.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

25 marzo 2010

Quando si tratta di tagliare le spese la sinistra si batte fieramente...per mantenere i privilegi!


Ieri il Senato ha convertito, definitivamente in legge il decreto sugli enti locali.  Che contiene fra l'altro la soppressione dell'ATO (autorità di ambito territoriale), un robusto taglio delle poltrone di assessori comunali, un tetto agli stipendi, e fondi per l'Aquila e i piccoli comuni. Pd e IdV hanno votato compatti contro. Naturalmente nemmeno per un taglio agli sprechi  della "casta" e per i fondi a favore dei terremotati dell'Aquila, hanno rinunciato all'opposizione pregiudiziale, che ormai ha trasformato questo paese in un campo di battaglia.
Ma non basta Idv e Pd hanno anche brandito la Costituzione a mo' di clava e al grido ormai monotono:"E' anticostituzionale...è anticostituzionale" si sono scagliati contro l'art.3 che mette un tetto agli stipendi,  perchè alle regioni sia lasciata carta bianca  sull’entità degli stipendi. Mica fessi...eh...
Clamoroso fra i tanti un emendamento dell’Italia dei valori, primo firmatario Pancho Pardi (ma ci sono Felice Belisario e Stefano Pedica) che getta nel cestino anni di prediche inutili sui costi della politica e la necessità di tirare la cinghia. I valorosi dipietristi (emendamento 4.53) chiedono infatti di restituire ad amministratori e consiglieri di enti locali dalle mani bucate quel taglio del 30% dei loro stipendi che nel 2009 aveva loro comminato Giulio Tremonti come punizione per non avere rispettato l’equilibrio dei conti previsto dal patto di stabilità.


Insomma un  partito di "piazza e di governo", nel senso che in piazza dice una cosa...e al parlamento ne fa un'altra.
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra governo sprechi tagli

permalink | inviato da Orpheus il 25/3/2010 alle 19:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

24 ottobre 2008

Niente "sessantotto" quando Mussi tagliò 87 milioni

 

"Non capisco perché se la prendono tanto con la Gelmini. Lei non sta facendo peggio di altri, anzi..." a parlare non é un ministro del Governo Berlusconi, né un politologo prono a Berlusconi, né Vittorio Feltri,ma  é Luigi Frati, neo-rettore della Sapienza di Roma, l’ateneo al centro delle proteste di studenti e professori.
Cosa induce a questa dichiarazione il prof. Luigi Frati, una "pistola alla tempia" o semplicemente onestà intellettuale e buon senso?
O ancor più verosimilmente il fatto che
" tagli ci sono sempre stati, non è colpa del governo Berlusconi o del ministro Gelmini".
Un nuovo '68? Macché: "C’è una protesta politica in atto contro i tagli al mondo della scuola, ma qualcuno si dimentica che sono dieci anni che i governi tagliano sulla ricerca".
Un esempio, il precedente titolare del ministero dell’Università e della Ricerca: Fabio Mussi (che adesso straparla sull'Unità del 20/10 di "strage dei ricercatori) ma solo l'anno scorso come ministro del governo Prodi, "Mussi ha tolto 87 milioni di euro alla ricerca per darli agli autotrasportatori che protestavano contro il caro benzina. Chiaramente è stata una scelta dell’allora ministro dell’Economia, Padoa Schioppa, ma Mussi non ha detto niente e in quel caso nessuno ha manifestato", ricorda agli "smemorati" il rettore della Sapienza. 
Ovvio i burittanai della protesta organizzata se ne stavano cheti, cheti in silenzio, visto che i tagli li faceva un governo di sinistra.
Perchè adesso protestano? 
Molti per una posizione politica che vuole contestare questo governo. Ma tanti degli studenti con cui ho parlato in questi giorni, direi oltre la metà, sono moderati e fortemente preoccupati per il proprio futuro".

Il solito film già visto e rivisto i capipopolo schierati e politicizzati fino all'osso, si trascinano dietro una fetta di ragazzi spaventati ad hoc per l'occasione e lasciati ignari, quando non giova alla causa della "falce e martello", ergo quando i tagli li fa un governo di sinistra.
Il professor Frati ha intenzione di
"aprire un confronto col governo, in modo da rinegoziare i tagli"  nello specifico afferma che l'università "deve puntare su una didattica utile e di qualità. E non sbaglia il ministro Gelmini quando dice che più di cinquemila corsi sono inutili. Dice la verità, e su quello dobbiamo intervenire. In questi ultimi anni abbiamo assistito ad una proliferazione di corsi di laurea inutili, fatti non per gli studenti ma per i professori".
In che modo? "Bisogna rivedere questi corsi di laurea e chiudere quelli che non danno sbocchi professionali. Poi destineremo due terzi dei fondi al reclutamento dei ricercatori. Anche la frammentazione degli esami crea un ulteriore motivo di spreco e per questo dobbiamo pensare a una riorganizzazione".
A grandi linee lo stesso obiettivo di  un centinaio fra docenti e ricercatori firmatari di un appello per un'università meritocratica.
Un' università che formi studenti qualificati e non mantenga schiere di privilegiati nullafacenti a spese della collettività e del futuro stesso degli studenti.
Intervista tratta da Libero, QUI un' altra sullo stesso tono.
Orpheus

13 luglio 2008

Giulio mani di forbice

 

Arriva il conto di Giulio “mani di forbice” Tremonti. E sono subito dolori per le amministrazioni pubbliche: via il 50 per cento delle spese per consulenze e tagli a convegni, rappresentanza, pubblicità, sponsorizzazioni. Non solo. Il governo mette a dieta anche i sindaci, ai quali riduce le indennità del 20 per cento.
Le brutte notizie per boiardi e colletti bianchi arrivano da Montecitorio. Dove le commissioni Bilancio e Finanze della Camera stanno concludendo l’iter del decreto legge sulla manovra economica. Provvedimento che, di ora in ora, l’esecutivo continua a modificare prima dello scontato voto di fiducia della prossima settimana. Ed è proprio da uno degli emendamenti presentati ieri dal governo (andrà in votazione oggi, eccezionalmente di domenica) che arriva la più drastica cura dimagrante per la Pubblica Amministrazione. Eccola: dal 2009 la spesa complessiva per gli organi collegiali e gli organismi monocratici dovrà essere ridotta del 30 per cento. Ciò significa busta paga, benefit e rimborsi ridotti di un terzo per manager, consigli d’amministrazione, direttori generali. L’economia riguarda tutti i campi dell’amministrazione pubblica. Si salvano soltanto università e centri di ricerca.

via 1 consulente su 2
Le vacche sono magre. Motivo per cui Tremonti impone alla macchina burocratica la ricetta autarchica: consulenze e studi saranno dimezzati. E ciò, motiva la relazione tecnica abbinata all’emendamento, «per valorizzare le professionalità interne alle amministrazioni». Un po’ di numeri: grazie al censimento promosso dal ministro della Funzione pubblica Renato Brunetta si sa che i consulenti dell’apparato statale sono circa 500mila. Tutti questi incarichi esterni hanno un costo. Esorbitante: si parla di 2,5 miliardi di euro. Tanto, troppo. La Pubblica Amministrazione si avvale di un incarico esterno ogni 12 dipendenti a tempo indeterminato, gli enti locali, invece, di una consulenza ogni 6 colletti bianchi assunti regolamente. Un esercito. Che lo Stato non è più in grado di mantenere e che andrà decimato.

Non è finita. Perché la mannaia tremontiana colpisce pure le spese degli enti pubblici giudicate non necessarie. Tipo quelle per le relazioni pubbliche, i convegni, le mostre, la pubblicità. O per le faraoiche sedi di rappresentanza all’estero, come quella della Regione Campania a New York. Della serie: chiacchierare poco, lavorare molto.
S’è già detto dei sindaci. I primi cittadini - è il contenuto di un altro emendamento presentato dal governo - subiranno un taglio del 20 per cento su indennità e gettoni di presenza. Lo Stato ci guadagnerà 200 milioni di euro. Che andranno a sommarsi ai soldi (1,2 miliardi di euro) che l’esecutivo conta di recuperare con lo stop alla consulenza facile. Fondi, quelli risparmiati, che finiranno impiegati in altri settori. Aumenta, per esempio, il finanziamento al Servizio sanitario nazionale: 50 milioni in più dal 2009. L’autotrasporto, in ginocchio per il caro petrolio, riceverà dall’esecutivo un aiuto pari a 116 milioni di euro.

Mentre altri 300 saranno impiegati per la sicurezza e l’assunzione di nuovo personale delle forze dell’ordine.
Novità anche sul piano casa per i meno abbienti: l’alloggio toccherà pure agli immigrati. Ma soltanto a quelli residenti in Italia da almeno 10 anni.
Salvatore Dama-Libero
Lo scandalo delle consulenze é uno dei più ignobili mangia-mangia di questo paese e lo scopo é uno solo: clientelare.
Questo governo sta facendo molte cose buone, purtroppo la solita "disinformatja comunista" occulta, nega e travisa.
 Ma gli italiani non sono così beoti da credere ai media, ormai in mano alla sinistra, badano ai fatti e le ultime elezioni lo hanno dimostrato.
Un bravo anche al Ministro Calderoli che ha già tagliato 7000 leggi inutili.
Anche se il vero problema non sono le leggi inutili, ma i magistrati indottrinati e incapaci di fare il loro mestiere con serietà.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Pdl tagli Tremonti Calderoli

permalink | inviato da Orpheus il 13/7/2008 alle 13:6 | Versione per la stampa

7 luglio 2008

I magistrati pronti allo sciopero: ma "solo" per gli stipendi,

 

Ai nostri esimi magistrati la nuova finanziaria piace molto meno della “blocca-processi” o del Lodo Alfano, hanno deciso, quindi di entrare in stato di agitazione e si riservano “l’ adozione di altre misure per protestare contro gli interventi del Governo nel settore della giustizia”, in particolare contro l'articolo 69 del decreto legge n. 112.
Che ha di speciale quest’articolo?
Semplice, diminuisce un poco i loro stipendi d’oro. Si tratta di una riduzione da un da un minimo di 1.200 euro a un massimo di 2.200 all’anno, su stipendi nell’ordine di oltre mezzo milione di euro (592.774 euro, Alfonso Quaranta, giudice corte costituzionale) per gli alti papaveri togati, passando per i 176.000 euro della Bocassini, per finire agli 86.665 euro della Forleo.

Secondo l’Anm, il provvedimento "prevede un intervento peggiorativo senza precedenti sulla struttura del trattamento retributivo dei magistrati" un peggioramento che indurrà la sostanziale paralisi del funzionamento del sistema e l'ulteriore svilimento della funzione giudiziaria".

Come ciò possa avvenire con i tempi biblici e il mal funzionamento della magistratura italiana, non è dato di sapere. Ma forse Anm, vive su "Papalla", oppure era in vena di battute.
Per questo l’assemblea dei giudici chiede “che sia prima di tutto ripristinato il normale trattamento economico dei magistrati”, e delibera poi di adottare iniziative dirette per informare l’opinione pubblica circa “la grave situazione in cui versa la giurisdizione e a ribadire le proposte capaci di dare risposte ai bisogni di giustizia”.

Informino pure l’opiniome pubblica italiana, l’unico risultato che otterranno sarà aumentare il consenso al Governo Berlusconi.
Come se non bastassero gli stipendi da “nababbi” hanno due mesi di ferie l’anno, e per far carriera gli basta invecchiare, infine con gli arbitrati c’è chi raddoppia lo stipendio.

Una casta con privilegi che fanno impallidire qualunque altra categoria di lavoratori, tranne forse i politici, ma incapace e inconcludente, visto lo stato comatoso e prossimo allo sfascio totale della giustizia italiana, che è costato all’Italia continui richiami da parte della Corte di Giustizia delle Comunità Europee.

