.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

23 aprile 2009

LA SANTANCHÈ SPUNTA VAURO

 

Questa è la cronaca dello scontro televisivo tra Vauro Senesi, vignettista di Santoro che stasera torna ad Annozero dopo la finta sospensione di una settimana, e Daniela Santanchè. Prima però diamo una notizia a suo modo catastrofica persino per le sorti del comunismo. L’ha data inavvertitamente Vauro, confuso di orgoglio e vanità. Ha detto all’ultimo minuto di Otto e mezzo su La7, condotto da Lilli Gruber e Federico Guiglia: «Si sta per celebrare il 25 aprile, ed io colgo l’occasione per dire che ho ricevuto un telegramma di solidarietà firmato dalla segreteria dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia». Non mandano un manifesto ai terremotati, ma un messaggio di solidarietà a Vauro che mette in fila i cadaveri per sbatterli in faccia a Berlusconi. Che Paese siamo.

La resistenza è stata una grande cosa. Persino quando la sua componente rossa (non tutti!) si è esercitata nella eliminazione fisica di partigiani cattolici, fascisti innocui, e di liberali o socialisti o preti che turbavano i piani rivoluzionari, c’era dentro qualcosa di grandiosamente oscuro. L’Anpi, di cui in ogni città c’è una sede in centro frequentata da nessuno, ma offerta dal comune; l’Anpi non ha mai cercato la verità storica ma solo la propria santificazione, i suoi responsabili locali si sono distinti negli ultimi anni per aver inseguito con le loro contumelie Giampaolo Pansa, dovunque presentasse i suoi libri specie “Sangue dei vinti”. Nel nostro piccolo abbiamo polemizzato con l’Anpi per il suo strabismo, per essere stata negli anni ’70 il serbatoio sentimentale dei brigatisti rossi, con la loro tesi della resistenza incompiuta. Era presieduta da gloriosi compagni fatti deputati e senatori, ad uno di loro Sgarbi gridò in aula “Assassino”. Insomma: roba forte. Adesso i massimi interpreti della resistenza finiscono per celebrare come loro simbolo un vignettista che ha il palcoscenico televisivo più luccicante d’Italia, arriva su un tappeto rosso con la sua matita per infilzare il toro sfiancato e matato e stramatato per due ore da Michele Santoro, Marco Travaglio, Sandro Ruotolo eccetera. Poi se ne va a casa senza che nessuno possa eccepire con la sua meritata paghetta da mille euro. La penultima volta aveva disegnato le bare con queste parole: «Aumento della cubatura. Dei cimiteri».
Travestito Berlusconi da Nerone che canta sulle macerie. L’ultima volta, via fax, ha usato la figura di Cristo, ridicolizzandolo.
E i partigiani vedono in questo qui l’eroe dell’antifascismo, l’uomo che dà la vita per la libertà e il sol dell’avvenire? Al diavolo. Tutto qui il comunismo?
Abbiamo avuto paura di gente che scorge in Vauro il proprio Prometeo che porta la luce? È vero che Vauro ha detto di essere a San Pietroburgo, ma rievocarlo come fosse la Corazzata Potemkin dice la misura di questa opposizione da mattatoio mediatico e poi tutti a sentirsi martiri per un paio di critiche sui giornali. Va bè.
Depurata da questo finale patetico ieri la sfida a Otto e Mezzo (La 7) tra Vauro e la Santanchè è stata molto istruttiva. Le ragioni forti dell’onorevole di destra hanno trovato risposte sghignazzanti, un’incapacità di comprendere perché ci sia gente offesa da quel suo impilare morti e usarli come cemento della sua politica. Il tutto cinguettato come un uccellino indifeso, roba da matti. Persino la Daniela a un certo punto si è lasciata intenerire e non ha infierito almeno per un quarto d’ora. Era partita come un treno, anzi come San Giorgio con la lancia per infilzare il Drago che incendia i morti, usa il dolore degli altri come trampolino del suo successo e della denigrazione politica dell’avversario. Poi si è trovata dinanzi un bambino indifeso che sgranava i suoi occhi su fondo di tuta blu da (non) operaio. E si è addolcita. Ha mantenuto il concetto, ma si vedeva a occhio nudo le dispiacesse infierire su uno così, che non spiegava niente. Non un passo indietro, neanche mezzo. Vauro non si è mai pentito di niente. L’ha rivendicata: «La rifarei così». Mi ricordo una vignetta di Vauro su Fabrizio Quattrocchi, fatto fuori dai terroristi in Iraq, dove sul Manifesto lo trattava da mercenario. Molto meno dei soldi di Vauro per fare l’eroe a man salva, con la solidarietà dell’Anpi.
La Santanchè ha la forza di non tenersi dentro niente. Di non cercare la diplomazia. «Tira fuori le vignette su Maometto, sui barbuti che trattano da schiave le donne invece di infilare in testa il preservativo al Papa! Tu deridi ciò che di sacro c’è: il rispetto dei morti, il nostro senso cristiano, e ti porti via i nostri soldi con il canone della Rai». La risposta è stata: «Berlusconi ha fatto, anzi stava facendo un decreto sulla casa che avrebbe alleggerito le norme antisismiche». Una balla, nessuno ha mai visto una carta simile. «Berlusconi è andato a farsi fotografare». Tutto Berlusconi, solo Berlusconi, con odio. La Santanchè viene trattata come donna volgare, perché è imprenditrice del Billionaire. E allora lo infilza di nuovo, gli perdona tutto, ma non odiare brandendo i corpicini, «le bare bianche», dice.
Lui dice: «Lei sta organizzando un linciaggio contro di me». Solo perché organizza una civile protesta fuori da casa nostra, perché la Rai è nostra. Poi vada in onda tutto, ma non in nostro nome.
Renato Farina-Libero
Sembrerà strano ma sono CONTENTA che lo "stercovauro" sia tornato subito in Tv. Ne avrebbero fatto un martire, un santo, un eroe e invece é la dimostrazione VIVENTE di che frottola colossale sia il "regime mediatico del Cav".
Un tiranno che lascia in prima serata un individuo che lo insulta in ogni modo (nano di merda é uno dei tanti "complimenti")  é un tiranno da cartone animato.
Ahmadinejad (tanto per fare un nome) a quest'ora l'avrebbe già attaccato ad una gru. E gli imam che lui rispetta così tanto, per una sola delle decine di vignette blasfeme che ha riservato ai cattolici, avrebbero già lanciato un migliaio di fatwe (forse é per questo che lo "stercovauro" non osa fare satira sull'islam) 
Detto questo lo ringrazio, perchè assistere all' odio sordo e rancoroso contro Berlusconi, in prima serata, é il modo migliore per far crescere nei sondaggi lo stesso.
Orpheus
PS il povero "censurato" però non ha disdegnato di censurare, d'altronde é un compagno duro e puro...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Santanché vignette Vauro

