le primarie. Ma il partito di Bersani, Franceschini, Marino e, appunto, di D’Alema, nonostante gli appelli di alcuni suoi dirigenti come Ranieri e Morando, non lo ha fatto.
Che la lotta interna al Pd sia giunta al punto da soprassedere a casi accertati di infiltrazione camorristica é inconcepibile per un normale cittadino.
 Un caso più o meno simile é stato anche scoperto nella vicina Torre Annunziata in occasione di un blitz delle forze dell’ordine contro potenti clan locali. Anche in quell’occasione emerse che c’erano camorristi tra i tesserati e, nel corso di una perquisizione presso le basi operative dei clan FURONO ANCHE TROVATI PACCHETTI DI TESSERE DEL PD IN BIANCO.
Data la gravità del caso da Napoli fu spedito a Torre l’ex parlamentare DS Aldo Cennamo, un dirigente serio e stimato, che dopo qualche tempo, nell’impossibilità di operare efficacemente, gettò la spugna e restituì il mandato.
Dunque il “caso Castellammare” non è il primo del genere anche se certamente di gran lunga il più grave.
Naturalmente sarebbe fuor di luogo pregiudizialmente criminalizzare il Pd ed i suoi dirigenti. Ma se si fosse trattato di altri, il Pd ed i suoi dirigenti, con le manette dei pm e la grancassa di stampa e tv contigui, lo avrebbero certamente fatto.
E dei camorristi assassini e assassinati iscritti ad un partito avrebbero parlato i media di tutto il mondo.
Riassunto da Napolionline
Questi sono i veri SCANDALI e sono quelli che nessun pseudo giornalista alla santoro o alla floris tratterà MAI.
Quanto questo sia GRAVE per la politica, per la sinistra (onesta) e per il Paese non c'è bisogno di sottolinearlo.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Camorra PD primarie Castellamare di Stabia

permalink | inviato da Orpheus il 27/10/2009 alle 22:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

27 ottobre 2009

La "beatificazione" di Marrazzo mi sembra veramente fuori luogo


Io sto leggendo di quelle sviolinate sul caso Marrazzo che,  faccio fatica a credere a quello che vedo.
Il bello che tanta ipocrita e scandalosa comprensione è bipartsan, tutti a destra e a sinistra fanno a gara a liberare dalla proprie responsabilità Marrazzo, quasi fosse una vittima colpita da un fulmine a ciel sereno, quando invece é vittima UNICAMENTE delle sue perversioni, che lui eufemisticamente ha chiamato "debolezze".
 Lo dico fuori dai denti, per me Piero Marrazzo o chiunque, abbia una famiglia e i suoi DOVERI istituzionali e faccia quello che ha fatto lui per anni così sfacciatamente, è un depravato e si è meritato tutto quello che gli è capitato. Punto. La comprensione al limite, la dispenso alla sua famiglia.
Lui si coricava accanto alla moglie, dopo essere stato nel letto di un trans. La moglie lo sapeva?
 E certo che no, mentiva alla moglie e alle figlie (immaginate che piacere per queste ultime, leggere sui giornali il fango che è stato scritto).
Mentiva alla società fingendo di essere quello che non era.
Mentiva alla Chiesa in quanto cattolico, mentiva al suo partito che l’ha messo nel posto dov’era per il suo curriculm irreprensibile e mentiva infine ai suoi elettori, che col cavolo l’avrebbero VOTATO, se avessero saputo dei festini con trans e COCAINA.
Quando una basa la sua vita e la sua carriera vendendo un’immagine di sè tutta “casa, famiglia e  specchiata onestà” e su questa immagine ci campa alla grande, coerenza, onestà e rispetto impongono un privato all’altezza.
Voleva frequentare trans e fare i porcacci suoi, informava la moglie, lasciava la carica acquisita con certe premesse e si dedicava anima e corpo a Brendona, Natalì e pincopallina, NESSUNO avrebbe avuto nulla da eccepire.
Invece ha agito nel sotterfugio e nella menzogna e le sue bugie hanno provocato DOLORE e UMILIAZIONE a chi gli sta accanto e lo ama, hanno messo in imbarazzo la sua parte politica e sdegnato i suoi elettori.
Non solo ma quale uomo di Stato e quindi pubblico ufficiale, aveva il dovere morale e l’obbligo legale di denunciare il reato di cui era vittima. E invece ha pagato.
Bell’esempio di etica pubblica, veramente.
Infine andava a trans con l’auto blu e l’autista pagati dal contribuente. Questo chiamasi “peculato”, Berlusconi è stata indagato per aver dato passaggi sull’aereo di Stato ed è stato assolto, SOLO perchè gli ospiti non hanno provocato nessun esborso da parte dell’erario: l’aereo volava già per fini istituzionali,  quindi il “passaggio” non violava alcuna legge, come attestato in passato, da diverse sentenze della Corte dei Conti e della Cassazione. Ma andare a trans in auto blu e lasciare la macchina in seconda fila con l'autista...

Siamo all’alba del terzo millennio, non è il caso ovviamente di infierire su Piero Marrazzo (anzi se i giornali la smettessero di raccontare i particolari più sordidi sarebbe la cosa migliore) 
ma nemmeno é il caso di beatificarlo
. Chi sbaglia paga e i cocci sono i suoi. Gli auguro di raccogliere i cocci della sua vita, e di trovare qualcosa di meglio delle natalì e delle brendone, con cui riempire il suo tempo.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. media marrazzo

permalink | inviato da Orpheus il 27/10/2009 alle 19:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

26 ottobre 2009

Giustizia creativa: sconto di pena per "vulnerabilità genetica"


L'algerino Abdelmalek Bayout, accusato di aver ucciso a coltellate nel 2007, a Udine  il colombiano Walter Felipe Novoa Perez, si é visto scontare la già esigua pena di nove anni e due mesi, per "vulnerabilità genetica".
Pare infatti che il colombiano abbia deriso Bayout perchè aveva gli occhi truccati con il kajal, questo preso da furore mistico-religioso ha tirato fuori il coltello e ha fatto fuori l'incauto burlone.
Adesso a parer mio, e immagino di chiunque sia dotato di un minimo di buon senso, si sarebbe dovuta tranquillamente applicare l'aggravante dei futili motivi.
E invece no: grazie ad un’indagine cromosomica innovativa (vorrei sapere pagata da chi), Bayout è stato trovato in possesso di alcuni geni, che lo renderebbero più incline a manifestare aggressività se provocato o espulso socialmente.
Tale "vulnerabilità genetica" si sarebbe incrociata, nel momento immediatamente precedente all’omicidio, con "lo straniamento dovuto all’essersi trovato nella necessità di coniugare il rispetto della propria fede islamica integralista con il modello comportamentale occidentale", così da determinare nell’uomo "un importante deficit nella sua capacità di intendere e di volere".
C'é da sperare e pregare che l'alibi dello "straniamento" non diventi un ben triste precedente soprattutto se abbinato alla "necessità di coniugare la propria fede islamica INTEGRALISTA", perchè in tal caso, anche il nostrano kamikaze Mohamed Game potrebbe essersi straniato, mentre tentava di far esplodere una caserma di polizia.

Ma dove ha preso questa "brillante pensata" ill giudice Amedeo Santosuosso, consigliere della Corte d’Appello di Milano? Da un documento britannico del 2002 del Nuffield Council on Bioethics...ossia da un paese dove già applicano la sharia.
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. giustizia indecente

permalink | inviato da Orpheus il 26/10/2009 alle 22:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

26 ottobre 2009

Lettera al Presidente della Repubblica ceca: scelga la LIBERTA'


Dal Blog di Nessie
La ratifica del Trattato di Lisbona dipende  e pende dalla punta del pennino della stilografica del presidente della Repubblica Ceca Vaclav Klaus. Non tutti quelli che dicono SI hanno ragione anche se sono la maggioranza. La storia ci ha dimostrato anche troppe volte che non è vero che la maggioranza ha sempre ragione. Che la maggioranza può essere comprata, zittita, cooptata e intimidita come nel caso dell'Irlanda, magari anche ricattata economicamente.  Spesso le sorti del mondo ( in questo caso, dell'Europa), possono dipendere da quei pochi, da quei rari, forse da quegli unici che sanno dire NO. Basta anche una sola persona nell'universo. Pubblico la lettera che Ida Magli ha scritto su
Il Giornale in data 21 ottobre  allo scopo di dare un piccolo aiuto morale ad un uomo cui spetta una decisione cruciale per tutti noi. Chiunque  è d'accordo, diffonda questa lettera nel proprio blog.

Signor Presidente,

la libertà e l’indipendenza di oltre 500 milioni di cittadini degli Stati europei sono affidate a Lei. Noi, “Italiani Liberi”, piccola associazione di innamorati della Patria che si batte fin dall’inizio contro il progetto di unificazione europea, La preghiamo di non porre la Sua firma al trattato di Lisbona, firma che proclamerebbe, per il fatto stesso che tale Costituzione non è stata sottoposta al giudizio di coloro che saranno costretti ad obbedirle, l’inizio di un Impero antidemocratico.

Noi siamo certi, nel porgerLe la nostra supplica e nell’assicurarLe il consenso e il sostegno di una vastissima opinione pubblica in tutta l’Europa, di interpretare il desiderio e la speranza dei tanti che Le somigliano, gentile Presidente, nel diffidare dell’instaurazione dell’ennesimo Impero in Europa, nonostante le tante e drammatiche esperienze del passato.

Noi ci rendiamo anche conto del peso di una tale decisione da parte Sua, ma Lei non deve temere nulla in questo senso, caro Presidente, perché la Sua rimarrà sempre, agli occhi del Suo Popolo, con il quale tutti noi in questo momento c’identifichiamo, ma soprattutto agli occhi della Storia, la scelta giusta, la scelta della libertà.



NB: esiste la versione di questa lettera anche la versione in lingua ceca qui.

Ida Magli
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Trattato Lisbona Repubblica Ceca

permalink | inviato da Orpheus il 26/10/2009 alle 21:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

26 ottobre 2009

Ritorno al passato: i paleocomunisti per il "nuovo" Pd


Ipse dixit: "Farò il leader del Pd, ma lo farò a modo mio".