Ci vogliono otto anni, in media per un processo civile, cinque per uno penale. E vuol dire che, in genere, ai dieci anni si arriva facilmente. Il numero di cause pendenti è in continua crescita: per il civile negli ultimi 20 anni si è triplicato, superando i 3 milioni di procedimenti, mentre nel penale è raddoppiato. Un cittadino italiano ha elevate possibilità di non “aver mai giustizia” e spesso mafiosi e camorristi se ne tornano a spasso.

E questi vogliono paralizzare ulteriormente la funzione giudiziaria, per un taglio allo stipendio??
Ho l'impressione che oltre ad essere "rosse" (e ce' credo, visto che la sinistra le venera), la maggioranza delle toghe italiane sono anche fannullone, e se un governo pretende un minimo di decenza,  si adoperano in ogni modo per ostacolarlo.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Giustizia indecente tagli Anm

permalink | inviato da Orpheus il 7/7/2008 alle 17:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

26 novembre 2007

E meno male che dovevano "risanare": 26mld di spese in più

GLI UNICI TAGLI ALLA SICUREZZA

Nel 2008 la spesa pubblica crescerà di 26 miliardi
. Il valore si ricava dalle tabelle della legge finanziaria confrontate con i dati del bilancio “a legislazione vigente”; cioè, il bilancio che sarebbe in vigore senza la finanziaria. Il confronto è stato fatto dal Servizio Studi della Camera.
Per avere un ordine di grandezza di 26 miliardi, basta dire che si tratta di 1,4 punti di pil. Insomma, senza la finanziaria il deficit del 2008 sarebbe stato dello 0,8%.
Alla faccia del risanamento e del rigore.

Ad assorbire metà della maggiore spesa sono stati i trasferimenti agli enti locali (Regioni, Province, Comuni) aumentati di quasi 13 miliardi.
Un po' di "regalini" per incentivare gli elettori nel malaugurato caso si vada ad elezioni anticipate.

Ma in crescita sono anche le risorse destinate al ministero degli Esteri (da cui dipendono gli Italiani all’estero: da qui i voti al Senato), salite di oltre 3 miliardi; e quelle previdenziali, lievitate di 1,6 miliardi.
Pallaro e soci ringraziano e promettono fedeltà.

Le uniche voci di spesa ridotte realmente sono state quelle destinate alla “difesa e sicurezza del territorio” (calate di 101 milioni); quelle destinate all’”ordine pubblico e sicurezza”, ridotte per 164 milioni; quelle dedicate allo sviluppo delle imprese, tagliate per 1,141 miliardi. Sotto le forbici di Padoa Schioppa anche le spese scolastiche, (-26 milioni) e per la Giustizia (-7 milioni).
Tutto questo mentre al Senato è di scena il decreto sicurezza. Dalla Relazione tecnica che accompagna il provvedimento, la Ragioneria fa una confessione involontaria: non aumenteranno i cittadini comunitari allontanati dal Paese. Le risorse a disposizione del bilancio del ministero degli Interni non vengono incrementate. Al contrario, viene confermato anche nel 2008 (come già nel 2007) il taglio del 16%.
Insomma, il governo Prodi allarga la spesa per 26 miliardi, ma le uniche voci che riduce sono quelle per la sicurezza dei cittadini.

Una finanziaria veramente strabiliante, in linea con l'attuale esecutivo, farsi gli affari propri e lasciare i cittadini nei guai più neri.
Dopo quasi due anni abbiamo ottenuto risultati "notevoli" con il -governodellaserietà- Prodi: più tasse, più delinquenza, più spesa pubblica, Zero o quasi crescita, zero sicurezza, democrazia in grave sofferenza. Chapeau!
Però qualcuno c'è che capisce il disegno prodiano concepito "per il bene degli italiani" ed é il supermolllaccione che illumina il popolo becero dall'alto della sua onnisce(me)nza: " E per questo nasce il sospetto che Prodi sia sulla strada giusta. Lui fa promesse che si possono realizzare, ma il Paese non gradisce. Preferisce vivere meno".
Di sicuro preferisce fare a meno di Prodi... e di certi palloni gonfiati come lui.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sprechi tagli finanziaria 2008

permalink | inviato da Orpheus il 26/11/2007 alle 22:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