permalink | inviato da Orpheus il 23/4/2009 alle 21:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

15 aprile 2009

Vauro dixit

 
Ricordate le famigerate vignette danesi?
Quelle per le quali il mondo arabo fece fuoco e fiamme e scatenò una "guerra santa" contro una piccola nazione europea?
Quelle per le quali gli autori furono colpiti da una fatwa, e costretti a vivere nascosti?
Per Vauro quelle vignette non erano satira, ma

"propaganda bellica che non c'entra niente con la libertà di espressione, nè tanto meno con la satira".
Banalità, luoghi comuni e satira sono termini inconciliabili.
Addirittura Vauro ha definito quelle dodici vignette "messaggi violenti" che  "ottengono e provocano reazioni violente nel “nemico”, e che ciò non deve né stupire, nè indignare. 
Quindi lui sI é dissociato e ha detto NO, a chi chiedeva di pubblicare tali vignette per difendere la LIBERTA' d'ESPRESSIONE.
E adesso passiamo all'ultima sua prodezza, per le quali già si strepita alla censura.
Le vignette (di cui sopra un esempio), NON solo non fanno ridere, ma usano una disgrazia nazionale per dileggiare l'operato del Governo, calpestando il dolore di chi in quelle bare ha visto rinchiudere una persona cara.
Satira? No sciacallaggio della peggior specie. 
E visto che per Vauro esistono "se e ma", nella libertà d'espressione, che quindi ha dei limiti, tali limiti valgono anche per lui. Quando si supera la decenza, bisogna avere il buon gusto di tacere.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. satira vauro

permalink | inviato da Orpheus il 15/4/2009 alle 18:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