Habemus Segretarium del PD, fumata rossa la trionferà evviva il comunismo che mai in Italia moriràààà.
Così Pierluigi Bersani, il nuovo che sa di vecchio già trans-migrato dal Pci, DS, Ulivo ecc. é il neo eletto segretario; fresco di nomina ha già buttato le basi per la resurrezione del vecchio caravanserraglio di prodiana memoria.
La sua linea? Il ritorno al passato mascherato da nuovo (infondo basta giocare con le parole): "Preferisco che il Pd si definisca un partito dell'alternativa piuttosto che dell'opposizione", et voilà il gioco é fatto, a meno che Marrazzo non faccia proseliti e l'alternativa sia quella sessuale, questa brillante innovazione del Pd, sottointende il ripescaggio di vecchie glorie della sinistra, finite in cantina per volere degli italiani: i caruso, i luxuria, i pecorari, i diliberto, i bertinotti sono le altre forze di sinistra con le quali Bersani vuole "aprire un confronto".
Con Diliberto potrà parlare della mummia di Lenin (tanto fra mummie ci si intende)
Con Caruso aprirà un tavolo sul tema "
Fuma sano, fuma staliniano" e magari potrà riprendere la coltivazione di "maria" nelle fioriere di Montecitorio.
Con Bertinotti potranno intitolare qualche altra aula al fratello di Carlo Giuliani e scrivere commossi auguri di buon compleanno a Fidel Castro.
E Luxuria si sa é in gran spolvero, da quelle parti, magari le potranno affiancare anche la Natalì e la Brendona, visto che in comune hanno molto.
C'è solo una speranza, per questa sinistra, che l'attuale dirigenza si trasferisca su Marte, armi, bagagli, falci, martelli e buffonate varie.
Orpheus
PS. Scommettiamo che alle prossime politiche, ritireranno fuori anche Prodi come candidato Premier?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezione segretario pd

permalink | inviato da Orpheus il 26/10/2009 alle 11:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

25 ottobre 2009

Sinti privilegiati, Veneti discriminati


Rabbia, rabbia, rabbia. Quando
leggo queste notizie mi viene in mente SOLO un termine: rabbia.
E’ rivoltante vedere come le amministrazioni di sinistra discriminano i cittadini e ne calpestano la volontà. Il filosofo tanto chic, sindaco di Venezia Massimo Cacciari, ha fatto costruire a spese dei contribuenti italiani un agglomerato di comode villette per un gruppo di sinti italiani, che però sono "più italiani".
Il progetto del villaggio prevedeva abitazioni dotate, ciascuna, di comfort e di un bel giardino ed era recintato da alte mura e con pass per l’accesso, infine era dotato di strade e illuminazione pubblica. Fin dal primo momento si costituì un comitato del No per svariati motivi: di sicurezza, di equità (sono tanti i veneti onesti che aspettano una casa popolare) e di buon senso: un villaggio recitanto si sarebbe trasformato in un ghetto, cioè il contrario dell’integrazione, per cui sarebbe stato meglio, a tal fine, che i Sinti concorressero con i veneti residenti, all’assegnazione delle case popolari. Ma Cacciari si oppose adducendo come motivo che per tradizione, i sinti vogliono stare uniti. Non si capisce se sono italiani perché non vengono trattati COME gli altri italiani. Ma non è finita, siccome i Sinti si sono lamentati che, con tanti figli a testa , le villette erano un po’ strette, il Prefetto li ha accontentati e ha deliberato di ampliarle a spese dello Stato (cioè sempre di noi, compresi quelli del comitato del no che aspettano ancora una casa popolare) Il costo un altro milione di euro, da aggiungersi, agli altri tre.
Finito il villaggio, in spregio ALLA VOLONTA’ dei cittadini, i sinti hanno fatto un sopralluogo per scegliersi il posto preferito e in un attimo il villaggio si è trasformato in autosalone delle marche più prestigiose. Si sono viste parcheggiate : Ferrari, Porche, Mercedes 5000, BMW serie 7, SUV di gran marca.
Il comitato del NO ha protestato: niente da fare, ufficialmente sono nullatenenti, esentasse ed hanno anche diritto ad un assegno scolastico per ciascun figlio.
Nessuno ha predisposto ACCERTAMENTI della Guardia di Finanza, per accertare l’ammontare dei redditi, e denunciare eventuali EVASORI FISCALI.
Nessuna indagine di qualche solerte magistrato per far luce sullo FONTE di tali redditi, perché dubito che raccogliendo rame e facendo l’elemosina, ci si possa comprare una Ferrari.
Più facile furti, spaccio di droga e prostituzione anche infantile.
Ma forse per i sinti (benchè italiani) non è valido l’art.3 della Costituzione, loro sono sopra la Legge e non hanno nemmeno bisogno del Lodo Alfano.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cacciari sinti privilegiati

permalink | inviato da Orpheus il 25/10/2009 alle 13:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

24 ottobre 2009

La sinistra predica bene "marrazzola" male


La vicenda Marrazzo, é esplicativa del modo becero di far politica della sinistra, che predica bene "marrazzola" male.

Ormai, come mostrano i verbali degli interrogatori delle "mele marce" e di Marrazzo non c'è più nessuno spazio per dichiarazione di bufale o proclami vittimistici.
Solo poche settimane fa il lapiDario Franceschini dichiarava, a proposito di Berlusconi: "Chi ha un ruolo pubblico deve trasmettere dei messaggi, ed in questo caso sono stati negativi" per Marrazzo invece é scoppiata la gara alla solidarietà. Un po' come nel caso Boffo. Loro sono sempre vittime, Berlusconi al contrario é sempre colpevole.
E "Repubica" nessuna domanda a Marrazzo?
Come può accadere, i paladini del privato-che-non può-essere-privato-se-riguarda-un-personaggio-pubblico, i caballeros del gossip pruriginoso e scatenato, che per mesi hanno mostrato immagini di feste di compleanno (ricamandoci su), bagni di palazzo di Grazioli, ospiti nudi accanto a piscine private, come mai tacciono? E si, che di carne al fuoco ce n'è molta, tanto da poter allestire un banchetto mediatico di grande interesse (a chi interessano queste cose, ergo i moralisti un tanto al chilo di sinistra, impegnati da mesi a dar del porco depravato al Presidente del Consiglio).

Chessò potrebbero chiedere al governatore del Lazio come mai ha detto di non aver pagato i quattro carabinieri arresati. Eppure, agli atti del fascicolo risulta che dalla matrice del blocchetto dell’esponente del Pd siano stati staccati tre assegni per un totale di 20.000 euro.
Oppure perchè non ha sporto denuncia nonostante fosse vittima di estorsione.
O ancora come mai la sua tessera stampa con su scritto Piero Marrazzo fosse accanto ad una dose di polvere bianca che c'é da scommetterci non fosse farina...
Di discrepanze su quanto Marrazzo ha dichiarato in tv e quanto emerge dai verbali, ce ne sono ancora...
Quindi fiato alle trombe delle "reprimende" morali, cari sinistri o altrimenti fate la figura dei soliti IPOCRITI. Mi aspetto che Franceschini ribadisca quanto detto per Berlusconi e anche Di Pietro, invece di esprimere solidarietà a Marrazzo per la "grave intimidazione subita" , dichiari che "
le vicende private di persone pubbliche e delle istituzioni hanno un impatto etico e morale sui cittadini".
Altrimenti sono solo quaqquaraqua che predicano bene marrazolano male!
Personalmente ritengo che al Governatore del Lazio bisognerebbe chiedere conto dei danni arrecati alla Sanità laziale e non della frequentazione di ...Natalie, sempre che la "farina" non fosse coca.
Orpheus


23 ottobre 2009

Iran: 19 esecuzioni e una sospesa, ma per quanto?


Behnoud Shoja'i, un giovane di 21 anni arrestato quando aveva 17 anni, é stato impiccato all'alba del 10 Ottobre 2009, nel carcere di Evin, nella giornata mondiale contro la pena di morte. Un atto di sfida del regime iraniano all'Occidente, doppiamente significativo, in quanto Behnoud é stato giustiziato malgrado la Convenzione Onu dei diritti dell’infanzia, di cui l'Iran è firmatario, proibisca di infliggere la pena di morte per crimini commessi prima dei 18 anni, ma anche in questo caso, il regime si fa beffe, dei pavidi paesi occidentali  e impicca i bambini a partire dai 15 anni e le bambine dai 9 anni.
IN IRAN SI POSSONO IMPICCARE BAMBINE DI NOVE ANNI.
Non mi sembra che l'Onu o chi per esso, si impegni più di tanto nel condannare questo abominio. Non mi sembra che l'impiccagione di Behnoud abbia fatto provocato vibranti proteste cariche di indignazione.
In due settimane dal 27 settembre all'11 ottobre, sono state mandati a morte 14 prigionieri, fra cui tre donne.
E ieri 22 settembre altri cinque prigionieri sono stati impiccati, fra cui una donna. Un totale di 19 esecuzioni in nemmeno un mese.
È stata invece rimandata di un mese l'esecuzione di Safar Angooti, 20 anni, condannato a morte per un crimine commesso quando era minorenne, ma la sua sorte é già segnata, visto l'interessamento generale su ciò che accade in Iran.

Questo é quanto. In Iran s'impiccano, giovani, minori, donne e uomini e il mondo guarda da tutt'altra parte.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. iran impiccagioni

permalink | inviato da Orpheus il 23/10/2009 alle 22:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

23 ottobre 2009

La barbarie mediatica, Marrazzo e gli altri


Sono stati arrestati quattro carabinieri per un’estorsione da 80.000 euro ai danni di Piero Marrazzo, presidente del Lazio. Soldi che sarebbero stati versati in quattro tranche per evitare la diffusione di un video che ritraeva l’esponente del Partito democratico in momenti intimi con un transessuale (pare anche con polverina bianca sospetta in giro)
I carabinieri, sottufficiali in servizio presso la Compagnia Trionfale di Roma sono finiti in carcere accusati di estorsione, ma anche di altri reati, compreso lo spaccio di sostanze stupefacenti. A catturarli sono stati giovedì mattina i loro colleghi del Ros, che appena poche ore prima avevano interrogato lo stesso Marrazzo. Il governatore non aveva infatti presentato alcuna denuncia. L’indagine è nata casualmente, nell’ambito di accertamenti che riguardavano una vicenda completamente diversa. Circa sei mesi fa, ascoltando alcune conversazioni intercettate, gli investigatori scoprono che qualcuno sta cercando di vendere a una società di produzioni televisive di Milano un filmato che ritrae Marrazzo insieme ad un’altra persona in atteggiamenti privati. Fallita la vendita ai media, pare che abbiano optato per rivolegersi a Marrazzo.
Fatto: ci sono quattro carabinieri in carcere per estorsione (non tentata) a Marrazzo
Fatto: c’è un filmato a luci rosse con un trans in compagnia di Marrazzo (a detta di tutti i principali quotidiani)
Fatto: Marrazzo è stato convocato e dopo il suo colloquio il Ros ha arrestato le “mele marce”.
Adesso a me non interessa con chi passa le sue notti Piero Marrazzo, ma questi sono i fatti e gridare alla bufala senza spiegare i suddetti fatti, non mi sembra molto chiarificatore di quanto è accaduto. A rigor di logica, bisognerebbe rendere pubblico il video, come le altre volte si è pubblicato intercettazioni e persino foto scattate di nascosto nelle residenze di Berlusconi.
Ciò che vale per lui vale anche per i “lanciatori” di pietre in pectore, quelli che pontificano con gli armadi pieni di scheletri.
D’altronde questo gioco al massacro l’ha iniziato Repubblica e con molto meno in mano, adesso o si rispetta la privacy di tutti i politici o no. Ma se s’invoca tale diritto, deve valere anche per Berlusconi.
Altrimenti un po’ per uno in braccia alla mamma. E a chi tocca tocca. Boffo, Marrazzo o Berlusconi. E gridare alla barbarie a seconda di chi si tratta, non solo è ipocrita, ma anche sciocco.
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi marrazzo barbarie mediatica

permalink | inviato da Orpheus il 23/10/2009 alle 18:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

22 ottobre 2009

L'islam é un "virus" che assogetta l'organismo ospitante


Il credo islamico è una religione prevaricatrice che ha come obiettivo l’asservimento dei non islamici ai dogmi del Corano e ai precetti della sharia, non vuole convivere con altri credo o con la laicità, vuole sostituire i primi, e riempire il vuoto della seconda.
Per rendersene conto basta dare un sguardo all’involuzione e alla perdita di libertà subite dalla Gran Bretagna a causa dell’immigrazione islamica.
Già nel 2001 la polizia di Londra dotò il personale femminile musulmano dell’hijab, seguito a ruota da altre polizie, da un corpo dei vigili del fuoco e persino dalla catena di mobili Ikea.
Il successivo passo, è stato quello di dotare anche il personale femminile NON musulmano di Avon e Somerset del velo islamico.
 Rashad Azami della Bath Islamic Society  ha trovato “molto piacevole” che la polizia abbia adottato questo provvedimento e una delle sette poliziotte non-musulmane che ha ricevuto un hijab tutto suo, il vice-capo della polizia della contea Jackie Roberts (quella nella foto), lo definisce “un'aggiunta molto positiva alle uniformi e di quelle che sono sicura sarà gradita a molte delle nostri agenti”. Come si suol dire “cornute e contente”.
Meno contenti invece gli ospiti del Queens Care Centre, un pensionato per la terza età, nella cittadina di Maltby ad est di Manchester, che hanno visto sparire dal loro menù bacon, salsicce, panini al prosciutto e tortini a base di carne di maiale tritata sostituiti con carni rigorosamente halal, anche se nessuno dei 37 membri del personale o dei 40 residenti del centro è musulmano. Ma lo è il  proprietario Zulifikar Ali Khan e tutti si devono adeguare al suo regime alimentare di islamico.
Le prevaricazioni, però spaziano ben oltre veli e salsicce, anche solo discutere in toni critici di islam può causare seri guai giudiziari. Poi ci sono i tribunali shariatici che dal 1982 affiancano quelli inglesi. Infine la pressione da parte della comunità islamiche di avere scuole, ospedali e carceri, conformi alla sharia, col denaro dei contribuenti, per non parlare poi di taxi e piscine comunali. Il risultato è uno solo: l’islamizzazione dell’occidente, che si modifica per andare incontro alle esigenze dei musulmani, i quali rimangono impermeabili a qualsiasi influsso occidentale (basti vedere cosa succede alle figlie che vogliono integrarsi sul serio).
Ed è per questo che chi apre sconsideratamente alle istanze islamiche, o è uno stolto o è un traditore della sua gente. In ambo i casi indegno di ricoprire ruoli pubblici.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. islam eurabia

permalink | inviato da Orpheus il 22/10/2009 alle 21:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa

22 ottobre 2009

Dacci Allah la nostra Gianbufala giornaliera: "una Rania non fa primavera" caro Fini


Ormai non passa giorno che Gianfranco non esterni il suo fine pensiero sull’islam. Davanti alla Regina Rania di Giordania,  ci ha informati che l’islam oscurantista è uno stereotipo alimentato dal “fondamentalismo” anche Occidentale e italiano (ça va sans dire della Lega)  che “sfoga le proprie paure nel razzismo e nell’intolleranza” (infatti è a causa del “razzismo” e dell’intolleranza della Lega", che 37 donne musulmane hanno fatto una fine orribile nel nostro paese, sgozzate, strozzate o buttate giù dai balconi).
Per una Rania ci sono milioni di musulmane picchiate, torturate, vendute come animali fin dalla più tenera età,  ci sono donne frustate, lapidate, arse vive, bruciate con l’acido solforico, menomate sessulamente con l’infibulazione, recluse e prigioniere dei maschi-padroni. Donne che non possono studiare, lavorare fuori casa, guidare, mostrare il loro corpo e il loro volto, nemmeno un centimetro di pelle.
Che cos’è questo sig. Fini, me lo dica lei che è così intelligente?
E che oltre a fare il Presidente della Camera, adesso dispensa anche “Verità” come un novelllo Maometto?
Tanto per ribadire che una “Rania non fa primavera” informo il sig.Fini che nella classifica della Freedom House sulla condizione della donna nel Nord Africa e MO, la Giordania mantiene a fatica una posizione di mezzo. Hanno risultati migliori il Marocco, la Tunisia, l'Algeria, il Libano, l'Egitto e persino la Palestina. Fanno un po’ peggio l'Arabia Saudita, lo Yemen e la Libia.
In Giordania lavora solo il 14% delle popolazione femminile, la peggior situazione della regione. Ogni anno dalle 10 alle 15 donne vengono uccise in delitti d’onore dove i colpevoli subiscono condanne  dai tre mesi ai tre anni. Un recente sondaggio dell’istituto di statistica giordano ha mostrato come il 20  per cento delle donne giordane tra i 15 e i 49 anni  reputi normale essere picchiata dal marito per motivi di “disciplina”. Che il paese abbia una regina bella ed elegante, ricca e privilegiata, che non indossa il burqa o il velo, non vuol dire affatto che il resto delle donne giordane viva in condizioni paragonabili e neppure che queste condizioni siano destinate a migliorare.
Ma soprattutto vuol dire che noi non abbiamo alcun motivo per "rimanere in VERGOGNOSO SILENZIO" al passaggio di Rania di Giordania.
E che, a mio parere, é vergognoso, oltre che ignobile nascondere che per una regina privilegiata ci sono milioni di bambine come Samia (venduta in sposa dal padre a 7 anni e torturata dal "marito" ) e Gulmar (bruciata viva perchè voleva lasciare il marito violento), fotografie in alto.
Il vero volto della condizione femminile nei paesi islamici, non é quello truccato di Rania, ma quello ustionato di Gulmar.
Infine, se il sig. Fini vuole propinarci, per motivi personali, una visione di islam "moderato e moderno" sbandierando la regina di Giordania come testimonial e impartendo lezioncine di storia “politically correct” modificata, cade MALE, il suo elettorato ha cervello a sufficienza, per non lasciarsi abbindolare.
Fuori dal PdL, Fini, lo sponsor dell'islam integralista, non ci rappresenta più.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fini sponsor islam fuori dal pdl

permalink | inviato da Orpheus il 22/10/2009 alle 11:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (20) | Versione per la stampa

20 ottobre 2009

Martiri e bambine


La bambina portata al laccio come un animale é un sposa. Il padre la consegna al marito, che da lì a poche ore la violenterà. Molte di queste bambine muoiono di parto, poco dopo il "matrimonio".


Altre muoiono perchè il "marito" le usa come kamikaze inconsapevoli e involontarie.
Questa è il video dell'intervista ad una bambina irachena, drogata e mandata a morire dal "marito" di 12 anni più vecchio.
Ranya, quanti anni hai?
- 15
- Da quanto tempo sei sposata?
- Nove mesi
- Ti sei sposata a 14 anni contro la tua volontà, hai detto. Non hai scelto quell'uomo: quanto più vecchio di te è tuo marito?
- E' nato nel 1985 e ha 23 anni
- Dunque lui aveva 23 anni e tu ne avevi 14
- Dunque ha circa 12 anni più di me
- Com'era la tua vita con tuo marito? Nel tempo libero usavate sedervi a parlare: di che cosa ti parlava?
- Mi parlava di ... Non solo di religione, ma anche ...
- Tuo marito è religioso?
- Sì, è solito pregare
- Ti ricordi com'era la cintura esplosiva?
- Non ricordo com'era. L'hanno portata via
- Chi te l'ha allacciata?
- Umm (mamma) Fatima
- Chi è Umm Fatima?
- Mio marito Muhammad ha detto: "Questa è mia cugina"
- I suoi parenti? E' stata sua cugina ad allacciarti la cintura intorno alla vita?
- Sì
- Tu sapevi dove stavi andando e che cosa stavi per fare?
- No, sono uscita di casa con loro
- Questa cosa strana che ti hanno allacciato intorno alla vita, tu non sapevi che cos'era?
- No, non lo sapevo
- Non hai chiesto perché ti stavano mettendo la cintura?
- No, non l'ho chiesto. Ma prima di mettermela mi ha dato una lattina di succo di pesca e del pane.
- Dopo che hai bevuto il succo di pesca e mangiato il pane, ti sei sentita confusa?
- Sì
- Quando eri confusa potevi ancora vedere chiaramente? Potevi vedere chiaramente le persone?
- No, vedevo doppio
- Ranya, tu ti rendevi conto degli effetti delle tue azioni?
- No
- Ti rendevi conto che esplodendo non un solo pezzo del tuo corpo sarebbe rimasto intatto e che avresti ucciso persone innocenti? Questa Ranya, questa bambina che ama tutti, avrebbe potuto uccidere anche 50 o 60 persone… Potevi immaginare un simile avvenimento causato dalle tue azioni e dalla cintura che portavi?
- Ma loro mi hanno detto: "Tu non esploderai finché non ci giochi / (la tocchi)". Quando ho visto i fili gliel'ho chiesto. Loro hanno detto: "Non esploderà. Finché non lo tocchi non esploderà
- Ma non hai chiesto a che cosa serviva la cintura?
- No
- Ranya, prima di effettuare l'operazione e prima che Widad e Fatima ti allacciassero la cintura esplosiva dov'era tuo marito?
- In casa
- Quindi quando hai indossato la cintura e sei uscita, lui era presente?
- Sì
Che nessuno parli mai di loro e delle loro storie di martirio e sofferenze é una delle tante infamie di questo mondo.
Orpheus






permalink | inviato da Orpheus il 20/10/2009 alle 22:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

20 ottobre 2009

Pd campano nell'occhio del ciclone


Il bubbone della “questione morale” del PD in Campania sta assumendo proporzioni bibliche e visto che l’argomento è ritenuto irrilevante dalla grande stampa (perché è risaputo è nelle mani di Berlusconi!!!) tocca parlarne alla sottoscritta.
Dunque oltre ad un sicario della camorra, anche la moglie di un boss aveva la tessera del Pd: Carolina Mosca, la quale è stata espulsa, e bisognerebbe dire alla buon’ora, infatti un ex-assessore già da febbraio aveva segnalato il caso a Enrico Morando, commissario del Pd, con due e-mail  “perché nel frattempo era stato arrestato anche il padre della Mosca, Sergio.
Non accadde nulla. Segno che il problema fu sottovalutato, come se fosse solo un fatto locale, anche a livelli più alti del partito”.
Ersilia Salvato ex-sindaco di Castellamare nel 2005 in una lettera inviata all’allora segretario Ds, Piero Fassino, annunciò le sue dimissioni dal partito e denunciò la presenza di camorristi davanti ai seggi elettorali. “risposero con un manifesto assolutorio. In cui nella sostanza dicevano che la camorra non c’era. Un errore enorme la sottovalutazione di quella presenza”.
Più che un errore un calcolo politico come ammette la stessa Salvato più avanti: “Se ci si pesa solo sui numeri, sui pacchetti di tessere e non sulle idee poi ci trovi i killer nelle sezioni. Dal 2005 non ho più tessere di partito e io ho vissuto di politica. Ad oggi non mi sentirei di entrare in nessun partito della sinistra”.

Tè gapì “Pippi dai calzini azzurri”…è un sindaco del TUO partito che parla in questi toni .
Intanto la Digos sta passando al setaccio l´elenco dei tesserati, e il Pd è costretto ad azzerare tremila tessere di un anno fa.
Un consiglio per Franceschini invece di fare la mezza calzetta con i calzini azzurri, usi un po’ della sua "smisurata" superiorità morale, magari faccia, anche una maglietta con su scritto “Non tutti nel Pd sono camorristi” e contemporaneamente faccia pulizia perchè fra un po’ PD starà per Partito Disonesti.
PS. Di cosa stanno parlando in questo momento a Ballarò? Ma dello scandalo dei calzini azzurri e del solito Berlusconi…
Buffoni.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd camorra

permalink | inviato da Orpheus il 20/10/2009 alle 21:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

20 ottobre 2009

Magistrati la super-casta che lavora poco e può violare la legge impunemente


Si scagliano contro i presunti privilegi dei politici, ma difendono i propri con le unghie e con i denti, nessun governo è mai riuscito a fare una seria riforma della giustizia, minacciato da scioperi e sollevazioni della magistratura.
Proclamano il rispetto dell’art.3 della costituzione e l’uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla Legge, e i giudici sono gli unici in Italia,  a godere di un “lodo” perenne per tutta la loro carriera che li mette al riparo da tutte le coseguenze delle loro azioni, sia che riguardino errori professionali o che siano reati GRAVI commessi come privati cittadini.
La denuncia arriva da due libri che attingono dagli atti della Disciplinare del CSM (sentenze emesse tra il 2000 e il 2008), la sezione che dovrebbe vigilare sul comportamento delle toghe: “Magistrati, l’ultracasta e La legge siamo noi” il primo di Stefano Livadiotti, dell’Espresso, l’altro di Stefano Zurlo del Giornale.

Stefano Livadotti scrive testualmente “Quella dei giudici e dei pubblici ministeri è la madre di tutte le caste. Uno Stato nello Stato, governato da fazioni che si spartiscono le poltrone in base a una ferrea logica lottizzatoria e riescono a dettare l’agenda alla politica. Un formidabile apparato di potere che, sventolando spesso a sproposito il sacrosanto vessillo dell’indipendenza, e facendo leva sull’immagine dei tanti magistrati-eroi, è riuscito a blindare la cittadella della giustizia, bandendo ogni forma di meritocrazia e conquistando per i propri associati un carnevale di privilegi.
Gli episodi citati nei due libri disegnano una Giustizia devastata da coloro che in teoria dovrebbero amministrarla, non solo perché si scopre che in media ogni magistrato lavora appena quattro ore al giorno pur essendo pagato il quintuplo di un italiano normale, ma perché gli episodi dimostrano che chi sbaglia, se veste una toga, non paga mai. E ribadisco MAI. Si sono accordati un’immunità assoluta e permanente che li pone al disopra di TUTTI.
Il caso più clamoroso e noto è quello di un giudice sorpreso nel bagno di un cinema mentre faceva sesso con un minorenne.
Dopo un periodo di sospensione è stato riammesso in servizio, con tanto di promozione e aumento di stipendio.
Al CSM è bastata una giustificazione che a chiunque altro non sarebbe servita a evitare anni di carcere: ero momentaneamente incapace di intendere e di volere perché avevo battuto la testa contro il portone di casa.
Se si è pm però si può farla franca anche se si sono prestati soldi a strozzo o si è ritardato per sette anni un processo per omicidio colposo. Oppure se si dimentica una persona in cella per 15 mesi. Nessun rischio se si è corrotti o se si fa male il proprio mestiere, consegnando in ritardo di anni una sentenza: al massimo tocca un richiamo o una sanzione lieve come la riduzione di qualche mese d’anzianità, con conseguente slittamento dell’attesa promozione, che comunque, anche se rinviata, arriverà.
Il Csm ha dato buffetti sulla guancia a magistrati che si facevano pagare le vacanze da aziende fallite o che hanno chiamato i carabinieri per non saldare il conto al ristorante. Comprensione perfino per i matti, purché ovviamente appartengano all’ordine delle sacre toghe: in tal caso possono passare il tempo a chiedere l’elemosina, a evocare sentenze con sedute spiritiche o abbandonare l’udienza per correre a spegnere improbabili ceci lasciati sul fuoco e nessuno avrà niente da dire.

