.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
l'Asinistra
1visite.

15 giugno 2011

Fesssiiiiiii!!!!


Lunedì, dopo la vittoria del sì ai quesiti sull’acqua, sulle pagine del Corriere della Sera di Bologna, si poteva leggere questo titolo: “Dopo il referendum, il conto di Hera: giù in borsa e stop agli investimenti. Congelati i 70 milioni per rete idrica e tre depuratori. Il titolo giù del 10%: bruciati 190 milioni” (Hera è una multiutility, una società nata dall’unione di varie aziende pubbliche di servizi emiliane).
Nell’articolo si spiega che "i bolognesi pagheranno un prezzo salatissimo per l’esito della consultazione" e che, in ogni caso, la bolletta crescerà del 10%. L’assessore all’ambiente ammette che è stata abrogata "una norma introdotta di fatto dal governo Prodi", e che per la gestione dell’acqua si profila un disastro.
Molti enti locali vivranno pesanti difficoltà dopo i referendum, e le ricadute graveranno sulle spalle e sulle tasche dei cittadini (come ha fatto notare anche Matteo Renzi al Fatto).
Quello che è successo a Bologna e a Firenze (come aveva paventato Renzi) succederà in chissà quante città e comuni italiani.
Questo ovviamente è stato taciuto agli elettori, sono stati imbrogliati e imboniti di frottole e slogan di bassa lega, e adesso espieranno la loro creduloneria  pagando “sorella acqua” molto più cara. I tanti che a sinistra hanno avuto un  “legittimo godimento”  adesso si sorbiranno il rovescio della medaglia, perchè Di Pietro e compagnia, sicuramente non verseranno la differenza sulla bolletta dell’acqua. Questo referendum oltre che essere stato una solenne presa per i fondelli, provocherà danni all’economia e al bilancio familiare dei meno abbienti. “Cevto” alla sinistra au caviar e ai milionari telepredicatori da strapazzo non importa nulla di quanto salirà la bolletta dell’acqua. A questa marmaglia interessa solo abbattere Berlusconi, che i poveracci si grattino poi il risultato delle loro “bravate”. Mi fanno schifo.
Questo è stato un referendum politico, teso a minare ancor più il centro-destra, la famosa “spallata”, perchè far cadere il Governo è la loro priorità.
Pazienza se l’Italia, con una simile evenienza subirà lo stesso tracollo della Grecia, in quanto immediatamente le agenzie di rating, rivedrebbero il rating sul debito, in senso peggiorativo (com’è successo in Grecia), con la conseguente pretesa dei possessori dei titoli di stato, di una maggiore remunerazione e l’inevitabile caduta dei corsi degli stessi. Cioè il risparmiatore che ha 50.000 euro di titoli in banca, si ritrova 30.000 euro. Per l’emissione dei titoli a venire il Tesoro sarebbe costretto a pagare interessi molto più alti facendo lievitare la spesa pubblica, con il rischio finale di default nazionale (Argentina docet) . Questo è quanto succederebbe in caso di caduta del Governo, ma che gliene frega a Di Pietro e Bersani, l’importante è agguantare la poltrona e abbattere l’odiato Cav.
Povera Italia.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. referendum esiti

permalink | inviato da Orpheus il 15/6/2011 alle 17:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (35) | Versione per la stampa

8 giugno 2011

Un referendum che è "aria fritta"


Nel nostro Paese i referendum hanno una sola prerogativa, quella di essere un enorme spreco di denaro e una perdita di tempo. Non andrò a votare perchè so, che tanto a nulla servirà far sentire la nostra voce.
Il referendum sulla responsabilità civile dei magistrati docet, passato con l'80% dei voti a favore, è rimasto lettera morta, sia con il cdx. che con il csx.
D'altronde i promotori di questo referendum sono quanto di più inaffidabile e ridicolo, il panorama politico presenti.
Interessante l'intervista a Matteo Renzi al Fatto quotidiano di cui riporto uno stralcio:"
quella che si vuole abrogare è una legge del 2006, governo Prodi, e firmata dal ministro Di Pietro, dovevamo riflettere allora. Come dissi anche io che non ero da un’altra parte, ma nel Pd. Oggi quella legge mi comporterebbe andare a chiedere qualcosa come72 milioni di euro ai fiorentini, e non posso permettermelo”. Se il PD cambia idea a seconda del vento che tira non è un problema mio". Io continuo sulla strada della coerenza”.
Inoltre Bersani
a Carpi il 18 settembre 2008 per dar man forte al PD locale, ha sostenuto le ragioni della privatizzazione di Aimag (società che gestisce ACQUA, GAS e RIFIUTI a Carpi ed in altri 20 Comuni tra la provincia di Modena e Mantova), in occasione della campagna elettorale per il referendum comunale voluto da un gruppo di cittadini per fermare la privatizzazione.
Ergo, se domenica vince il SI per l'abrogazione della norma sulla privatizzazione dell'acqua, passano un paio di anni, sale la sinistra (non ci credo ma potrebbe succedere) e Bersani e Di Pietro, ripropongono la legge del 2006. A cosa è servito il referendum??? A nulla, soldi buttati nella spazzatura. Perchè questi politici non hanno una linea coerente, un programma, un briciolo di serietà sono burattini, che recitano la parte a seconda di come soffia il vento.
Quanto al nucleare è dal 1986 che se parla, siamo nel 2011, non ci sono centrali, ma in compenso c'è un altro referendum. Che dire, se vorranno costruirle, sul serio, questo referendum farà la fine di quello per la responsabilità dei giudici.

Infine sul legittimo impedimento è meglio stendere un velo pietoso, Di Pietro è il primo a farne uso, e allora perchè farsi promotore di una simile inziativa? Perchè lui può? O perchè se lo fa lui, nessuno dice nulla? I giornali non scrivono una parola sull'argomento, Santoro non si strappa i capelli, Conchita non vomita sconcezze a Ballarò ecc. ecc.
Questi sono i promotori dell'iniziativa e io devo andare a perdere tempo per votare?
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. referendum

permalink | inviato da Orpheus il 8/6/2011 alle 18:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (31) | Versione per la stampa

30 maggio 2011

Benvenuti a Zingaropoli!