17 marzo 2008

Solidarietà a Fiamma Nirenstein

 

Miserevole, meschina, schifosa, vigliacca, perfetto esempio di propaganda neonazista la vignetta di Vauro sul Manifesto, altrimenti detto Nazifesto, del 15 marzo. Appena vista mi ha assalito un'ondata di rabbia così forte che avrei voluto averlo qui davanti a me l'autore di tanta schifezza, per guardarlo negli occhi e dirgli una sola parola "Auschwitz" perché l'unico periodo della storia moderna in cui gli ebrei hanno dovuto portare sugli abiti la Stella di David è stato quando venivano portati nei campi della morte.
Vauro ha ripetuto l'orrore raffigurando Fiamma Nirenstein con una Stella sul petto e vicino il fascio littorio per insultarla, delegittimarla, svergognarla a causa della sua candidatura nel PdL.
Viva la democrazia comunista!
L'insulto, la vergogna, lo schifo vanno tutti rigettati sull'autore di simile obbrobrio e sul giornale che lo ha pubblicato, posso immaginare quanto avranno sghignazzato fra loro, questi paladini della libertà e grandi difensori di terroristi.
Avranno riso, pacche sulle spalle del Vauro, sempre recidivo, sempre pronto a disegnare vignette antisemite che gli escono direttamente dal cuore. Sono sicura che non ha bisogno di pensarle, gli vengono spontanee, sono frutto del suo odio , figlio primogenito dell'ideologia cancerogena che anima questa gente che si dichiara di sinistra ma che è erede diretta delle purghe, dei campi in Siberia, dei manicomi criminali dove venivano sbattuti i nemici del regime, in primis gli ebrei che, se non abiuravano fede e appartenenza, erano considerati nemici da eliminare, esseri spregevoli da ammazzare o da deportare ai confini più lontani dell'impero sovietico.
Come il nazismo, il comunismo si è macchiato di orrori indescrivibili contro gli ebrei eppure, mentre oggi chi è ancora fascista si deve , giustamente, vergognare, questi qua, questi sciacalli, questi vigliacchi, questi razzisti vanno in giro orgogliosi del loro essere comunisti, colla puzza, tanta puzza sotto il loro naso.
Questo Vauro che si è sempre tanto divertito a disegnare infami porcherie contro gli ebrei e Israele , questa volta prende di mira la miglior giornalista italiana, la più preparata, la più coraggiosa perché ha il fegato di mettersi contro quella fetta di italiani che, a pugno chiuso, gridano "A morte Israele".
Secondo me Vauro è invidioso, secondo me avrebbero fatto carte false per avere una personalità come la Nirenstein dalla loro parte senza rendersi conto che un ebreo orgoglioso di esserlo, un ebreo sionista, un ebreo che ama Israele , un ebreo che odia il terrorismo e le falsificazioni storiche che lo hanno fatto nascere e proliferare non potrebbe mai stare dalla loro parte.
Purtroppo gli italiani hanno la memoria corta, per quello che gli fa comodo, e quasi tutti, ahimè anche tanti ebrei, hanno dimenticato cosa ha fatto la sinistra contro Israele negli ultimi 40 anni. Quasi tutti hanno dimenticato la violenza, le calunnie gli insulti, le manifestazioni oceaniche contro Israele.
Ma io ricordo, caspita se ricordo!
Anni, anni, anni di rabbia, dolore, ribellione, anni di buio e di solitudine per difendere Israele!
Ricordo le prime pagine dei quotidiani dove la parole più gentile dedicata a Israele e agli ebrei era "Nazisti".
Ricordo l'adorazione per Arafat quando veniva in Italia e lo portavano in trionfo ad Assisi, santo tra i santi, mentre l'Italia e l'Europa subivano in silenzio il terrorismo dei suoi feddaiyn, mentre veniva assassinato Stefano Tachè, mentre veniva assalita l'Achille Lauro e un ebreo anziano e in sedia a rotelle , Leon Klinghofer, veniva ammazzato come un cane e gettato in mare.
Ricordo quando i congressi nazionali della Federazione Italia-Israele dovevano essere protetti dalla polizia in arme e da agenti in borghese, ricordo che a Bergamo avevamo due ali di poliziotti armati intorno all'albergo perché un emerito rifondarolo, deputato nel governo Prodi, aveva giurato che ci avrebbe assaliti insieme ai suoi seguaci.
Ricordo le minacce, le librerie date alle fiamme perché avevano in vetrina libri su Israele, ricordo le telefonate anonime"schifosa sionista, creperai presto", ricordo il rifiuto dei governi italiani di ricevere ministri di Israele mentre Arafat la faceva da padrone all'interno delle nostre istituzioni con deputati e ministri che gli si inchinavano davanti sbavanti, per non parlare dei giornalisti.
Ricordo treni e pullmann a centinaia viaggiare verso Roma per la più grande delle manifestazioni contro Israele, al grido di "Israele, a morte" e ricordo l'espressione di un amico israeliano che non riusciva a capacirasi di essere considerato "IL MALE", come gli aveva gridato in faccia un manifestante.
Ricordo anni di solitudine, di abbandono , di disprezzo, di violenza verso chi si dichiarava orgogliosamente sionista.
Ricordo una mostra di fotografie di Israele a Brescia e la distruzione del locale, le foto a terra, il gallerista preso a pugni, sacchi di sterco gettati sul pavimento e le scritte "Morte a Israele- Palestina libera e rossa". Gli autori erano gli angioletti dei centri sociali.
Ricordo la disperata solitudine di Israele, paese reietto, paese paria, paese da odiare, di cui chiedere a gran voce la distruzione dando alle fiamme le sue bandiere.
Ricordo i cortei della famosa Pantera, tutti belli inkefiati che passando davanti al Tempio Maggiore di Roma urlavano, stendendo il pugno chiuso, "A MORTE".
Ricordo La pipa di Luciano Lama, seguito da un codazzo di giovinastri urlanti, mentre faceva gettare una bara nera sulla scalinata del Tempio.
Pochi giorni dopo veniva rubata da un feddayin la vita di Stefanino Tachè, due anni appena.
Ricordo Pertini che, davanti al nostro dolore e rabbia, disse "ma cosa vogliono questi ebrei!". Ricordo il corteo coi kamikaze tenutosi a Roma nel 2002 mentre in Israele i genitori mandavano i loro figli a scuola in autobus diversi nella speranza di rivederne almeno uno vivo. Ricordo tutti i sinistri che durante gli anni di guerra del terrore incominciata da Arafat nel 2000, non sapevano fare altro che demonizzare Israele e difendere i terroristi. Sì, li ricordo i cosidetti pacifisti andare a manifestare con chi faceva saltare in Israele autobus, bar, pizzerie, teatri, scuole. Me li ricordo bene, in fila e commossi, andare a onorare Arafat al Mukata e baciargli la kefiah come a un santo e farsi sbavare la faccia dai suoi baci schifosi.
Non ricordo invece di aver mai visto un vigliacco comunista davanti ai cadaveri carbonizzati di bambini israeliani.
Ci sono ebrei che disapprovano la candidatura di Fiamma Nirenstein col centro destra? Certo, ma io a questi ebrei ciechi dico soltanto che negli anni del terrore, negli anni in cui avevamo paura di uscire per le strade di Israele, negli in cui la sinistra e il centro sinistra ci davano addosso, impietosi e incuranti, il governo di Berlusconi si è schierato apertamente con Israele e con gli USA contro il terrorismo, contro quei figli di Allah assassini e maledetti di cui ha tanto parlato l'altra grande giornalista odiata dai sinistri , Oriana Fallaci.
Chi è con Israele, in Italia deve avere la scorta. Perché?
Perché Fiamma Nierenstein e Magdi Allam devono essere difesi in una democrazia occidentale? Perché Vauro e Michele Giorgio no? Ve lo siete mai chiesto?
Concludo esprimendo tutto il mio disprezzo a Vauro e al suo giornale spazzatura.
A Fiamma Nirenstein vanno la mia solidarietà, la mia ammirazione e il mio affetto, in nome della civiltà della democrazia e della libertà.
Deborah Fait-Da Legnostorto
La mia solidarietà a Fiamma Nirenstein, perchè oggetto delle attenzioni di uno come Vauro. Il quale la satira la fa solo contro i suoi nemici (il Papa, i cristiani,gli Usa ecc), ma  soprattutto contro chi non minaccia ritorsioni.
E' interessante leggere, per inquadrare il tipo,  quello che ha scritto contro i danesi rei di aver fatto le famose vignette su Maometto. Per lui quelle vignette sono solo “propaganda bellica”, ovviamente filo amerikana: “non c’entrano niente con la libertà di espressione, né tanto meno con la satira”. E' arrivato a dire, a proposito delle violenze esplose nei paesi islamici, che “non si può stupirsi e indignarsi se messaggi violenti ottengono e provocano reazioni violente nel ‘nemico’ ”.
Insomma, satira sugli islamici no. Sui cristiani, sul Papa, su Gesù Cristo invece Vauro si scatena ...(anche perchè questi ultimi non hanno il vizietto di tagliare la gola ai blasfemi). Uno così, é "merce avariata".
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. satira vauro fiamma nirenstein

permalink | inviato da Orpheus il 17/3/2008 alle 22:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa

10 novembre 2007

C'é satira e satira. Chi tocca la sinistra paga...condannato Forattini

 

La satira non può trasformarsi in un «insulto gratuito», in quanto, «al pari di ogni altra manifestazione del pensiero, non può infrangere il rispetto dei valori fondamentali della persona». Lo ha sottolineato la Corte di Cassazione confermando una sentenza della Corte d'appello di Milano che, nel 2002, aveva condannato il vignettista Giorgio Forattini, Roberto Briglia (direttore di Panaroma nel 2002) e la Mondatori al risarcimento danni pari a circa 30mila euro, nei confronti di Gian Carlo Caselli, all'epoca procuratore capo a Palermo.
Corpo del reato una vignetta, firmata da Forattini, in cui era raffigurato uno scheletro, con un ciuffo di capelli bianchi a forma di falce e una sciarpa rossa, avente in una mano una pistola e nell'altra una bilancia a simboleggiare la giustizia. Un'allusione evidente, per Caselli e per i giudici di primo e secondo grado, proprio al magistrato piemontese e alla sua responsabilità nel suicidio del collega Luigi Bombardini. E quindi, per la Suprema Corte un messaggio «strettamente connesso con l'attribuzione di un fatto determinato (l'avere in qualche modo condotto a morte il collega)» e tale da avere «una gravissima efficacia lesiva del patrimonio morale del Caselli». Insomma, un insulto gratuito e ridicolizzante il ruolo della magistratura, cioè un'istituzione, «attraverso l'allusione a condotte lesive del dovere funzionale di imparzialità». Cosa che non si deve assolutamente fare, perché la satira pur «incompatibile con il parametro della verità, è però soggetta al limite della continenza e della funzionalità delle espressioni adoperate rispetto alla scopo di denuncia sociale perseguito». Epperò un limite che viene stabilito dai magistrati, di solito assai sensibili alle punzecchiature e non sempre politicamente neutri...
Riassunto da Libero 
Non è la prima volta che la satira di Forattini viene condannata. Massimo D’Alema aveva chiesto e ottenuto tre miliardi di risarcimento, in una causa, che incredibilmente, era SOLO a carico di Giorgio Forattini, "dimenticando" sia il direttore che l'editore di Repubblica,  per la celebre vignetta dello "sbianchettamento" della lista Mitrokhin, poi ritirata dopo le dimissioni di Forattini,
Questo “EDITTO D’ALEMIANO” non solo é passato in silenzio, ma nessuno mai, ci fatto su una bella trasmissione di santificazione di Giorgio Forattini...D'altronde, immagino che Forattini, non sarebbe felice di essere soprannominato "Il partigiano Giorgio".
Detto questo la satira di Vauro, "può infrangere, tranquillamente il rispetto dei valori fondamentali della persona" anche quando questa é appena morta per mano di un terrorista islamico (ops...resistente).

Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. d'alema satira vauro forattini

permalink | inviato da Orpheus il 10/11/2007 alle 19:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio