.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

20 ottobre 2009

Pd campano nell'occhio del ciclone


Il bubbone della “questione morale” del PD in Campania sta assumendo proporzioni bibliche e visto che l’argomento è ritenuto irrilevante dalla grande stampa (perché è risaputo è nelle mani di Berlusconi!!!) tocca parlarne alla sottoscritta.
Dunque oltre ad un sicario della camorra, anche la moglie di un boss aveva la tessera del Pd: Carolina Mosca, la quale è stata espulsa, e bisognerebbe dire alla buon’ora, infatti un ex-assessore già da febbraio aveva segnalato il caso a Enrico Morando, commissario del Pd, con due e-mail  “perché nel frattempo era stato arrestato anche il padre della Mosca, Sergio.
Non accadde nulla. Segno che il problema fu sottovalutato, come se fosse solo un fatto locale, anche a livelli più alti del partito”.
Ersilia Salvato ex-sindaco di Castellamare nel 2005 in una lettera inviata all’allora segretario Ds, Piero Fassino, annunciò le sue dimissioni dal partito e denunciò la presenza di camorristi davanti ai seggi elettorali. “risposero con un manifesto assolutorio. In cui nella sostanza dicevano che la camorra non c’era. Un errore enorme la sottovalutazione di quella presenza”.
Più che un errore un calcolo politico come ammette la stessa Salvato più avanti: “Se ci si pesa solo sui numeri, sui pacchetti di tessere e non sulle idee poi ci trovi i killer nelle sezioni. Dal 2005 non ho più tessere di partito e io ho vissuto di politica. Ad oggi non mi sentirei di entrare in nessun partito della sinistra”.

Tè gapì “Pippi dai calzini azzurri”…è un sindaco del TUO partito che parla in questi toni .
Intanto la Digos sta passando al setaccio l´elenco dei tesserati, e il Pd è costretto ad azzerare tremila tessere di un anno fa.
Un consiglio per Franceschini invece di fare la mezza calzetta con i calzini azzurri, usi un po’ della sua "smisurata" superiorità morale, magari faccia, anche una maglietta con su scritto “Non tutti nel Pd sono camorristi” e contemporaneamente faccia pulizia perchè fra un po’ PD starà per Partito Disonesti.
PS. Di cosa stanno parlando in questo momento a Ballarò? Ma dello scandalo dei calzini azzurri e del solito Berlusconi…
Buffoni.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd camorra

permalink | inviato da Orpheus il 20/10/2009 alle 21:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

16 ottobre 2009

Nell’orto del PD Santoro se ne guarda bene dal “razzolare”: Bersani candida alle primarie Bassolino e Loiero e bacchetta la Serracchiani