Il centro destra ha preso una bella batosta, inutile negarlo. Milano è in mano ad un rifondarolo, che si è dato una verniciata superficiale di democrazia, giusto per prendere all'amo gli allocchi indecisi, e far bere loro la panzana del moderato.
Ma questo signore ha abbracciato in toto, nel suo programma, tutte le tematiche care a Rifondazione Comunista, l'appoggio ai centri sociali, l'ateismo spinto, la liberalizzazione delle droghe, la cultura multietnica e multi religiosa, con particolare riguardo a quella musulmana, e pazienza se l'iman di Segrate ha detto di non votare Vendola perchè gay, pazienza se i gay sono perseguitati nei paesi islamici. Voto non olet, ben vengano anche i musulmani alla corte di re Nichi.
Oggi in Piazza Duomo abbiamo avuto una mezza anticipazione di ciò che aspetta i milanesi, Fra' Nichi da Bari,visibilmente emozionato  ha svelato
il progetto per la "sua" Milano: "Ora abbracciamo i fratelli rom e musulmani". Toni molto diversi da quelli usati in campagna elettorale, al punto che Enrico Mentana (non certo berlusconiano), dagli studi del tg di La7, ha commentato con ironia: "E' una fortuna per Pisapia che Vendola abbia fatto questo comizio solo dopo la sua elezione" (e poi la Lega esagerava!). Di certo sono molto curiosa di scoprire come Pisapia, concilierà l'amore per rom e musulmani con la sicurezza, l'ordine e la pulizia.
Come accontenterà quella buona fetta del suo elettorato legato ai centri sociali (a loro volta culo e camicia con rom e islamici), senza trasformare Milano in un suk gigantesco, sporco e pericoloso. Come al solito la sinistra liscia il pelo alla feccia per arraffare il potere e mette la brava gente onesta e lavoratrice nella melma fino al collo. Ci sarà da ridere...o da piangere, vedremo.

Per ciò che riguarda Napoli, De Magistris non potrà fare peggio della Jervolino. Vedremo che idee brillanti metterà in campo sul problema dei rifiuti che stà letteralmente uccidendo la città. Già ha detto che è contro i termovalorizzatori e le discariche, dove li metterà i rifiuti, non è dato di sapere. Poche idee ma confuse.
Come il commento alla sua vittoria
: Napoli è finalmente stata liberata!!! Ma nessuno gli ha detto chi era il sindaco precedente?...

E adesso passiamo agli errori della Moratti, tanti, ma non quello di avere mal governato la città, poteva fare di meglio, ma per lo meno, ha mantenuto la linea dei suoi predecessori, senza fare danni, Milano è una città pulita, con una buona viabilità e una discreta sicurezza. Poco? Andatelo a dire ai fiorentini che hanno visto trasformato il centro della più bella città d'arte italiana, in una casbah maleodorante e sporca.
Il primo errore della Moratti è stato una campagna elettorale disastrosa che nemmeno un neofita della politica avrebbe potuto fare. Quello più grande tirare in ballo Silvio Berlusconi, che ultimamente ha perso ogni credibilità. Gli scandali assolutamente gratuiti e inamissibili, il suo protagonismo in un momento in cui dovrebbe volare basso, hanno concluso l'opera. Non è il centrosinistra che ha vinto, ma il centrodestra che ce l'ha messa tutta per perdere. A farne le spese, non chi sta in alto, ma noi cittadini.
Oprheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pisapia

permalink | inviato da Orpheus il 30/5/2011 alle 19:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa

16 maggio 2011

Con quella bocca può dire ciò che vuole

L'altro giorno in un comizio elettorale a Bologna (un comizio, non uno show satirico), Beppe Grillo se l'è presa con Nicki Vendola. Lo ha chiamato "busone" eppoi "un buco senza ciambella". Non si registrano reazioni da parte dell'interessato né dal solito coro degli indignati speciali. L'avesse detto Berlusconi sarebbero arrivati i caschi blu dell'Onu a portarlo via in catene e mezza Italia vestirebbe t-shirt con scritto "Anch'io sono un busone". Occidentale

Che la sinistra "intellettuale" e politica possa permettersi ogni tipo d'insulto volgare, razzista, violento e becero, nei confronti della destra, senza mai pagare pegno è un dato di fatto. La coscienza "nazionale" si risveglia solo alle intemperanze di Berlusconi o per qualche articolo più o meno pepato di qualche giornalista di destra.
Ecco allora che si mobilitano con magliette, slogan, calzini azzurri e quant'altro, con l'unico risultato di far sganasciare dalle risate, chi la mente non l'ha mandata all'ammasso.
Quello che fa specie è che quando si scannano fra di loro, come in questo caso con insulti che dileggiano la persona nel suo privato, il dogma del politically correct, viene messo in soffitta, con buona pace, delle "categorie protette".
Se a dare del "frocio" a Vendola, fosse stato un leghista si sarebbe scatenata una rivolta indignata delle qui sopra citate anime belle, che subito avrebbero additato, l'incauto leghista, la Lega e gli elettori della Lega, come orde di trucidi trogloditi, Corriere, Repubblica, Unità ecc. avrebbero gridato allo scandalo, e magari ci sarebbe stato un bel corteo, con cartelli e magliette al grido "Siamo tutti froci".
Sempre sull'argomento è utile ricordare che non solo Grillo ha "licenza d'insultare" ma gli imam, possono tranquillamente dare indicazioni di voto DISCRIMINATORIE, senza che il PD, con la pasionaria Bindi in testa e Franceschini dagli azzurri calzini al fianco, emettano un flebile cenno di protesta.
E' accaduto a Milano, l'imam della moschea di Segrate, ha intimato ai sui fedeli di NON votare Vendola, perchè gay: "I musulmani di Milano non devono votare i candidati della lista di Sinistra Ecologia e Libertà perchè il suo leader, Niki Vendola, in quanto omosessuale, ha una condotta che non va d’accordo con l’etica islamica".
I paladini dei diritti dei gay in questo caso, tacciono,tutti allineati in fila per tre con il resto di due. Che pena!
Orpheus





permalink | inviato da Orpheus il 16/5/2011 alle 17:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa

12 febbraio 2011

Porci senza ali domani in scena


Squillino le trombe e trombino le squillo! Domani grande spettacolo lor signori, della sinistra moralista ad un tanto al chilo, impegnata a scartamento ridotto, indignata a senso unico e manco alternato. Domani manifestazione per la "dignità" della donna minacciata dall'Impero Arcoriano della Lussuria a pagamento, contro il corruttore e unico  fruitore del sesso a pagamento d'Italia, nonchè dittatore, mafioso, evasore, nano, imbonitore, prestigiatore, venditore di tappeti e chi più ne ha più ne metta, Silvio Berlusconi, colui che è "colpevole" unicamente d'intralciare fin dal 1994 i sogni di potere della sinistra italiana.
La solita farsa ipocrita portata avanti da ex-sessantottini favorevoli al sesso libero, alle coppie aperte, ai transex, ai gay, all'amore di gruppo, alla droga a gogò, quelli che una volta si fregiavano del titolo di "progressisti" e che in questo caso vestono i panni dei puritani d'antan.
Indignati per "mignottopoli" loro che le mignotte vere e proprie le hanno portate in Parlamento, certo come "provocazione", ma loro "provocano" bene e razzolano male.
Fa venire la nausea questo rigurgito gigantesco del più fetido bigottismo, quello ipocrita di chi in gioventù ne ha fatte di tutti i colori e adesso sale sul pulpito a parlare di "dignità" della donna.
Esempi di morigeratezza e serietà che a 15 anni già calcavano il palcoscenico e riscaldavano il letto di chi le aveva "lanciate" o che sono andate avanti a "tette e culo" in bella mostra.
Le ambre, le isabelle e company, novelle e improvvisate castigatrici di costumi e di "scostumate" che a vederle parlare di dignità della donna, fa venire il latte alle ginocchia anche ad una giraffa.
E poi le intellettualoidi quelle che amano i peni circoncisi, e i "porci con le ali", quelle che mettono in copertina culi in minigonna, senza nemmeno la testa (tanto i lettori dell'Unità manco ce l'hanno), perchè in questo caso l'uso del culo di una donna é "pertinente". Chissà l'avesse fatto Il Giornale, cosa avrebbe detto "sconcita cocorita"!!!
Domani andrà in piazza chi la dignità della donna la usa come carta igienica, salvo quando la può impiegare come manganello contro Berlusconi. Perchè va anche aggiunto, che questi paladini della "dignità" sono anche quelli che scendono nei fiumi a favore del burqini, che definiscono il velo integrale un simbolo di cultura dell'islam, l'infibulazione accettabile basta che non sia "cruenta".
Ecco, credo proprio che questa gente abbia un'idea confusa, ma molto confusa sulla Dignità della Donna.
Personalmente la mia dignità non viene lesa, da quattro escort che si prostiuiscono per fare la bella vita, è il mestiere più antico del mondo, puttane e puttanieri, sono speculari e hanno la stessa moralità, ma mi sento profondamente offesa da chi strumentalizza questo tema delicato che include anche i maltrattamenti e le violazioni dei diritti basilari, che ledono realmente e gravemente la Dignità di noi Donne.
Orpheus





permalink | inviato da Orpheus il 12/2/2011 alle 19:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa

30 gennaio 2011

La Jihad dei finiani...



Come ci insegna la sinistra, le "anime belle", quelle che si riempiono la bocca con con badilate di democrazia (la loro), di libertà (sempre la loro d'insultare e prevaricare gli altri) e di buonismo d'accatto (quello che li porta a difendere la feccia della società per interesse elettorale) , sono poi quelle che più praticano lo sport della tirannia di pensiero e della violenza verbare e fisica.
Salvo poi a chiagnere (dopo aver fottuto) se la controparte si DIFENDE e replica con uguali mezzi e toni. Allora le "anime belle" danno il meglio di se', salgono in cattedra e si appuntano sul petto la medaglia dei "migliori", mentre la controparte diventa un nemico da abbattere, da odiare, da sterminare (potendolo fare). Seminare odio è quello in cui eccellono e riescono a rimpinguare le proprie schiere rivolgendosi a quel target di sottosviluppati mentali, a cui basta sventolare sotto il naso un drappo rosso per fargli tirar fuori il peggio di se'.
Purtroppo anche la nostra parte politica è diventato ricettacolo di "anime belle" che, pur essendo state elette nelle file del centro-destra, con i voti degli elettori di centro-destra, ormai militano di fatto nel centro sinistra e ne hanno anche assorbito vezzi e difetti, integralmente (oltre al produrre aria fritta).
Leggere quello che ha scritto Granata sul suo blog e relativi commenti delle "anime belle" che si sono votate al FLI, fa venire i brividi: si passa dalla proposta di "leggi razziali", all'apartheid per i figli dei berlusconiani, alla "guerriglia" per eliminare i berlusconiani.
D'altronde:
-quando un "onorevole"  chiama il ministro degli esteri: "fattorino Frattini,
che su qualsiasi argomento intervenga riesce a dire sempre le stesse cose, con la stessa nenia e con lo sguardo sempre perduto in un punto non precisato dell’orizzonte"
Ovvero NON smentisce le sue parole, ma lo attacca sulla sua persona disprezzandolo e ridicolizzandolo.
-quando definisce il PdL, il partito nel quale ha MILITATO fino all'altro ieri
"ricettacolo di cricche, affaristi e indagati per reati mafiosi".
-quando afferma che
"
Berlusconi e i suoi accoliti sono un pericolo per la democrazia e il gigantesco potere economico e mediatico di cui dispone verrà sempre più utilizzato per delegittimare e tentare di distruggere l’opposizione, iniziando dalla Destra repubblicana e legalitaria".

Il risultato poi lo si legge nei commenti dei sostenitori del Fli, che per concetti espressi e per la violenza verbale, non hanno nulla da invidiare ai rifondaroli e ai "ragazzi" dei centri sociali, ovvero le "anime belle" per antonomasia.
Orpheus





permalink | inviato da Orpheus il 30/1/2011 alle 23:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa

23 gennaio 2011

Logomorrea


Con Gomorra, abile operazione commerciale, come conferma anche il regista Pasquale Squitieri in questa ILLUMINANTE intervista, che consiglio di ascoltare fino in fondo, Roberto Saviano ha spiccato il volo, ma l'apogeo l'ha raggiunto abbracciando in toto la causa della sinistra, l'antiberlusconismo, ovviamente continuando a mangiare alla mensa dell'odiato "dittatore".
Quest'anno a Saviano, si sono aperte le porte della televisione, dove ha esibito il peggio di se', ma al peggio non c'è mai fine, e alla cerimonia per la laurea  honoris causa conferitagli dall'università, guarda caso, di Genova, ha così commentato: "Dedico questa laurea ai magistrati Boccassini, Forno e Sangermano, che stanno vivendo momenti difficili solo per aver fatto il loro mestiere di giustizia."
Ma giustiziia de' che?
Vedremo alla fine di questa orgia "legale" e mediatica, quali saranno i reati commessi, in che sfocerà un'inchiesta, che a tutt'ora, non ha una ben chiara collocazione (questo non cambia il mio punto di vista su Berlusconi e sui suoi comportamenti che ritengo lesivi per il Paese).
Esaltare questo pool di magistrati che usano la Legge per fini politici, con il fine di ribaltare il risultato elettorale, usando metodi da Stasi, è moralmente inopportuno, ma decisamente opportuno per il portafoglio.
Infine ecco una piccola postilla di Sgarbi: "E voglio aggiungere che, nella denuncia degli interessi mafiosi legati alla colossale truffa dell’eolico che comporta anche una distruzione del paesaggio in contrasto con l’articolo 9 della Costituzione non ho mai visto Saviano, nonostante le mie sollecitazioni, come nel sostegno alla battaglia contro la libertà sessuale dei magistrati di Milano. Io, per avere bloccato tutti gli impianti eolici e fotovoltaici a Salemi, sono stato pesantemente minacciato. Ma Saviano non ha aperto bocca. Capisco che stabilire la natura dei rapporti tra Ruby e il premier è un’impresa più importante che combattere la mafia del vento; ma per preoccuparsi della Boccassini e di Ruby Saviano ha la scorta, per combattere Matteo Messina Denaro e i suoi affari, a me l’hanno tolta.
Questi sono gli "eroi" della sinistra, eroi con piedi di argilla, eroi di carta, a cui interessa solo la carta moneta.
Orpheus





permalink | inviato da Orpheus il 23/1/2011 alle 19:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

26 novembre 2010

Vendola e il "bavaglino"


"Io non sono giustizialista, ma neppure reclamo l'impunità se parte un avviso di garanzia. Mi rivolgo agli elettori, come ho fatto con la videolettera, con chiarezza e nulla da nascondere"
Io penso che la liberta’ di informazione sia il cuore del sistema democratico e nonostante Berlusconi non riusciranno a metterci il bavaglio, ne’ a noi ne’ ai giornalisti.

Ci sono cose che mi regalano un'intima soddisfazione, una delle tante è beccare i "moralizzatori in pectore" di sinistra con le mani nel vasetto della marmellata.
L'enfant prodige della sinistra Nicki Vendola è uno di questi signori, sempre sugli spalti a predicare bene, ma a quanto pare a razzolare male.
Lui paladino della libertà d'informazione, ultimo baluardo contro il "bavaglio" che le orde berlusconiane vogliono imporre con un doppio codice:"da un lato c'è il codice penale per i galantuomini, cioè i colletti bianchi, i ricchi e i potenti, che sono dentro una specie di ontologica innocenza. Dall’altro il codice per i briganti che oggi sono i nuovi poveri, prevalentemente stranieri, sempre e comunque colpevoli. L’immunità per le classi dirigenti e la criminalizzazione e la colpevolizzazione della povertà"
Bene quando si tratta di lui, il bavaglio diventa un "bavaglino", ergo una "precauzione per evitare speculazioni sulle sue parole" e quindi non si fa scrupolo di chiedere
di secretare l'audizione in Commissione parlamentare d'inchiesta sugli errori sanitari e i disavanzi sanitari della regione Puglia.
Tra i temi affrontati quello della riorganizzazione della rete ospedaliera della Regione, con particolare riferimento alle destinazioni funzionali dei presidi ospedalieri di Castellaneta, Massafra e Mottola, già oggetto di attenzione della Commissione parlamentare durante la missione svolta lo scorso luglio in provincia di Taranto. Sono stati altresì affrontati temi relativi alla situazione del Reparto di Ostetricia del Policlinico di Bari, dopo le denunce, dei mesi scorsi, di alcuni primari che lamentavano "condizioni di lavoro drammatiche", nonché il caso del lebbrosario Colonia Hanseniana Opera Pia Miulli a Gioia del Colle in provincia di Bari, struttura poco utilizzata ma che continua a costare ai cittadini circa sette milioni di euro all’anno". Sette milioni di euro!

Attendiamo quindi una videolettera di Vendola, se NON ha nulla da nascondere, che con chiarezza ci illustri la sua audizione di fronte alla Commissione Parlamentare, altrimenti che dobbiamo pensare che lui adotti una "doppia etica"?
Nascondere il suo "ruffo" sotto il tappeto e pretendere che quello degli altri sia sbattuto in prima pagina, sempre e comunque?
Perchè le parole degli avversari politici non sono soggette a speculazioni da parte della sinistra?
Lasci decidere al suo elettorato e agli italiani il valore e il peso delle sue dichiarazioni, o ci reputa tutti beoti?
Orpheus




10 novembre 2010

Un apparecchio acustico per Franceschini


Dario Franceschini ha chiesto le dimissioni del ministro della Cultura perché nel dibattito seguito all'informativa del ministro sul crollo della "Domus dei Gladiatori" di Pompei, cinque gruppi parlamentari, che rappresentano la maggioranza della camera, avrebbero chiesto le sue dimissioni e quindi il ministro, se avesse avuto rispetto del parlamento, avrebbe dovuto rassegnare il mandato.
Peccato che le dimissioni del ministro siano state chieste solo dai gruppi di opposizione e anche il gruppo di Futuro e Libertà per bocca di Fabio Granata è stato si critico, ma non ha affatto chiesto le dimissioni, anzi le ha proprio escluse: “ Non le chiedo le dimissioni signor ministro – ha detto Granata – ma solo di assumersi tutte le sue responsabilità”.
Ora volendo escludere la malafede da parte di Franceschini e anche il ritorno dello stupiDario (Dario che ci stupisce s'intende) ho chiesto al ministro Bondi di destinare una piccolissima somma del suo budget per fornire il capogruppo del Pd di un apparecchio acustico che gli consenta di sentire quello che si dice nell'aula di Monte Citorio. Da il Predellino

A latere di questo gustoso resoconto parlamentare, che la dice lunga sulla serietà dell'opposizione, mi pregio di ricordare, a tutti coloro che chiedono la testa di Bondi, che nel 2001
crollarono 20 metri di Mura Aureliane, tra la Porta San Sebastiano e la Cristoforo Colombo, un'onda alta 6 metri di mattoni, malta e terra che si è abbattè sul prato, fino a raggiungere e coprire il marciapiede, dove per fortuna in quel momento non passava nessuno. Ma nessuno si è sognato d'incolpare, l'allora Ministro dei Beni e delle attività culturali, Giovanna Melandri, la colpa, in quel caso, fu di Aureliano che le fece costruire male.
Come dire ogni non ci sono più i crolli di una volta, adesso "crolla un muro Governo ladro". E aggiungo solo un mio giudizio personale: sempre più PAGLIACCI, ma questi credono veramente di poter governare???
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra

permalink | inviato da Orpheus il 10/11/2010 alle 18:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa

3 novembre 2010

IPSE DIXIT


La frase è vecchia, io stessa più volte l'ho riportata, ciò non toglie che esprima un concetto talmente ripugnante che dovrebbe far inorridire CHIUNQUE, soprattutto quelli che danno del pedofilo a Berlusconi perchè sembra, pare, si dice, ma non c'è come al solito nessuna prova, che abbia fatto sesso con la bella Ruby, quando ancora era 17enne (guardatevi l'intera sequenza delle foto, perchè merita), una ragazza marocchina che di lavoro fa la escort, ossia la prostituta e, le foto sono molto esplicative di ciò.
Dunque questi signori INDIGNATISSIMI per ciò che avrebbe fatto Berlusconi con Ruby che per loro è un pedofilo, quando si tratta di commentare l'uscita di Vendola, perdono tutta l'indignazione, e iniziano ad arrampicarsi sugli specchi, per cercare di giustificare, questa frase ignobile e rivoltante.
E io mi domando, ma come si può essere così schifosamente IPOCRITI, eppure è così, l'ho tastato con mano ieri su FB, dove gli indignati per Berlusconi-pedofilo, sulla la  frase di Vendola hanno trovato mille eccezioni.
Detto questo, non approvo la condotta di Berlusconi, non certo per "pruderie", ma perchè, ben sapendo quanto la sinistra ci marci su questa sua debolezza, potrebbe essere più riservato. Meglio ancora sarebbe piantarla lì di frequentare questo tipo di donne che per un po' di pubblicità e di quattrini venderebbero la nonna paralitica.
Orpheus
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. vendola pedofilia

permalink | inviato da Orpheus il 3/11/2010 alle 18:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (31) | Versione per la stampa

4 ottobre 2010

Siamo tutti "sporchi fascisti"


L'ultimo caso di violenta intolleranza nei confronti di una donna, insultata, buttata per terra e presa a calci perchè leggeva "Il Giornale" , la dice lunga sull'aria ormai irrespirabile che attanaglia in Paese.
Chi legge il Giornale è uno "sporco fascista", chi vota Berlusconi un mafioso e un "piduista", chi difende Bertolaso un "corrotto", chi vota Lega un "razzista". Tutta "feccia" da eliminare, con ogni mezzo, per Salvare il Paese e Consegnarlo nelle Mani, della Sinistra "Dura e Pura", ovviamente, baypassando le urne, perchè democraticamente, ciò non accadrebbe mai.
Questo clima politici e i commentatori di sinistra, ovviamente lo attribuiscono a Berlusconi, la vittima numero di attacchi mediatici ignobili e attacchi fisici antidemocratici e incivili. Al massimo parlano di responsabilità condivise. Ma allora come mai, non è ancora successo, che un lettore di Repubblica, venisse preso a calci? Come mai Prodi, Di Pietro o D'Alema non si sono mai beccati un cavalletto o una stauettta in faccia? Come mai non vengono ripetutamente bruciati gazebo del Pd o dell'IdV?
Come mai non ci sono siti o gruppi che inneggiano e incitano alla morte di rappresentanti della sinistra?
La lista delle violenze contro chi appartiene al centro-destra è molto lunga e articolata, eppure i politici e le anime belle di sinistra, fanno orecchie da mercante. Cincischiano e continuano nella loro campagna d'odio e di demonizzazione dell'avversario politico, da eliminare non con programmi e idee, ma con sotterfugi, ribaltoni e magari anche fisicamente.
Negare, il brodo d'odio in cui ormai, nuota la sinistra (tutta, non più quella extraparlamentare) è indecente, ma anche pericoloso.
Ci siamo già passati, negli anni di piombo, quando per lungo tempo è stata negata la matrice dell Brigate Rosse, che erano "Nere" per il PCI e le sue gazzette. Quando, poi finalmente, si sono accorti, di che razza di delinquenti, militavano nelle file dei comunisti...beh, hanno preso i giusti provvedimenti.
Ma intanto quanti poveri innocenti hanno perso la vita, unicamente perchè "sporchi fascisti"?
Orpheus




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra aggressioni

permalink | inviato da Orpheus il 4/10/2010 alle 19:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

9 luglio 2010

Gli "eroi" tarrocchi della sinistra


“Non mi ha ucciso il terremoto, figuriamoci se lo farà qualche manganellata. Ho voluto prima lasciare le impronte del mio sangue su un muro per testimoniare il sangue degli aquilani in questa manifestazione”

Ma non è finita:


Vivo in un camper, ma non me ne importa. Sono qui per la gente che ha più bisogno di me. Non ho precedenti penali di nessun tipo.

Peccato che l'eroe, il pacifico cittadino aquilano, in questione si chiami Benedetti Vincenzo, di Bari, solo temporaneamente “aquilano” e sia reperibile presso il casello giudiziario per reati che spaziano dalla truffa alle violenze, dai danneggiamenti allo spaccio di stupefacenti. Come ci educe la Stampa quotidiano non propriamente filo-governativo. Il giovane Benedetti “non è aquilano, fa il piazzaiolo”. All’Aquila stava da sette mesi in affitto e quindi non ha perso la sua casa. Vive in un camper.

Nonchè attivista no-global, uno di quei "bravi ragazzi" di sinistra, che hanno fatto del teppismo, della delinquenza, la loro ragione di vita.

"Si possono criticare molte decisioni della politica, ma chi sputa sentenze sulla gestione del post terremoto da parte del governo e di Berlusconi in prima persona, mente spudoratamente sapendo di mentire. Chi è rimasto ieri in Abruzzo, ovvero la stragrande maggioranza dei cittadini, è riconoscente verso Berlusconi, Bertolaso, il governo. E sa benissimo che la ricostruzione del centro storico dell’Aquila è bloccata dal Comune di Cialente. I restauri sono fermi da mesi perché il sindaco del Pd non ha ancora firmato i piani.
A rendere quasi ridicola la sceneggiata di ieri c’è poi la decisione presa dal governo di spalmare i debiti fiscali pregressi non più in cinque anni ma in dieci.
"

La verità è una sola, che le truppe cammellate, le provano tutte per oscurare il grande successo, anche  a livello mondiale, ottenuto da questo Governo, con la gestione del post-terremoto: fango su Bertolaso a badilate, procure che incolpano il Governo di NON AVER PREVISTO il terremoto, Sindaci che boicottano la loro stessa gente, per gettare discredito, e infine questa penosa sceneggiata.

Gli sciacalli hanno pià dignità di questa marmaglia, in servizio permanente attivo, che è la sinistra italiana.

Fonte

Orpheus




permalink | inviato da Orpheus il 9/7/2010 alle 18:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

23 giugno 2010

Pomigliano: ha vinto la Polonia


Chapeau, i polacchi ringraziano. Con il 36% di "dissidenti" la Fiat lascerà lo stabilimento in Polonia, la percentuale richiesta per avere la sicurezza che Sergio Marchionne investisse i 700 milioni di euro a Pomigliano era  del 90% .
Immagino che quel 36% di idioti indottrinati canteranno vittoria, e tutti si ritroveranno in mezzo ad una strada.
Mentre gli operai polacchi, ben sapendo la posta in gioco, e che hanno avuto modo di provare il comiunismo fino a pochi anni fa, non si fanno scrupolo di essere "servi dei padroni" e mantengono il loro lavoro e lo stipendio a fine mese.
Anche perchè quando erano "servi" del glorioso partito comunista, gli stipendi erano da fame nera, le case senza riscaldamento e un buco lo dividevano in
più famiglie. E se facevano sciopero erano letteralmente ammazzati. Erano schiavi, altro che servi.
Come schiavi sono gli operai cinesi.
Il partito leninista-marxista (ebbene ne abbiamo ancora uno) fuori dalla fabbrica di Pomigliano ieri chiedeva la
"nazionalizzazione della Fiat senza indennizzo" invitando "a proseguire nella lotta".

E chi paga? Il solito "pantalone" al Nord? Da qualche parte sti' soldi devono essere presi? o no? E poi, quale lotta? Quella fra "servi" e "padroni"...si rendessero, almeno conto di quanto sono ridicoli!!!
Vivono in un passato, che ha dimostrato tutta la sua inettitudine, e che in tempo di globalizzazione (con mano d'opera a volontà e senza pretese), è semplicemente una pistola puntata alla tempia.
Orpheus




permalink | inviato da Orpheus il 23/6/2010 alle 9:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa

22 giugno 2010

Lo sciopero suicida e irresponsabile di Termini Imerese


Per dimostrare al mondo di non essere dei fannulloni, gli operai Fiat di Termini Imerese ieri mattina non hanno trovato di meglio che smettere di lavorare.
Proprio così: un bello sciopero improvviso a bloccare uno stabilimento il cui destino corre già sul filo del rasoio. Un’idea geniale. Così motivata: “Sergio Marchionne ci ha offesi”.
Ma che cosa ha detto il gran capo della Fiat per irritare gli sgobboni di Termini? Ha sostenuto che il lunedì precedente avevano scioperato al solo scopo di assistere alla partita della nazionale contro il Paraguay.
«Falso», hanno protestato gli stakanovisti in tuta blu: “Ci siamo astenuti dal lavoro perché l’azienda non ha allestito due maxi schermi all’interno della fabbrica”. Continua qui
Ecco c’è chi definisce questo comportamento un “diritto” sancito dalla Costituzione.
Io lo chiamo un sopruso bell’e buono.
Lo chiamo sciocca arroganza, perchè il coltello dalla parte del manico ce l’ha il datore di lavoro.
Lo chiamo stolta cecità, perchè non va oltre il proprio naso e le fandonie di sindacati ladroni, che appoggiano certi comportamenti truffaldini.
Lo chiamo disonestà perchè quando si percepisce uno stipendio, il minimo è guadagnarselo con serietà.
Lo chiamo infingardaggine perchè ogni scusa è buona per non lavorare.
Lo chiamo arretratezza e ignoranza, perchè la globalizzazione ha aperto le porte a paesi dove si lavora ancora con dignità e coscienza.
Se Marchionne chiuderà Termini Imerese , farà benone. Forse questi signori che scioperano per emerite scempiaggini,  impareranno che il lavoro è un dare-avere, se si pretende solo, alla fine la corda si spezza.
Tanto per fare un paragone con "signorini" che hanno scioperato per i maxischermi e per la presunta offesa di Marchionne,
"in Polonia, pur di tenersi la linea della Panda gli operai si sono detti pronti a rinunciare al sabato festivo. In Germania i dipendenti di Mercedes, Bmw e Audi hanno acconsentito a saltare le ferie, cancellare la settimana corta, allungare di un’ora i turni normali. C’è la crisi, ci si adatta.
Pronti a molto (se non a tutto) per conservare l’impiego e, magari, mettersi in saccoccia qualche euro in più con gli straordinari.
 Ma sono tedeschi, mica dei furbissimi italiani".
E sopratutto hanno sindacati il cui fine non è riempire le piazze contro il Governo per compiacere la sinistra, ma l'interesse dei lavoratori
.
Orpheus




permalink | inviato da Orpheus il 22/6/2010 alle 21:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 giugno 2010

A Pomigliano ma chi "difendono" i sindacati rossi?


A seguire ciò che stà accadendo in questi giorni a Pomigliano d'Arco, c' è da chiedersi cosa stia succedendendo nella sinistra. Come al solito una gran confusione con fazioni sia all'interno dei sindacati che del Pd, che la pensano in modo diametralmente opposto.

I soliti "reperti archeologici" rossi abbarbicati a diritti, che ormai non sono più tali ma ABUSI hanno adottato la linea dura.
E poco importa se tale situazione condanna una fabbrica alla chiusura e alla delocalizzazione della produzione in Paesi dove si lavora seriamente, con il brillante risultato di lasciare migliaia di operai senza lavoro.
Ed è per questo che la maggioranza  dei lavoratori della Fiat di Pomigliano d'Arco sono scesi in strada per manifestare a favore dell'accordo tra azienda e sindacati. Naturalmente si sono beccati i soliti insulti "Servi dei padroni" ecc. da parte degli estremisti rossi, quelli che considerano un diritto sancito dalla Costituzione, fare i propri comodi, come un sciopero ad hoc, quando gioca la Nazionale Italiana.
Ciliegina sulla torta i rappresentanti della Fiom, da bravi comunisti, considerano il referendum per far decidere ai lavoratori, "illeggittimo perchè va contro la Costituzione".
Poca importa se LORO vanno contro l'interesse dei lavoratori e il loro volere, pur di portare avanti posizioni politiche, anacronistiche e improntate alla logica del "tanto peggio, tanto meglio". Piazze piene di disoccupati da aizzare contro il Governo è una "manna" a cui non vogliono rinunciare, anche se a farne le spese, sono proprio coloro che dovrebbero difendere.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sindacato fiat

permalink | inviato da Orpheus il 19/6/2010 alle 19:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

17 giugno 2010

Perchè il Pd non rispetta il proprio programma? A Bersani l'ardua risposta


"Perché il Pd non rispetta il proprio programma?

Se fra gli obiettivi del Pd in materia di riforma della giustizia c'è anche il divieto assoluto di pubblicazione di tutte le intercettazioni fino al termine delle indagini, perché non vota a favore della legge?".
E anzi grida al "bavaglio" e versa lacrime di coccodrillo sulla morte prossima ventura della democrazia?
Bella domanda che mi pongo io, che sono di parte, ma anche quelli di parte avversa, che non si sono fumati il cervello e mantengono spirito critico e libertà di pensiero. Ergo non sono appiattiti sulla linea di partito.
La domanda infatti è formulata da Fabrizio Rondolino e Claudio Velardi, ex collaboratori di D'Alema, sul loro blog www.thefrontpage.it.
Il programma del Pd al punto quattro comma b, prevedeva, udite udite " Il divieto assoluto di pubblicazione di tutta la documentazione relativa alle intercettazioni e delle richiesta e delle ordinanze emesse in materia di misura cautelare fino al termine dell'udienza preliminare, e delle indagini, serve a tutelare i diritti fondamentali del cittadino e le stesse indagini". E ancora, sempre nel programma del PD: "È necessario individuare nel pubblico ministero il responsabile della custodia degli atti, ridurre drasticamente il numero dei centri di ascolto e determinare sanzioni penali e amministrative molto più severe delle attuali, per renderle tali da essere un'efficace deterrenza alla violazione di diritti costituzionalmente tutelati".
Il tutto fu poi tradotto nel ddl Mastella, decisamente più penalizzante, di quello attuale del Governo.
Detto questo perchè scende in piazza il Pd, ai primi di luglio, a fianco del popolo viola, art. 21 ecc?
Per esibirsi nella solita pagliacciata?
Per perdere tempo?
Per nascondere che non ha uno straccio di idea, che non sia ricalcare a pappagallo le intemperanze e la guasconate di pietresche?
Per prendere per i fondelli il proprio elettorato?
Perchè è spudoratamente bugiardo e ipocrita?
Tutte ipotesi che hanno sicuramente più fondamento di quella ufficiale, protestare contro il "bavaglio" imposto dall'esecutivo.
Si vede che il loro era un "bavaglino"!!!
MA ASPETTO ANCORA PIU' RILEVANTE, Di Pietro, era al Governo con Prodi, ergo ha accettato il programma del Pd, senza emettere una sillaba di disapprovazione.
Insomma, lasciatemelo dire, una manica di cianfroni, a voler essere gentili e non utilizzare, quindi,  termini, che meglio li dipingerebbero.

Detto questo, aggiungo un paio di considerazioni sulle intercettazioni, i dati sulle intercettazioni di Berlusconi, praticamente, COINCIDONO con quelli della ANM.
E sono dati da far accapponare la pelle per lo SPRECO abnorme di denaro pubblico:272 milioni di euro spesi nel 2009 dal «sistema giustizia» per intercettare. Più di 4,5 euro per ogni cittadino. Il record del mondo.
Peccato che tale record sia in negativo, quando si parla dell'efficienza della GIUSTIZIA ITALIANA, collocata, udite udite agli ultimi posti: su 181 paesi analizzati si trova al 156° posto, dopo Angola, Gabon, Guinea, São Tome e prima di Gibuti, Liberia, Sri Lanka, Trinidad... caspita CHE RISULATO, in Liberia sono messi peggio di noi!!!
Mi domando ma che si spende a fare una montagna di quattrini, in intercettazioni se poi in GABON, ANGOLA ecc. dove non sanno nemmeno cosa sono le intercettazioni, LA GIUSTIZIA FUNZIONA MEGLIO CHE IN ITALIA?
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. intercettazioni

permalink | inviato da Orpheus il 17/6/2010 alle 18:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

22 maggio 2010

Per me sono masochisti...


C'è una parte del popolo della sinistra che dev'essere afflito da un profondo masochismo.
Aderiscono alle più strampalate proposte e appelli dei loro referenti politici, senza un briciolo di spirito critico, nè di senso del ridicolo.
Mitica fu la discesa in piazza con i cartelli "io sono un coglione", in risposta all' "offesa" di Berlusconi, che se noi avessimo dovuto scendere in piazza ogni volta che Veltroni o chi per lui, ci ha dato degli ignoranti, prezzolati, truffatori o come minimo ebeti, in piazza avremmo dovuto metterci le tende.
Non male, anche la protesta dei Calzini Turchesi lanciata da Franceschini, e infine ecco la solita "crociata" sinistra, l'ultimo appello di Repubblica che invita i propri lettori a impastarsi la faccia di post-it e fotografarsi con scritte riguardanti il presunto "bavaglio e scempiaggini del genere. A parte che Repubblica non si è sentita in dovere, di difendere alcunchè, quando la proposta è partita dal centro-sinistra.
A parte che in Italia si fanno più intercettazioni che negli Usa, e che i costi sono esorbitanti, qui non si vogliono proibire, ma raddrizzare un sistema distorto, che sempre più spesso serve ai magistrati per far "politica "e non giustizia o per far carriera con inchieste "bomba", che si trasformano in petardi e finiscono in nulla (leggi De Magistris). Ma intanto il magistrato diventa una star.
Detto questo ma c'è proprio bisogno di simili pagliacciate per protestare contro qualcosa che si ritiene ingiusto?
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. proteste sinistre

permalink | inviato da Orpheus il 22/5/2010 alle 11:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (27) | Versione per la stampa

9 aprile 2010

Rom in un recinto "attrezzato" a Padova


Il sindaco sceriffo del Pd Zanonato balzato agli onori della cronaca per il muro di via Anelli, a Padova, ha adottato un'altra drastica misura contro gli zingari.
Una recinzione di mattoni e rete metallica per delimitare l'area di sosta per le roulotte di tre famiglie di nomadi con bambini e allontanare gli 'ospiti' saltuari della struttura.  Otto blocchi di cemento sono serviti per circoscrivere lo spazio a disposizione del nucleo rom del campo di via Bessette.  Per farlo, come scrivono i giornali locali, si è ridotto di circa la metà lo spazio a disposizione con una recinzione che delimita la zona, dotata di servizi igienici e impianti elettrici di cui usufruiscono 40 nomadi. Zanonato, praticamente ha messo i rom in "gabbia", come se questa fosse una soluzione. Il problema è che non si integrano e campano di elemosina e furti (nel migliore dei casi), ovvio che la gente non li voglia avere come vicini di casa.
Ma rinchiuderli risolve il problema? Dubito. Io li farei accomodare con le dovute maniere al confine. Niente campi nè autorizzati, nè abusivi come accade in Romania. O dimostrano di LAVOVARE e guadagnarsi la pagnotta e vivono in case e non roulotte...oppure fuori da nostro Paese.

Mi piacerebbe infine sapere cosa direbbero la Bindi e anime belle varie, se questa misura fosse stata adottata da un sindaco LEGHISTA.
Parlerebbero di apartheid, becero razzismo, persecuzioni, deportazioni...e per l'occasione riesumerebbero anche i campi di concentramento nazisti....ipocriti, come sempre.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Pd Zanonato rom muro

permalink | inviato da Orpheus il 9/4/2010 alle 12:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

30 marzo 2010

Bersani e la sinistra si SVEGLINO...


E' sconcertante vedere dopo l'ennesima batosta elettorale della sinistra, la cecità della sua classe politica, sono passati dal "ma anche" veltroniano al "ma neanche" bersaniano, non hanno vinto, ma neanche perso. Strano... mi sembrava che altre quattro regioni fossero passate al centrodestra, ma forse questa per Bersani é una vittoria per il Pd.
In tutta questa la sceneggiata da far scendere il latte alle ginocchia, la più bella sortita é stata quella di Nichi "prodigio"Vendola, tutto tronfio e contento per aver vinto grazie al "buon governo". Quale quello della sua giunta azzerata per corruzione? Con lui indagato per concussione? Una vittoria con il 46%, in una regione dove il PDL è il maggior partito e solo lo sgambetto dell'UdC gli ha permesso di vincere?
Certo in un paese di ciechi, uno con un sol occhio è un re!
Il programma prossimo venturo, di Nichi e compagni? Un bel caravanserraglio da Sinistra e Libertà, all'UdC, IdV ecc...magari imbarcando anche l'ultimo arrivato Grillo!

Ma non creda il centro destra, di potersi sedere sugli allori e le disgrazie della sinistra. Vero che il FMI ha promosso la politica tremontiana, come "giusta risposta all crisi, ma al Paese servono urgentemente riforme, in primis quella della Giustizia, e al PdL serve CHIAREZZA sul ruolo di Fini.
O dentro o fuori (meglio fuori, per ciò che mi concerne).
Se Berlusconi non affronterà questi due nodi, a fine mandato potrebbe pagarne lo scotto.
Vogliamo ridare il Paese in mano ad un caravaserraglio che va dall'Udc (se accetta) a Grillo? A me vengono i brividi.
Orpheus





permalink | inviato da Orpheus il 30/3/2010 alle 19:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa

29 marzo 2010

Toh...un'altra foto compromettente di Tonino


Visto che non ne parla nessuno, come se essere fotografati accanto ad un boss della n'drangheta fosse una quisquillia (in un Paese dove avere avuto 30 anni fa un giardiniere mafioso, è prova di colpevolezza), ne parlo io.
Ecco ancora una volta beccato Di Pietro in dubbia compagnia, in una foto dell’estate del 2005 (e non del 1975) fuori da un ristorante. Accanto a Di Pietro c’è Vincenzo Rispoli, il boss della ‘ndrangheta di Legnano, alle porte di Milano. Rispoli è nipote di Giuseppe Farao, capobastone dell’organizzazione ed è stato arrestato perchè accusato di essere a capo di una fortissima cosca nella zona di Legnano. Nella foto il mafioso abbraccia Di Pietro mostrando che il rapporto non è di semplice conoscenza. Compare anche (è il secondo da sinistra) un muratore che pochi mesi dopo sarebbe stato freddato in un regolamento di conti
.
Non solo! Un boss della n'drangheta sostiene una candidata di Di Pietro in Liguria. Le immagini della festa elettorale finiscono su Internet.
Questo è il partito della legalità....
L'unico commento che si può fare: "ma se ad avere legami con la n'drangheta fossero politici del PdL, che "canaio" si scatenerebbe?"
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. IdV

permalink | inviato da Orpheus il 29/3/2010 alle 19:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio