.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

19 settembre 2009

Governo: stop alle moschee in attesa della nuova legge-muro contro la loro proliferazione


Il ministro Maroni, come promesso in campagna elettorale dal suo partito, ha preso di petto l’integralismo islamico. Niente più moschee e “centri culturali” fino a nuovo ordine. Il Viminale  ha annunciato ieri di esser pronto a varare una moratoria nazionale sulla costruzione di luoghi di culto per musulmani. Blocco assoluto, almeno fino a quando non sarà pronta quella che è stata già definita la nuova legge-muro della Lega contro l’estremismo islamico e il proliferare di strutture fonte di potenziale degrado.
Il nuovo decreto verterà su quattro punti.
Primo: dovranno essere la Regioni a valutare dimensioni e impatto delle moschee. Niente minareti né muezzin che spezzano il silenzio con gli altoparlanti. E niente moschee a meno di un chilometro da una chiesa.
Secondo: l’ultima parola spetterà ai cittadini.
Verrà fatto un referendum consuntivo per ogni nuova proposta. Si eviterà quindi lo scempio perpetrato a Colle Val d’Elsa, dove i diritti dei cittadini sono stati calpestati dall’amministrazione, che ha letteralmente IMPOSTO la costruzione della mega-moschea, malgrado le petizioni e tutti i comitati di cittadini sorti per contrastarne la costruzione e protestare contro l’ABUSO della giunta (ovviamente rossa).
Sono inoltre previste regole di comportamento rigidissime. A cominciare dagli imam: dovranno essere registrati in un albo e parlare in italiano
Terzo: le moschee non potranno essere utilizzate se non per la preghiera. Troppo spesso, infatti, oggi vengono viste come punti di ritrovo.
All’interno di alcune di queste si trovano perfino dei punti ristoro. E non sono mancati casi di centri multati dai Nas per il mancato rispetto delle misure igieniche. In pratica, è sbagliato pensare che in una moschea si preghi e basta. Per quello ci sono le musalla, luoghi qualunque adibiti a quello scopo. Le moschee sono un centro politico e simbolico e spesso sono anche militare.
Quarto : ogni moschea dovrà avere un referente unico, responsabile di quanto avviene all’interno della struttura da lui gestita e che sia in grado di eliminare ogni sospetto sulla sua attività. "Vogliamo bilanci trasparenti — spiega Roberto Cota — niente fondi dall'estero, magari da terroristi".
E ovviamente non ci saranno fondi statali. Lo statuto dei proponenti, inoltre, dovrà riconoscere la laicità dello Stato e la famiglia monogamica.

Immancabili le lagne ignobilmente antitaliane di Rifondazione e  filo-islamici vari: la moratoria “é un’idea folle e illegale, l’ennesimo, disgustoso e vergognoso atto di una campagna becera e folle come quella che i più ciechi e feroci integralisti nostrani, i leghisti, stanno portando avanti da molto tempo”.
Ecco spiegato come mai la Lega è al Governo(e sale nei sondaggi) e i pagliacci della sinistra estrema sono stati cacciati a calci nel lato B, fuori dal parlamento italiano.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. moratoria moschee pdl

permalink | inviato da Orpheus il 19/9/2009 alle 1:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa

6 ottobre 2007

Una mappa di tutte le moschee per controllare gli integralisti

 
Contro la diffusione dell’Islam fondamentalista in Italia non c’è che una soluzione: istituire un pubblico registro delle moschee e controllare la formazione degli imam. Ne è convinta Alleanza Nazionale, che ieri mattina, a margine della Festa Tricolore in corso a Milano, ha presentato una proposta di legge in nove punti. «Le moschee stanno nascendo come funghi - ha dichiarato Daniela Santanchè, prima firmataria - ma è chiaro che non siamo contro l’islam moderato e riformista. Anzi, sono proprio i musulmani non fanatici a chiederci leggi più rigorose per tutelarli». «Non vogliamo mettere in discussione la Costituzione - ha precisato Ignazio La Russa, capogruppo alla Camera di An - ma servono regole precise per permettere di vivere con serenità una realtà che è diventata molto difficile».
E allora ecco un progetto in nove punti destinato a far discutere. Innanzitutto stop all’anarchia delle moschee, che saranno obbligate ad iscriversi a un pubblico registro, previa approvazione delle prefetture. Tra i requisiti richiesti una «relazione sui riti, le attività didattiche e i principi religiosi all’interno delle moschea», nonché una dichiarazione patrimoniale e l’impegno a presentare un bilancio economico annuale. Lo scopo è evidente: contrastare l’afflusso di fondi neri da parte di organizzazioni estremiste; dunque ogni centro di culto dovrà certificare le proprie fonti di sostentamento.
Alleanza nazionale propone la creazione di un albo degli imam, al quale potranno iscriversi solo coloro che risiedono in Italia e che condividono i diritti e i doveri sanciti dalla «Carta dei valori della cittadinanza» elaborata dalla consulta islamica. Inoltre spetterebbe allo Stato occuparsi della formazione delle «guide religiose», sul modello di diversi Paesi arabi, ad esempio il Marocco. Come? Attraverso «appositi corsi presso le Facoltà italiane di Lettere e filosofia con specializzazione in Storia e Civiltà orientali». Solo chi li segue potrà ricevere l’attestato di idoneità che gli permetterà di predicare legalmente nelle moschee, ma che potrà essere revocato in qualunque momento da una commissione di controllo. Il tutto, ovviamente, in italiano. «I sermoni in lingua straniera saranno permessi, ma solo a condizione che ci sia un servizio di traduzione o intepretariato», ha precisato La Russa.
Continua QUI
Tutto vero, tutto giusto e tutto auspicabile. Ma perchè la CDL non si è mossa in tal senso quando era al governo?
Invece di costituire una consulta islamica con all'interno l'Ucoii. Proprio l'Ucoii legata ai Fratelli Musulmani e ben lungi dall'appartenere all'islam moderato.
Perchè AN si sveglia adesso? Il problema della radicalizzazione delle moschee e del suo incredibile propagarsi sul suolo italiano, non é nato certo in questo ultimo anno e mezzo. Con la sola differenza che se il cdx avesse agito quando governava, forse oggi sarebbe già stato risolto.
Orpheus

28 settembre 2007

Nella rossa Emilia le moschee nascono come funghi


L'Emilia Romagna ha due primati: il più alto numero di musulmani sul territorio, in rapporto agli abitanti (secondo la Caritas ce ne sarebbero oltre 130mila) e il più alto numero di moschee: 84 in tutto. Ma anche il resto dell'Italia non é immune al proliferare di moschee, nei primi sei mesi  del 2007 ne sono state aperte 39.
Siamo arrivati a 735 moschee sul nostro (ancora non per molto) territorio nazionale.
I problemi sono due: il primo é che comunque questi numeri, forniti dai servizi segreti, non sono definitivi, perché non esiste un vero e proprio inventario dei luoghi di culto e i centri culturali islamici in Italia. Una mappatura seria, che ne permetta il monitoraggio.
Il secondo, ancor più grave, è che la maggior parte di questi "luoghi di culto" sono in mano all'Ucoii, la quale é dietro anche alla richiesta di costruzione di tutte le nuove grandi moschee a Bologna, Firenze, Genova, Colle Val d'Elsa, Modena, Verona, Vicenza, Napoli. 
A fronte di questa invasione programmata delle nostre città e paesi, che comporterà, in futuro una radicazione ed espansione dell'islamismo estremista, si assiste ad una mistificazione della realtà a livello nazionale.
Da una parte l'Ucoii ricorre all'espediente giuridico e amministrativo della costituzione di "centri culturali" con annessi luoghi di preghiera, registrati come Onlus, sia per aggirare gli ostacoli concernenti la costruzione di moschee vere e proprie, sia per poter beneficiare dei finanziamenti previsti per le organizzazioni culturali senza scopo di lucro (finanziamenti che le amministrazioni rosse, in particolare, elargiscono a piene mani).
Dall'altra esiste un fronte filo-islamico, composto da politici, magistrati, imprenditori, universitari, giornalisti e purtroppo anche prelati, che annovera l'Ucoii nel gruppo dei musulmani moderati.
Quanto sia moderata lo si può dedurre dal fatto che Youssef Qaradawi, ideologo dei Fratelli Musulmani in Europa, nel 2002 ha promulgato una fatwa relativa alla "conquista islamica di Roma" che, "avverrà con la predicazione, non con la spada". Ovvero con le moschee dell'Ucoii che continuiamo irresponsabilmente a costruire.
Salam
Orpheus



