.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Berlusconi persecuzioni sinistre
1visite.

15 gennaio 2011

Il "caso" Ruby: come far cadere il governo e fare felice la sinistra


Nel "caso" Ruby uno scandalo c'è, ed è molto più vergognoso, che non il "caso" Ruby in questione. Lo scandalo di magistrati che da anni razzolano fra le lenzuola del Premier per imbastire improbabili accuse contro un capo di Governo, che piaccia o meno, democraticamente eletto, con l'unico intento di metterlo fuori gioco e far cadere il governo.

Quanto sia inconsistente questa nuova aggressione togata, lo spiega fra il serio e il faceto Sgarbi nel suo articolo. 1- in Italia non esiste il reato di prostituzione. 2- non esiste uno straccio di prova che si sia consumato un rapporto sessuale a pagamento o meno, fra i due interessati, che negano. Ruby, all'epoca dei fatti minorenne, ha sempre negato di aver fatto sesso con Berlusconi. Ma tutto ciò è ininfluente, per i magistrati, che si attaccano al fumoso e inconsistente reato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, ma considerato i protagonisti della vicenda, in che termini concreti, è stato consumato tale reato? Mi piacerebbe chiederlo alla Boccassini, Forno e Sangermano.
Di sicuro e che salta agli occhi, c'è un accanimento perverso e pervertito, da parte dei suddetti magistrati, che pur di eliminare Berlusconi dalla scena politica si abbassano a frugare fra le sue lenzuola, sperperando denaro pubblico in inchieste e processi, che NULLA hanno a che vedere con la giustizia, che squallore!
Detto questo, rimango sempre sbalordita dalla faciloneria di Berlusconi, sa di essere nel mirino di certi killer togati, ma perchè fornire loro le pallottole?
Il suo comportamento può essere condannato moralmente, da chi ha voglia di fare il moralista in servizio permanente attivo, ma dal punto di vista penale, non c'è alcun rilievo.
Ruby è una prostituta? Lo era a 17 anni? Se si, nessuno, ripeto nessuno gli ha imposto di farlo, ha scelto lei di vendersi per fare la bella vita, non è una povera ragazza, tenuta in ostaggio da una banda di sfruttatori e costretta con botte e minacce di morte a battere il marciapiede.
Se ci si deve indignare per qualcosa, muovere e spendere soldi dei contribuenti, ci si attivi in questo senso, perchè in Italia, la prostituzione minorile è una tragica realtà, che nulla a che vedere con quest'ultima "puttanata" dei magistrati milanesi.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Berlusconi "caso" Ruby

permalink | inviato da Orpheus il 15/1/2011 alle 19:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (31) | Versione per la stampa

3 novembre 2010

La scoperta dell'acqua calda


Berlusconi ne ha detto un'altra delle sue. Un'uscita condivisibile, ma soprattutto scontata e assolutamente logica. Chi farebbe carte false per avere un figlio gay, nessuno. Ma proprio nessuno, in cuor suo, si augurerebbe un figlio omosessuale, e questo non perchè esserlo, sia un peccato o una vergogna, semplicemente perchè la natura ha previsto che si procreasse in un solo modo, e la procreazione è lo scopo primario dell'umanità.
Non c'è nulla di male quindi ad esternare una posizione che è quella della quasi totalità della maggioranza, una frase talmente ovvia, da risultare solo di buonsenso.
Ma il buonseno si è perso, e adesso abbiamo a che fare con un senso comune, che vuole equiparare l'eterosessualità all'omosessualità. E questo proprio non esiste. Che nel proprio letto ognuno faccia ciò che più gli aggrada, mi sta bene (al contrario dei bacchettoni rossi, che fanno i moralisti a SENSO unico), che si riconoscano determinati diritti alle coppie omosessuali, anche, che non siano discriminati o peggio ancora perseguitati, idem, ma da qui, a mettere l'omosessualità al pari dell'eterosessualità, ce ne passa.
Berlusconi ha solo esternato un pensiero comune, che il regime del politically correct, ha criminalizzato.
E secondo me ha fatto bene, è ora di accantonare le ipocrisie e di ricostruire dalle macerie del 68' una società che si riappropri dei suoi valori cardine: la sacralità della famigliae della vita, la condanna senza se e senza ma per l'uso di droga, l'orgoglio per la nostra cultura, per la nostra religione, per i nostri valori, la meritocrazia e via dicendo.
Ad esternare questi concetti, si viene tacciati di razzisti e retrogradi...e vabbè, io la penso così e senza insultare NESSUNO e spero senza essere INSULTATA, voglio essere libera di pensarla in questo modo.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Berlusconi gay

permalink | inviato da Orpheus il 3/11/2010 alle 18:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa

16 marzo 2010

La sai l'ultima? Berlusconi indagato...a pochi giorni dalle elezioni


Io ho esaurito le parole, non riesco più a scrivere della giustizia a orologeria, che come la primavera o l'inverno, si ripresenta puntuale ad ogni tornata elettorale.
Mi rincuora un solo fatto che malgrado, questa vergogna nazionale, ormai un'anomalia che ha rilevato anche il Financial Times, Berlusconi é al potere da 15 anni, PER VOLERE DEL POPOLO.
Sull'argomento metto, quindi un pezzo dell'ottimo Franco Bechis:

A raccontarla una sera fra gli amici, ti prenderebbero subito per rimbambito.
“La sapete l’ultima? Quella su Silvio Berlusconi indagato a due settimane dal voto?”. Giù fischi: “Uh, è vecchia, vecchissima”.
Eppure è la barzelletta che funziona meglio sotto elezioni.
Anche questa volta: Silvio Berlusconi è indagato a Trani.
Il reato è gravissimo: gli è scappato un vaffa (forse più di uno) al telefono nei confronti di Michele Santoro.
Purtroppo nel codice penale si sono dimenticati un articolo in proposito, così i magistrati di Trani per sottolineare il peso di questa lesa maestà, hanno pensato bene di affibbiare al presidente del Consiglio ben due reati: concussione e minacce.
La vittima di tanta ferocia istituzionale sarebbe Giancarlo Innocenzi, commissario dell’Autorità di garanzia nelle comunicazioni. Berlusconi si è lamentato con lui a proposito di due puntate di Annozero, quelle che hanno reso una star prima Patrizia D’Addario e poi il pentito-bluff di mafia Gaspare Spatuzza.
E siccome l’autorità che si chiama di garanzia non riusciva a garantire nonostante le pubbliche proteste la vittima di questo linciaggio tv, che era appunto Berlusconi, lui si sarebbe sfogato al telefono con Innocenzi: "altro che autorità, siete ridicoli! Dovreste dimettervi tutti".
Nella barzelletta che si racconta a Trani questa sarebbe la terribile minaccia.
Se in Italia dici a qualcuno "dovresti dimetterti", puoi stare certo che il giorno dopo il poveretto impaurito lascia subito la poltrona. E infatti Innocenzi è lì al suo posto, dove per altro l’aveva nominato anni fa Forza Italia, partito guidato dal Cavaliere.
Con l’iscrizione ufficiale del premier nel registro degli indagati, alla procura di Trani sta però per sfuggire il boccone più grosso dell’inchiesta: la competenza diventa di Roma, e gli incartamenti vanno spediti tutti nella capitale. Dove i magistrati rideranno assai poco: se i magistrati lì non infilzeranno subito Berlusconi, finiranno sbranati da colleghi e giornalisti che già preparano titoloni sul "Porto delle nebbie".
A questo punto la barzelletta non funziona più. Altro che ridere, non si capisce più nulla. Infatti i magistrati pugliesi hanno iscritto nel registro degli indagati anche l’oggetto delle minacce, Innocenzi, per favoreggiamento.
Il poveretto così si trova nel duplice ruolo di vittima e di carnefice.
Indagato c’è anche il direttore del Tg1, Augusto Minzolini, e finalmente si conosce l’ipotesi di reato: rivelazione del segreto istruttorio.
Qui ancora ci sarebbe un po’ da ridere.
Perché l’accusa viene proprio da quei magistrati che hanno così blindato a doppia mandata l’inchiesta segretissima, da trovarsela pubblicata in lungo e in largo sul Fatto Quotidiano di Marco Travaglio
.
L’accusa a Minzolini è di avere divulgato a mezzo mondo di essere stato sentito come teste ai primi di dicembre nell’inchiesta sull’American Express.
Gli avevano detto "mi raccomando, resti fra noi", e invece lui è stato intercettato con mezzo mondo mentre raccontava l’esperienza vissuta.
In questi giorni il direttore del Tg1 deve avere sensibilmente peggiorato la propria situazione: l’inchiesta era ancora segretissima per tutti quelli che non avevano ancora letto Travaglio, e lui ha nuovamente tradito il patto con i magistrati rivelando tutto prima ai lettori di Libero in un’intervista e ieri perfino ai fan di Enrico Mentana che lo ha ospitato nel suo programma sulla web-tv del Corriere della Sera.
Se i pm di Trani avessero fatto prima un giro a Montecitorio, avrebbero trovato centinaia di politici della prima e della Seconda Repubblica in grado di metterli in guardia: "se volete mantenere un segreto, non raccontatelo mai a Minzolini. Quello non sa tenersi un cecio in bocca".
È un sorriso amaro però quello che si leva da Trani. Perché ormai questa vicenda è entrata a gamba tesa a pochi giorni dal voto in una campagna elettorale già imbrigliata come mai era accaduto dai tentacoli di procure, Tar, vicende giuridiche e giudiziarie.
A dire il vero sono due le campagne elettorali che gli uffici giudiziari pugliesi ormai condizionano: quella dei politici per le regionali e quella tutta interna ai giudici togati per l’imminente elezione del prossimo consiglio superiore della Magistratura. Già che c’erano quei ferrei custodi del segreto istruttorio hanno fatto trapelare confuse notizie di telefonate fra Innocenzi e uno dei leader di Magistratura Indipendente, la corrente moderata delle toghe: Cosimo Maria Ferri, attuale consigliere del Csm. Un po’ di fango fatto girare anche in quel ventilatore, senza che un fatto reale sia emerso e verificato. Riso amaro per tanti, dunque, e uno solo che in questa barzelletta triste riesce ancora a prendersi sul serio: Michele Santoro. Grazie a Trani può recitare la parte che da anni gli varrebbe l’Oscar come migliore attore protagonista: quella della vittima. Lo ha fatto anche ieri all’Infedele di Gad Lerner. Strana vittima quella che da più di 20 anni domina l’informazione televisiva (per tre anni addirittura, colpito insieme a Berlusconi dalla sindrome di Stoccolma: ha lavorato a Mediaset) e che pur di evitare lo sbocciare di nuovi talenti in grado di oscurarlo, si è fatto ibernare in prima serata Rai da una sentenza della magistratura che ce lo conserverà in eterno.

Bechis la butta in ridere, ma rimane il fatto come fa notare anche l’editorialista Christopher Caldwell, che questa magistratura provoca seri guasti all'economia del paese e alla DEMOCRAZIA; la domanda da porsi è se "le accuse contro Berlusconi nascano da una disinteressata richiesta di giustizia o dal desiderio di una certa parte dell’elite italiana di rovesciare una scelta popolare che non le piace". E ancora per il Ft, è un dato di fatto che in Italia, da oltre 15 anni, "i giudici godono di un livello di potere unico in Occidente". Un potere del genere, alla lunga, "non è salutare per una democrazia".
C'è arrivato il FT (per altro in questa occasione snobbato da tutti quelli che lo hanno sempre incensato)
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Giustizia orologeria Trani

permalink | inviato da Orpheus il 16/3/2010 alle 19:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa

26 febbraio 2010

Bocciata la giustizia "creativa" del Tribunale di Milano


Immagino che gli accaniti antiberlusconiani da ieri, sono in gramaglie: la Cassazione a sezioni riunite, ha posto rimedio ad un abominio giuridico escogitato, non per far rispettare la Legge, ma per incastrare Silvio Berlusconi, ovviamente in "coincidenza" delle elezioni del 2006, giusto una settimana prima.
In pratica il processo Mills non avrebbe nemmeno dovuto iniziare perché, se anche un reato ci fosse stato, in ogni caso sarebbe stato prescritto. Quindi il tribunale di Milano ha "manipolato" il Codice, come fosse un panetto di "didò" e ha portato avanti un processo, con tali e tante forzature, che la Cassazione non ha potuto far altro, che bocciare quella più clamorosa.
La procura, infatti
inventò un assurdo giuridico per raggirare i termini di prescrizione: sostenne che nel caso di Mills, il reato di corruzione non avvenne nel momento in cui il supposto corrotto ricevette il denaro, bensì nel momento in cui lui stesso lo spostò su di un altro conto per cominciare a spenderlo. Una legge contro-personam, in parole povere.
Tutto il processo é una bufala, a Mills é stato attribuito lo status
di "pubblico ufficiale" per potergli appioppare, in appello, un reato nemmeno previsto esplicitamente dal codice: "corruzione susseguente in atti giudiziari".
E infine cosa ancor più grave é
il fatto che non si siano mai trovate evidenze del pagamento incriminato da parte di Fininvest, infatti il tribunale si limitò a verificare che nei conti gestiti da Mills era in teoria possibile confondere cifre di provenienza diversa.
Questo lo si può chiamare un processo equo?
O meglio lo si può definire anche solo un processo?
No questa é persecuzione giudiziaria,  é abuso di potere, é violare la legge facendo finta di servirla. E' sperperare il denaro pubblico. E'usare la giustizia per fini politici nel tentativo di ribaltare il voto popolare.
E' la seconda volta che un’iniziativa della procura di Milano ha influenzato pesantemente la storia politica nazionale ai danni di Silvio Berlusconi e, di conseguenza, dell’intero centrodestra.
Nel 1994 un avviso di garanzia, recapitato al premier durante il vertice Onu di Napoli, fu decisivo per la caduta del primo governo Berlusconi (che verrà completamente scagionato solo nel 2001).
Chi pagherà per tutto questo? Nessuno.
I pm possono tranquillamente fregarsene e dedicarsi a prepare il prossimo piattino avvelenato per Berlusconi. La carriera della signora Gandus (che in primo grado lesse a righe alternate la supposta "confessione" di Mills prendendone solo le parti utili ad arrivare a giudizio di condanna e ignorandone le parti a favore dell’imputato) non ne risentirà minimamente. Idem per i giudici del collegio d’appello che in soli tre mesi, agosto compreso, si affrettarono a sfornare la condanna "cassata" ieri.
Se Berlusconi si fosse dimesso, adesso, forse, gli chiederebbero scusa, ma potremmo ancora considerarci uno Stato di diritto, una Democrazia? Quando é la magistratura a far cadere i governi o a influenzare pesantemente il risultato elettorale?
Orpheus

 

9 febbraio 2010

E' ufficiale, Tartaglia a Silvio gli spaccò la faccia


E' ufficiale, l'attacco di Massimo Tartaglia a Silvio Berlusconi a colpi di statuetta è reale, c'è stato, non è stato simulato.  Sembra incredibile, ma la parte lesa ha dovuto sottoporsi a una perizia, della procura di Milano,  i periti sono due luminari milanesi indipendenti di Chirurgia Plastica e di Medicina legale, scelti e incaricati da un magistrato mastino come Spataro, mai tenero con il Centrodestra e con Berlusconi.

I due periti hanno sottoposto a visita medica accurata il premier e hanno certificato, con perizia giurata, che la sera del 13 dicembre scorso il premier  ha subito: "Un taglio al labbro di un centimetro e mezzo, la rottura di tre denti (uno per contraccolpo) e la frattura alla mascella della spina nasale anteriore". ??E ancora: "Una ipostesia (deficit di flessibilità) al nervo infraorbitario", quello che passa tra occhio e denti. Un colpo al viso micidiale insomma.

Il tutto cade a fagiolo per sbugiardare i soliti sciacalli dell’ IdV, che con tanto di video hanno  avanzato la teoria dell'attentato simulato.

Tutto questo mentre all’aggressore viene permesso di farla franca.

Ma i pagliacci sopra menzionati non sono stati gli unici a dare uno spettacolo pietoso in questa circostanza, anche il Pd gli è andato dietro, accusando la “vittima”  di aver “provocato” l’aggressore.

Quello che è successo a Berlusconi dopo l’aggressione è vergognoso, ma ancor più tragico e preoccupante è il “vuoto” d un’opposizione senza idee, programmi, unità di vedute e di intenti, che trova nella demonizzazione dell’avversario politico, la sola ragione d’esistere.

