.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

31 marzo 2010

Nichi "prodigio"Vendola si compra la governabilità...


Due notiziole su Niki “Prodigio” Vendola, il nuovo Eroe della sinistra, che non avranno mai ribalta, perché si sa, con il regime mediatico del Cav. queste notizie vengono oscurate, per non nuocere gli avversari (non si spara sulla Croce rossa).

Al novello governatore della Puglia, insieme alla nomina, è arrivata MOLTO opportunamente anche una richiesta di archiviazione dell'indagine della Procura di Bari che lo vedeva coinvolto. L'inchiesta riguarda un presunto sistema di potere che avrebbe imposto ai direttori generali le nomine di direttori amministrativi e sanitari e di primari in alcune Asl pugliesi. Nell'indagine Vendola era indagato per numerosi episodi di concussione che la pubblica accusa ha ritenuto non penalmente rilevanti. C’erano delle “belle” intercettazioni che lo inchiodavano, ma si sa…deve avere santi in Paradiso. E poi le intercettazioni si usano a secondo dell’intercettato, non a secondo del reato, “sa va sans dire” e lui poteva non sapere cosa faceva la sua giunta al gran completo (visto che l'ha azzerata).

Ecco come la sinistra si mantiene la sua “superiorità morale”,  con delle richieste di archiviazione ad hoc, tanto poi, sanno come ricompensare, il santo in Paradiso…con una bella poltrona in terra.

Seconda notiziola, è in arrivo per i pugliesi un camion carico di…tasse.

Infatti Niki “Prodigio” Vendola grazie alla sua esorbitante e sfolgorante vittoria per poter governare ha bisogno di un surplus di consiglieri, per la precisione otto, non previsti dallo statuto.

Questa pletora di consiglieri comporterà dei costi esorbitanti. Basta calcolare il solo stipendio: si parla di una cifra che si aggira intorno ai 150.000 euro all'anno per ogni consigliere. Praticamente 1milione 200mila euro.
Altri parlano di una spesa complessiva aggiuntiva che si aggirerebbe intorno ai due milioni e mezzo di euro. E chi paga, sono ovviamente i contribuenti.

Auguri amici pugliesi…buon Vendola vi faccia!

Orpheus

Ps, Questo è uno dei possibili candidati nel 2013....andiamo bene!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sprechi archiviazione vendola

permalink | inviato da Orpheus il 31/3/2010 alle 19:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

25 marzo 2010

Quando si tratta di tagliare le spese la sinistra si batte fieramente...per mantenere i privilegi!


Ieri il Senato ha convertito, definitivamente in legge il decreto sugli enti locali.  Che contiene fra l'altro la soppressione dell'ATO (autorità di ambito territoriale), un robusto taglio delle poltrone di assessori comunali, un tetto agli stipendi, e fondi per l'Aquila e i piccoli comuni. Pd e IdV hanno votato compatti contro. Naturalmente nemmeno per un taglio agli sprechi  della "casta" e per i fondi a favore dei terremotati dell'Aquila, hanno rinunciato all'opposizione pregiudiziale, che ormai ha trasformato questo paese in un campo di battaglia.
Ma non basta Idv e Pd hanno anche brandito la Costituzione a mo' di clava e al grido ormai monotono:"E' anticostituzionale...è anticostituzionale" si sono scagliati contro l'art.3 che mette un tetto agli stipendi,  perchè alle regioni sia lasciata carta bianca  sull’entità degli stipendi. Mica fessi...eh...
Clamoroso fra i tanti un emendamento dell’Italia dei valori, primo firmatario Pancho Pardi (ma ci sono Felice Belisario e Stefano Pedica) che getta nel cestino anni di prediche inutili sui costi della politica e la necessità di tirare la cinghia. I valorosi dipietristi (emendamento 4.53) chiedono infatti di restituire ad amministratori e consiglieri di enti locali dalle mani bucate quel taglio del 30% dei loro stipendi che nel 2009 aveva loro comminato Giulio Tremonti come punizione per non avere rispettato l’equilibrio dei conti previsto dal patto di stabilità.


Insomma un  partito di "piazza e di governo", nel senso che in piazza dice una cosa...e al parlamento ne fa un'altra.
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra governo sprechi tagli

permalink | inviato da Orpheus il 25/3/2010 alle 19:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

15 febbraio 2010

Compagni si, ma con gusti da “sporchi capitalisti”


Bertinotti docet. Il compagno Fausto andava a Quiberon, esclusiva località della Bretagna,  in aereo blu. Nell’IdV dove lo sport preferito è predicare bene e razzolare male,  devono aver pensato che non potevano essere da meno, quindi il peggior magistrato della storia, al secolo Luigino De Magistris va a Strasburgo con un aereo privato per la modica somma di 15.000 euro, insieme ad altri sette colleghi di partito. Quindi 1875 euro a capoccia. Se prendesse un volo Ryan air ne spenderebbe 108, e non farebbe la figura dell’ipocrita demagogo, visto che il suo “capetto” sbraita sempre contro la “Casta”.

Ma non c’è da meravigliarsi questi “signori” sono scesi in piazza per protestare contro l’assenteismo dei deputati e il loro “capetto” è ai primi posti nella classifica degli assenteisti.

Pagliacci, tanto sanno che chi li vota, ha meno cervello di “lombrichi” e “muffe” per dirla alla Travaglio…

Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ipocrisie sinistre sprechi casta

permalink | inviato da Orpheus il 15/2/2010 alle 9:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

13 settembre 2009

Un ciak per grazia ricevuta: Brunetta e il "culturame parassitario" dalla querela facile


La prima parte del titolo l’ho presa pari pari da un articolo di Emilio Marrese dell'Espresso sul mangia-mangia  cinematografico del culturame sinistroide  e non, ma di articoli su questo CANCRO del cinema italiano ce ne sono a iosa. Scrive Marrese : “l’enumerazione di cifre e titoli è straziante, e per chi ama il cinema sono continui e pesanti “pugni nello stomaco”.
Qualche esempio?
L’ultimo film della signora Lina Wertmüller, Peperoni ripieni e pesci in faccia, con nientepopodimeno che Sofia Loren ha ottenuto un contributo record di 3 milioni e 718 mila euro per incassare 6 mila e 567 euro lordi al botteghino” (…)Nemmeno mille biglietti venduti, nel silenzio di giornalisti ed addetti ai lavori.
Gli incassi del film della Wertmüller sono però, clamorosi se rapportati alla bellezza di zero euro guadagnati dal semi-kolossal “de noaltri” Masaniello – Amore e libertà, opera sovvenzionata dallo stato sempre con 3 milioni e 718 mila euro e non ancora uscito nelle sale quando Marrese ha scritto l’articolo, nel febbraio 2007. Stessa trafila per il film di Mario Cambi, La storia di Leo altri 3 milioni e 520 mila euro di sovvenzione.
(10 milioni 956 mila euro, quante case popolari si sarebbero costruite con questa cifra?)
Su 544 film che hanno preso soldi dal Fus, solo 25 sono riusciti a recuperare i soldi ricevuti dallo Stato. Lo Stato dal 1985 a oggi ha perso qualcosa come 2 miliardi e 170 milioni di euro nel settore.
La pacchia dei finanziamenti a pioggia è finita nel 2003 (precedente Governo Berlusconi), dopo due stagioni in cui lo Stato, avendo Veltroni raddoppiato a 4 milioni e 120mila euro il tetto per ogni film, aveva scucito totali 220 milioni ( editemi se é poco!). La cassa si è prosciugata e si è passati a 21 film approvati per 37 milioni nel 2006 (SEMPRE TROPPI). D'altra parte il fondo di credito della Bnl è passato dai 360 milioni di euro del '94 ai 40 milioni nel 2004. Così nel 2004 si sono un po' regolati i rubinetti: massimo 70 per cento di copertura (5 milioni di euro) e 50 per cento di garanzia.
Poi c’è ancora chi si chiede come MAI, attori, registri e culturame vario sono tutti di sinistra, il centro destra ha tirato il collo alla gallina dalle uova d'oro!
Come dare torto quindi all’ottimo ministro Brunetta, che con la sua solita schiettezza ha definito i “registi” di cui sopra PARASSITI (c’è altro modo di definire chi vive alle spalle della cominità e in più se la “tira” da genio incompreso?) : “Esiste in Italia un culturame parassitario vissuto di risorse pubbliche che sputa sentenze contro il proprio Paese ed è quello che si vede in questi giorni alla Mostra del Cinema di Venezia”. Le sue parole hanno fatto gridare allo scandalo il ciarpame sinistroide in toto e hanno indotto il regista Michele Placido (che "sputa" regolarmente nel piatto dove mangia), nonchè firmatario dell'appello di Repubblica sulla libertà di stampa, a querelare il ministro Brunetta per aver accostato in una frase (dove non viene menzionato) l'aggettivo "placida" a "leggermente schifosa". Fate voi, questi sono i liberali a senso unico alternato loro possono diffamare, ma guai ad usare gli aggettivi sbagliati...
Non gli resta che piangere.
Orpheus


11 marzo 2009

L’ideona di Franceschini: un 'altra tassa

                                        
Il leggenDario la notte veglia, per studiare la ‘boutade’ demagogica da rifilare il giorno dopo, sulle prime pagine dei quotidiani. Stanotte ha partorito l’una tantum da applicare ai redditi più alti per favorire le classi disagiate (Oddio più che partorirla l’ha copiata da Obama).
Di per sé, la proposta potrebbe, anche essere condivisibile se la pressione fiscale in Italia non fosse già al 42, 8% ( ma c’è chi indica il 50%), a fronte di uno spreco di denaro pubblico senza paragoni in altri paesi europei e forse nel mondo.
Sprechi che il buon Franceschini incoraggia in sede parlamentare, tanto paga pantalone, direbbe il compagno Bersani.  Con una mano prende dalle tasche dei ‘ricchi’per dare ai poveri, con l’altra prende dalle tasche di tutti, per dare ai colleghi politici. Incredibile la faccia tosta.
Ben vengano tutte le ‘una tantum’ del mondo ma DOPO e solo DOPO, che sono stati arginati gli immani sprechi, che deprimono le finanze di questo paese. Si cominci da:
-Tagli ai finanziamenti dei partiti, altro che riproporli per chi NON è nemmeno in Parlamento.
-Eliminare le regioni (per l’On. Bossi, che appoggia la proposta di Franceschin, ma non vuol sentire di abolire le regioni)
-Equiparare l’età pensionabile al RESTO DELL’EUROPA.
Solo quest’ultima voce incide nel bilancio dello stato con la cifra strabiliante di 10 miliardi di euro.
Tanto è costata la controriforma del Governo Prodi.

E vogliamo ricordare il buco nero di una giustizia da terzo mondo, che ogni anno ci vede sanzionati dalla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, a causa dei processi lumaca? Sanzioni che paga il solito pantalone. Come, pagherà l’enorme debito di 400 milioni di euro, accumulatosi negli anni a causa dell’intercettazione ‘allegra’.
Nel 2007 si parla di oltre 124 mila intercettazioni, fra telefoniche e ambientali, costate un terzo dell’intero bilancio annuale per la giustizia.
Per fare un raffronto con la media di altre nazioni, basti citare la Francia 20.000, la Gran Bretagna 5.500 e gli Stati Uniti, che su una popolazione di 300 milioni di abitanti, ne conta appena 1.705.
Nonostante il record mondiale di intercettazioni, l’Italia è il paese nel quale nove crimini su dieci restano impuniti, malgrado la spesa ENORME. E quando il Governo ha annunciato di voler fare i GIUSTI tagli, la sinistra, come al solito, é insorta, per lesa intercettazione.

Franceschini e soci conoscono un solo modo per reperire fondi, infilare le mani nelle tasche degli italiani e tassare, tassare, tassare e solo tassare per mantenere privilegi, sperperi e prebende agli amichetti di parrocchia.
Ma che andassero a scopare il mare…
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra sprechi

permalink | inviato da Orpheus il 11/3/2009 alle 19:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

25 settembre 2008

9.000 euro ogni rom


Il Comune di Roma (come risulta dall’inchiesta di Bruno Vespa che sarà pubblicata nel suo nuovo libro) pagava tre milioni e 600 mila euro all’anno per la scolarizzazione dei bambini rom ma questi, in classe, non ci sono mai andati. Non solo. Nessuno degli assessori o dei dirigenti competenti delle giunte uliviste s’è preso mai la briga di controllare il fenomeno. Della serie maestri a parlare, asini a fare.La realtà delle cose è raccontata nell’ultimo libro di Bruno Vespa “Un’Italia diversa. Viaggio nella rivoluzione silenziosa” che uscirà il 3 ottobre e riguarda due principali campi rom della Capitale, Castel Romano e Tor de’ Cenci.
Scrive Vespa: «Secondo l’Arci, i bambini Rom iscritti alla scuola di Castel Romano sono 257. Di questi solo un terzo frequenterebbe più o meno regolarmente (tra i 180 e i 140 giorni all’anno): 82 alunni. 61 andrebbero a scuola solo tra i 70 e i 140 giorni all’anno, 33 da 18 a 71 giorni, 81 non ci mettono piede. Ma la differenza clamorosa e sconcertante è con i dati ufficiali forniti dalle scuole. Intanto gli iscritti sono 224 e non 257: trenta alunni in meno. Quelli che frequentano tra i 144 e i 180 giorni sono tre. Quelli che vanno tra i settanta e i centoquaranta giorni – e quindi non superano ragionevolmente l’anno scolastico – sono 66, quelli che vanno per meno di due mesi sono 73 e quelli che ignorano la scuola 82».
Veniamo al campo rom di Tor de’ Cenci. Racconta sempre Vespa: «Su 89 iscritti a sette scuole elementari e a una scuola media non ce ne è uno – uno solo – che sia andato a scuola per almeno 144 giorni, tanto da compiere una frequenza regolare. Ce ne sono 47 che vanno a scuola per meno di 140 giorni, 30 che frequentano tra i venti giorni e i due mesi e 19 che non frequentano affatto. Sconfortanti, in particolare, i dati della scuola media: su 39 iscritti soltanto sei frequentano per più di 100 giorni e meno di 120. Con tre/quattro mesi di assenza non c’è nessun profitto possibile. Vediamo a questo punto quali sono i dati forniti dall’Arci. Se alla scuola non risulta nessun alunno con frequenza regolare, l’Arci ha assicurato al comune di Roma che la frequenza media è stata di 22,7 alunni per mese. 23 alunni contro zero. Com’è possibile?». Già, com’è possibile si domanda Bruno Vespa nel libro. Una risposta noi ce l’abbiamo, ben guardandoci dall’affermare che qualcuno sta dicendo bugie. No, l’idea che ci siamo fatti è un’altra ed è di matrice culturale.
Eccola. La sinistra, con tutta l’allegra brigata che ne segue il carrozzone, non si è mai smarcata da quell’armamentario idelogico convenzionalmente etichettato col termine “buonismo”. Non importa se il nomade genera illegalità, importa che sia da coccolare, da commiserare per la sua condizione di disperato. Lo stesso vale per gli extracomunitari, vittime a prescindere solo perché “poveri cristi, hanno lasciato il loro Paese”.
I dati dell’Arci non coincidono con quelli del Comune e del ministero perché sono scritti con la penna del buonismo. Sono come la monetina che si dà al semaforo per sentirsi a posto con la coscienza. Prender nota che i bambini non vanno a scuola significherebbe ammettere che c’è un adulto che ne calpesta i diritti. Giammai, meglio gonfiare un po’ i numeri e non dare ragione alla destra.
Meglio barare sul razzismo degli altri che ammettere la violenza di certi padri nomadi. Si perderanno le elezioni e non si capirà un tubo di quel che accade nel Paese, ma vuoi mettere la soddisfazione di dire all’altro: razzista!
Riassunto da Gianluigi Paragone-Libero
Sorvoliamo sul fatto che ci sono anziani italiani che vivono con 500 euro al mese, e che potrebbero vivere meglio se a certi sprechi si desse un taglio.
Un simile andazzo nuoce anche a chi ci si picca di voler difendere, e cioè agli stessi bambini rom.
Fino a quando non si dirà chiaro e tondo che questi bambini vengono sfruttati dai genitori succederanno fatti orribili come questo.
L'infanzia va tutelata lasciando perdere la retorica buonista. Se per salvare quei minori é necessario toglierli ai genitori si faccia.
Se é necessario prendergli le impronte al fine dell'identificazione, per strapparli al "racket" del borseggio si faccia.
Mantenere uno status quo di degrado e illegalità non AIUTA i bambini, ma permette di farci di mangiarci sopra. I campi rom per certe giunte sono stati un "business".
Orpheus