22 settembre 2007

Terrorismo: Francia, la minaccia dei convertiti all'islam

 
A convertirsi all'Islam sarebbero in Francia ''una decina al giorno'', secondo una fonte del ministero dell'interno citata dal settimanale L'Express. Complessivamente sarebbero dai 30.000 ai 70.000 i cittadini con passaporto francese, compresi quelli nati da genitori maghrebini, che hanno abbracciato la fede di Allah. Ma il problema, secondo i servizi d'intelligence di Parigi, e' rappresentato da quei convertiti che si collocano nei gruppi integralisti radicali, suscettibili di precipitare nella violenza. Il loro numero e' in crescita, ed anche se sono ancora poco numerosi ''il fenomeno e' preoccupante'', dice un alto funzionario della polizia. Perche' - spiega - ''i convertiti sono per definizione ben integrati, sono titolari di documenti di riconoscimento che non provocano attenzione nei viaggi all'estero e rappresentano un reale pericolo potenziale''.
Una fonte dei servizi parla di ''forti indizi'' che confermano questa tendenza, che e' ''un fenomeno nuovo''. La recente scoperta in Germania di due tedeschi convertiti all'Islam in un gruppo di presunti terroristi islamici preoccupa Parigi. ''La Francia non e' al riparo da una minaccia simile'', dice la stessa fonte di polizia, secondo la quale ''rapporti di diversi servizi constatano una crescita della presenza dei convertiti nelle reti radicali''. Nel 2005 i servizi francesi (Rg) avevano fatto uno studio su 1.610 casi di convertiti francesi, che avevano legami con ambienti radicali. Di questi solo il 3% ''appartiene o gravita attorno all'area integralista islamica combattente''. Due anni fa il direttore del servizio, Pascal Mailhos, aveva osservato che fra i convertiti in Francia ''circa uno su quattro e' impegnato nell'islam radicale''.
Secondo un esperto di terrorismo, ex dirigente dei servizi, Alain Rodier, ''il numero dei convertiti in Germania e' cresciuto del 400% tra il 2004 e il 2006. Non vedo perche' il fenomeno non dovrebbe essere identico in Francia''. Secondo Rodier molti si convertono perche' ''l' Occidente non propone niente di particolarmente eccitante ai giovani in generale. Cosi', molti di questi giovani in cerca di un ideale si rivolgono dai soli a coloro che ne propongono uno, gli integralisti islamici''. Infine, per niente rassicurante, lo specialista di terrorismo afferma: ''La questione non e' di sapere se ci sara' un attentato di fondamentalisti in Francia, ma piuttosto quando e dove''.
Da legnostorto
La conversione ad un'altra religione é affrontata nella maggioranza dei paesi musulmani con una condanna, molto spesso a morte.
Noi occidentali siamo superiori, permettiamo la libertà di culto, ma andiamo oltre permettiamo il proliferare del terrorismo islamico grazie a tale libertà.
Non é il caso di istituire anche noi come loro il reato di apostasia (anche se sarebbe consona al concetto di reciprocità), ma di FERMARE l'avanzata dell'islam radicale. Come?
Monitoraggio SERIO e COSTANTE nel tempo, delle moschee
Chiusura di quelle in odore di fondamentalismo
Allontanamento per direttissima degli imam che predicano odio, ma anche di quelli che predicano la sottomissione delle donne
Apertura di nuove moschee SOLO sotto la diretta sorveglianza del ministero degli interni, solo con le risorse di chi ne fruirà e con l'out out di controlli improvvisi da parte delle autorità. In caso di rifiuto negare il permesso di costruzione, i luoghi di pace e di preghiera devono poter essere aperti a TUTTI e in qualsiasi momento.
Tutto questo non piace ai musulmani che gridano all'islamofobia? Mandarli a casa senza ulteriori ripensamenti. "Mors tua vita mea", e noi ci stiamo suicidando.
Detto questo aggiungo solo che queste sarebbero misure appena, appena basilari, non si dovrebbe permettere di costuire moschee fino a quando i cristiani continueranno ad essere preseguitati: chiamasi RECIPROCITA', ma é chiedere troppo ai nostri governanti privi di buon senso.
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. islam conversioni moschee reciprocità

permalink | inviato da Orpheus il 22/9/2007 alle 12:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