Per loro è sacra anche  privacy, come fossero minori o vittime di violenze sessuali, visto che non possono nemmeno essere citati per nome e cognome, infatti il plico di documenti arrivato, dopo un anno, al giornalista dell’Espresso aveva allegata una lettera del segretario generale Carlo Visconti in cui gli si intimava di omettere le generalità dei giudici sanzionati (si fa per dire) dal CSM.
Una super-casta che predica bene e razzola molto male, in un paese dove il sistema giustizia é da terzo mondo, e che ci costa continue condanne dall'Europa per l'eccesiva lunghezza dei processi.
Stampatello e fonte notizia da Libero
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. privilegi giustizia indecente super casta

permalink | inviato da Orpheus il 20/10/2009 alle 11:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

19 ottobre 2009

Il Pdl affossi la proposta bipartisan di voto agli immigrati


Immagine dell'amico Sarcatsycon
E' stato depositato oggi alla Camera un progetto di legge che prevede il diritto di voto per le elezioni amministrative ai cittadini extracomunitari regolarmente residenti in Italia da almeno cinque anni.
L'obiettivo é "
promuovere l’integrazione di persone che in molti casi già partecipano pienamente alla vita civile delle comunità locali in cui risiedono".
Niente di più falso e strumentale, l'obiettivo quello vero é strappare il Nord alla Lega.
Il progetto é una vecchia fissa della sinistra, o meglio la loro ultima spiaggia per rifarsi un orticello elettorale, come ha minacciato Paolo Ferrero, quando era ministro di Prodi: "
Nelle provincie di Treviso, Bergamo e Brescia e in tutta la fascia pedemontana  dove la presenza dei lavoratori migranti è molto forte e dove un partito espressamente xenofobo come la Lega raccoglie alti consensi, l'acquisizione del diritto al voto da parte degli immigrati modificherà la dialettica politica".
Progetto condiviso con i finiani, anche Gianfuffa infatti parla all'Islam perchè la Lega intenda, é disposto a sacrificare la sovranità che spetta a noi nelle nostre regioni, unicamente per aver le poltrone giuste nelle regioni a più alto reddito.
La sinistra ringrazia e l'Ucoii si frega le mani davanti a tanta grazia ricevuta, a tanto opportunismo politico e a tanta bovina cecità.
Se la sinistra fa la sinistra, il comportamneto dei finiani é intollerabile e molto vicino al tradimento del mandato elettorale.
Sono disposti a imbonirsi gli immigrati islamici con qualsiasi mezzo: burqa, ora di religione islamica (perchè si sa questi sono i figli della gallina "rossa"), e dulcis in fundo, voto, strumentalizzando l'integrazione: secondo loro
Mohammad Saleem, padre di Hina e i suoi due cognati, El Ketawi Dafani padre di Sanaa, Mahmoud Abdelaziz Kol e Mohamaed Imbaeya Israfel, complici del kamikaze Mohamed Game si possono considerare INTEGRATI e quindi degni di votare, perchè questi voterebbero.
Oppure pensano che basti il diritto di voto ad integrare i fondamentalisti?
Chi fa simili proposte  non ha il minimo RISPETTO dell'Italia e della sua popolazione, non merita nè di stare al Governo, nè di andarci.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Fini proposta cittadinanza sinistra Ferrero

permalink | inviato da Orpheus il 19/10/2009 alle 18:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

18 ottobre 2009

“Uccidiamo a badilate (o con lapidazione) Berlusconi”, gli effetti della campagna d’odio de la Repubblica e di Di Pietro





da Camelot

"Ammaziamolo quel mafioso maledetto, quel viscido bastardo...........deve morire lui tutti quelli che gli stanno attorno, e gli sporchi americani"

In mezzo a questo delirio non c'è una SOLA critica ai provvedimenti di governo, la parvenza di un movente che non sia dettato dalle campagne d'odio e diffamatorie di Repubblica o del politico più sordido della nostra storia.
Un odio viscerale, espresso da giovani a cui é stato fatto il lavaggio del cervello (anche perchè evidentemente ne possiedono ben poco).
Un odio verso Berlusconi ma anche verso chi lo sostiene: noi.
Ci odiano, punto e basta. Tutto questo é frutto della sciagurata mancanza di un'opposizione seria, sostituita con una manica di pagliacci, le cui proproste vanno da magliette penose, a indossare calzini azzurri, senza alcun timore di superare la barriera della provocazione e cadere nel più "clownesco" ridicolo (e qui ci si può solo domadare che razza di QI, crede abbiano i suoi elettori, il PD. Io mi offenderei)
Il vuoto assoluto di questa sinistra é stato occupato dalla parte peggiore della sinistra, la fucina dell'odio quella che poi, fabbrica terroristi.
Ieri é arrivata una lettera minatoria al Riformista, autori i "componenti" delle Brigate rivoluzionarie per il comunismo combattente".
Forse sono solo dei ragazzini brufolosi con la testa infarcita di panzane (visti i deliri della missiva), ma con questo CLIMA, prima o poi il morto ci scapperà.
E lo StupiDario che fa? Manifesta con i calzini azzurri solidarietà a un giudice, "disonorato" da un filmato di pochi minuti, in una PUBBLICA via, in cui il momento clou, é appunto l'inquadraura dei suoi calzini azzurri.
Sulle minacce di morte che ARRIVANO dalla sua parte politica a Berlusconi, Bossi e Fini, sorvola, come ha sorvolato su un esponente del suo partito che voleva ficcare una pallottola in testa al Premier. Non si é nemmeno scusato.
Questo é il loro RISPETTO per le istituzioni.
Questo é il loro SENSO dello Stato.
Questa é la loro Democrazia. Pacatamente e semplicemente dovrebbero vergognarsi.
Stanno rovinando il paese e mettendo la base per un'altra stagione di "anni di piombo", perchè non hanno nemmeno l'ectoplasma di un programma politico che riguardi l'Italia, ma solo un odio insano che riguarda un italiano: Silvio Berlusconi.
Orpheus
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra franceschini minacce calzini azzurri

permalink | inviato da Orpheus il 18/10/2009 alle 21:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre   <<  1 | 2 | 3  >>   novembre