10 settembre 2008

Brunetta: eliminerò tutte le consulenze

 


Renato Brunetta procede ad alta velocità come la Tav, ieri ha messo in rete  tutti i dati delle consulenze pagate nel 2007 dalle pubbliche amministrazioni che si sono rese disponibili a fornirglieli.
Per un totale di mezzo milione di consulenze pubbliche, e di 2,5 miliardi di euro spesi a tal fine nel 2007. La pubblicazione fa seguito a quella relativa alle consulenze 2006, rese pubbliche a giugno. Nel raffronto anno su anno, le consulenze aumentano naturalmente di numero, del 2,6%, e di importo, di circa il 5%.
Dai dati risulta che sotto l'austero (a parole) governo Prodi, le spese per le consulenze sono aumentate di quasi il 50% sull’anno precedente, passando da 16 a 24 milioni di spesa previsti, e da 8 a oltre 11 di spesa sin qui erogata.
Qualche "chicca".
Si va dai ministeri: 402mila euro per il tecnico della cattedrale di Noto, il corso di psicologia e antistress da 99.999 euro, il restauro a Teheran da 830mila) alle regioni: il programma tv in ladino da 20mila euro, i monitoraggi faunistici da 102mila, il sistema informativo in campo energetico da 297mila.
Non posso che dare ragione a Romano Prodi quando sosteneva che la "spesa era allocata male", peccato che ha contribuito ad allocarla malissimo...
Detto questo, onore a Brunetta per l'operazione trasparenza, ma adesso il governo deve fare in modo di iniziare l'operazione tagli, ahimé assai più dolorosa.
Un ultimo piccolo appunto la notizia é passata a dir poco in sordina, infuria la polemica fascismo, anti-fascismo, ragazzi di Salò e ragazzi non di Salò, solo uno sprovveduto non ha capito il perché....
Orpheus

15 luglio 2008

Campania spendacciona: Tremonti chiude i rubinetti

 
Ci sono volute appena 4 ore e 20 minuti, compreso il tempo perso tra saluti e stesura del verbale, perché il 28 aprile il Coordinamento dei direttori generali delle tredici Aziende sanitarie campane
deliberasse in gran silenzio l'aumento dei propri stipendi, elevandoli a 154.983 euro all'anno.
Non da maggio 2008 – come gli improvvidi potrebbero credere – ma retroattivamente dal 1° gennaio 2006. E con i loro, aumenti a catena per tutti i dirigenti delle Asl.
Tutto questo in una regione con un debito certificato a fine 2005 di circa 8 miliardi, sul filo del commissariamento e con spericolate operazioni di cartolarizzazione del credito.
Questi signori, evidentemente senza ritegno né senso istituzionale, si sono aumentati lo stipendio, anche se sono i responsabili di tale spaventoso debito e avrebbero dovuto, per manifesta incapacità, essere LICENZIATI.
Ripensamenti? Pentimenti?
Macchè: abbiamo agito nel rispetto della legge e per salvaguardare il potere d'acquisto, hanno strillato in massa. E poi si poteva tollerare che un capo dipartimento guadagnasse 185mila euro, molto più del proprio direttore generale? Per lavare l'onta, aumenti in massa per tutti anche se il gap non è stato ancora colmato. (riassunto sole24ore)
Davanti a tanta irresponsabilità, che grava sulle tasche degli italiani per riempire oltre misura quelle di gente come questi signori, bene ha fatto Tremonti nella prossima finanziaria,  a predisporre ticket aggiuntivi per quelle Regioni in deficit nella spesa sanitaria.
Un nuovo salasso per i cittadini, é vero ma che sapranno con sicurezza con chi devono prendersela, visto che i costi aggiuntivi a loro carico per le cure mediche avranno un responsabile regionale con tanto di certificato...e si spera che se lo ricordino al momento di votare.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Campania sprechi

permalink | inviato da Orpheus il 15/7/2008 alle 9:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

13 giugno 2008

Lo scandalo delle consulenze veltroniane

 
Il ciclone Brunetta continua a colpire. L’operazione glasnost sulla Pubblica amministrazione prosegue e sta producendo conseguenze positive e utili, soprattutto per comprendere come si siano creati gli enormi crateri nel bilancio di alcune amministrazioni locali

I regali di Babbo Natale Veltroni alle società dai nomi più improbabili, però, non si sa come mai, rimangono in secondo, terzo piano o quarto piano, relegati a poche righe,
Meriterebbero invece, un serio approfondimento e un'ampia diffusione le cifre che riguardano il Comune di Roma.
Proprio nei giorni scorsi la due diligence condotta dal nuovo sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha evidenziato quale buco colossale sia stato creato nelle finanze capitolina dall’ormai famigerato “modello Roma”.
Ma se fino ad oggi ci si era concentrati sugli aspetti più eclatanti, quali la Festa del Cinema o gli eventi più glamour, ora capiamo che il perverso meccanismo di decine di società “affini” alle quale destinare finanziamenti da capogiro per farli magari rientrare dalla finestra, era molto più esoso e pericoloso per le finanze comunali di quanto si potesse immaginare nella più pessimistica delle ipotesi.
Cosa pensare di un finanziamento di 51 milioni e 330 mila euro accordato alla associazione culturale Athena per svolgere il progetto“Il presepe come gioco”?
E cosa dire dei 48 milioni “investiti” sui “piccoli condomini in gioco”, fondamentale progetto curato dalla Onlus “Museo dei bambini
”?
 Solo questi due faraonici progetti hanno assorbito un quinto di tutte le spese citate nell’operazione trasparenza del ministro Brunetta, compiute dagli ottomila comuni italiani.
A fronte di questi sperperi inauditi che hanno prodotto un buco di nove miliardi, il corriere della sera di oggi si é dilettato nell'indicare al pubblico "ludibrio" una lista di nomi di consulenti della Presidenza del Consiglio.
Per fare un esempio
Ettore Figliolia, capo di gabinetto di Francesco Rutelli, quando era a Palazzo Chigi da vicepremier. Compenso: 80.000 euro lordi. Non é poco, ma non é nemmeno esorbitante. Per non parlare dei circa 60 nomi che rimangono sotto i 33mila euro lordi, per spiegarci 1800 euro mensili. Se gli incarichi l’hanno svolti veramente non ci paiano cifre da satrapi mesopotamici da additare alla pubblica condanna.

Non meritavano una maggiore attenzione le cifre ben più alte degli sprechi di "Babbo Natale" Veltroni? Va bene il dialogo, ma le responsabilità, rimangono.
Riassunto dall'Occidentale

Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. veltroni sprechi pa brunetta

permalink | inviato da Orpheus il 13/6/2008 alle 19:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

26 novembre 2007

E meno male che dovevano "risanare": 26mld di spese in più

GLI UNICI TAGLI ALLA SICUREZZA

Nel 2008 la spesa pubblica crescerà di 26 miliardi
. Il valore si ricava dalle tabelle della legge finanziaria confrontate con i dati del bilancio “a legislazione vigente”; cioè, il bilancio che sarebbe in vigore senza la finanziaria. Il confronto è stato fatto dal Servizio Studi della Camera.
Per avere un ordine di grandezza di 26 miliardi, basta dire che si tratta di 1,4 punti di pil. Insomma, senza la finanziaria il deficit del 2008 sarebbe stato dello 0,8%.
Alla faccia del risanamento e del rigore.

Ad assorbire metà della maggiore spesa sono stati i trasferimenti agli enti locali (Regioni, Province, Comuni) aumentati di quasi 13 miliardi.
Un po' di "regalini" per incentivare gli elettori nel malaugurato caso si vada ad elezioni anticipate.

Ma in crescita sono anche le risorse destinate al ministero degli Esteri (da cui dipendono gli Italiani all’estero: da qui i voti al Senato), salite di oltre 3 miliardi; e quelle previdenziali, lievitate di 1,6 miliardi.
Pallaro e soci ringraziano e promettono fedeltà.

Le uniche voci di spesa ridotte realmente sono state quelle destinate alla “difesa e sicurezza del territorio” (calate di 101 milioni); quelle destinate all’”ordine pubblico e sicurezza”, ridotte per 164 milioni; quelle dedicate allo sviluppo delle imprese, tagliate per 1,141 miliardi. Sotto le forbici di Padoa Schioppa anche le spese scolastiche, (-26 milioni) e per la Giustizia (-7 milioni).
Tutto questo mentre al Senato è di scena il decreto sicurezza. Dalla Relazione tecnica che accompagna il provvedimento, la Ragioneria fa una confessione involontaria: non aumenteranno i cittadini comunitari allontanati dal Paese. Le risorse a disposizione del bilancio del ministero degli Interni non vengono incrementate. Al contrario, viene confermato anche nel 2008 (come già nel 2007) il taglio del 16%.
Insomma, il governo Prodi allarga la spesa per 26 miliardi, ma le uniche voci che riduce sono quelle per la sicurezza dei cittadini.

Una finanziaria veramente strabiliante, in linea con l'attuale esecutivo, farsi gli affari propri e lasciare i cittadini nei guai più neri.
Dopo quasi due anni abbiamo ottenuto risultati "notevoli" con il -governodellaserietà- Prodi: più tasse, più delinquenza, più spesa pubblica, Zero o quasi crescita, zero sicurezza, democrazia in grave sofferenza. Chapeau!
Però qualcuno c'è che capisce il disegno prodiano concepito "per il bene degli italiani" ed é il supermolllaccione che illumina il popolo becero dall'alto della sua onnisce(me)nza: " E per questo nasce il sospetto che Prodi sia sulla strada giusta. Lui fa promesse che si possono realizzare, ma il Paese non gradisce. Preferisce vivere meno".
Di sicuro preferisce fare a meno di Prodi... e di certi palloni gonfiati come lui.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sprechi tagli finanziaria 2008

permalink | inviato da Orpheus il 26/11/2007 alle 22:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

16 settembre 2007

Conti poco onorevoli...

 Clicca per ingrandire
Sarà che ridurre i costi della politica è «sacrosanto», sarà che bisogna evitare la demagogia, ma quando il presidente della Camera, Fausto Bertinotti, afferma, come ha fatto ieri, che non bisogna usare l’«idea della scure» per tagliare i privilegi non può essere smentito. Perché nell’affrontare l’argomento i deputati tutto hanno utilizzato tranne che la scure.
Qui ci sono un po' di numeri per chi avesse la voglia di leggere. 
Il punto é che non c'è una vera volontà di ridurre i costi della politica da nessuna delle due parti. Anzi é tutto un mostrare solidarietà  al ministro di turno che ha sperperato i soldi dei contribuenti per permettersi privilegi da Re.
La sinistra per cinque anni ha additato il governo di cdx come spendaccione e adesso la spesa, con i moralizzatori a tempo pieno, non solo non é diminuita, ma é aumentata, bella serietà.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Sprechi governo Bertinotti Marini

permalink | inviato da Orpheus il 16/9/2007 alle 21:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

14 settembre 2007

So' comunisti.....


I ricchi devono piangere, loro no. Anzi.
Recentemente, il presidente della Camera Fausto Bertinotti ha usato l’aereo di Stato per andare in visita al Monte Athos, un’altra volta per una vacanza con la moglie nell’esclusiva località di Quiberon, sulla costa bretone, e un’altra volta ancora diretto a Parigi per le nozze di Clotilde D’Urso, nipote del banchiere Mario. L’altro leader falce e martello, Oliviero Diliberto, fu pizzicato in vacanza alle Seichelles con tanto di famiglia e scorta a carico (dello Stato). Motivi di sicurezza, si difese l’allora Guardasigilli. «E allora vai a Sabaudia», gli rispose Gianpaolo Pansa sull’Espresso. Sciocchezze comunque in confronto a Carlo Scognamiglio, che da presidente del Senato fece addirittua fermare un treno a Forte dei Marmi - sosta non prevista - per arrivare, con la famigliola al seguito, a Santa Margherita Ligure.
Prego notare che questo avrebbe dovuto essere il "Governo della serietà", quello che avrebbe posto riparo alle scelleratezze e sprechi del governo Belusconi....
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Sprechi aerei blu Governo Prodi

permalink | inviato da Orpheus il 14/9/2007 alle 11:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