22 settembre 2007

Italianistan, paese di moschee e sharia


In lacrime, con addosso soltanto il pigiama, le braccia protese a chiedere aiuto. E la disperazione sul volto olivastro, all’apparenza giovane, ma già segnato dalla sofferenza: l’hanno vista così, le prime persone che si sono strette intorno a lei, in pieno giorno, sulla strada che sale verso le alture di Prà, nel ponente genovese. 
La ragazza si agita, poi riprende a singhiozzare, mostra segni evidenti di percosse. Ma aiutarla, una parola! Anche perché lei parla un linguaggio incomprensibile. Arrivano i carabinieri, poi un interprete che sa di arabo. E viene fuori la storia che è un incubo, che non vorresti mai ascoltare: la storia di E.H., origine marocchina, ventenne appena, ma già sposata da cinque con un manovale di 23 anni che lavora a Genova e abita con la madre in una casa del quartiere. In quella casa c’è anche lei, la moglie. Solo che «da tre anni - racconta adesso a fatica - vivo chiusa a chiave in una stanza, loro due non mi lasciano mai uscire se non per andare al gabinetto. Ma fuori casa, mai. Dicono che non devo essere inquinata dall’Occidente...».
Continua qui
Adesso salterà fuori la solita "anima pelosa" a ricordare che anche il meridione di 50 anni fa era così, che anche un italiano, un francese o uno spagnolo menano la moglie. Può essere, ma questo non DEVE servire da giustificazione ad un progressivo imbarbarimento della nostra società. Perchè se é vero che un occidentale picchia la moglie lo fa al di fuori della nostra LEGGE e non perchè la sua legge glielo permette (sharia) o in nome di un razzismo religioso o perchè l'imam della moschea costruita nel nostro paese (magari con contributi sostanziosi dei nostri soldi) glielo impone per mantenerla 'pura', perchè non si mischi con noi italiane che siamo 'impure', donnacce davanti agli occhi di quei fanatici.
La differenza é questa, solo questa e non é da poco. Noi abbiamo leggi che proteggono le donne dai violenti, loro hanno una legge che consegna ai violenti le loro donne, ne fa agnelli sacrificali come la povera Hina. ne permette (anzi auspica) la tortura (si, tortura) e la segregazione.
In questi anni sono aumentati gli stupri e le violenze contro le donne, ci siamo mai chiesti il perchè? Chi sono la maggioranza dei violentatori e dei bruti?
E ora di dirlo ben chiaro la nostra società si sta imbarbarendo perchè permettiamo a dei barbari di proliferare sul nostro territorio e ne benediciamo le usanze troglodite.
Orpheus

14 settembre 2007

Dall'invasione dell'islam ci salveranno i maiali. O no?

 

Purtroppo la questione islamica è molto più seria di come pensa Roberto Calderoli. Ha proposto di andare a passeggiare con il suo maiale sul terreno dove si dovrà costruire la moschea a Bologna. Le deiezioni della bestia renderebbero infetto e dunque inutilizzabile il luogo. Peccato che sia una balla. Una ruspa porterà via l'humus impuro, e lo studioso del Corano darà il permesso. Non ci salveranno le minzioni dei porcelli. Magari fosse vero. Irroreremmo dal cielo l'odoroso liquido con i Canadair sulle truppe talebane e di Al Qaeda per demoralizzarle. Ahimè, queste del senatore leghista sono barzellette che sembrano scritte dai musulmani per mostrare da che parte sta l'inciviltà. Già le agenzie sono piene di gente che si straccia le vesti: per giorni si parlerà di Calderoli come pericolo pubblico invece di guardare al fatto grave. Che è proprio quello che sottolinea Calderoli con la sua provocazione suicida: una città lascia che una parte di sé sia occupata da chi intenderà per sempre quella porzione di mondo come sottratta a qualunque altra sovranità che non sia l'islam. La libertà religiosa e di culto non c'entra nulla. Purtroppo le moschee sono nella testa di chi le vuole e le dirige il contrario della libertà di religione, il presupposto del dominio di un'unica religione: la loro. Questo è vero in teoria e in pratica. Intellettuali come Tariq Ramadan, con cui si discute se discutere, non vogliono modernizzare l'islam aprendolo alla libertà delle persone (la parola persona non c'è in arabo), ma islamizzare la modernità. Per cui a questo scopo va benissimo la democrazia, il dialogo è un unguento di cui spalmare la propria anima nera, in attesa di travolgere demograficamente questo nostro popolo. Ieri il Corriere della Sera ha ospitato alcune pagine su Oriana Fallaci. C'era un suo bellissimo scritto sul suo Alekos Panagulis. Isabella Rossellini raccontava come amassero mangiare paiolate di coniglio insieme. Magdi Allam si paragonava al suo pensiero con rispetto. In prima pagina il ministro Giuliano Amato, senza citare Oriana, figuriamoci, la collocava tra i manichei occidentalisti, sullo stesso piano dei fondamentalisti islamici. Siamo alla follia pura. Ma non siamo affatto certi che lo scritto, commissionato da Reset, la rivista diretta da Giancarlo Bosetti, autore del pamphlet intitolato alla Fallaci "Cattiva maestra", sia proprio opera di Amato. Dev'essere uno che si crede Amato. Il fine intellettuale, la testa d'uovo della politica italiana, è impossibile scriva questo manifesto del pensiero anoressico, altro che debole. Più che Dottor Sottile qui siamo al Professor Calzetta. No che non è Amato. Il presunto ministro dell'Interno sostiene. 1) L'avversione all'islam è «paura del nuovo in quanto tale», legata a una cattiva lettura della nostra storia. In realtà coloro che ritengono pericoloso il Corano non si rendono conto che l'«identità italiana è un mosaico composto da tessere dalle provenienze più diverse». Giusto. Ma non ci risulta che questo mosaico sia nato in un clima di amicizia e di innamoramenti via Internet. Se ci sono fattezze saracene o cromosomi normanni o aragonesi al sud, e slavi al Nord, questo non è dovuto a improvvisi colpi di fulmine, ma ad invasioni dolorosissime. Quando arrivarono da Nord e da Est unni, vandali, visigoti gli abitanti della penisola erano alcuni milioni, nell'anno seicento erano ridotti a trecentomila. Un bel mosaico, un bel miscuglio. Per fortuna ci furono i monasteri benedettini a permettere un passaggio di civiltà, e a trasformare il meticciato nella rinascita cristiana: ma non è che dobbiamo ripetere adesso l'esperimento, farci invadere per vedere se il cristianesimo regge.
2) Contro il terrorismo e per un'integrazione dove anche gli islamici contribuiscano all'arricchimento sono necessarie «contaminazioni feconde» tra le culture, il dialogo insomma. D'accordo. Occorre desiderare questo. Puntare all'amicizia. Ma non possiamo far finta che qui si tratti di far andare d'accordo un branco d'oche con una di anatroccoli. C'è nell'islam qualcosa di tremendo e invasivo fin dalla sua origine. La questione della libertà e della violenza con cui conquistare il mondo alla fede non sono una fissazione di fondamentalisti, ma un caposaldo inesorabile dei fedeli di Allah. Bisogna aiutare i musulmani che hanno fede perché ammettano il primato della libertà. Il fatto che i cristiani in passato si siano comportati come loro, non è un motivo per assolvere l'attualità di una barbarie. Non è questione - come ridicolizza Amato - delle donne che vogliono essere visitate solo da ginecologhe. Ripeto: è adesso la questione della libertà nelle loro famiglie e fuori. Per favore ministro Amato, rilegga la Fallaci, poi dialoghi anche con noi oltre che con Ramadan. Intanto ieri Francesco Rutelli ha inaugurato come ministro della Cultura la mostra dedicata a Oriana. Ce l'aveva con noi. Ha detto: «Dobbiamo onorare la Fallaci come grande giornalista e grande intellettuale. Appartiene alla preistoria culturale il pensiero di quanti ritengono che per celebrare una persona si debba condividerne il messaggio». Ci mancherebbe. Ci limitiamo a ribadire il concetto: è come celebrare Gesù senza citare i Vangeli e senza dire chi l'ha messo in croce.
Renato Farina-Libero
Ritengo le provocazioni di Calderoli utili perchè portano alla ribalta, notizie altrimenti nascoste dei media. E poi non vedo cosa ci sia di così insultante nella affermare che bisogna arruolare maialini per contaminare i terreni destinate alle moschee.
Nei paesi islamici le chiese le bruciano e i cristiani li sgozzano, e c'è la PENA DI MORTE per chi si converte ad una relione diversa da quella islamica.
Comunciamo ad indignarci per questo.
Ferrero ha detto che si scusa a nome di tutti gli italiani, e no, lo faccia solo a nome di chi lo ha votato. Non mi rappresenta.
Io mi scuserò con i musulmani, quando loro si scuseranno per le persecuzioni dei cristiani nei loro paesi.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. islam calderoli moschee maialini Ferrero

permalink | inviato da Orpheus il 14/9/2007 alle 12:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
sfoglia
agosto        ottobre