.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

29 aprile 2010

san Bocchino decollato...


Immagine del Berretto a Sonagli :-)

Abbiamo un nuovo martire, "decollato" dal perfido Cav. è Italo Bocchino, che con un "grande senso del dovere" ha rinunciato al giochino "dò le dimissioni...ma anche no" , e si è tolto definitivamente di torno.
Gaudio e Giubilo! La prospettiva di non vederlo pontificare in tutte le trasmissioni della sinistra, mi riempie di gioia. Certo il novello martire, sarà ospite d'onore di Anno Zero, dopo la D'Addario, adesso lui, Santoro "raccatta" tutti, basta parlare male di Berlusconi...ma è un prezzo che si può pagare.
Oggi avrebbe dovuto tenersi la riunione di gruppo del Pdl alla Camera, per discutere sulla lettera di dimissioni e su quella successiva di ritiro delle stesse, del vicepresidente vicario Bocchino. Ma questi, ha confermato le proprie dimissioni per far comprendere "che il nostro è un problema politico e non di posti".
Dubito che agli italiani sarebbe andata a genio la manfrina di "dare le dimissioni ma anche no", come non va a genio tutta la querelle "politica" di Fini e soci, in un momento in cui il Governo, dovrebbe lavorare coeso, per modernizzare il Paese. Hanno dato prova di una tale vacuità, da far invidia a Valeria Marini, Alba Parietti e Sandra Milo, messe insieme.
Immediatamente san Italo flagellato  ha gridato all'epurazione, pare infatti che Berlusconi lo abbia chiamato, prima della sua esibizione a Ballarò chiedendo che la smettesse di sputtanare il partito: "Ho chiamato Bocchino -ha detto il Cav.- l’altra sera quando doveva andare a Ballarò. Con me, devo dire, è stato anche un po' insolente. Gli ho detto che non si può andare in tv a fare sceneggiate coinvolgendo il partito. Tutti nel Pdl devono capire che non si può sputtanare il partito".
E ha rincarato la dose, in separata sede:"A volte mi verrebbe voglia di mollare tutto, non si può passare tutta una giornata a discutere per questioni di partito. Io ho un Paese da governare e dei problemi da affrontare e francamente è deprimente perdere così tanto tempo per certe cose...".
Non solo è deprimente, ma è anche pericoloso, il calo di consensi del PdL, e il conseguente travaso alla Lega, è un sintomo inquietante di quanto la gente, abbia a cuore la "questione politica" che pongono Fini e i finiani. E di quanto siano "aperti" alle nuove posizioni del presidente della camera, sull'immigrazione e le questioni etiche. Non si capisce cosa vogliano veramente e dove vogliano andare a parare, si vede solo un partito spaccato su futili motivi, in momento di crisi mondiale.
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Dimissioni Bocchino

permalink | inviato da Orpheus il 29/4/2010 alle 18:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

14 febbraio 2009

In arrivo “martire” nuovo di zecca: Chicco Mentana

 

Siamo in un paese dove i martiri della dittatura mediatica di Berlusconi, spuntano come porcini in una giornata di pioggia perché c’è chi spera “che un martire al giorno tolga Berlusconi di torno”.
Purtroppo quelli sul mercato attuale sono obsoleti, visto che gridare all’epurazione e continuare a imperversare sui teleschermi, con programmi che definire faziosi, è come definire l’uragano Katrina un temporale estivo, ha reso EVIDENTE a tutti gli italiani che stanno a prenderli per i fondelli.
Con l’affaire “Chicco Mentana” hanno però, superato se stessi, cosa non da poco: si vuol far passare delle dimissioni, per l’ennesima epurazione di chiara marca berlusconiana.