13 settembre 2007

Senza grazia e senza giustizia ma con tanti privilegi

 
Ci sono i comuni mortali che per andare a vedere il GP di Monza prendono un treno o la macchina e ci sono "Loro"  gli Eletti che malgrado siano comunisti o pseudotali non si fanno mancare nulla e che per andare al GP di Monza usano l'aereo di Stato (praticamente una suite con 40 poltrone e ogni genere di comfort "venuta via" al prezzo stracciato di 55milioni di euro).  Dallo scalo di Linate, ovviamente area VIP (per ricconi senza un briciolo di coscienza) questi signori che hanno come unica virtù di far parte del governo, si sono accomodati  su un meraviglioso elicottero privato, un potente Agusta 109 con salottino interno, e con quello sono approdati all'autodromo di Monza.
Va beh, loro possono. Il problema é che possono con i soldi dei contribuenti e che un pieno dell'airbus presidenziale costa 20.000 euro contro i 200 euro di un volo nazionale. Ci sono regine che vanno a far la spesa in bicicletta, i nostri ministri se non hanno auto blu e aerei blu non vanno nemmeno alla toilette.
Forse e sottolineo forse, questa occasione era ufficiale ma l'ex-partigiano in cachemire ora presidente della camera, l'aereo blu lo ha usato per andare in vacanza a Quiberon...e si dicono comunisti.
Orpheus

7 settembre 2007

Sprechi studiati a suon di milioni

 

L’hanno chiamato libro verde. Forse perché a leggerlo si diventa verdi come la bile. O forse perché ci fa capire come mai siamo al verde. Il motivo è questo: siamo al verde perché bisogna pagare tasse da non dormirci la notte per mantenere una spesa pubblica così mostruosa che al confronto Loch Ness è miss Italia.
Volete un esempio? Dal 1990 a oggi i costi della giustizia sono aumentati del 140 per cento. Roba da far invidia alle stock option di Bill Gates: ma almeno lui fa girare i computer. La giustizia invece fa girare ben altro. In effetti negli ultimi 17 anni, mentre i costi aumentavano, i tempi si allungavano: 582 giorni per un divorzio, addirittura 1210 giorni per una violazione contrattuale. Perfetto, no? Paghiamo sempre di più per avere un servizio peggiore. Siamo dei tafazzi coatti, costretti dallo Stato al masochismo perpetuo.
Gli unici che nella situazione catastrofica riescono a trarre vantaggio sono i magistrati: dal 1990 a oggi, in effetti, sono aumentati di numero del 15 per cento. 15 per cento in più, proprio così: a giudicare dal passo di lumaca dei processi non si direbbe. E dai criminali impuniti, neppure. Ma che ci volete fare? Sotto a chi toga: se sbagliano non pagano, le promozioni arrivano automatiche, gli aumenti di stipendio pure. Vogliamo stare a guardare se l'unica cosa che non cresce in Italia è la giustizia? Sarà forse un loro problema?
Fra l'altro il libro verde rivela un'altra chicca: il 67 per cento dei magistrati giudicanti riceve uno stipendio superiore alle funzioni svolte. Cioè: è come se in una fabbrica di 100 operai, 67 fossero pagati come capireparto pur continuando a fare gli operai. Che ne dite? Non è una brutta idea? Volete proporla anche voi in ufficio domani? Spiacenti di comunicare che il privilegio vale solo per le toghe. Questione di giustizia, insomma. Anche se, come giustizia, è un po' particolare.
Del resto, mica per nulla la spesa pubblica italiana è la peggiore d'Europa. Oltre alla giustizia brillano per inefficienza il mondo universitario e gli enti locali. Negli stipendi del pubblico impiego ci sono lievitazioni da far impallidire Giucas Casella. E per un posto letto in ospedale gli italiani spendono 670 euro al giorno, cioè più di una doppia de luxe in un hotel a 5 stelle. Però dicono che la sanità va bene.
Ma il dato più assurdo è che la commissione tecnica del Tesoro che studia la spesa pubblica e dunque se la prende con gli sprechi è essa stessa uno spreco: costa 1,2 milioni di euro. Avete capito bene: spendiamo 1,2 milioni di euro per finanziare dei distinti signori che ci dicono che spendiamo troppo.
Grazie, l'avevamo capito da soli. In effetti: dovendo risparmiare, non potremmo cominciare a eliminare qualche commissione tecnica? Intanto Padoa-Schioppa lo sa: per lui tagliare le altre spese è un'impresa impossibile. Ha un bel presentare libretti verdi, poi arrivano sempre quelli col libretto rosso...
Mario Giordano-Il Giornale
E per mantenere questi sprechi i paladini del popolo, coloro che sono dalla parte degli operai, i buoni per eccellenza, i figli prodighi, i dispensatori di felicità hanno pensato bene di alzare di due punti percentuale le tasse....tanto di cappello!
Mi sa che il libro verde di TPS non é che l'ennesimo fumo senza arrosto. Per loro tagliare certe spese vuol dire andare a toccare il loro orticello elettorale, la loro mano lunga giudiziaria, i loro interessi più o meno occulti. NON lo faranno MAI.
Quanto alla sanità é allo sfascio, quei 670 euro sono spesi non si sa per cosa: gli ospedali sono fatiscenti (tranne qualche isola felice), il personale, tranne qualche eccezione, tira a campa', i malati sono buttati fuori ancora bisognosi di cure. Non parliamo poi dei malati cronici e dei portatori di handicap che devono affrontare problemi inimmaginabili.
Che almeno TPS non ci prenda per le chiappe scrivendo libri su sprechi che non verranno mai eliminati.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. TPS libro verde sprechi

permalink | inviato da Orpheus il 7/9/2007 alle 19:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

6 settembre 2007

Milioni di euro per la "campagna acquisti" di Bassolino

 

La Campania è ormai una discarica a cielo aperto. I miasmi impregnati di diossina che si alzano dai roghi hanno trasformato il “paese del sole” nel paese dei veleni, dove la gente muore di cancro e i neonati nascono affetti da gravi malformazioni. Il degrado e la delinquenza (leggi camorra) regnano sovrani e indisturbati.
E che fa “u re” Bassolino invece di attuare un piano di bonifica della regione? Sperpera milioni di euro in consulenze d’oro da assegnare in gran parte con nomine “fiduciarie” e nella totale discrezionalità. Il “blitz” clientelare del Governatore è partito in pieno agosto, nella speranza che le ferie, mettessero la sordina alla nuova “campagna acquisti” di architetti, giornalisti, professionisti, imprenditori. Riguarda il Paser, il piano di sviluppo nella Regione che spalmerà la bellezza di 750 milioni, con un fiorire di consulenze e contratti a tecnici di fiducia.
Per una sola delle linee di azione in cui è diviso il progetto, sono previsti 17 milioni destinati a incarichi esterni e studi di settore. Più di dieci milioni solo per consulenze e contratti non sottoposti ad alcun vincolo e controllo. Per alcune nomine esiste un bando di gara (varato il 3 agosto!) costruito per dare la più ampia discrezionalità di scelta all’assessore alle Attività produttive, Cozzolino, attraverso una commissione di valutazione nominata ad hoc la quale, incredibilmente, deciderà prima dell’apertura delle buste quali parametri determineranno i vincitori. Una procedura opaca e, per questo, trasparente nella sua discrezionalità.
Ci sono poi le nomine fiduciarie: 3,6 milioni di euro per una “unità tecnica” della quale non è neppure indicato il numero dei componenti; due milioni per progettare il logo del Paser, per il sito Internet, per convegni e congressi; 1,5 milioni per un piano di comunicazione. E via dicendo. Fuori da ogni regola e da ogni controllo. Completamente esautorato il personale in forza alla Regione, il cui impegno sarebbe a costo zero e che, evidentemente, non viene ritenuto in grado di svolgere il proprio compito. Nessun coinvolgimento di associazioni di categoria, della camera di commercio, dell’Università.
E’ la “ragnatela Bassolino” efficacemente dipinta da un settimanale in una recente inchiesta: “I pm lo incriminano, il turismo è in crisi, l’economia langue, ma il presidente è sempre più forte”. Grazie a “un controllo capillare su nomine e fondi pubblici che gli garantiscono il consenso”. La Campania simbolo e metafora dell’Italia governata da questa sinistra.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. campania sprechi bassolino consulenze d'oro

permalink | inviato da Orpheus il 6/9/2007 alle 19:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

9 luglio 2007

Finiti i soldi per risarcire le vittime del dovere, ennesima vergogna di questo esecutivo

 
La proposta di legge era lodevole : garantire gli stessi benefici alle vittime di attentati terroristici previsti dalle legge 206 del 2004 (vitalizio di 1.033 euro mensili ai superstiti delle vittime, compresi i figli maggiorenni, e somme variabili in relazione al grado di invalidità) ai parenti di chi è stato ucciso dalla camorra o dalla mafia e dalle altre organizzazioni a delinquere, perchè "la mafia ha lo stesso carattere eversivo e di negazione della libertà e della democrazia del terrorismo".
Il provvedimento avrebbe dovuto tutelare anche "le vittime del dovere", come il carabiniere morto a Roma in un inseguimento.
Non se ne farà nulla
mancano i fondi.
In questo paese dove i costi della politica hanno raggiunto livelli stellari e gli stipendi dei parlamentari sono i più alti in Europa (ciò nonostante se li
aumentano ancora), dove gli sprechi e i privilegi non si contano, dove i quattrini per coltivare il proprio orticello elettorale ci sono sempre,  MANCANO i fondi per aiutare la famiglia di una vittima della mafia.
La moglie e le figlie piccole di Roberto Sutera,non solo piangeranno una perdita incolmabile come può essere quella di un marito e padre, ma dovranno anche vivere in mezzo a stenti e sacrifici.
Un bel paese l'Italia di vergogne nazionali.
Orpheus
 

sfoglia
febbraio        aprile