2 novembre 2007

Si sono rimangiati i tagli alla casta dei politici e a quella dei magistrati


Magistrati e politici continueranno a fruire dei propri privilegi
. Il tanto sbandierato taglio della spesa pubblica si è sgretolato in un attimo davanti alle centinaia di emendamenti presentati alla Finanziaria. Tra gli altri è stato approvato, ieri dalla commissione Bilancio del Senato, quello del capogruppo dell'Udeur, Tommaso Barbato, che restituisce ai magistrati, per il 2008, il 30% dell'inden nità che era stata tagliata con la Finanziaria dello scorso anno. «Abbiamo restituito ciò che era stato tolto ai giudici. È una battaglia di giustizia per la magistratura», ha detto il senatore dell'Udeur.
"Una battaglia di giustizia per la magistatura" se non fosse una porcata colossale, ci sarebbe da spanciarsi dalle risate.
ABBIAMO LE TOGHE PIU' CARE D'EUROPA,  a fronte di una gestione della giustizia INCIVILE, che la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha già  richiamato molte volte per la lunghezza dei processi.
Per non parlare poi, delle sentenze "creative" di certi magistrati, che hanno fatto dell'Italia il Bengodi dei delinquenti di mezzo mondo.
Ma quella per l'indennità dei magistrati non è l'unica spesa che andrà a gravare sul bilancio dello Stato. Anche la casta dei politici ha avuto il suo contentino. Prima di tutto il famigerato taglio dei ministri non ci sarà. Almeno per ora. Il governo Prodi ha pensato bene di dare sì una sforbiciata, ma solo ai governi che verranno. È stato introdotto, infatti, un limite al numerico ai dicasteri: la nuova norma ritorna ai 12 ministeri della legge Bassanini e stabilisce un tetto massimo di 60 componenti del governo, tra ministri e sottosegretari. Una bel taglio se si pensa che questo esecutivo, che raggiunge quota 26. È chiaro che sono tutti salvi, visto che i tagli arriveranno nella prossima legislatura.
Anche il taglio sulle spese del funzionamento degli organi costituzionali non ha visto la luce. A provarci Giovanni Legnini, che avrebbe voluto smaltire le spese correnti di Camera, Senato, Corte dei Conti, Cnel e presidenza del Consiglio. I soldi risparmiati - circa 100 milioni comprensivi dell'abbattimento delle spese intermedie - sarebbero dovuti servire ad eliminare il ticket sanitario di 10 euro per la diagnostica
E i ticket sanitari? Per adesso i soldi non ci sono. Troveranno il modo di pelarmi a noi contribuenti, statene certi. (Stampatello da Libero)
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politici finanziaria magistrati tagli

permalink | inviato da Orpheus il 2/11/2007 alle 11:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

3 ottobre 2007

E' la finanziaria delle mance


 Mezzo caffè, 41 centesimi di euro al giorno, “una tantum” e solo per un anno ai pensionati “no tax area”. Neanche un litro di latte, da 27 a 54 centesimi al giorno, con la detrazione Ici per i proprietari di case. Un pacco di spaghetti, da 41 a 82 centesimi al giorno, per gli affittuari a basso reddito.
Il bluff dell’Ici- Dicono che il Fisco ripianerà il mancato tributo Ici ai Comuni. Dimenticano di dire che i Comuni si rifaranno ampiamente con la revisione degli estimi catastali e, quel che più conta, tale revisione annullerà abbondantemente il taglio dell’Ici, che sarà virtuale. Una partita di giro: non pagheremo meno ma pagheremo come e più di prima.
Il bluff degli affitti - Una modesta mancia agli affittuari a basso reddito è soltanto un’operazione di bassa demagogia populista, che non tocca il problema di fondo: il livello insostenibile degli affitti.
L’ideologia perversa di questa maggioranza, che identifica nei piccoli proprietari i “ricchi che devono piangere”, ha impedito di affrontare il nodo del problema: su un canone di 18mila euro l’anno il Fisco divora 5.355 euro (il doppio che in Germania) ed è il più penalizzante in Europa. Tra Ici e spese di manutenzione l’odiato “padrone di casa” intasca meno della metà, una rendita ridicola in rapporto al valore dell’investimento.
Casa, maglia nera in Europa - Fisco e burocrazia in Italia disincentivano non soltanto gli affitti, ma anche gli acquisti e ci relegano in testa (in coda, sarebbe meglio dire) nel Continente quanto a capitolo costi: imposte catastali, ipotecarie e di registro del 7%, alte spese accessorie, costi occulti per il 15%, unici in Europa (con la Spagna) a pagare il reddito fittizio sulla nostra proprietà.
Le mance mangiate dai prezzi - Sappiano gli italiani che le mance di questa finanziaria le devono ancora incassare, ma in compenso dal 1° ottobre se le stanno già spendendo: grazie all’aumento delle tariffe di luce e gas, che si sommano a una stangata sui prezzi dei beni di prima necessità (pane, latte, pasta) e sulle tariffe che le associazioni dei consumatori hanno quantificato in mille euro l’anno. La fantomatica quanto inesistente crisi della quarta settimana per le famiglie, cavallo di battaglia elettorale della sinistra nell’era dell’Unione è arrivata alla terza. L’ha detto Cremaschi.
Pressione fiscale record - La pressione fiscale è salita in due anni del 2,5% del Pil (come ai tempi dello sforzo per entrare nell’area euro) a 43,1%. Dopo una Finanziaria lacrime e sangue, il governo ora afferma di restituire i soldi agli italiani: ma com’è che la pressione fiscale resta al 43%, per di più con introiti record di tesoretti vari?
Il fatto è che l’extragettito, colpevolmente sottovalutato e non certo frutto della fantomatica lotta all’evasione, va ad alimentare una spesa totalmente fuori controllo: la bellezza di 13 miliardi in più, pari allo 0,8% del Pil. La redistribuzione è una clamorosa balla.
Più spese e tasse uguali - Se la matematica non è un’opinione, mettendo insieme Finanziaria e decreto si raggiunge la cifra di 19 miliardi (non proprio “leggera”): il 65% viene da maggiori entrate, il 35% da minori spese. Non si rilanciano i consumi con le mance di centesimi di euro distribuiti a pioggia con il solo fine di recuperare consenso dando poco a quasi tutti.
Imprese pari e patta - Soltanto il modesto, modestissimo taglio dell’Irap rappresenta un tangibile contributo alle imprese, che peraltro favorisce le più grandi. Il tanto pubblicizzato taglio dell’Ires è a costo zero, perché verrà recuperato con l’allargamento della base imponibile. Detto in soldoni: alcune imprese ci guadagneranno, ma il complesso del sistema industriale dovrà sborsare la stessa cifra. Contenti in Confindustria…
Tutti tagliano, a parole; Visco nemmeno a parole - La versione di legge finanziaria entrata al consiglio dei ministri di venerdì prevedeva un’infornata di assunzioni all’Agenzia delle Dogane e delle Entrate. Una lottizzazione trasparente a favore di Vincenzo Visco. La norma era stata già bocciata dalla Ragioneria generale dello Stato, ma il vice ministro l’ha presentata ugualmente. L’onere delle nuove assunzioni sarebbe stato coperto – diceva Visco – con la maggiore evasione che questi presunti 007 del Fisco avrebbero fatto incassare. A quel punto Amato si è impuntato: se ci sono risorse per la sicurezza, le prendo io. Ed ha strappato l’assunzione di 4.500 poliziotti, reclutati fra i militari che lasciano le stellette. Con un particolare. Quei 4.500 uomini non andranno a garantire il territorio nel 2008, ma nel 2009 e seguenti. Un bluff, quindi, la campagna per la sicurezza.
Da Potere Sinistro 
Aggiungo solo la volpata di Uoltér, "er mejo der Colosseo": 150mila cittadini della Capitale hanno ricevuto una lettera in cui li si invita ad autodenunciare migliorie e lavori edilizi pregressi: chi cadrà nella tagliola, non soltanto si vedrà aumentato l’imponibile Ici, ma pagherà anche più Irpef e dovrà subito sborsare 400/500 euro di onorario al geometra chiamato a compilare il Docfa (Documento Catasto Fabbricati), allegato alla lettera "minatoria". Ma l’aspetto più straordinario è che, una volta modificata la categoria catastale, i proprietari dovranno sborsare gli arretrati fin dal 2002. 
Ecco svelato il mistero del perchè Uoltér non si è unito alle proteste degli altri Sindaci. Il problema del mancato gettito Ici lui l’ha già risolto. Pronti in cassa i soldi per una terza "notte bianca".
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Finanziaria tagli ici proteste sindaci Veltroni

permalink | inviato da Orpheus il 3/10/2007 alle 18:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

30 settembre 2007

Con Prodi abbiamo una "polizzia" dalle scarpe bucate…

Che questo governo consideri la sicurezza dei cittadini un optional superfluo l’ha dimostrato fin dal primo giorno di vita.
Tre sono stati gli obiettivi perseguiti con impareggiabile tenacia:
-Aprire le porte ad un’immigrazione incontrollata, aumentando quindi, in modo esponenziale, la delinquenza.
-Demonizzare in ogni modo possibile le forze dell’ordine.
-Tagliare drasticamente i fondi destinati alla sicurezza (la Tesoreria di Stato ha tagliato, per il 2007, fondi pari ad un miliardo di euro al ministero dell'interno, con la scusa del bilancio pubblico da risanare. Regola che non è valsa per i 3.000.000 di dipendenti pubblici, che hanno ottenuto l’ennesimo aumento di 100 EURO al mese, contro i 5 EURO delle Forze dell’ordine ‘elargite con la stessa finanziaria)

Ed evito d’infierire ricordando che uno dei primissimi provvedimenti è stato l’indulto.

A fronte di una delinquenza sempre più agguerrita i nostri poliziotti devono fare i conti con una mancanza di fondi inaudita per un paese civile.
I fatti
li spiega  Filippo Saltamartini, poliziotto del Sap (uno dei sindacati degli agenti): “Due mesi fa ci siamo tassati per ricomprare le scarpe ai colleghi di alcune questure in Sardegna. Le avevano sfondate e l'amministrazione non aveva i soldi per ripararle”. E poi, rimostranze su volanti da rottamare, che non possono nemmeno essere mandate nelle officine dei concessionari per la manutenzione perché le officine NON vengono pagate dall’amministrazione, etilometri inutilizzabili, divise ordinate per risparmiare in Romania e confezionate con la scritta "Polizzia" (sì, una zeta in più). Per non parlare di poligoni fantasma, turni massacranti retribuiti con qualche euro di straordinario. Nuove armi? No, perché, prima di consegnarle i fornitori chiedono di saldare fatture arretrate, e anche qui l’amministrazione non paga.
Su questo terreno è arrivata una finanziaria di quest’anno che promette ancora lacrime e sangue: un aumento di 8 euro, quando la finanziaria precedente ha aumentato il prelievo Irpef di ben 4 punti.
I poliziotti scenderanno nuovamente in piazza il 5 dicembre, e dovremmo, anche per il nostro interesse, scendere in piazza al loro fianco. Un esecutivo che non garantisce la sicurezza (un bene costituzionale) è un esecutivo delegittimato, indegno di continuare a governare il paese.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sicurezza tagli governo sap

permalink | inviato da Orpheus il 30/9/2007 alle 21:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        aprile