Ieri sera all’ennesimo processo mediatico a Berlusconi ad Anno Zero infarcito di bubbole, mezze verità e frottole inventate di sana pianta era presente Pierluigi Bersani, quello con il ditino sempre alzato quando si tratta di fare la morale al Premier,  ma al quale non passa MAI per la mente, nemmeno per un nanosecondo, di guardare nel suo orto; non solo  ma chi si permette di farlo viene bacchettato, come è successo Debora Serracchiani, che nel suddetto orto ha visto cumuli di monnezza: “Basta battibecchi nel nostro orto”,  ha avvertito con tono vagamente “mafioso”( in altre parole certi cadaveri puzzolenti di letame è meglio lasciarli chiusi nell’armadio)
La Serracchiani infatti ha avuto da ridire sui tre nomi “eccellenti” che sono iscritti in cima alle liste per le primarie: Agazio Loiero, Rosa Russo Jervolino e Antonio Bassolino.
Ma vediamo chi sono questi tre signori:
Il plurindagato Antonio Bassolino per i rifiuti e per l'operazione di ristrutturazione del debito (interessante leggere le motivazioni della richiesta di archiviazione, da non credere ai propri occhi)
L’indagato Agazio Loiero che si é scelto come braccio destro un altro indagato
E infine Rosa Russo Jervolino che ha avuto ben 12 indagati nella sua giunta e due arrestati.
Ma perché Bersani e il Pd, si tengono ben stretti questi tre personaggi, ad usare un eufemismo ambigui?
Perché ha vinto il congresso grazie ai plebisciti nel Sud, in particolare in Campania e Calabria, dove ha raccolto l’80 per cento dei voti. Si tratta di regioni dove il Pd ha ormai pochi voti, ma legioni intere di tessere.
Controllate da chi? Per ottenere cosa?
A Napoli e provincia il Pd non conta solo più iscritti che in tutta la Lombardia, che sarebbe già un dato anomalo: conta dodici volte gli iscritti della regione di gran lunga più popolosa.
 Anche i sassi sanno chi controlla quei voti: Antonio Bassolino.
Uno che ha fatto perdere milioni di voti di centrosinistra al Nord del Paese, con gli  scandali in cui é invischiato. Ma che rimane uno dal quale bisogna passare se si vuole vincere il congresso. Idem per la Calabria dove le tessere sono controllate da Ignazio Loiero.  Bassolino e Loiero saranno sicuramente ricandidati alla guida di Campania e Calabria, nonostante le pessime prove di questi anni.
ECCO QUESTI PERSONAGGI TENGONO AL GUINZAGLIO la classe dirigente del Pd, per l’enorme serbatoio di tessere e quindi di voti.
E Santoro e soci rispolverano stallieri, che non lavorano più per Berlusconi da 33 anni, improbabili dichiarazioni di pentiti mafiosi e arzigogolate tesi per dimostrare che FI è nata grazie alla mafia.
Sono proprio dei “mattacchioni” ma non fanno ridere.
Il Pd ha una legione di tesserati, pregiudicati, indagati, condannati, con il più alto numero di giunte sciolte per Camorra (come denuncia Saviano), nelle due regioni più falcidiate d’Italia dalla criminalità organizzata, ma non mi risulta che durante la trasmissione di ieri ne sia stata fatta menzione, nemmeno per sbaglio, e che nessuno mai, abbia insinuato che il Pd é il partito dei cammoristi.
Bersani ha presentato come candidati alle primarie BASSOLINO E LOIERO, e quel buffone fa l’ennesimo processo a Berlusconi?
Leggersi anche questo pezzo di Giacalone sul
consigliere comunale a Castellammare di Stabia (Napoli), esponente del Partito Democratico, presunto killer, crivellato di pallottole da UN ALTRO TESSERATO DEL PD: CATELLA ROMANO di professione sicario della CAMORRA.
Su tutto questo marciume c'è il SILENZIO DI REGIME, che non é quello di Berlusconi, ma quello della sinistra e delle sue gazzette.

I nostri voti SONO PULITI, si può dire altrettanti di quelli che il Pd raccoglie a vagonate al Sud? Chi é il partito "mafioso"?
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd voti jervolino camorra loiero bassolini

permalink | inviato da Orpheus il 16/10/2009 alle 15:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa

25 maggio 2009

Le domande di Repubblica sul "caso" Noemi e le domande di questo blog sul caso campano dell'IdV


Mentre mezza stampa “nazional-popolare” con Repubblica in testa si occupa dell’affaire Noemi stilando liste di domande al Premier che fanno concorrenza a Novella 2000 e incassando querele per diffamazione, questo insignificante blog tenuto da una casalinga con l’hobby della politica, s’interessa a un’altra “liaison dangereuse, quelle dell’IdV campana di Di Pietro e della camorra. Che immagino sia molto più interessante per gli italiani delle vicende di “Alicella” e del suo ex-fidanzato “Porcellino Gurgh”.
A meno che non vogliamo ridurre il dibattito politico in questo paese alle elucubrazioni bigotte di una congrega di spioni che scrutano nelle mutande altrui, per racimolare una manciata di voti.

Prima domanda per il paladino giustiziere e per il suo partito di presunti intonsi. Che fine hanno fatto le dimissioni di Cosimo Boemio tesoriere provinciale dell’Idv?
Boemio é stato anche ex consigliere della Arzano Multiservizi, società del settore rifiuti poi sciolta dopo aver ricevuto un’interdittiva antimafia dalla prefettura di Napoli.
Inoltre Boemio ha avuto a febbraio una nomina nel Cda della società che gestisce l’università Federico II di Napoli, niente meno che da Antonio Bassolino, giusto poche settimane dopo che Di Pietro aveva sbandierato l’uscita dell’Idv da tutte le giunte campane. Gli sono state richieste le dimissioni “perché in contrasto con la linea di Di Pietro: se non ti dimetti, gli ha intimato il partito, sarai espulso”. Com’è andata a finire? È finita che 15 giorni fa Boemio, che continua a tenere tutte le cariche, è stato anche candidato alle Provinciali di Napoli nel collegio di Afragola, città natale di Bassolino. Quando si dice il “caso”.

Seconda domanda, come si concilia la sbandierata richiesta di candidati “legalitari” con la presenza di Nicola Marrazzo dello staff di Cosimo Boemio?
Nicola Marrazzo è capogruppo regionale per la Campania dell’Idv. Anni fa era assessore comunale nel Comune di Casandrino (alle porte di Napoli), che fu sciolto per infiltrazioni camorristiche. La famiglia di Marrazzo opera con diverse società nel settore dei rifiuti, società che hanno avuto la sospensione dal prefetto di Napoli per sospetti collegamenti con i clan dei casalesi. Si aggiunga che Marrazzo a gennaio annunciò pubblicamente - in conferenza stampa con Tonino - le sue dimissioni dall’importante carica di presidente della commissione Bilancio della Campania. Poi però due mesi fa ha scritto alla presidente del Consiglio regionale per ritirare le sue dimissioni. Insomma il gioco delle tre carte.

Terza domanda ma non ci sono un po’ troppe “indagati” per essere un partito che vuol essere l’emblema stesso della legalità?
Nello Formisano, deputato ed ex braccio destro di Di Pietro quando era ministro alle Infrastrutture. Formisano allora (era senatore Idv) curava le questioni infrastrutturali campane, dove lavorava anche il solerte Mario Mautone, ex provveditore delle opere pubbliche finito agli arresti nell’ambito dell’inchiesta sul “sistema Romeo”. Anche Formisano è finito dentro quella inchiesta, insieme ad Aniello Di Nardo, senatore Idv.
Poi c’è Americo Porfidia, deputato “sospeso” dal gruppo parlamentare Idv alla Camera dopo le notizie dell’indagine dell’Antimafia a suo carico. Porfidia avrebbe in corso due procedimenti penali dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere e che riguardano la sua attività di sindaco di Recale. La sospensione di Porfidia dall’Idv è virgolettata, perché di facciata: il deputato continua a partecipare agli esecutivi nazionali dell’Idv e anche alle cene di partito. Niente è cambiato, malgrado i proclami.
Ma chi ha sollevato il coperchio di questo “bidone dell’immondizia” da cui esce un gran brutto tanfo? Nientepopodimenoche Beppe Grillo.
Infine ci sono le domande poste dal Giornale ad Antonio Di Pietro e alle quali lui non ha MAI risposto.
4-Perché dice via dalle giunte campane e poi accetta altra poltrone?

5-Perché i suoi si sospendono se non c'è la questione morale?

6- Perché fa il giustizialista ma non caccia gli indagati?

7-Perché un suo consigliere lavora a fianco di Bassolino?

8-Perché tiene nel partito personaggi chiacchierati?

9-Perché al posto di Mautone ha messo un "parente"?

Certo non sono le domande impegnate di Repubblica  con tanto di versione inglese, su "Alicetta" e "Porcellino Gurk" ma fanno il loro bel figurone, soprattutto per chi PROCLAMA ai quattro venti che il "silenzio uccide" quando si tratta di mafia.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Di Pietro candidati indagati camorra Campania

permalink | inviato da Orpheus il 25/5/2009 alle 11:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

1 ottobre 2008

Camorra, lo Stato c’è. E si vede

<b>Il clan dei Casalesi conquista il centro di Milano<br>Gli affari dei boss-manager in tutto il Nord</b>
30 settembre 2008. Berlusconi IV felicemente regnante.
Ministro dell’Interno il leghista Bobo Maroni.
30 settembre 2008. Camorra kappaò. Presi i killer, i boss, i sottopanza, i gregari del clan vincente: i Casalesi. 105 arresti, 100 milioni di euro di beni sequestrati.

Qualcuno ha ancora il coraggio di dire che Cosa nostra e in generale la criminalità organizzata fioriscono e trovano complicità dalle parti di Berlusconi e del centrodestra?

È una vita che Santoro e parecchi altri guru del pensiero progressista hanno introdotto il luogo comune balordo per cui centrodestra uguale mafia o come minimo assuefazione ad essa. Ci hanno scritto libroni i suoi compari di Anno Zero. È una tecnica da falsari: basta una frasetta non in linea col lessico di chi la sa lunga sulle cosche perché passa le vacanze coi pm e i loro marescialli, e si è impalati come amici degli amici, collaboratori esterni o almeno sostenitori morali delle varie denominazioni mafiose.
Dieci giorni fa, dopo la strage di sei immigrati africani a Castel Volturno, Maroni ha dichiarato che quell’episodio non è semplice efferata criminalità, ma «atto di una guerra civile contro lo Stato». Non una banda contro l’altra banda, e lo Stato sta a guardare. Quegli assassini sono una truppa di uno Stato alieno. Gente che occupa, come i nazisti o i comunisti, un territorio, e se lo tiene, irrorandolo di sangue altrui per consolidare il proprio potere. Questa è la camorra, ha spiegato Maroni. Nessuno prima era stato così chiaro. Ma ha trovato indifferenza e scetticismo tra gli espertoni da dibattito, i quotidiani del solito giro, ci hanno ricamato una polemicuzza tra ministri, invece che prendere sul serio la strategia da impatto totale.

Ricordiamo questa data: 30 settembre. In tivù sirene, auto della polizia rombanti. Sono scene cicliche. Eppure questa volta l’ordine di custodia cautelare eseguito per 127 camorristi, dà un colpo agli assassini e malavitosi vari che infestano il Napoletano e da lì cercano di divorare anche altre terre. Ma infliggono anche un’utile lezione di educazione civica a quella parte di sapientoni che non si limita a indicare il nemico supremo. Costoro eleggono una parte politica – cioè la loro - a unico vero fronte antimafia, e tutti gli altri o complici o quaquaraquà.
Il pregiudizio e la presunzione della propria onestà esclusiva è un vizio incivile. Perché dà forza alla camorra, le regala una notizia falsa, che le tira su il morale e corrobora la sua volontà di dominio. E cioè che ci sia una vasta zona dell’opinione pubblica, quella del Nord, che vota PdL o Lega, cui non interessa che una parte d’Italia sia in mano ai boss e ai loro kalashnikov. E lasciano fare, basta che non rompa le scatole al settentrione. E i referenti politici sarebbero obbedienti a questa mentalità filo camorrista. Beh, grazie a Maroni e alla polizia, in unità di intenti con la magistratura, questo giochetto è stato rottamato.

Adesso basta con la camorra. E bisogna goderne. Basta alle scomuniche inflitte dai sacerdoti dell’antimafia progressista. Dopo questa azione, e speriamo altre simili in Calabria e in Sicilia, bisognerà forse smetterla di alzare il ciglio con sarcasmo dinanzi alla volontà antimafia del governo. Maroni e La Russa hanno mandato l’esercito. Hanno trasferito polizia dal Nord in Campania. E si è dato un colpo formidabile alla mafia, alla camorra e alla ‘ndrangheta, sequestrando effettivamente i loro beni, com’era deciso dal primo magnifico e vituperato decreto per la sicurezza. Insomma, lo Stato c’è.
Riassunto da Renato Farina-Libero
C'é solo da sperare che qualche "opportuno" ritardo non porti alla scarcerazione di questa banda di efferati assassini, come é appena successo, con i sette membri del clan Madonia.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Governo camorra casalesi retata

permalink | inviato da Orpheus il 1/10/2008 alle 19:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

7 giugno 2008

Napolitano è molto, molto distratto nei confronti dei giudici della Campania

 Image
Continua l'incredibile amnesia del Quirinale e del primo magistrato italiano su un caso eclatante di tradimento dei propri doveri: se è vero, come ricorda Napolitano, che centinaia di tonnellate di rifiuti tossici sono stati deposti in discariche abusive in Campania, come mai i magistrati campani non se ne sono accorti? Si tratta di montagne o di cave immense, di centinaia, migliaia di camion.
Come mai nessuno li ha intercettati?
Come mai nessuno ha visto quei depositi?
La risposta è ovvia: perché i magistrati campani non hanno volutamente fatto il proprio dovere.
E' evidente che il presidente del Csm dovrebbe chiedere all'organo che presiede di avviare procedimenti contro tanti e tali magistrati.
Ma non lo fa.
Tace.
Pessimo servizio al meridione.
E all'Italia.
Da Legnostorto-Carlo Pannella
Già Napolitano é molto lesto ad addossare responsabilità, ma non altrettanto lesto a spiegare COME mai ciò é potuto accadere nella più totale indifferenza dei magistrati e di coloro che vivono accanto a quelle discariche abusive.
Mi sembra giusto che anche costoro si facciano carico delle proprie responsabilità, invece di strepitare e insultare, chi di responsabilità non ne ha alcuna. Dieci o cento imprenditori del nord che hanno accettato le offerte della camorra, e hanno smaltito rifiuti in Campania illegalmente, non sono il nord e  men che meno sono rappresentativi di tutta la popolazione del nord.
Altrimenti se si segue questa logica, siccome la camorra é un fenomeno delinquenziale della Campania, tutti i campani sono camorristi. La responsabilità é sempre soggettiva.
Se lo stampi bene in mente Napolitano e quelli che la pensano come lui.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Napolitano rifiuti camorra

permalink | inviato da Orpheus il 7/6/2008 alle 22:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

2 febbraio 2008

Cari campani la monnezza per la strada è “tutta salute”…lo dice Livia Turco

 
I cervelloni dell’ex-governo Prodi, hanno risolto l’annoso problema rifiuti della Campania: tenerli per le strade tanto mica fanno male.
Visto che spostare mille tonnellate di rifiuti è un’impresa disperata l’ineffabile ministro della SALUTE Livia Turco, dall’alto della sua scienza infusa, ha dichiarato che "i primi risultati disponibili non rilevano eccessi di patologie che possano essere connesse alla presenza di rifiuti nelle strade".
Ergo non allarmatevi se la vostra finestra s’affaccia su una sorridente collina di spazzatura.
Non contenta dell’immane “sparata” che ha fatto tremare persino l’Everest ha concluso così: “Il lavoro che stiamo svolgendo insieme al prefetto De Gennaro testimonia quanto sia importante poter lavorare insieme in un campo dove purtroppo si è fatta e si fa molta disinformazione spesso motivata da paure e sospetti sul pericolo per la salute derivante dai rifiuti, che oggi, alla luce dei risultati delle analisi che mi sono stati illustrati, appare fortunatamente molto ridimensionato se non del tutto smentito".
Vorrei capire chi le ha fornito quelle analisi, un discendente di Mengele o Maga Magò?
Dopo questa inopportuna curiosità, un altro dubbio amletico mi attanaglia forse l’esimia ministra ignora che nei cumuli di sporcizia ci scorrazzano topi lunghi mezzo metro e che, da che “mondo è mondo” non portano “salute e fortuna”, ma malattie come la leptospirosi e pestilenze come il colera.
O forse essendo la Campania il feudo di un 'fine' animalista come Pecoraro, la ministra vuole salvaguardare l’habitat di ratti e topi e pantegane…
Mi chiedo anche, se oltre a leggere le analisi di “Maga Magò”, abbia mai dato una sbirciatina allo studio dell’OMS , che ha effettuato analisi descrittive di mortalità sul territorio comunale delle province di Napoli e Caserta, utilizzando i dati ISTAT, forniti dall’Osservatorio Epidemiologico Regionale della Regione Campania. Sono state quindi studiate 20 cause di decesso nel periodo 1994-2001, tra cui la mortalità per tutte le cause, per tutte le cause tumorali e per un insieme malattie tumorali specifiche, associate dalla letteratura scientifica alla presenza di discariche di rifiuti o di inceneritori sul territorio.
I risultati? Le analisi hanno permesso di identificare un’area nella quale la mortalità generale e i tassi specifici per diversi tumori sono particolarmente elevati rispetto ai valori regionali. In particolare la mortalità per tutte le cause è aumentata del 19% per gli uomini in provincia di Caserta e del 43% in provincia di Napoli, per le donne invece le percentuali sono del 23% e del 47% rispettivamente.
Di che cosa si muore? Di cancro, innanzitutto. Dello stomaco, del rene, del fegato, di trachea, bronchi e polmoni, della pleura e della vescica. Con metodi analoghi si è studiata la distribuzione delle malformazioni congenite. E con risultati analoghi, visto che sono stati identificati comuni con eccessi consistenti e significativi sul totale delle malformazioni e su gruppi di esse.
Questo dice l’OMS (che notoriamente é fonte di DISINFORMAZIONE),   ma se l’illustre ministra non crede all’Oms, può leggersi la storia di Vincenzo Cannavacciuolo e delle sue pecore, sterminate dall’eccessiva salubrità del luogo dove pascolavano.
D’altronde se la Turco ha fornito i dati di “Maga Magò" per rincuorare i campani, Bassolino ha esordito: “Vedo in giro tante brutte facce, tante brutte facce. Che stanno lì, hanno la speranza di rimettere le mani su tante cose, e insieme a queste brutte facce che vorrebbero vendicarsi, ci sono poi le facce della camorra organizzata che nel ciclo dei rifiuti ha avuto tanti interessi e vuole continuare ad averli". Per caso s’è guardato allo specchio in compagnia di Pecoraro e della Jervolino?
E aggiunge: “… la camorra è contro i termovalorizzatori”
Bah, io sapevo che in cima ai cortei di protesta contro i termovalorizzatori Pecoraro faceva la sua gran bella figura. E una volta diventato ministro dell’ambiente ha BLOCCATO tutti i progetti. O no?Adesso la colpa è solo della camorra. Loro? Santi subito…
Ovviamente si commenta da solo il comportamento di un ministro della salute, che mente spudoratamente al paese, che offende l'intelligenza degli italiani e che oltraggia il dolore di coloro che da anni vedono morire di cancro i loro cari. E' incredibile fin dove arriva la mala fede di questo governo.
Orphues

28 gennaio 2008

La Calabria è molto peggio della Sicilia-Ma al popolino de sinistra non lo si può far sapere

 
La Sicilia è un serbatoio elettorale importantissimo per il centrodestra.   Quivi infatti e grazie a Cuffaro, la Casa della Libertà ha ottenuto 1,5 milioni di voti: praticamente l’Udc (di cui Cuffaro è esponente), senza la Sicilia, sarebbe un partitello del 2% (su scala nazionale).
Dunque si comprende come l’affaire Cuffaro venga strumentalmente usato dalla sinistra stracciona e d’accatto: quella che usa le vicende giudiziarie (coadiuvata dalla Stampa di Regime), per fini elettorali.
Mentre sulla Campania e sulla Calabria, la stessa sinistra finto-moralista, tace.
E come potrebbe fare diversamente?
Decine sono le amministrazioni comunali campane guidate dal centrosinistra, sciolte (o sotto indagine) per camorra.
E tutte, sono guidate da ex diessini o da ex margheritini, con l’appoggio di Rifondazione comunista, Pdci, Verdi e Italia dei Valori. Tutte! Per non parlare, poi, di Bassolino e della Iervolino: che sono l’emblema vivente della mala politica.
Analogo discorso può (e deve) farsi in riferimento alla Calabria.
Sapete quanti consiglieri regionali calabri sono indagati?
Dovrebberoessere 33 su un totale di 50. Uso il condizionale, perché di informazioni dettagliate in rete, se ne trovano poche. In quanto alcune sono state cancellate dal sito della Regione Calabria (guidata da Loiero e dal centrosinistra).
Tra gli indagati - e per il reato di concussione -, c’è anche un consigliere regionale dell’Italia dei Valori. Su cui, però, Di Pietro tace.
Nove, inoltre, risultano indagati per Mafia: mica pizza e fichi!
Però non si capisce perché, ilProcuratore antimafia Piero Grasso, quando si è trovato dinanzi alla commissione parlamentare contro la Mafia(il 27 giugno 2007), i nomi degli indagati (per mafia, per voto di scambio ed altre fattispecie), non li abbia voluti fornire.
Lo stesso Grasso, però, che dopo la condanna inferta in primo grado a Cuffaro, sulla stampa affermavacome il governatore siciliano dovesse dimettersi!
Come si vede, certi uomini dello Stato, si rendono complici di questo infame doppiopesismo.
Tacciono sui nomi degli indagati calabri che nella più parte dei casi fanno riferimento al centrosinistra; mentre sentono l’irrefrenabile bisogno di parlare alla stampa, in deroga a qualsiasi principio di separazione dei poteri e a qualsiasi criterio deontologico, per chiedere le dimissioni di un esponente del centrodestra!
Chiaramente al popolino de sinistra, questo tipo di operato strabico, fa piacere. Mica lo contesta?
Gli interessano non la legalità e la moralità: ma l’arresto dei nemici politici! Punto. Con tutti i mezzi possibili e immaginabili!
E intanto oggi è arrivata la notiziadell’ennesimo arresto di esponenti del centrosinistra in Calabria.
Ma il popolino de sinistra farà finta di non vederla.
Mica hanno arrestato politici di centrodestra?

P.S.: intanto dalla Campania arriva la notizia che un consigliere regionale del Partito democratico, Roberto Conte,è indagato per fatti di Camorra!
Da Camelotdestraideale
E poi si attaccano ai "cannoli di Cuffaro" ma che ci facciano il piacere...
Accusano Berlusconi di essere mafioso, senza prove, senza processi né condanne in tal senso, e tutti i mafiosi che hanno loro, sotto inchiesta...quelli fanno finta di non vederli.
Che schifo, una sinistra così stracciona non esiste in nessuna parte del globo.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Cuffaro camorra mafia sinistra inchieste

permalink | inviato da Orpheus il 28/1/2008 alle 22:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre        novembre