.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

1 giugno 2011

L'Italia di Pisapippa


Riporto per intero un articolo di Beppe Grillo, che una volta tanto c'azzecca, per dirla alla Di Pietro. Chi è un tantino informato, ha più di due neuroni e non possiede fette giganti di salame davanti gli occhi, sa chi sta' dietro a questa amena "rivoluzone" arancione, e lo spiega bene Grillo.
E' una tecnica consolidata dare agli utili idioti l'osso di un finto una finta rivoluzione, un finto cambiamento, per non cambiare nulla, e contunuare a fare i propri comodi. Dietro a tutta sta' carnevalata c'è la torta miliardaria dell'Expo (e io già lo sapevo).
Orpheus

Ha vinto il Sistema. Quello che ti fa scendere in piazza perché hai vinto tu, ma alla fine vince sempre lui. Che trasforma gli elettori in tifosi contenti che finalmente ha vinto la sinistra o, alternativamente, ha vinto la destra. Qualcuno ha detto al Pdmenoelle che "E' facile vincere con i candidati degli altri". Già, ma chi sono gli altri? Pisapia avvocato di De Benedetti, tessera pdmenoelle numero UNO (che ha per l'ingegnere svizzero gli stessi effetti taumaturgici della mitica monetina di Zio Paperone), Fassino deputato a Roma e sindaco a Torino che vuole la militarizzazione della val di Susa? Vendola che costruisce inceneritori insieme alla Marcegaglia, destina 120 milioni di euro di denaro pubblico della Regione Puglia alla fondazione San Raffaele di Don Verzé, padre spirituale di Berlusconi e mantiene privata la gestione dell'acqua? Il Sistema ha liquidato Berlusconi e deve presentare nuove facce per non essere travolto. Se sono vecchie, le fa passare per nuove. Se sono nuove le fagocita con la tessera di partito e ruoli di rappresentanza. Se Pisapia fermerà almeno la costruzione mostruosa dell'EXPO 2015 insieme a quella di City Life, chiuderà gli inceneritori, taglierà del 75% gli stipendi degli assessori comunali, mi ricrederò, pensate che lo farà?
A leggere i giornali sembra che il MoVimento 5 Stelle sia stato cancellato dalla politica, spazzato via dal nuovo che avanza. Ha vinto il Pdmenoelle, lo stesso che ha garantito per 18 anni a Berlusconi "una vita che non è mai tardi", che ha permesso lo Scudo Fiscale, votato l'indulto, che non ha reso possibile l'accorpamento tra elezioni amministrative e referendum (bastava un solo voto, ma erano assenti 10 pdmenoellini, tra cui Fassino, e 2 Idv, pensate che sia un caso?), che ha regalato tre frequenze nazionali pubbliche a Berlusconi chiedendo in cambio solo l'uno per cento del fatturato, che non ha fatto la legge sul conflitto di interessi quando era al governo e neppure ha modificato la legge porcata di Calderoli.
La Confindustria cerca nuove vie per mantenere i suoi parassiti. Si è svegliata dopo Fukushima, quando ha capito che la torta di circa 30 miliardi delle centrali nucleari stava svanendo, prima aspettava l'osso e taceva. La Confindustria, insieme ai partiti, farà di tutto per far fallire i referendum che gli sotrarrebbero la gestione dell'acqua per sempre. Dei referendum non parla più nessuno. Tutti in piazza a festeggiare. Tutto cambia perché nulla cambi. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. grillo pisapia

permalink | inviato da Orpheus il 1/6/2011 alle 14:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

12 giugno 2009

Gheddafi dà una lezione allo psico-pagliaccio in cerca di visibilità


Immagine gentilmente fornita dal simpatico Berretto a Sonagli,  che per l'occasione ha ri trovato anche una gustosa fiaba di La Fontaine

Sarà anche un dittatore ma in questo specifico caso ha dato una lezione di CIVILTA’ allo psico-pagliaccio che ieri davanti alla Commissione affari costituzionali si è esibito nel suo solito show di becero populismo oltraggiando le Istituzioni, Presidente del Consiglio in primi, delegittimando il Parlamento e il Senato e insultando le donne parlamentari definendole “Zoccole”(che l’hanno querelato).
Ci scandalizzavano per Gheddafi al Senato? Ma dopo lo psico-pagliaccio ormai può ospitare chiunque, l’ha svilito, infamato e portato al suo livello di parolaio cialtrone e volgare.
Persino dal punto di vista del rispetto delle donne, ha dimostrato un triviale maschilismo, lasciato cadere nel vuoto, dalle solite finte femministe (del livello etico e intellettuale di Anna Paola Concia, deputata del Pd, e Donata Gottardi, parlamentare europea del Pd-Pse) che hanno denunciato Berlusconi per un gaffe inesistente, ma che in questo caso devono essere state afflitte da una momentanea sordità, come tutta la sinistra progressista e chic.
Di ben altro tenore le parole del dittatore libico nel corso dell’incontro con il ministro Carfagna: ''C'e' bisogno di una rivoluzione femminile mondiale costruita su una rivoluzione culturale''. ''Non dobbiamo sopraffare la donna, commettere ingiustizie contro di lei'', ha affermato il colonnello, aggiungendo che la donna ''deve avere gli stessi diritti dell'uomo''. ''Come ha detto il ministro Carfagna - ha aggiunto Gheddafi - senza la donna il mondo camminerebbe su una sola gamba, e invece deve camminare su due gambe per raggiungere i suoi obiettivi''. Il ministro infatti, ha sollecitato Gheddafi perchè si impegni a favore dei diritti delle donne in Africa.

Subito s’è scatenata la solita canea rossa chiedendo al Colonnello di cominciare dalla Libia e sarebbe anche giusto se non fosse che per tutte le altre teocrazie musulmane tace. E vergognosamente aggiungo.
Ma questo patto dà molto fastidio alla sinistra perchè impedisce l'approdo dei barconi, toglie alla sinistra l'arma del razzismo sui respingimenti e procura notevoli vantaggi economici all'Italia.
Orpheus 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra grillo gheddafi

permalink | inviato da Orpheus il 12/6/2009 alle 18:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa

2 aprile 2009

Grullo chi gli crede

 
Con il suo tanto atteso ritorno (non si sa bene da chi) in televisione, Grillo ha fatto il ‘botto’ in perfetto stile ‘vaffaday’, ma senza parolacce, almeno credo, visto che i resoconti non ne riportano e io mi sono ben guardata dal sottopormi alla tortura della dialettica sputacchiante da imbonitore televisivo del comico genovese. 
In collegamento da Bruxelles, dove è stato invitato dal Parlamento Europeo, Grillo si è esibito in una ventina di minuti di urla, strepiti e smorfie, legate dal ‘fil rouge’ dell’invettiva contro tutti, senza contraddittorio, un fiume in piena di attacchi e demonizzazioni, a cui i presenti in sala non hanno potuto replicare, perché Grillo s’è alzato e se n’è andato.
Dimostrando un enorme rispetto per quei principi morali che impongono, di NON sottrarsi al confronto con chi si accusa di ogni nequizia. Non si è salvato nessuno: governo, opposizione, manager, banche, borsa, mafia, camorra, n’drangheta…cani e gatti, passando dalla tappa obbligata dei 100 condannati in parlamento che “fan le leggi” e dall’immancabile ‘favoletta’ del falso in bilancio legalizzato (come ovviamente non lo spiega, tanto gli basta dirlo).
Per lui tutti i Cda di notai, commercialisti, di banchieri, di uomini d’affari, e politici, sono mafiosi e camorristi: “Un’associazione a delinquere".
L’Italia è in mano ai delinquenti, gli unici 'puri' lui e Di Pietro, con le quali divide le piazze e la barca sgangherata del qualunquismo ‘giustizialista’ più becero, e che immagino incarni ai suoi occhi il ‘non plus ultra’ dell’onestà.
Pazienza se le candidature di Tonino per le europee sono ben lungi dall’essere così etiche, visto che per ora le punte di diamante sono un indagato che ha fatto dei 'giochi poco chiari' grazie al suo ruolo, un filosofo marxista che ha promosso un appello contro i monaci tibetani, definendo i disordini di Lhasa del 2008 “un pogrom anticinese” e la hostess pasionaria dell’Alitalia, il cui unico merito è essersi definita “delusa da Berlusconi”. Non c'è che dire.

Come ho scritto nel titolo grullo chi gli crede e rimpingua il suo conto in banca.
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Exit antipolitica Grillo Di Pietro

permalink | inviato da Orpheus il 2/4/2009 alle 19:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

9 marzo 2009

Il Grillantonio: attenti a questi due

 

Grillo lancia la sfida, Tonino raccoglie il guanto, un sodalizio scritto nelle ‘liste’, si potrebbe dire.
Poteva essere diversamente? Due populisti dal passato controverso, che hanno deciso di cavalcare l’Onda dell’antiberlusconismo, rimasta orfana della sinistra radicale. Quel pezzetto di paese, che pur di coltivare il proprio odio e disprezzo, si fa menare per il naso dai due in questione e critica ogni provvedimento anche quelli a favore, delle classi disagiate.

.Un 'gancio' formidabile, non al PdL, ma al Pd di Franceschini, il quale ha sacrificato sull’altare della demonizzazione di Berlusconi, l’elettorato più serio e moderato, per fare il controcanto sgraziato a Di Pietro.
E questa super-alleanza lo lascia, come si suol dire, in “brache di tela”, ergo ha perso dei voti, ma non ne recupererà nemmeno uno dal fronte, degli scalmanati di sinistra.
Di Pietro, quindi assesta l’ennesimo siluro nella barca alla deriva del Pd e con Grillo nel centro-sinistra avremo un’opposizione fatta di guitti, buffoni, scriteriati e avidi al punto tale, da giocare un gioco pericoloso per il paese, quello del “tanto peggio, tanto meglio”. Altro che ‘nani e ballerine’!

Intanto il 'documento programmatico' del comico che si crede uno statista, é allucinogeno, nel senso che solo dopo una potente sniffata, lo si é potuto concepire: "ripubblicizzazione dell'acqua, espansione del verde urbano, contrasto all'edilizia speculativa, connettività ad internet gratuita per tutti, sviluppo delle fonti rinnovabili, politica di rifiuti zero e trasporti non inquinanti". No Cementificazione, No incentivi auto.
Tutti temi di importanza vitale, in questo preciso momento dell'economia mondiale, in cui le banche falliscono, le aziende chiudono e si prospettano milioni di disoccupati.
Ma Grillo é fatto così: "Dobbiamo preparaci ad una miseria a cui non siamo assolutamente abituati, ma che ci farà molto bene perché toglierà di mezzo tutti i bisogni inutili. E' una grande opportunità".
E mentre noi dormiamo sotto i ponti e imbracciano una bicicletta scassata, lui con i suoi 4 milioni di euro l'anno, di miseria ne vedrà ben poca.
Come sempre, più sono a sinistra, più offrono brioches quando manca il pane.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Grillo Di Pietro

permalink | inviato da Orpheus il 9/3/2009 alle 19:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa

19 febbraio 2009

I furbetti (milionari) dello spettacolino

 

Ci sono i furbetti del quartierino e poi quelli dello spettacolino che hanno capito, da 15 anni a questa parte, che il “tiro al Berlusconi” frutta un bel po’ di quattrini, magari non fa ridere e offende metà Italia, ma riempie le tasche. Così comici genovesi in crisi di mezza età, si riscoprono guru della rete, con blog dove, fra un insulto e un vaffa, vendono dvd dei loro spettacolini, rigorosamente anti-berlusconiani, e gadget vari, incassando annualmente euro più euro meno, quattro milioncini (4.272.591euro)

O mirabolanti comici che alternano al nobile Dante, comparsate in Tv con compensi che farebbero impallidire anche Re Mida.
Ma d’altronde qualunque insulto a Berlusconi si trasforma in oro.
Sul Sole24 ore di oggi c’è un articoletto molto interessante sulla premiata Benigni SPA, che fra una casa di produzione cinematografica (Melampo), un’etichetta musicale e due immobiliari, lui e la sua “Fata Turchina” stagionata, incassano annualmente circa trenta milioni di euro.
Malgrado la cifra iperbolica che gli piove ogni anno in tasca, il “toscanaccio”, per 20 minuti di sermoncino politico a San Remo ha richiesto 350.000 euro e, (perché c’è anche un “e”), l’acquisizione dei diritti dell’home-video per lo sfruttamento esclusivo delle sue performance in Tv, degli ultimi anni, ossia la Melampo può commercializzare e vendere un dvd contenente tutti i suoi sermoncini politici apparsi in tv. Il dato interessante è che il contratto riguarda un arco di 20 ANNI.
Tutti i beoti che vogliono riascoltare i suoi sermoncini politici correranno in edicola ad acquistare il dvd, e il Sig. Benigni diventerà sempre più ricco (da vero comunista).
A pieno titolo, può quindi declamare: “Maledetta sie tu antica lupa/ che più che tutte le altre bestie hai preda/ per la tua fame sanza fine cupa!”
Quanto a cupidigia non scherza nemmeno lui.

Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. grillo tv benigni antiberlusconismo

permalink | inviato da Orpheus il 19/2/2009 alle 19:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa

15 novembre 2008

Sepolcri imbiancati


Un "sepolcro imbiancato" é un grandissimo ipocrita, falso, sleale e infingardo .
Nel nostro variegato panorama politico ne abbiamo una vasta rappresentanza ma due personaggi eccellono in quest'arte.
Il primo é la "voce della coscienza" Grillo.
Il secondo é il Tonino nazionale, l'uomo del che "c'azzecca".
Recentemente si sono esibiti in due salti mortali "condoppiovolocarpiatoesupercazzolaconscappellamentoadestra"  da far invidia ai mitici "Amici miei".
Grillo ha raccolto il grosso delle firme per il suo referendum, durante il vaffa-day del 25 aprile.
Chi promuove un referendum sa bene  che  la legge prevede che "Non può essere depositata richiesta di referendum nei sei mesi successivi alla data di convocazione delle elezioni", il che significa che da quando vengono indette le elezioni non puoi depositare firme per sei mesi. Le elezioni sono state indette il 6 febbraio. Ergo il 25 aprile Grillo sapeva benissimo che tutte le firme sarebbero state firme inutili essendo state consegnate a luglio prima del tempo, ma ha fatto firmare ugualmente i gonzi che pendono dalle sue labbra,  poi si é parato il culo anticipando in un comizio: "I costituzionalisti troveranno un cavillo per dire che le firme non sono valide, ma non me ne frega se i servi del potere mi eliminano la validità di 2.500.000 persone che sono uscite di casa a mettere una firma"....tanto bevono tutto. E se non é prendere per i fondelli la gente questo, ditemi voi cosa lo é.
Passiamo a Tonino: ieri ha invocato a gran voce una commissione parlamentare d'inchiesta sul G8 di Genova, peccato che sotto il Governo Prodi non ha esitato un attimo ad affossarla, provocando le ire della sinistra radicale.
Che giustamente adesso, nelle persone di Agnoletto e Ciccio Caruso lo bolla come "sepolcro imbiancato".
E per la prima ed unica volta nella mia vita sono d'acccordo con loro.
Ah, cosa non si farebbe per alzare di qualche punto percentuale il proprio partito...
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. di pietro grillo agnoletto caruso

permalink | inviato da Orpheus il 15/11/2008 alle 12:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

30 ottobre 2008

Chi di vaffa ferisce....


Forse l'unico risvolto positivo di queste proteste
é stata la contestazione piovuta in testa a Grillo, quando si é presentato a Bologna per partecipare al corteo degli studenti.
Forse nella sua mente si era già immaginato attorniato da studenti estatici, ammaliati dalla sua oratoria sputacchiante  di arringa popoli che inveisce contro" nani, ballerine, ruffiani, amanti, cugini, amici. Un gruppo di legulei che vanno là, approvano un decreto e se ne vanno". 
E invece, gli é andata male,  ha incassato  un coro di  "Buffone" e "Beppe Grillo non lo vogliamo, non vogliamo le primedonne”, condito anche da insulti irripetibili.
Appena arrivato sotto le due torri, Beppe Grillo ha cercato di buttare benzina sul fuoco: "Dovete cercare di scoprire chi sono i poliziotti finti. C'è un filmato online dove si vede benissimo questi qui con le mazze che parlano affettuosamente con un poliziotto quasi da collega a collega. Queste cose le hanno sempre fatte dai G8".
Riferendosi al complotto immaginario di cui ha dato notizia sul suo blog, e nel quale accusava Alberto Palladino, 21enne militante del Blocco studentesco di essere un infiltrato delle forze dell'ordine nelle proteste di ieri contro il decreto Gelmini sfociate nella rissa  di Piazza Navona.
Notizia smentita dallo stesso Palladino in un' intervista rilasciata al responsabile nazionale di Casapound, Simone Di Stefano, messa in rete su YouTube: "Sono un militante del Blocco Studentesco e non una guardia infiltrata. Mi dispiace dovere smentire eminenze come Beppe Grillo e redattori dei quotidiani".
Un teorema veramente sgangherato quello di Grillo, visto che l'infiltrato era dalla parte degli aggrediti e quindi non si capisce bene come avrebbe fatto a fomentare disordini...Va beh...per questi agitatori di professione tutto fa brodo per aizzare la folla, tanto danno  per scontato che i loro seguaci si bevono tutto, sono usi ad obbedir tacendo, ma non ad usare il cervello.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Grillo contestazione Bologna

permalink | inviato da Orpheus il 30/10/2008 alle 21:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

2 maggio 2008

Annozero su Grillo: la Rai censura Santoro

 
Non guardo mai Anno Zero, perchè dopo 10 minuti, il suo "format" da processo stalinista m'irrita.
Ieri sera ho fatto un'eccezione, solo perchè Vittorio Sgarbi ha fatto faville, e ha spiattellato in faccia a Travaglio e Santoro, quello che si meritano...
I due sono disinformatori di professione, di tutto quello che dicono NON producono MAI una sola prova tangibile. La faccia (da tonto, come ha detto Sgarbi) di Travaglio, "grigia" e tesa per le sue invettive, é stata una vera goduria, seconda solo, alla notizia della sparizione della sinistra arcobaleno, dall'arco costituzionale.
Per un pallone gonfiato come lui, essere insultato in TV, davanti a qualche milione di telespettatori dev'essere stata una tortura, peggio del supplizio di Tantalo.
La puntata era su Grillo e sulla sua incontenibile verve oltraggiosa e diffamatoria, con ampi spezzoni del suo ultimo exploit.
Naturalmente fra sputacchi (spero che quelli in prima fila si siano portati un ombrello) e insulti a gogò, ha finito per toccare anche qualche intoccabile. Si perchè il Presidente del Consiglio può essere insolentito senza che nessuno faccia una piega, ma Napolitano e Veronesi. No, loro sono sacri.
Fatto sta, che finalmente Claudio Petruccioli, presidente delle Rai (SCELTO DAL GOVERNO PRODI), è risorto dalla tomba, dove evidentemente ha giaciuto fin’ ora e si è accorto che Santoro fa un uso IMPROPRIO della televisione di Stato, il cui canone paghiamo tutti. Alleluia….
"A nessuno, quindi neppure a Santoro, è consentito confondere la libertà del giornalista e la responsabilità del conduttore con l’appalto, di fatto, della tv pubblica a terzi che ne fanno un uso arbitrario e indecente. Ieri sera - dice in una nota - Michele Santoro ha di nuovo messo il servizio pubblico radiotelevisivo a disposizione di Beppe Grillo; il quale, dagli schermi della Rai ha rivolto insulti inconcepibili e privi di qualunque giustificazione al presidente della Repubblica, oltrechè ad una personalità universalmente stimata come il professor Umberto Veronesi (gli insulti personali a Berlusconi, sul suo aspetto fisico non contano...).
Il danno, l’umiliazione e la vergogna che vengono al servizio pubblico da questi episodi, sono incalcolabili; per la mia funzione e personalmente ne faccio ammenda e prendo impegno - nell’ambito delle mie responsabilità - a fare tutto il possibile per impedire che qualcosa del genere possa ripetersi".
Ossia cacciare Santoro, per caso?
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. anno zero grillo petruccioli

permalink | inviato da Orpheus il 2/5/2008 alle 22:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa

26 aprile 2008

Grillo, l'evoluzione (?) della sinistra

 
Avessero la coda e vivessero sugli alberi, gli antifascisti di professione, quelli che conosciamo da sempre, oggi sarebbero nella lista delle specie in via d’estinzione, ben prima dell’orango del Borneo e del lemure marrone. Chi pensa che la mazzata gliel’abbiano data Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini il 13 aprile, sbaglia. La colpa (o il merito, a seconda dei punti di vista) è di Beppe Grillo, e la data da segnare è quella del 25 aprile 2008. Ieri, per la prima volta nel dopoguerra, la sinistra che festeggia l’anniversario della Liberazione si è scoperta minoranza in piazza. E' apparsa una nuova creatura, che le ha rubato l’habitat e si candida a soppiantarla.
È un’evoluzione della sinistra che nacque con la resistenza, e ne rivendica la discendenza: «Siamo noi i nuovi partigiani», ha sparato Grillo dal palco di Torino ai cinquantamila e passa che lo ascoltavano. Ma si tratta delle stesse attenzioni che l’uomo di Cro-Magnon concesse al suo predecessore nehanderthaliano prima di fracassargli la testa. Il comico genovese la sinistra “ufficiale” l’ha uccisa ieri in piazza, sparando simbolicamente sul personaggio che incarna la Costituzione e l’Italia figlia della resistenza e del Pci: «Il presidente della Repubblica, Morfeo Napolitano, dorme. Dovrebbe essere il presidente degli italiani, non dei partiti. I partiti non ci sono più».
Il punto è che il dna di Grillo e del suo popolo ha pochissimo in comune con quello della sinistra nata il 25 aprile del 1945. Quella portava i contadini e gli operai ai seggi; lui invita gli italiani a non votare. Quelli promettevano di prendere il potere indottrinando il popolo, ma nel dubbio tenevano fucili e mitragliatrici nascosti sottoterra; Grillo il massimo che riesce a ottenere dai suoi è gridare in coro «vaffanculo» appena lui lancia l’ordine. Quelli conquistavano una ad una le «casematte del potere», arruolando intellettuali e giornalisti a frotte; Grillo, assai più modestamente, i giornalisti si limita a chiamarli «topi di fogna».
La sinistra tradizionale ha capito bene che Grillo è uno dei suoi peggiori nemici. Lo è persino più di Berlusconi, visto che - a differenza del Cavaliere - il comico genovese riesce a fare presa sul suo elettorato. Non a caso, da giorni, i commenti più allarmati per la nuova iniziativa di Grillo vengono dai giornali e degli esponenti di sinistra. Il commento di Giorgio Merlo, deputato del Pd, sintetizza bene l'umore dell'ambiente: «C'è semplicemente da rabbrividire al pensiero che il comico Beppe Grillo e i suoi supporter siano gli eredi della lotta partigiana».
Fausto Carioti-L'Occidentale
Mi piacerebbe sapere come i cervelloni di sinistra definiscono i seguaci di Grillo....
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 25 aprile Grillo

permalink | inviato da Orpheus il 26/4/2008 alle 23:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

30 settembre 2007

Un redattore de Il Tempo scopre insulti antisemiti sul blog di Grillo

 Piovono insulti dopo l’articolo pubblicato venerdì dal Tempo in merito ad alcuni pareri rintracciati sul sito di Beppe Grillo. Sul blog del comico genovese, infatti, erano stati ospitati commenti, di alcuni frequentatori del blog, di stampo razzista e antisemita. Il giorno dopo, alla redazione del quotidiano romano, sono arrivate decine e decine di e-mail di protesta. Da chi rivendica la libertà di poter esprimere qualsiasi opinione in un blog «aperto», a chi insulta la redazione del giornale, passando per alcuni che reinterpretano la verità delle sterminio nazista. «Ma volete smettere con questa pagliacciata del razzismo che viene sventolato ogni volta che si dice qualcosa contro gli ebrei? - recita una lettera firmata "prima io" - Qua il razzismo non c’entra un cazzo!! La verità è che questi con il loro vittimismo stanno fottendo il mondo intero da 60 anni! Perché ci si preoccupa tanto per il velo delle donne arabe e non si muove un dito quando gli israeliani massacrano e rubano la terra ai palestinesi da 50 anni? Perché non si chiarisce una volta per tutte sta storia del negazionismo che si trascina da 60 anni? Non sarebbe meglio affrontarli a viso aperto e sputtanargli le loro tesi? Ma che cazzo - continua la lettera - nessuno si rende conto che ci stanno schiavizzando anche su questo? Sentite io penso che per incriminare delle persone ci vogliono delle prove! Non basta dire: "Qui c’erano le camere a gas ma siccome i nazisti le hanno distrutte noi le abbiamo ricostruite per farle vedere". Non c’è un cane al mondo che abbia il coraggio di parlarne». Poi lo stesso autore in un’altra e-mail scrive: «Sei solo un lecca culo di banchieri e usurai. Ma come fai a dormire la notte? Hai ancora il coraggio di guardarti allo specchio?». Un altro frequentatore del sito di Grillo, Fabio Alemagna, vedendo l’articolo del Tempo riportato sul blog del comico, scrive al quotidiano: «Dico, ma come fa a guardarsi allo specchio senza sentire l’impulso irrefrenabile di infilarsi un dito nell’occhio - si chiede Alemagna -? Ma la pagano pure per scrivere tali corbellerie? E magari con i miei soldi del finanziamento pubblico di cui gode il suo giornale». Maurizio Avellino invece spiega: «Caro signor Perugia, le faccio presente che lei lavora per un giornale non proprio di sinistra, che di deficienti è pieno il creato, che ogni scusa è buona per dare addosso a Beppe Grillo, pennivendolismo a oltranza. E se volete dei veri commenti antisemiti fatevi un bel giretto sui vari blog della destra italiana e pure dei comunisti. Complimenti, tutti amano Israele come mai?». Un altro blogger indica altre frasi che ha trovato sul blog: «Ho letto il suo articolo, le accludo alcuni maledetti post che si trovano su quel sito», spiega Giuseppe Della Seta che segnala frasi come: «Resta incomprensibile l’esistenza di una piscina ad Auschwitz. Il preteso Olocausto degli ebrei non è mai avvenuto». Sia chiaro, non si tratta di commenti di Grillo. Ma di frasi ospitate sul suo sito e che in parte ieri sera sono state rimosse. La maggioranza delle lettere rivendicano anche la prerogativa principale di un blog: la libertà. Difatti lo strumento di comunicazione utilizzato da Beppe Grillo, prevede che lo spazio in Rete sia a disposizione di tutti e aperto a tutte le opinioni. Inoltre l’immediatezza con la quale vengono inseriti i commenti, non permettono l’utilizzo di un filtro da parte dei gestori del blog. Ma lo stesso sito esplicita che non sono ammessi contenuti di natura razzista o sessista, che siano in contrasto con le leggi italiane, oltre che di natura pubblicitaria, non inerenti ai post o privi di una firma. Soprattutto, si legge ancora tra le regole del blog, non è ammesso un linguaggio offensivo. Anche per questo, ieri, il sito ha provveduto a cancellare dal blog un commento delle 16,49 nel quale si inneggiava al Duce. Altri commenti, la maggior parte nell’archivio del sito, restano pubblicati tra le pagine del blog più cliccato d’Italia. di Fabio Perugia f.perugia@iltempo.it da iltempo.it
Ho ascoltato la notizia sulle aggressioni al giornalista de Il Tempo sul Tg1 della sera.Per tale motivo sono andata sul sito de il Tempo per cercare lumi ed ho trovato l'articolo che ho riportato in toto.Hanno voglia Grillo e soci di invocare la libertà di opinione, le idiozie violente scritte contro Israele sono contro la legge e qualificano chi le ha poste per quello che è: uno sfascista violento, ottuso, bugiardo, aggressivo.L'ho sempre detto che molti grillini sono persone intolleranti e pericolose .Oltretutto  mi fa anche specie che in tanti abbiano taciuto e che gente tanto legalista-giustizialista non si sia presa la briga di mettere in riga certi trogloditi osceni e igoranti.Del resto conosco per esperienza diretta chi va ad esporre il suo astio ed il suo rancore su quello che è il blog più cliccato d'Italia , in quanto è di fatto  quello più qualunquista e irrazionale(in tantissimi ragionano di pancia e sono pieni di bile e rancore).Mi verrebbe da fare a Grillo la domanda delle cento pistole:ma lui lo darebbe ad un antisemita dichiarato il bollino BLU?
Verbena




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. blog grillo insulti il tempo post antisemiti

permalink | inviato da Orpheus il 30/9/2007 alle 20:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

29 settembre 2007

Grillo folgorato sulla via di Ceppaloni


Colpo di scena, nell’ormai sanguinosa guerra tra politica e antipolitica.
Il ‘grande accusatore’, Beppe Grillo, proscioglie ‘il grande accusato’, Clemente Mastella. Come San Paolo, Beppe Grillo ha avuto la sua personale folgorazione durante l’ultima puntata di Ballarò, in cui il Guardasigilli veniva arrostito per benino dal perfido Floris.
Sarà stato lo sguardo bovino di Clemente o qualche altro motivo sconosciuto ai comuni mortali? Ai posteri l’ardua sentenza. Sta di fatto che il 'torquemada internettiano' dal suo blog assolve il ‘capro espiatorio ceppalonico’ perché il ‘migliore’ sulla piazza politica, indi per cui attaccato, dai soliti noti: “Non ci sto più al gioco al massacro ceppalonico. Mastella è solo un capro espiatorio. Il migliore sulla piazza della politica, certo. Per questo hanno scelto lui”. Non solo, Beppe propone un tète à tète :“Vado fino a Ceppaloni se mi invita”.
Non si può dire che Grillo non abbia la stessa onestà intellettuale di una certa sinistra, dalla quale ha assorbito anche la stessa coerenza e serietà di opinioni.
Fino ad ieri Mastella per Grillo rappresentava la "bestia nera" della politica: il politico arraffone e sprecone per antonomasia, il re di Ceppaloni e delle clientele, il voltagabbana per vocazione e per interesse, da 31 anni in parlamento ecc. oggi non più, lui Clemente è il ‘migliore’.
Il tutto sarebbe d’annoverare fra le cianfronate italiche se, il comico (mai così comico) non avesse riscosso un consenso incredibile, secondo Renato Mannheimer il 17% degli italiani è pronto a votare per lui (non vorrei essere maliziosa ma per me é quel 17% appartiene alla sinistra).
I due ritrovati piccioncini hanno in programma di scrivere un libro sulle altre caste.
Sono molto curiosa parleranno dei magistrati? Dei sindacati?
Intanto Tonino fa sapere che Grillo è un esempio di politica pura. Al che si può solo aggiungere.“Mio Dio, quanto sono caduti in basso”. Mi indigna più questa sconsideratezza di affidarsi al primo guitto, purchè raccolga consensi,che non tutti gli sprechi dei politici.
E noi siamo in mano a questa gente.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Grillo Mastella RenatoMannheimer

permalink | inviato da Orpheus il 29/9/2007 alle 17:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

21 settembre 2007

La gioiosa macchina economica di Grillo

 
Ora che ha raggiunto i due obiettivi che ogni politico italiano (e quindi anche lui) ha raggiunto, ovvero l’essere considerato l’eroe del popolo, la “vittima dei poteri forti” che grida ovunque il suo vaffanculo contro chi lo vuole zittire Grillo ci dimostrerà di essere l’uomo della trasparenza. La trasparenza dei suoi innumerevoli tour, ben tre negli anni 2005, 2006, 2007, dove con diversi spettacoli ha fagocitato nelle sue casse un bottino non indifferente, un guadagno da capogiro, marcando visita in moltissimi palazzetti d’Italia con un media biglietto di circa 30 euro versati gentilmente da tutti gli italiani, divertitisi per pagare e per arricchirlo, sentendosi dire da lui, ciò che egli stesso pensano o dicono seduti a tavola a pranzo o a cena con gli amici. E le domande cui l’uomo della pulizia, della politica differente, della voce ai cittadini dovrebbe rispondere sono tante, se non fosse solo per il debito verso tutti coloro che hanno riempito i palazzetti e le sue tasche:
1) Dov’è l’impero di Grillo? Dov’è il suo triennale e trionfale bilancio alle spese degli italiani, dopo anni di sontuosi guadagni televisivi e non?
2) Chi c’è dietro la macchina degli spettacoli,
quella che gli ha organizzato le 93 tappe del Tour 2005, le 62 del Tour 2006 e le 94 e molte, molte di più del Reset Tour 2007?

3) Da chi promana questa gigantografia di eventi, forse dal partito che egli stesso addita e che gli ha fruttato circa 30.000 euro per la partecipazione alla Festa dell’Unità, dove ha offeso i suoi datori di lavoro?
4) Per quale motivo Beppe Grillo, con silenzioso razzismo culturale
(forse che il Sud non ha l’onore o l’intelligenza di comprendere le sottigliezze del complotto politico) e politico e commerciale si ostina ad ignorare l’Italia Meridionale, degnandola solo di otto tappe, di cui due turistiche a Lecce e Taormina e due obbligate a Napoli?

5) Quanti sponsor, al di là del suo blog, muovono la macchina di sovraesposizione grillesca, una macchina da uno spettacolo al giorno, con passaggi radiofonici, televisivi, locali e non?
Ci dica Grillo, ci dica. Ci faccia uno spettacolo di auto-Vaffanculo…aipoveri cristi che fanno il tifo per lei, mentre lei potrà chiudere baracca da un momento all’altro e fare fallimento con sontuosa liquidazione
. CHIAREZZA, parola che vale anche per Lei.
Riassunto da Capperi
Ad integrazione, occorre aggiungere che Grillo, e' un evasore fiscale, ha aderito a due - dicasi due - condoni tombali (mentre sul suo blog vi si scaglia sempre contro), in relazione alla società Gestimar di cui detiene il 99% del capitale sociale.
C'é poco d'aggiungere se non che Berlusconi aveva ragione su una certa categoria d'italiani, si meritano Prodi, ma ancor di più il grillo (s)parlante.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra grillo condoni evasione fiscale

permalink | inviato da Orpheus il 21/9/2007 alle 22:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 settembre 2007

Prodi lo ha fatto!

Su Prodi si possono esprimere molte opinioni. Io me lo vedo ancora il sorriso di Prodi ospite di Vespa al Porta a Porta dell’altra sera, e mi si accappona la pelle ogni volta che Romano tenta un sorriso fascinoso alla Berlusca con un risultato che si colloca tra l’agghiacciante ed il patetico. Il suo sorriso è scattato quando Vespa ha ricordato che Grillo lo ha definito “Valium” medicinale noto nei campi della neurologia e psichiatria e lui ha risposto col suo sorriso un po’ speciale e senza denti “Io sono sveglio come un grillo!”.
E il Beppe ha risposto istericamente dandogli dell’Alzheimer dimostrando di aver accusato il colpo della battuta di Prodi: una lotta tra nani! Grillo oggi straparla e mi sembra un pochino in difficoltà, perché Prodi gli ha ricordato che tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare. Prodi può affermarlo con assoluta sicurezza: ha sempre parlato, ma il mare lui non lo ha mai attraversato, tanto per dire!Tra l’altro l’ultima battuta di Prodi risale ad anni fa, quando rispose a chi lo accusava di portare sfiga, che a scuola gli toccavano il testone perché portava fortuna. La battuta allora fece ridere, oggi dopo tutto quello che ci sta capitando persino quelli che lo hanno votato non sorridono più e ammettono “Che imbecille che sono stato. Lui lì porta sfiga solo a guardarlo!”
Qualcuno dice che Prodi non ha fatto nulla per il Paese. Ebbene, pur sapendo di andare controcorrente in un Paese come l’Italia dove persino i pizzaioli pachistani che non pagano un euro di tasse disprezzano Prodi, io affermo, risoluto e fermo come una roccia: Prodi lo ha fatto!
Ecco perchè:
Aveva promesso meno tasse. Lui ha aderito alla “tombale” di Berlusconi lasciando tutto ai figli, evitando così di essere tassato. Lui lo ha fatto!

Lui aveva promesso: “"No, su questo possiamo essere tranquilli: non si aumentano le imposte per diminuire il cuneo fiscale". Infatti il cuneo fiscale lui non lo ha nemmeno toccato. Lui lo ha fatto!

Aveva detto: “La destra sta creando turbativa nei mercati e preoccupazione tra i risparmiatori, sostenendo che il nostro governo aumenterà le tasse. E' falso". Infatti era falso: le tasse le ha aumentate. Lui lo ha fatto!

Aveva affermato: "Noi non aumenteremo il gettito dell'Ici di un euro". E' vero! Ha aumentato l’Ici, ma il gettito non è aumentato di un euro. Lui lo ha fatto!

Aveva detto serietà al governo. E chi ride più? Anzi molti piangono. Lui lo ha fatto.

Prodi l’ha fatto! Potrei proseguire, ma questa è la verità inconfutabile che volevo dimostrare. Anzi lui ha fatto anche più di quello che ci aveva promesso e questo va detto a suo onore. Prendiamo la speranza. Lui non ci aveva promesso alcuna speranza. Mai. Smentitemi se potete! Noi siamo oggi senza speranza. Lui l’ha fatto!

Nessuna speranza per noi, per i nostri familiari, per i nostri collaboratori, per i giovani e i vecchi che ormai condividono con noi un futuro senza speranza! Lui l'ha fatto!

E tuttavia, ditemi pure che è solo spirito di sopravvivenza insito nell’animo umano, ditemi che è incoscienza, ditemi che è disperazione e basta, ma tuttavia io spero ancora. Continuo a sperare. Vi ricordate il film in cui Peppone e Don Camillo vanno in Russia e Peppone per salvare l'amico prete ingaggia una sfida con un russo a chi beve più wodka? Quando Peppone esce dal coma e chiede "E tu chi sei caro?" e l'altro "Sono Don Camillo" e lui "Cut vegna un cancher!". Per chi non è emiliano è bene spiegare che per noi si tratta di un augurio quasi affettuoso. Per i non emiliani preciso che io auguro a Prodi solo una diarrea fulminante che lo tenga dentro al cesso per qualche mese.

Immagino che il solito sinistro dirà spocchioso “Non si augura mai il male a nessuno” E’ falso. A Prodi si può fare per un motivo che persino il più insulso dei comunisti dovrebbe capire: perché lui può farmi tanto male ed io non posso nemmeno augurarglielo? Lui lo fa ed io non posso nemmeno sperarlo? Nemmeno la speranza mi lasciate? Ma che faccio? Ricomincio?

Giovanni Agretti
http://www.ag-notizie.blogspot.com/
 Beh certi dati di fatto  sono innegabili e, indubbiamente  per fare Prodi FA,solo che FA PENA.E non venitemi a dire che non è vero.Anche perchè dopo le mazzatone di Grillo veramente ho l'impressione di sparare sulla croce....turca..
Verbena



Image


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. prodi grillo chiacchiere fare

permalink | inviato da Orpheus il 19/9/2007 alle 20:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

17 settembre 2007

Grillo, longa manus della sinistra radicale e Ferrero il traditore


Grillo tiene banco e tutta l’opinione pubblica si occupa delle sue “grillate”, che altro non sono, che il solito fumo del populismo più stantio elevato a rango di antipolitica, termine à la page che ha entusiasmato immediatamente gli intellettuali di sinistra e purtroppo anche molti sprovveduti. Ma quale antipolitica se adesso fonda un partito? E posso già sottoscrivere di chi sarà servo questo "partito contro i partiti", sarà la "longa manus" del peggior bubbone maligno che abbia mai infestato la politica nostrana: la sinistra radicale.
Senza contare che le emergenze in Italia sono ben altre, ma che essendo state causate, per l'appunto, dalle idee anti-italiane, anti-democratiche e anti-progressiste della sinistra estrema, ben si guarda il sig.Grillo di additarle al pubblico ludibrio. Non lo fa perché lui combatte dalla parte della sinistra radicale, fa parte dell’esercito della Forleo contro la sinistra moderata, quella di Prodi e Mastella. E’ indubbio che sia in atto una guerra intestina fra le due sinistre, e applaudendo Grillo aggiungiamo un chiodo alla bara che i comunisti stanno allestendo alla nostra nazione e quindi a noi. Apriamo gli occhi, non facciamoci intortare da questo buffone rosso,  la corruzione è l’altra faccia della politica, lo è anche nei paesi comunisti, con l’unica differenza che democrazia e la libertà sono un pio desiderio.
E mentre Grillo fa discutere, “quatto quatto” Ferrero ministro della solidarietà (ai migranti) rema contro il governo di cui fa parte (e questo non sarebbe un gran male) e contro gli italiani, il motivo è semplice la riconquista di una sostanziosa base elettorale.
Le dichiarazioni di Ferrero, passate sotto silenzio, sono un tradimento del patto che un ministro fa con la nazione. Lui é un traditore.  Come chiamereste voi, infatti, un ministro, che si vergogna del governo di cui fa parte, ma decide di restarci come infiltrato della controparte? Una spia, un traditore, uno che rema contro chi lo ha votato.
«Per il ruolo che ricopro non posso commentare le proposte di un ministro», così il presidente della Camera Fausto Bertinotti, a Parigi per la festa del Pcf, una specie di cadaverino del comunismo, ha risposto a chi gli chiedeva commenti sulle esternazioni di Ferrero. Le ha chiamate proposte (per inciso Bertinotti è il peggior presidente della camera che mai l’Italia abbia avuto).La verità è che Ferrero sta cercando di attirare gli immigratii alla manifestazione del 20 ottobre, così avrà un po' di disperati da manipolare, coloro che non ha regolarizzato, quelli che attendono una sanatoria da quando questo governo è salito al potere. Forse il ministro ha dimenticato che il centrodestra ha avuto il coraggio di regolarizzare 800mila immigrati, dando loro una dignità nel nostro Paese? Lui preferisce far entrare chiunque e non garantire nulla a centinaia di migliaia di clandestini, per poi portarli in piazza contro l'Italia. Io dico che andrebbe fermato.
E io la penso come Maria Giovanna Maglie.
Orpheus

10 settembre 2007

Scagli la prima pietra chi è senza peccato


Si possono scagliare pietre quando sulla coscienza si ha un peccato enorme? Un peccato che è costato la vita di tre esseri umani? Padre, madre e un figlio morti per colpa dell’imprudenza del “signore” in questione.
Beh, direi proprio di no. Ma c’è chi, con una faccia degna delle proprie terga, lo fa aggiungendo il peggio al male.
In questa Italia che sta viaggiando come un treno in corsa verso lo sfascio totale, il sig. Grillo pasce la gente con la più banale e stantia demagogia (la politica é corrotta dalla notte dei tempi).
Massì buttiamo tutti nel cesso, destra e sinistra perché fra loro ci sono dei condannati per corruzione (come il sig. Grillo stesso, che sprizza falso moralismo da tutti i pori) che non meritano di sedere in parlamento. Giusto.
Ma io domando è QUESTO IL PROBLEMA PIU’ URGENTE E GRAVE DEL PAESE?
No.
La gente non va in vacanza e fa debiti a causa dei suddetti parlamentari? No.
La messa in opera delle infrastrutture, essenziali per lo sviluppo del paese, è bloccata sempre per causa di quei signori? No.
La delinquenza e il degrado devastano le nostre belle città per colpa dei corrotti condannati? No
La scuola è ormai alla frutta, fra professori politicizzati, liberi spinelli, bulli violenti che non riconoscono nessuna autorità e tutto ciò è opera dei parlamentari condannati? No
Il nostro paese sta per essere regalato ai migranti in generale e agli islamici fondamentalisti in particolare è dobbiamo prendercela solo con quei signori? No
La sanità è allo sfascio e fra un po’ metteranno anche un ticket sulle malattie: hai il diabete paga 30 euro, un cancro 100 euro…e dobbiamo prendercela con i soliti noti?
No, no, no mille volte no.
La battaglia di Grillo è falsa come la sua coscienza, il male di questo paese non è la politica in generale, o i politicanti condannati e/o corrotti in particolare (ci sono stati e sempre ci saranno), è questa SINISTRA, da quando ha “vinto” l’elezioni, non ha fatto altro che assoggettarsi ai desideri della sinistra estrema, assecondando tutti i suoi diktat. E fra un po’ ne raccoglieremo i frutti avvelenati.
I “valletti” di Grillo durante la sua esilarante esibizione sono stati Sabina Guzzanti e Marco Travaglio (una garanzia!), e la manifestazione è stata etichettata da Grillo come un punto di inizio che unisce la creatività dei girotondi e la cattiveria di Mani pulite. Capito l’antifona, fra qualche anno avremo un emulo di Di Pietro come ministro da qualche parte, anche se condannato per omicidio colposo…sono pronta a scommetterci. Un bel “vaffa” se lo merita lui.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica grillo vday

permalink | inviato da Orpheus il 10/9/2007 alle 16:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio        dicembre