Per chi non fosse al corrente riassumo i fatti:
Mentana contrario alla decisione presa da Mediaset di mandare in onda su Canale 5, in prima serata il Grande Fratello, dopo la notizia della morte di Eluana Englaro, senza “cambiare di una virgola la sua programmazione” aveva rassegnato le sue dimissioni, in diretta TV sdegnato per il "vil" comportamento di chi guarda solo all’audience. A nulla è servita la spiegazione del direttore generale informazione di Mediaset, Mauro Crippa: “Mentana è un giornalista di grande esperienza che conosce bene le regole della tv commerciale…Colpisce che non abbia avuto nessuna menzione la lunga e impeccabile diretta di Fede su Retequattro e la finestra di Studio Aperto. Siamo infatti un sistema a tre reti e credo che non si debba mai dimenticare che il pubblico ha esigenze diverse, come dimostra peraltro la programmazione della nostra concorrenza”.
Semplice e lineare, Mediaset non è come Mamma Rai, che munge gli italiani, purtroppo deve tener conto dell’audience, per procurare la pagnotta ai suoi dipendenti, compreso, fino all’altro ieri, a Chicco Mentana, il quale ha dato le dimissioni e Mediaset le ha accettate.
Illusi, anche se uno dà le dimissioni, si trasforma automaticamente  in un perseguitato politico vittima del Caimano: si alza il sipario, squillano le trombe e si dà inizio alla danza della “democrazia violata”.
Walter Veltroni, in pole-position, gli offre la sua solidarietà come se appunto, fosse un perseguitato politico, e non uno che ha dato le dimissioni. “La sua indipendenza, tuona il leader del Pd, non è stata tollerata”.
Come, da chi e perché non lo spiega, particolari “ininfluenti”, gli basta sventolare il drappo rosso del pluralismo violato, per scatenare orde d’imbufaliti, che si bevono le sue bufale come acqua fresca nel deserto.
Subito sono partiti accorati appelli da parte di Gad Lerner, che fino al giorno prima avrebbe felicemente cacciato due dita negli occhiali a Mentana, che definiva “un arrogante monopolista dell’informazione”.
Il Manifesto lo promuove da “il più furbo dei camerieri del Berlusca” a spirito libero oltraggiato dallo stesso.
Adesso Chicco, che scemo non è, con abilità da gran chef, tenta di rivoltare la frittata: “Se Mediaset vuol cacciarmi comunque, che lo faccia: basta che non si nasconda dietro i cavilli” , modo alquanto strano e personale di definire le dimissioni. Forse una ripassatina al vocabolario l’aiuterebbe. Se non altro a non fare figuracce.
Come se non bastasse, ospite della rubrica di Ferrara su Radio 24, Chicco ha insistito e rivendicato la decisione di dimettersi da direttore editoriale di Mediaset, di fatto escludendo l'ipotesi di porgere le sue scuse alla rete e di fare marcia indietro. “Sono un professionista lautamente pagato che ha giocato e rischiato in proprio. E se uno fa una scelta in proprio, ci mette la faccia e la firma, poi non deve temere le reazioni”.
Amletico, che vuol dire? Che
 si aspettava che Crippa, Confalonieri e Pier Silvio lo implorassero in ginocchio di ritirare le dimissioni?
Beh, mi sa che è caduto male, Mediaset va avanti anche senza di lui. E noi pure.
Orpheus




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. dimissioni mediaset enrico mentana

permalink | inviato da Orpheus il 14/2/2009 alle 11:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa

2 marzo 2008

Perché Bassolino è intoccabile?

 Dal Corriere della Sera di domenica 2 marzo 2008

Veltroni si è fatto umiliare da Bassolino. Ha fatto la figura del “due di picche” quando la briscola è quadri, dando l’impressione di essere un “pupo i’pezza” messo lì per facciata, una scelta di “marketing”, per risollevare le sorti della sinistra nostrana, in veste “piddina”.
E’ incredibile che un politico con i trascorsi di Antonio Bassolino non si dimetta.
L’hanno fatto in tanti prima di lui, (Cuffaro recentemente) ma lui non molla, c’è da chiedersi PERCHE’ il Pd non butti fuori dalle proprie fila un personaggio tanto controverso come Bassolino.
Perché?
Cosa aspetta Veltroni ad usare verso il ras di Afragola (rinviato a giudizio per 8 reati come commissario ai rifiuti) lo stesso pugno di ferro che ha impiegato con Ciriaco De Mita?
Non tanto in ragione della sua presunta colpevolezza, visto che la presunzione d'innocenza vale fino al terzo grado di giudizio, quanto al suo catastrofico FALLIMENTO come governatore della regione Campania. Agli occhi degli italiani Bassolino è l’incarnazione fisica di 15 anni di mal governo della sinistra, rappresenta in “carne ossa e monnezza” la promessa di una rinascita non mantenuta (sotto ogni punto di vista, amministrativo,sociale ed etico). Sommersa dagli sprechi e da un degrado del territorio senza eguali in Italia, una rinascita naufragata fra tonnellate d’immondizia.
Così la sinistra mantiene le sue promesse? Ci aspetta “un rinascimento” come quello campano?
Questo si è portati a pensare se Antonio Bassolino rimane al suo posto, malgrado ciò lui resta al suo posto e Veltroni non fa NULLA per impedirlo.
Perché Bassolino è intoccabile?
C’è da chiedersi perché i media non si pongono questa semplice domanda.
Vetroni e il Pd rischiano di perdere la faccia nella monnezza di Napoli, eppure non ne chiedono le dimissioni.
Un’analisi volante dei bilanci della regione Campania mostra che il primo anno di gestione commissariale (Antonio Rastrelli, presidente di centrodestra) costò appena 16.638 euro e che durante l’amministrazione del suo successore, l’udeurrino Andrea Losco, fra il ’99 e il 2000, si spesero 356.000 euro. Come si fa a non notare la differenza di cifre scandita dal maggio 2000 al febbraio del 2004, quando sotto la guida di Bassolino si produce una vertiginosa escalation degli sprechi: 698.000 euro (2001), 1.130.000 euro (2002), 1.140.000 euro (2003).
Cifre che hanno fatto inorridire per la gravità e l’ampiezza degli sprechi, Natale Monsurrò, ispettore del ministero del Tesoro, tenuto a spiegare davanti alla Commissione d’inchiesta sui rifiuti, gli sperperi trovati nelle carte del commissariato.
A fronte dei milioni di euro divorati da Bassolino, Napoli e la Campania sono in ginocchio, distrutte da discariche abusive e da centinaia di migliaia di tonnellate di rifiuti, che hanno devastato l’economia e la salute dei campani, nonché il l’immagine dell’Italia all’estero.
E’ talmente enorme quello che ha fatto Bassolino che c’è da chiedersi anche, con che faccia Walter Veltroni si presenti come il nuovo, quando all’interno del suo partito mantiene rappresentanti della più bieca e clientelare politica, indegni persino della “famigerata prima Repubblica”.
Orpheus

26 gennaio 2008

Cuffaro si é dimesso...e Bassolino?

 
Premetto, che pur essendo un politico del cdx,  Totò Cuffaro non gode della mia approvazione. Aggiungo che sono rimasta schifata dai festeggiamenti a base di cannoli, e che lui fa parte di quella "casta opaca" che vorrei veder sparire dal nostro paese.
Le sue dimissioni sono GIUSTE e sacrosante, e mi danno molta soddisfazione.
La Sicilia é una terra bellissima, i suoi colori, i suoi profumi, il suo mare azzurro, il calore della sua gente, i suoi sapori...tutto ruba il cuore.
Ma, gente come Totò Cuffaro, ne avvilisce l'immagine, perchè i suoi legami (veri o presunti) con "cosa nostra"  infangano tutto ed anche i siciliani onesti ne rimangono "schizzati". Ha fatto bene a dimettersi, in ogni caso: se é colpevole, ovviamente, é indegno che rimanga al suo posto, se non lo é, avrà modo nei prossimi gradi di giudizio, di dimostrare la sua innocenza, e sarà doppiamente rivalutato.
I soliti moralisti sempre pronti a sputare sentenze e giudizi quando si tratta di un politico del cdx, hanno fatto la "ruota" concionando di etica e bubbole simili: "una bella notizia  non si poteva essere condannati a cinque anni e fare anche il governatore della Sicilia" (Giordano).
"Un presidente della Regione le cui frequentazioni impresentabili hanno condizionato le elezioni del 2001 e del 2006 e i cui comportamenti inadeguati al ruolo istituzionale hanno determinato una devastazione morale, economica, sociale e politica della Sicilia ha solo perso tempo a farsi da parte" (Leoluca Orlando IdV)....
Ma che bravi, e un Governatore, un sindaco e un ministro (grazie al cielo, ora ex) che hanno provocato un disastro ambientale, che hanno morti sulle coscienze, che hanno rapporti opachi con la camorra, devono rimanere al loro posto, invece?
Perchè le "verginelle" pudiche non si sono indignate nemmeno un po', e non hanno chiesto a gran voce le dimissioni del trio monnezza?
Ai siciliani, dico solo una cosa, guardate bene a chi darete il vostro voto, guardate Napoli e pensate che i responsabili sono ancora là e i napoletani li pagano per aver montagne di monnezza fuori dall'uscio di casa.
In un paese di ciechi, un orbo é re.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Cuffaro dimissioni

permalink | inviato da Orpheus il 26/1/2008 alle 15:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

23 gennaio 2008

PRODI GO HOME

Prodi dimissioni - Romano Prodi Go Home - Dimissioni  Prodi , Prodi vai a casa! prodigohome.it
FACCIA UN PIACERE AL 70% DEGLI ITALIANI
Prodi, ha già fatto tanti danni all'economia italiana, ai cittadini italiani e all'immagine della nostra amata patria nel mondo. Ha messo in piedi il più numeroso e peggior esecutivo della storia repubblicana. Non ha mantenuto UNA sola promessa fatta in campagna elettorale. Con il suo "regime" tutto é diventato più difficile e pericoloso: emergenza prezzi, emergenza sicurezza, emergenza democrazia...in poco meno di due anni, la pressione fiscale é cresciuta a dismisura (43%) come la spesa pubblica. Il discorso che ha fatto ieri é quello di una persona che mente o che non si accorge dello stato in cui versa il paese: in ambo i casi lei e i suoi indecenti ministri siete DELETERI. Chi vi ha votato si é pentito e si vergogna di averlo fatto. Abbia dignità, almeno per una volta e annulli questo "mostro istituzionale" che lei chiama governo. Non ne possiamo veramente più, vuole costringerci a scendere in piazza...Abbia lei quello scatto di orgoglio, MORALITA', e coraggio: SI DIMETTA.
Questo é quanto ho scritto io...PER SCRIVERE cliccare sul Mortadella.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Prodi appello dimissioni

permalink | inviato da Orpheus il 23/1/2008 alle 23:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

17 dicembre 2007

La vergogna e l’arroganza

 

Giustizia é stata fatta il generale Roberto Speciale é stato reintegrato.
La sua defenestrazione da comandante generale della Guardia di Finanza, da parte di Prodi e TPS subornati dal viceministro Visco, è atto viziato da palese eccesso di potere.
E l'arroganza di Romano Prodi é uno schiaffo in faccia agli italiani. Ieri ha commentato con una battuta “ironica”, a dir poco fuori luogo: "Oggi non é un giorno speciale, é un giorno normale”.
Non é normale però che il governo se ne sia INFISCHIATO DI TUTTE LE REGOLE, proponendo prima al generale Speciale la nomina a consigliere della Corte dei conti, per poi, di fronte al suo RIFIUTO INDIGNATO, ricorrere alla calunnia per infangare un onorato militare e poterlo estromettere dal suo incarico. Quando il ministro dell’economia ha riferito alla Camera dei deputati, visibilmente imbarazzato, ha tenuto un profilo basso, ma NON ha chiesto scusa né al Generale Speciale, né agli italiani.
Nemmeno durante la tanta vituperata prima Repubblica, un politico avrebbe osato tanto. C’è voluto il governo della vergogna e della arroganza Prodi per farci assistere a quale estremo può giungere lo sprezzo delle regole istituzionali da parte della politica, a fini di lottizzazione. Per ben due volte in pochi giorni la giustizia amministrativa ha bollato come “abusi di potere” gli atti del ministro dell’economia, e non si può fare a meno di chiedersi con che faccia il suddetto non presenti le sue dimissioni e con che faccia un premier serio ci “scherzi” su. Evidentemente il primo c’è l’ha di bronzo e il secondo di….mortadella.
Per non parlare di Visco, che ne esce a pezzi dalla sentenza del Tar. La boria con cui ha gestito i rapporti con un generale, comandante della Guardia di Finanza, ha creato al governo tre figuracce al prezzo di una. Prima la polemica sulla rimozione forzata di Speciale. Poi la confusione totale sulla nomina del successore, il generale Cosimo D'Arrigo, col risultato che per alcuni giorni la Finanza aveva due comandanti. Infine, ciliegina sulla torta, il governo si é trovato a dover dare attuazione alla decisione del Tar che reintegrava Speciale al vertice delle Fiamme Gialle, il quale, avendo, da solo, più senso dell Stato dell'intero Governo Prodi, si è dimesso dall’incarico di comandante della guardia di finanza, con una lettera inviata al presidente Napolitano, nella quale si é dettosoddisfatto perchè "onorabilità è stata certificata a piene lettere dai giudici " e "non intende più collaborare con questo governo".
Come dargli torto.
Visco, TPS e Prodi saranno fieri di aver fatto peggio dei Savoia, i quali nel 1821, sciolsero la Legione Truppe Leggere, progenitrice della Finanza, perché non “abbastanza fedele” al Re. Con la sua sentenza il Tar ha rammentato agli “aspiranti despoti”, che il tempo dell'assolutismo è finito e che loro devono dar conto dei loro atti ai cittadini italiani, i quali, per questo motivo, hanno scelto la Repubblica (altrimenti ci saremmo tenuti i Savoia, che sicuramente ci costerebbero di meno).
Ai tempi della prima Repubblica, un ministro che fosse incorso in una simile doccia di fango sarebbe sparito dalla scena politica. Questi non hanno fatto nemmeno una piega e hanno liquidato l’intera faccenda con battutine da avanspettacolo.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Generale Speciale governo Tar dimissioni

permalink | inviato da Orpheus il 17/12/2007 alle 16:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

14 settembre 2007

Ecco cosa succede in America a chi usa gli aerei blu a sbafo...


Il 3 dicembre 1991, il capo dello staff della Casa Bianca, John H.Sununu rassegnò le sue dimissioni nelle mani dell’allora presidente, George H.W. Bush. I giornali infatti rivelarono che Sununu aveva usato abusivamente un volo di stato per andare a sciare con un suo potente finanziatore. Con l’occasione Sununu aveva anche fatto una sosta a Boston per farsi vedere dal dentista.
L’ex governatore del New Hampshire si difese chiamando in causa la sicurezza nazionale e sostenendo che la sua missione era in parte ufficiale dovendo egli promuovere una fondazione voluta dal presidente. Lasciando forse intendere che Bush poteva essere il bersaglio occulto della polemica.
Le difese di Sununu non ressero alla campagna giornalistica che per giorni parlò del caso chiamandolo “Air Sununu”.  Alla fine arrivarono le dimissioni, offerte e accettate senza tante cerimonie. Sununu rimborsò anche l’erario americano con un assegno di 47.000 dollari.
Il caso Mastella, che ha preso un volo di Stato per andare a vedere il Gran premio a Monza, è davvero molto simile. Il ministro della Giustizia evoca il complotto: attaccano me per colpire Prodi, poi dice che lo hanno invitato per premiare il terzo  arrivato e quindi c’era di mezzo un incarico ufficiale, perché “l’automobilismo è un fattore trainante dell’economia italiana”; poi spiega che il volo era di Stato per motivi di sicurezza e che il figlio lo aveva portato perché tanto, una volta concesso il volo, uno più uno meno non fa differenza.
Le somiglianze tra le due vicende però finiscono qui. Alla versione italica dello scandalo mancano come sempre due cose: le dimissioni e l’assegno.
Da l'Occidentale
Questa é una delle molte ragioni perchè mi piace l'America e stimo gli americani.
Politici come Mastella o Bertinotti che usano le proprie cariche istituzionali per accordarsi privilegi a gogò e a carico dei contribuenti, sono fermamente "accompagnate alla porta". Qui in Italia un politico rimane al suo posto anche se é indegno di ricoprire il ruolo per cui é stato eletto, malgrado scandali, accuse e processi.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. dimissioni america john h.sununu

permalink | inviato da Orpheus il 14/9/2007 alle 22:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio