.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

14 dicembre 2009

I rasta e le "sciurette" sulle barricate a insultare il Premier


A questo link  potete ammirare il panorama “sinistro” che ieri sera ha funestato il comizio del PdL: rasta, teste pelate alla nazi, pugni chiusi, incappucciati e delinquenti con la faccia coperta, …ma, SORPRESA, accanto a questo "fior fiore" di delinquenti al video 5 si possono ammirare anche carampane impellicciate, ragazzotte scialbe e “travet” con il dente avvelenato.
Tutti uniti le sciurette impellicciate e i “no-global” fianco a fianco, nell’odio contro Berlusconi, il nemico da abbattere, il diavolo da esorcizzare, anche ricorrendo alla violenza fisica.
Tutti con la bava alla bocca.
La sinistra no-global si è già sposata in “piazza” con la sinistra cosiddetta moderata. E quindi ecco spiegato il giochetto Bersani-Bindi  “il poliziotto buono e quello cattivo”: Bersani condanna senza se e senza ma. Bindi strizza l’occhio ai delinquenti che vogliono Berlusconi morto.
Bersani sarebbe credibile solo se chiedesse le dimissioni di un vice presidente della Camera e un presidente del Pd, che ha detto simili infami parole. Ma, come raccoglie voti al sud da Bassolino e Loiero e poi, fa l'anti-mafia pro forma, allo stesso modo si sdegna per la violenza incivile di questo atto (naturalmente compiuto da un elettore del Pd) a braccetto della Bindi e di Di Pietro.

Le immagini di quei video sono il triste spaccato dell’opposizione: tutti contro uno, idee zero, solo odio. Avanti così. Che forse ci riuscirete a liberarvi di Berlusconi scavalcando le urne....ci sono 50.000 possibili Tartaglia su Face book.
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra indegna

permalink | inviato da Orpheus il 14/12/2009 alle 23:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

5 settembre 2009

Senti chi (stra)parla... se la querela è rossa è un nobile esercizio di democrazia


Sul caso Boffo tutti i moralizzatori a due facce hanno alzato il ditino, senza un briciolo di pudore e molti dei firmatari dell’appello pro-Unità  per la libertà di stampa non si sono fatti scrupolo di querelare giornali e trasmissioni, ree di averli diffamati.
Da Celentano che ha querelato Panorama perché portava “un brutto messaggio per la gente che vede in me un punto di riferimento”.
A Pippo Baudo, altro firmatario che querelò Striscia la notizia a Dario Fo, che insieme alla moglie, se la prese con il Corriere, per un articolo sull’11 settembre in cui secondo lui, erano state travisate le sue affermazioni: “Siamo finiti sui giornali come animali schifosi, come persone ciniche, non interessate alla tragedia americana”.
Monica Guerritore ha querelato Panorama ritenendosi diffamata per una questione di chirurgia plastica.
Giovanna Melandri, ex ministro e firmataria pure lei, diede mandato ai suoi legali di querelare Libero per una notizia che la riguardava a proposito di un viaggio in Kenya. E via dicendo…
In  TUTTI questi casi non ci sono stati attentati alla libertà di stampa, nessuno ha tentato di tappare la bocca ai giornalisti a suon di carte bollate.
Ma D’Alema che fa il censore, non  é solo in possesso di una favolosa faccia di bronzo, è anche ridicolo.
Lui, proprio lui, quello che ha querelato Forattini per una vignetta e l’ha fatto licenziare, oggi sul Corriere parla di atto di barbarie e allarme per la democrazia.
Lui, proprio lui che da Premier (Dal 21 ottobre 1998 all'aprile 2000)  ha incaricato i suoi legali di far annullare una puntata di Porta a Porta sulla querela a Forattini, come riporta la Stampa il 25 Novembre 1999.
Lui che ha querelato mezzo mondo compreso Travaglio, e che ha appena querelato il Giornale per un articolo intitolato “Tutte le escort del Clan D’Alema” in cui si parla di un’inchiesta che ha coinvolto alcuni suoi collaboratori, che non tocca nemmeno lui personalmente.
Chissà cosa avrebbe scatenato per un articolo sul “suo corpo cavernoso” e la sua preferenza per il sesso anale?
Solo Berlusconi doveva soprassedere permettendo che l’Unità la passasse liscia dopo averlo infamato in modo indegno, con articoli  in cui i giornalisti, "moralmente superiori" disquisivano di "rapporti anali non graditi", "ore e ore di tormenti in attesa di una erezione che non fa capolino" e "di iniezioni nel corpo cavernoso che trasformano in una stecca da biliardo"…manco fossero lì a spiare dal buco della serratura.
Questa NON è barbarie, vero?
Questo è ALTO GIORNALISMO da premio Pulitzer.
Ridicolizzare, offendere, infangare il Presidente del Consiglio. 
Frugare fra le sue lenzuola con l'etica di piattole in cerca di “nutrimento”, sbandierare un suo ipotetico deficit sessuale,  incuranti del danno arrecato alla sua immagine e ai suoi sentimenti, è un sommo esercizio di giornalismo democratico.

Una qualsiasi attricetta può querelare se si sente oltraggiata nell’apprendere dai giornali che ha fatto ricorso alla chirurgia estetica,  Silvio Berlusconi deve incassare tutto, di essere un porco, impotente  e anche, le nemmeno tanto velate, insinuazioni di pedofilia.
La barbarie è pubblicare le prove di un condannato per molestie sessuali,  che ha la faccia tosta di far la morale agli altri; è querelare un giornale che usa certi termini e certi argomenti sguaiatamente pornografici, che s'attacca al PRIVATO, per fare gettare fango.
Berlusconi può finire sui giornali come “un animale schifoso” e deve stare zitto, altrimenti i signorini della querela facile ma rossa, (quindi democratica e giusta)  si indignano e impartiscono su ogni pagina di giornale, in ogni Tg e programmi le solite ipocrite e nauseanti lezioncine  sulla morale e la democrazia.
Per riuscire ad ascoltare questa gente, senza vomitare, bisogna fare incetta di anti-emetici, non sono nemmeno più alla frutta. Sono allo sterco.
Orpheus 
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra indegna querele rosse

permalink | inviato da Orpheus il 5/9/2009 alle 14:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa

1 luglio 2009

Quella sinistra che specula anche davanti ai bambini bruciati vivi…


La tragedia di Viareggio con il suo alto tributo di vite umane arse vive da una tempesta di fuoco, avrebbe dovuto smuovere a compassione, avrebbe dovuto indurre a rispettare il dolore di chi ha visto trasformarsi i propri cari in torce umane e i veleni avrebbero dovuto essere messi da parte insieme alle tempestive strumentalizzazioni, con i corpi ancora fumanti, dei soliti noti.
Sempre le stesse facce e sempre gli stessi toni da rissa.
Avrebbe dovuto ma non  è successo, nessun rispetto e nessun silenzio, gli sciacalli rossi sono usciti dalle tane e hanno iniziato il loro osceno banchetto. Come sempre d’altronde. C’è da stupirsi? Ogni occasione è buona per attaccare Berlusconi e gettare ombre sul governo.
Ha aperto i "giochi" Epifani che, senza sapere nulla, ha subito accusato le Ferrovie per “l’uso di materiali troppo vecchi”, peccato che i materiali non fossero delle Ferrovie, ma di una società privata, la Gatx Rail Austria, impresa americana con sede a Vienna e ammessa a circolare dall’agenzia per la sicurezza ferroviaria tedesca. Austria, Stati Uniti, Germania: le Fs che c’entrano con quei materiali? 
Forse Epifani potrebbe illuminarci o tacere o meglio INFORMARSI sugli standard di sicurezza delle FS a livello europeo, che le assicurano il record in Europa.

Quando è arrivato il Premier a Viareggio, come suo DOVERE (altrimenti sai che titoloni su Berlusconi che trascura il luogo della tragedia)  il solito gruppo di facinorosi imbecilli ha pensato bene  di insultarlo, perché?
Per quale ragione oltre a quella di essere Sivio Berlusconi? Possibile che l’odio sconvolga al punto da non comprendere che in certi momenti il Premier rappresenta l’Italia e gi italiani?
Avete mai visto Bush fischiato a Ground Zero, o Aznar alla stazione di Madrid? Davanti alle tragedie un popolo si unisce nel dolore e non si mette a far politica con i morti ancora allineati sul marciapiede.
Per le contestazioni ci sono luoghi e modi adeguati.
Ma questo sarebbe niente se la contestazione di quattro imbecilli, non fosse stata presa al balzo come una ghiotta opportunità ed enfatizzata da repubblica, ormai deprimente oltre ogni dire, a cui si è aggiunto Ferrero di Prc che ha ringraziato i quattro imbecilli “che hanno contestato il premier Silvio Berlusconi al grido di 'buffone' e 'vergogna'”, tirando in ballo i pendolari, l’alta velocità e naturalmente le “colpe” del Governo.
Bugiardi e infami,  avremmo potuto avere le ferrovie più funzionanti del pianeta, la tragedia SAREBBE ACCADUTA UGUALMENTE: il treno  è esploso non per colpa di un macchinista stanco o di un binario curato male, ma per colpa di un  convoglio ARRIVATO DALL’ESTERO. Il problema sono le norme europee.
Quell’Europa che i buffoni rossi sono sempre ad INCENSARE. Da quando l’Ue si è allargata sono stati abbassati i parametri di sicurezza, per adeguarli a quelli dei paesi dell'est, in ritardo sui nostri parametri. E così nel nostro Paese entrano convogli, come quello esploso a Viareggio, che superano tutti i controlli, ma non si capisce come mai, sono pericolosi.
Ma che gliene frega di questo a Ferrero e a tutta la banda degli sciacalli rossi? 
Gli importa sola di aizzare gli animi, di fomentare malcontento, di mettere in cattiva luce il Governo, anche strumentalizzando  i corpi carbonizzati di tanti bambini.
A Ferrero si sono accodati altri sciacalli: “Il Codacons chiede addirittura di sospendere la licenza alle Fs (sì, e poi? Il patibolo per i dirigenti?), Adusbef e Federconsumatori tirano in ballo i treni pendolari, che non c’entrano nulla, i sindacati ne approfittano per accendere la polemica sull’Alta Velocità (in virtù della quale sarebbe stato trascurato, chissà perché, il trasporto merci). Spuntano fuori persino personaggi da museo della ribellione ferroviaria, come Enzo Gallori, che se la piglia con l’introduzione del macchinista unico. Come se uno, due o dieci macchinisti potessero cambiare qualcosa quando si rompe una cisterna...” .
Con questo osceno banchetto una certa sinistra tenta di tirar fuori  il massimo vantaggio politico da una simile tragedia.
Non ci sono parole, e siccome questi meschini, sono italiani, come me, purtroppo: MI VERGOGNO DI ESSERE ITALIANA. All’estero come al solito arriverà l’immagine di noi che ci sbraniamo sulle vittime innocenti di una simile tragedia.
Ma si può tacere davanti a tante e tali spregevoli strumentalizzazioni?
Orpheus


13 luglio 2008

Moralità sinistra: fate quel che dico, non fate quel che faccio

 
 
"Chiedo coraggio, schiena dritta, dobbiamo costruire un nuovo senso civico"
Queste nobili parole sono uscite dalla bocca di Livia Turco, proprio pochi giorni prima di essere beccata a fare la "pianista".
Non c'è che dire un esempio lampante del suo senso civico.
"Come immagine è impeccabile: la molto onorevole ed ex ministra Livia Turco, concentrata, gli occhiali a fil di naso per meglio mettere a fuoco la truffaldina sequenza, incurante di stazzonare l’elegante giacchetta del tailleur (una cosuccia di Prada? Chissà) è la perfetta rappresentazione di una sinistra cialtrona, ipocrita, menzognera e lazzarona"(da il giornale).
La sig.ra Turco ha commentato sdegnata l'accuduto, pare che il collega fosse alla toilette, così dice lei.
Ma quello che ha fatto RIMANE, quando ci si erge a lapidatori del prossimo, non ci si può far beccare con le mani nel vasetto della marmellata, altrimenti si rimedia una figura di emme...alla quale per altro, a sinistra sono abituati.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra indegna turco pianista

permalink | inviato da Orpheus il 13/7/2008 alle 13:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

19 dicembre 2007

Come la "Cosa rossa" ha affossato intenzionalmente il DL sulla sicurezza


L'emergenza espulsioni non è più un’emergenza, anzi per questo governo, a parte le chiacchiere, non lo è mai stata. Amato, insigne giurista incassa una sonora sconfitta, sul decreto legge in materia di sicurezza che aveva varato raccogliendo l'appello di Veltroni all'indomani del barbaro omicidio di Giovanna Reggiani. Il tutto a causa del “pasticciaccio” nato con la norma anti-omofobia, voluta dai comunisti, che ha messo Napolitano nell’impossibilità di chiudere un occhio sul pastrocchio operato dal governo.
Siamo sicuri che tutto questo non è un piano prestabilito, per affossare il decreto sicurezza, senza rischiare, ovviamente, le poltrone?
Oscar Giannino su Libero, fa un’ipotesi, per me altamente credibile, a meno che, non vogliamo credere che al governo siano totalmente DIGIUNI dei princìpi più elementari della legislazione:“Un tempo, nella tradizione comunista, si soleva ripetere il marxiano "ben scavato, vecchia talpa!". per rimarcare un abile trabocchetto preparato con cura, e andato a segno aggirando vigilanza e sospetti della vittima designata. È capitato esattamente così, da parte della sinistra antagonista, ai danni dei cosiddetti "riformisti" del centrosinistra, alla Amato. Rifondazione, i Comunisti Italiani, i Verdi l'avevano detto in tutte le salse, che non volevano affatto le espulsioni prefettizie e più poteri ai sindaci, sia pure nella versione light e politicamente corretta predisposta dal ministro dell'Interno. Ma non potevano dire esplicitamente che non avrebbero votato in Senato il decreto. Era troppo delicato, per la Cosa rossa, prendersi la responsabilità di una crisi che avrebbe mandato a casa Prodi, e oggettivamente accelerato scenari nei quali la riforma elettorale che vuole la parte sinistra della sinistra sarebbe divenuta più improbabile, mentre avrebbe favorito naturalmente il corso del dialogo tra Berlusconi e Veltroni. Di conseguenza, ottenuto l'ottenibile da Amato in termini di ammorbidimento delle norme del decreto, ecco che è scattato il piano B. È bastata una sceneggiata all'ultim'ora, il guizzo di una componente della maggioranza alla quale il governo non poteva a quel punto dire di no. E che cosa volete che sia, la menzione in un decreto legge per garantire la sicurezza pubblica ed espellere figuri pericolosi e senza leciti mezzi di sostentamento, di un contorto articoletto che rinvia a una sana norma europea in materia di garanzie per gli omosessuali?
Potete credere o meno al fatto che la menzione è stata intenzionalmente sbagliata a tavolino, nella speranza da parte dei proponenti di far decadere il decreto in quanto tale. Oppure pensare che é stato  un errore e attestare che ormai la cultura politica media di chi siede in Senato o a Montecitorio è scesa a livelli barbarici. Ma fidatevi di quel che vi diciamo, raccolto da senatori di maggioranza come di opposizione tra i più usi a far vita d'aula e commissione."
Questo è quanto dice Giannino. E dimostra, fra l'altro come la causa degli omosessuali sia STRUMENTALIZZATA PER I PROPRI COMODI dalla sinistra antagonista. D’altronde io l’ho sempre detto questa gente fa comunella con l’Islam fondamentalista (che impicca i gay), come può veramente avere a cuore i diritti degli omosessuali?
Tutti quelli che hanno plaudito alla nornmanti-omofobia si ritrovano con un bel pungo di mosche in mano, e noi cittadini ci ritroviamo con un paese che non ESPELLE gli immigrati pericolosi e senza reddito. Se fossi omosessuale sputerei in faccia ai vari luxuria e diliberto, e come cittadina sono talmente nauseata da questi cialtroni, d'aver esaurito tutti i peggiori insulti.

A quando un’altra Giovanna Reggiani? Ci sarà... e gli avvoltoi si metteranno in fila al funerale.

Orpheus

7 novembre 2007

Ma quale pacchetto sulla sicurezza! Questo é il solito "pacco" del governo Prodi a danno degli italiani


La montagna ha partorito il solito topolino. Dopo giorni, di promesse elettoralistiche di un “giro di vite” agli immigrati che delinquono, di ciance sulle espulsioni per chi è pericoloso, di assicurazioni sullo smantellamento dei campi nomadi, dopo le lacrime di coccodrillo versate sul feretro di Giovanna Reggiani e le accorate partecipazioni al dolore del marito, dei politici di sinistra, che mentono come respirano, cosa ci rimane?
Nulla o quasi, il famoso decreto sulla sicurezza è diventato la solita ‘fuffa’ data in pasto ai media per calmare gli italiani infuriati. Il peggior ministro degli interni della Repubblica ha ceduto ai diktat dei COMUNISTI e alcuni degli emendamenti di Prc, a quello che ormai è diventato il “pacco” sicurezza, verranno accolti. Primo fra tutti il passaggio delle pratiche di espulsione al giudice di pace.
"Con Ferrero abbiamo ripreso il discorso- ci informa Amato- Il decreto non prevede espulsioni per motivi non gravi, ma non ho difficoltà a specificare ulteriormente”. Quindi addio, espulsione per chi non ha residenza e reddito, Ergo gli zingari continueranno a soggiornare sui nostri lidi. Amato ha poi attaccato le “politiche della destra” e la “fantasia malata” della stampa. D’altronde loro hanno “la correttezza politica di dire che i diversi devono stare insieme”. Pazienza se i “diversi” stuprano, massacrano di botte, violentano con sbarre di ferro le donne italiane. Pazienza se rubano, rapinano e aprono crani d’italiani a bastonate, pazienza se falciano i nostri ragazzi a quattro alla volta pieni di alcool comprato con i portafogli che ci hanno sfilato da tasca. Pazienza se infilzano l’ombrello nell’occhio di una povera ragazza che ha osato rivolgergli la parola, alzando la voce. Pazienza se riducono le nostre città a favelalas dove all’imbrunire scatta il coprifuoco, pena il rischio, ormai alto, di una morte tremenda come quella della sig.ra Reggiani….Pazienza, loro sono così corretti da IMPORCI la convivenza con i diversi (che fra l’altro non pagano tasse).
Ma non è finita, i “diversi” non solo devono stare insieme a noi, ma bisogna farne entrare sempre di più,  perchè quelli che abbiamo sono troppo pochi per le "eminenze rosse" e così giù una bella sanatoria segreta da parte del Viminale,  un "asilo" sicuro al riparo dalle espulsioni, chiudono la porta, ma aprono le finestre...
Orpheus

3 novembre 2007

ROMENO PRODI


Il decreto sulle espulsioni di cittadini immigrati?
"È un qualcosa di improvvisato, una pecetta fatta per salvaguardare l’immagine di Veltroni. Non si può attribuire ad altri governi una situazione che è di diretta responsabilità dell’esecutivo di Romano Prodi. Ci sono certe ipocrisie che non possono passare sotto silenzio".
 Silvio Berlusconi
Di seguito come Romeno Prodi , Veltroni e compagni hanno consegnato il paese agli zingari.
 Le loro bugie reiterate e spacciate con incredibile faccia tosta sono talmente pacchiane e plateali, che spacciandole sui media, offendono gli italiani e tutti coloro che hanno perso la vita a causa dell'inettitudine di questo governo.
La moratoria piena, per regolamentare la libera circolazione dei cittadini dei nuovi stati membri (fra cui i rom) decisa dal Governo Berlusconi nel 2004 é stata dapprima avversata dalla sinistra allora all'opposizione, con una risoluzione in Parlamento che ne chiedeva l'eliminazione, poi quando il governo prodi si é insediato ha deciso di NON REITERARE quella moratoria.Non solo per rumeni e bulgari ha stabilito dal 1 gennaio 2007 una moratoria svuotata da eccessive deroghe.
I Rom in Europa sono 12 milioni, dove pensate che andranno se tutti gli altri paesi (in Austria, Germania, Francia i campi nomadi sono stati smantellati da quel dì), al contrario si sono tutelati, per quanto possibile, dall'ingresso di delinquenti e nullafacenti?
Esiste una direttiva Ue, la 38/2004, che consente l’espulsione di cittadini comunitari che non abbiano un reddito adeguato.
Perchè NON é stata APPLICATA dal governo Prodi?
Perchè non è stata ANCORA creata una banca dati del DNA come hanno fatto sempre gli altri paesi CIVILI europei?
Perchè, al contrario, il governo prodi ha chiuso tre Cpt per l’identificazione dei clandestini (a Ragusa, a Brindisi e a Crotone), favorendo quindi l'invasione di immigrati clandestini?
Perché il governo prodi ha eliminato il visto d’ingresso per i soggiorni brevi, sostituendolo con una semplice autocertificazione, spiegando che se non conosci la persona che entra per tre mesi non sai nemmeno dove e come ritrovarlo se poi rimane?
Perché sempre e solo il governo prodi ha trasformato lo strumento civile dell’asilo in un lasciapassare per tutti?
Anche questa volta, come hanno sempre fatto in passato, cercano di scaricare le loro colpe sul Governo Berlusconi, tanto di "coglioni" che se le bevono, in giro ce ne sono ancora tanti.
(dati Sole24ore 2/11/2007 e Giornale)
Orpheus


2 novembre 2007

Al Nord cittadini di serie B: stupri e omicidi non fanno muovere Prodi&So

 
Seviziati e uccisi nella loro abitazione. Con una brutalità che aveva sconvolto anche i carabinieri e il procuratore che seguiva le indagini. Lei, Lucia Comin, 62 anni, nonna di due nipotini, prima di essere ammazzata era stata anche violentata con una spranga. Sotto gli occhi del marito, Guido Pellicciardi, 68 anni, strangolato un quarto d'ora dopo. In manette, ancora una volta, era finito un gruppo di stranieri, due albanesi e un romeno. Ma allora, era la fine di agosto, non ci furono misure particolari e decreti urgenti. «Quel duplice omicidio era avvenuto a Treviso, e allora tutti se ne sono fregati». Leonardo Muraro, presidente leghista della Provincia, parla veloce e ad alta voce. Più si arrabbia, più il suo accento veneto si fa marcato: «Sono mesi che mi lamento e chiedo misure speciali. Mi hanno sempre deriso. E adesso?». Adesso dovranno ammettere che aveva ragione lei. «Non è una grande soddisfazione. Bisognava intervenire prima, ma prima se ne fregavano tutti. Nella nostra provincia c'erano stati un sacco di sequestri a scopo di rapina, poi quel duplice omicidio con sevizie orribili. Le reazioni del governo? Ci dicevano che non c'era un problema di ordine pubblico, ci trattavano come piagnoni». Ora hanno cambiato idea. «Meglio tardi che mai. Però viene il sospetto che ci siano cittadini di serie A e cittadini di serie B. Quando a subire violenze sono dei trevigiani va tutto bene. Poi si toccano i potentati romani e allora le cose cambiano. È sempre la stessa storia. Io ho scritto a Prodi almeno quattro o cinque volte...». La risposta? «Nessuna risposta. Mi hanno semplicemente ignorato. Ma quando Veltroni dice due parole fanno subito un decreto urgente. Siamo stanchi di questo centralismo romano. Ovviamente non ce l'ho con la donna aggredita. Sono vicino a suo marito e a tutta la famiglia. Però una vittima veneta deve valere allo stesso modo». Il decreto del governo, almeno, potrà aiutare tutti... «Vedremo se servirà a qualcosa. Intanto non posso non notare che questo esecutivo fa delle scelte non lineari. Da un lato parla di pugno di ferro, dall'altro è sostenuto da forze politiche che vogliono andare nella direzione opposta. E non dimentichiamoci che alcuni di quelli che oggi si indignano ieri hanno voluto l'indulto. Ricordo con orgoglio che solo la Lega e An si sono opposti a quel provvedimento assurdo». Forse i partiti del centrodestra potevano fare qualcosa in più anche per spingere il governo a muoversi prima. «E cos'altro potevano fare? I partiti della Cdl hanno fatto il possibile per lanciare l'allarme, spesso venendo derisi. E poi, scusi, certi segnali preoccupanti erano sotto gli occhi di tutti. Se il governo non li ha visti o ha fatto finta di non vederli dovrebbe assumersene la responsabilità». In che modo? «Con le dimissioni. Penso al viceministro Cesare De Piccoli, che è originario di qui. E come lui la senatrice Simonetta Rubinato. Con che faccia si ripresenteranno a Treviso dopo aver sostenuto un governo come questo?». E voi, al loro posto, cosa avreste fatto? «Io una proposta concreta l'ho fatta da tempo: delocalizziamo la delinquenza. Ci sono molti romeni che vengono arrestati? Mandiamoli a scontare la pena nel loro Paese. Mi hanno detto che in Germania stanno facendo una cosa simile. Sarebbe utile e anche economico. Basti pensare che un secondino in Romania costa sui duecento euro al mese contro i quattromila di un italiano». E noi non avremmo più le prigioni affollate... «Esatto. La stessa cosa vale anche per le nuove carceri. Facciamo un accordo con alcuni Paesi e diamogli una mano a costruirle lì» Basta questo a risolvere i problemi? «Naturalmente no. Poi bisogna pensare a un piano più generale sulla sicurezza. Espulsione per chi delinque e anche per i nullatenenti. È necessario cambiare in fretta il nostro modo di vedere la giustizia». Cioè? «Una volta si pensava a rieducare i delinquenti. Ora questo modello non va più bene. Viviamo fianco a fianco con persone per le quali la vita umana ha un valore molto più basso di quello che ha per noi. Quindi bisogna occuparsi in primo luogo di difendere i cittadini contro una violenza sempre più immotivata e imprevedibile». Il governo non lo sta facendo? «Direi proprio di no. Non lo sanno fare. E si muovono soltanto quando i crimini e le violenze succedono sotto casa loro».
Da Libero
Infatti anch'io ieri ho ricordato la violenza assurda che ha strappato la vita ai coniugi Pellicciardi, e NON si può negare la diversità di REAZIONE di questo governo indegno. Nel loro caso nessuna riunione dei ministri e decreto urgente.
Noi al Nord siamo cittadini di serie B perchè le nostre regioni NON sono in mano a loro, e tutta questa fretta di dare il voto agli extracomunitari é PER STRAPPARLE AL CENTRODESTRA. Tutto il buonismo che ha ridotto la nostra Italia a terra di nessuno, nasconde lo stesso infame disegno. Anche uno stupido lo capirebbe.

Clicca per ingrandire
In quanto all'assassino di Giovanna Reggiani, sarà giudicato e "sconterà la pena" in Italia, lo hanno deciso  Mastella e il Ministro rumeno Chiuariu.
Mailat ha già cominciato a fare il finto tonto, sa che in Italia gli immigrati che delinquono non vanno mai in galera. Un paio di lacrimucce davanti alla telecamera, et voilà il carnefice diventa vittima.
Come dar loro torto, l'ultimo pluriomiocida che si é preso la vita di quattro ragazzi é finito a "scontare la pena" in un residence sul mare, ha scritto un libro ed é diventato "un personaggio".
Finiranno per ammazzarci perchè questa é la via pù veloce e proficua per affrancarsi dai ghetti in cui vivono da sempre, PER LORO SCELTA.
In Italia ormai la giustizia é passata dall'essere inefficiente, all'essere INESISTENTE.
Orpheus

8 ottobre 2007

Il "rito" infame del dileggio ai caduti

 Clicca per ingrandire
Siamo un paese pieno di forcaioli "se e ma", e i primi ad esserlo sono proprio quelli che hanno scippato l'ideale del pacifismo per imbrattarlo con la più turpe violenza, quella contro coloro che non possono più difendersi, insultandone la memoria.
Che si possa non aver rispetto della morte e del dolore dei familiari della vittima per me é inconcepibile, eppure questo osceno comportamento si ripete sempre. E' successo con i caduti di Nassyria, con Biagi e D'Antona con il povero Raciti.
Ogni volta durante le manifestazioni "pacifiste" si sono levati cori infami e sono apparse scritte sui muri offensive, per chi é caduto ammazzato dalle BR o dai terroristi islamici. 
Oggi  mentre si svolgevano i funerali di Lorenzo D'Auria, il sindaco di Modena si è visto costretto a presentare una denuncia contro ignoti per "apologia di delitto e danneggiamento aggravato", a causa di una scritta oltraggiosa nei confronti di Lorenzo D'Auria che imbrattava i muri della chiesa di San Giovanni. La scritta è stata subito cancellata e non ne è stato fatto cenno fino ad oggi per non interferire con la celebrazione delle esequie del giovane militare ucciso in Afghanistan.
E' vergognoso che le autorità non intervengano seriamente a punire questi nullafacenti e facinorosi.
E' vergognoso che in Parlamento abbiano chi li rappresenta.
E' verogognoso che questo governo salga sempre in cattedra a stigmatizzare tutti i cittadini, dai contribuenti, rei di non farsi dissanguare felici e contenti, ai  "bamboccioni" che vivono in famiglia fino a trent'anni, e su questi DELINQUENTI taccia, in modo ipocrita, colpevole e complice.
E' vergognoso che, al contrario, questi teppisti con la licenza di profanare, distruggere e commenttere vandalismi, NON paghino MAI per le loro azioni, perchè a qualcuno é convenuto elevarli a rango di "nuova generazione politica".
E' vergognoso che ormai ci siamo talmente abituati a questi reiterati soprusi, violenze e insulti a tutto ciò che é SACRO che nemmeno protestiamo più.
E non mi si venga a dire che l'atto del solito imbecille, perchè ormai di questi imbecilli ne abbiamo in parlamento, quindi il problema é molto più serio ed é URGENTE prenderne atto.
Orpheus

13 luglio 2007

Italia in svendita: Siamo imbecilli?No Allora SVEGLIAMOCI


Bello il commento di Ida Magli a questa ennesimo schiaffo agli italiani da parte di un governo che ha scelto di svendere la nostra nazione per il proprio bieco interesse di parte.
Il comportamento degli attuali governanti nei confronti degli immigrati musulmani è talmente sconvolgente, talmente inaccettabile, talmente ingiusto per chi sa di essere cittadino d'Italia, figlio della storia, della lingua, del diritto italiano, da rendere praticamente impossibile una qualsiasi reazione, o meglio una reazione che sia davvero reazione. A noi, Italiani; a me, cittadina italiana che ha sentito per tutta la vita come suo massimo privilegio, come la massima dote che le sia stata concessa al momento della nascita l'essere italiana, è rimasta soltanto una cosa: il silenzio.
Io faccio persino fatica a scrivere per Il Giornale, che amo tanto e nel quale ho tanto creduto, perché non si tratta più neanche di commentare, in modo negativo o positivo, non si tratta più di cercare di spiegare agli altri italiani, ai lettori, un qualche punto di vista che renda comprensibile il singolo caso, una singola decisione, presa di volta in volta o da un ministro o dal governo nella sua totalità, ma di far loro accettare l'idea che siamo degli imbecilli, che abbiamo il dovere di comportarci e di crederci imbecilli; che dobbiamo obbedire a governanti che vogliono appunto questo: convincere tutto il mondo che nessuno è più imbecille del popolo italiano; imbecille al punto da volere la propria morte, da favorirla con il suo stesso denaro; da non aprire neanche bocca di fronte allo sperpero delle tasse che siamo chiamati così duramente a spremere ogni giorno dalle nostre tasche, perché dobbiamo spenderlo soprattutto per uno scopo: far sì che al più presto possibile gli immigrati musulmani, debitamente istruiti nelle moschee da noi messe a loro disposizione, imparino cosa significhi essere credenti musulmani, e giudichino con la logica giusta, quella che a noi è proibita, che in Italia nessuno è credente nella propria religione, perché quello che gli sta a cuore è favorire le altre fedi religiose, favorire i costumi, i valori, la cultura di tutti quegli stranieri che sono perfino stupiti dell'imbecillità di coloro che li esortano ogni giorno a fare dell'Italia la propria casa. Perché non possiamo protestare? Perché non ci è permesso dire quello che ogni popolo ha sempre avuto diritto di dire, ossia che nessun governante, quale che sia il sistema di governo - monarchia, dittatura, democrazia - possiede né il potere né il diritto di svendere la patria dei propri sudditi? Qui si svende ogni giorno il territorio, l'acqua, l'aria, la strada, la spiaggia, il bosco, la lingua, la religione, la storia... Il signor Giuliano Amato, che parla con disinvoltura delle analogie fra i costumi pachistani e quelli siciliani, forse non sa (per quanto elogiato sia il suo forbito sapere) che la Sicilia ha impiegato lunghi secoli a liberarsi delle orribili abitudini verso le donne imposte in Sicilia dalla dominazione musulmana. Adesso se ne stia pure tranquillo e sereno: non ha più motivo di preoccuparsi. Lui è di sesso maschile e comunque la dominazione musulmana è alle porte.
Il governo Prodi, però, farebbe bene a non cullarsi ancora troppo a lungo nella tranquilla imbecillità dei sudditi italiani. Anche gli imbecilli qualche volta si ribellano.
Ida Magli-Da il Giornale


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra indegna commento ida magli

permalink | inviato da Orpheus il 13/7/2007 alle 11:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

13 luglio 2007

Il ministro di Rifondazione Islamica regala 10ml di euro alle moschee

 

Cinquanta milioni di euro per integrare gli immigrati musulmani, insegnando i valori della Repubblica italiana. I corsi di “educazione civica” verranno impartiti in moschea, e viene spontaneo chiedersi perché per insegnare l'educazione civica bisogna rivolgersi a un centro di culto islamico?
Per l’infaticabile Ministro della “solidarietà ai migranti” (per gli italiani BISOGNOSI non ha ancora mosso un dito):“È la prima volta che in Italia si svolge in una moschea un corso di lingua e di educazione alla cittadinanza. Ed è un primo passo a cui dare seguito”, perché questi “non sono luoghi chiusi, ma di incontro e di discussione"... su come schiavzzare le donne e combattere gli infedeli come mostra un'nchiesta condotta in alcune moschee ITALIANE con una telecamera nascosta.  Malgrado ciò il ministro di Rifondazione "islamica" prevede “di finanziare mille progetti simili a questo”. Sì, proprio mille. Costo: diecimila euro l'uno. Totale dieci milioni di euro, che saranno reperiti tra i 50 milioni di euro destinati all'integrazione degli immigrati.
E chi terrà i corsi? Boh... in sostanza é la risposta Ferrero che si limita ad evocare “il contributo dell'associazionismo e del volontariato”. Il rischio è che ancora una volta dietro la parola magica del volontariato, si nasconda l'ennesimo espediente per creare clientele occulte. Ma non è il solo pericolo.
Critica l’opposizione, che presenterà un’interpellanza su questa ennesima follia sinistrorsa, a SPESE degli italiani, ma ancor più critici alcuni esponenti di spicco dell’Islam moderato fra cui Souad Sbai che ha rilevato una grave anomalia nel progetto di Ferrero:
Gli uomini sono stati separati dalle donne; ai primi è stata insegnata l'educazione civica; alle seconde solo la lingua”, osserva la Sbai, chiedendo le ragioni di questa discriminazione. "Il progetto favorisce la ghettizzazione avanzata. Nemmeno nei Paesi arabi corsi di questo tipo vengono affidati agli imam". E poi, perché distinguere tra musulmani e gli stranieri di altra fede? “Il processo di integrazione deve avvenire all'interno delle istituzioni, senza distinzioni di razza o di fede, non nei centri religiosi», ricorda la Sbai, con tanto buon senso.
Il buon senso che manca a questo governo, che sperpera milioni di euro in progetti per l'integrazione fumosi e a rischio, dopo aver alzato la pressione fiscale al 43%,mettendo in ginocchio gli italiani, con la scusa del risamento dei conti.
Così RISANA i conti Ferrero?
Orpheus

sfoglia
novembre        gennaio