Da notare come i giornali abbiano sorvolato sulla notizia della perizia, mentre hanno dato fiato alle trombe sulle ipotesi di complotto dei soliti ciarlatani. Per la serie "l'informazione é in mano a Berlusconi"

Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. aggressione berluconi tartaglia

permalink | inviato da Orpheus il 9/2/2010 alle 23:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

31 ottobre 2009

I Pm all'attacco di Berlusconi e Dell'Utri, fra patacche e pentiti ad hoc


Più che un processo, quello di Dell’Utri, sembra uno spettacolo d’illusionismo, con i

Pm che tirano fuori dal cappello: patacche e pentiti dell'ultima ora per riuscire dove fin’ora la magistratura ha clamorosamente fallito: incastrare Berlusconi per le stragi di mafia, avvenute quando ancora, il Cavaliere, era un semplice imprenditore.
La patacca si basa sulla presunta e mai dimostrata “liasion dangereuse” fra l’ex colonnello del Ros, Mario Mori (la cui carriera è stata infangata all’uopo) e Berlusconi. Il Premier si sarebbe servito di Mori per allacciare rapporti con la mafia e incassare quattrini sporchi, per la sua discesa in campo. Avrebbe, in un secondo tempo, ricompensato Mori, nominandolo direttore dei servizi segreti civili (Sisde). Per provare questo patto mafioso, le procure che hanno indagato per anni sui mandanti occulti delle stragi arrivando a incriminare Silvio Berlusconi e Marcello Dell’Utri (entrambi sono stati prosciolti e archiviati nel maggio del 2002 NdR) si sarebbero basate su un atto clamorosamente falso: la celeberrima informativa Dia del 10 marzo 1999 nella quale si specificava che il fratello di Mario Mori, indicato con il nome di Giorgio, era socio di Paolo Berlusconi (nella società Coge che aveva interessi in Sicilia.
La Dia ha comunicato ufficialmente di non avere MAI fornito informative del genere ai pm. E aggiunge di aver specificato già all’epoca, quello che recentemente è stato ribadito e cioè che il Giorgio Mori, socio della società Coge (citato nell’informativa finita nel processo a Berlusconi e Dell’Utri) non c’entrava assolutamente nulla con il fratello dell’ex colonnello Mori, che di nome fa Alberto. Salta quindi il collegamento fra Mori e Berlusconi e Dell’Utri e quindi  anche la teoria che Mori potesse essere stato “ambasciatore” di costoro nel rapportarsi con gli uomini di Cosa nostra. Come dimostrato prima da Mario Mori al processo sui presunti favoritismi e ora dalla Dia, quel collegamento non è mai esistito ma qualcuno ha lasciato intendere che fosse invece riscontrato: chi e perché?
Non è difficile da capire, né chi e né il perchè:vogliamo far fuori Berlusconi con l'arma giudiziaria.
Fallita la linea delle patacche, dal cappello delle procure è uscito il pentito ad hoc, Gaspare Patuzza per inchiodare Dell’Utri a una condanna che si prospettava molto ardua da ottenere, per vie “normali”.
Spatuzza, testimone dell’ultimo minuto, sembra essere esortato dai PM a "confessare" la favoletta di Berlusconi e  Dell’Utri referenti politici della mafia, in Sicilia.

Pensare che un bel video con tanto di audio di Vladimiro Crisafulli, attuale Senatore del PD della corrente D'Alemiana,  potrebbe fare luce sui  veri referenti politici della mafia in Sicilia. Ma che volete in quel caso, anche se Crisafulli, intrattenne un colloquio d’affari con il boss della cosca di Enna, Raffaele Bevilacqua, uomo vicino a Bernardo Provenzano, (filmato e registrato) lo ribadisco, il pm ne ha chiesto e ottenuto l’archiviazione perché quel colloquio non portò benefici a “Cosa Nostra”
Con simili pm, si potrà mai sperare di liberare quelle zone dal cancro della malavita organizzata? ça va sans dire: NO. MAI. In compenso la sinistra prima o poi riuscirà a liberarsi dell'anomalia Berlusconi.
E il Popolo Italiano deve fare i conti con una giustizia che funziona peggio di quella del Gabon e dell'Angola...su 181 paesi considerati, l'Italia si piazza al 156° posto.
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi mafia processi

permalink | inviato da Orpheus il 31/10/2009 alle 11:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre