.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

10 maggio 2008

Un bel tacer non fu mai scritto...

 
Caro ministro Sandro Bondi, lei che in fondo è un socialista ottocentesco dal cuore tenero, provi a forzare la sua natura e faccia il dannunziano: se ne freghi. Degli Umberto Eco, dei Nanni Moretti, degli Eugenio Scalfari, di tutto quello che costoro rappresentano e si portano appresso. ù
Non dia seguito a ciò che ha detto nella sua prima intervista da ministro della Cultura. Quella apparsa ieri sul Corriere della Sera, in cui lei ha pensato bene, come tanti altri vincitori delle elezioni, di porgere la mano a chi vi sta sputando addosso dal 1994. «Non posso non avere profonda stima di Umberto Eco, del suo lavoro di cinquant’anni. Voglio convincere lui e quelli che la pensano come lui che si stanno sbagliando sul nostro conto», dice lei. Lei che è così buono da far sapere di avere già pronta nel cassetto una recensione «molto favorevole» dell’ultimo libro del fondatore di Repubblica. Quello stesso Scalfari - ricorda? - che l’ha definita «un personaggio somigliante nelle fattezze del volto paffuto all’Omino di burro che conduce Pinocchio e Lucignolo nel Paese dei Balocchi», un «incendiario», uno «incaricato dal suo burattinaio di portare all’estremo limite della vis polemica le tesi più avventurose a beneficio delle curve nord e sud della tifoseria berlusconiana».
Lei che giura di «amare» i film presuntuosi e barbosissimi di Moretti (spero che sia una bugia, ma lei non è tipo). Ecco, signor ministro, dia retta e ci ripensi: non cerchi il dialogo con costoro. Tiri indietro la mano, se la rimetta in tasca, prima che sputino pure su quella. Sia futurista, una volta nella vita: accenda il motore, schiacci l’acceleratore e li travolga tutti, con i loro corsi universitari che sfornano disoccupati, i loro cineclub ammuffiti e il loro astio.
Vede, caro Bondi, il motivo per cui i vari Eco, Scalfari, Moretti, Giorgio Bocca, Antonio Tabucchi e tanti altri vi disprezzeranno sempre non è politico o culturale, ma antropologico.
Ritengono voi e i vostri elettori esseri umani di livello inferiore.
Provo a spiegarglielo con le loro stesse parole.
Ad esempio quelle che appaiono in un appello scritto da Eco e apparso alla vigilia del voto del 13 maggio 2001. L’uomo di cui lei vuole conquistare la stima divideva l’Italia di centrodestra in due. Innanzitutto l’Elettorato Motivato. Ne fanno parte, spiegava il democratico Eco, categorie come «il leghista delirante», «l’ex fascista» e quelli che, «avendo avuto contenziosi con la magistratura, vedono nel Polo un’alleanza che porrà freno all’indipendenza dei pubblici ministeri». Accanto a questi c’è l’Elettorato Affascinato, ovvero i poveri deficienti. Gente che «non ha un’opinione politica definita, ma ha fondato il proprio sistema di valori sull’educazione strisciante impartita da decenni dalle televisioni, e non solo da quelle di Berlusconi. Per costoro valgono ideali di benessere materiale e una visione mitica della vita, non dissimile da quella di coloro che chiameremo genericamente i Migranti Albanesi». Un elettorato che, ovviamente, «legge pochi quotidiani e pochissimi libri». Dunque un’accozzaglia di criminali, individui abietti e cerebrolesi, caro Bondi: ecco cosa è, secondo Eco, il vostro Popolo della libertà. Come può vedere, il livello delle argomentazioni è lo stesso che ci si può attendere da uno squatter dei centri sociali con la licenza di terza media. Eco si limita a imbellettarle un po’. Niente di strano che non abbia mai vinto un premio Nobel (e dire che lo hanno dato persino a Dario Fo e Rigoberta Menchù).
Puntuali, a ogni elezione, Eco e gli altri ci fanno sapere che se Berlusconi vince loro se ne andranno dall’Italia. Hanno iniziato nel ’94. «È come nel ’48, c’è una barriera di civiltà», s’infervorava il semiologo per convincere gli italiani a votare per Achille Occhetto. Scornato dal risultato delle elezioni, prese a dire che l’Italia non lo meritava: «Preferirei essere un cittadino di Sarajevo», si lamentava nelle interviste. Da allora è diventato un classico: «Se rivince Berlusconi vado in pensione e mi trasferisco all’estero», fa il suo ritornello. Agli inizi di aprile Eco, assieme a Gae Aulenti, Claudio Magris ed altri indignati di professione, ha lanciato il solito appello per mobilitare le masse: «Chi si astiene vota Berlusconi», era il succo del loro discorso. Peccato che le masse, incapaci di apprezzarne la novità, abbiano consegnato il governo a Berlusconi per la terza volta in quattordici anni (e complimenti al guru della semiologia per l’efficacia dei suoi messaggi). Anche se perdono un’elezione dietro l’altra, però, Eco e i suoi stanno sempre qui. A mantenere la promessa ed espatriare non ci pensano nemmeno, e anche questo dà un’idea della loro serietà. Una volta c’erano Stanlio e Ollio, in quel film nel quale passavano cinque minuti a salutarsi. «Arrivedorci!», «Arrivedorci!», facevano. Però nessuno se ne andava, restavano fermi lì, con il fazzoletto in mano e l’aria sempre più citrulla. Ma Eco e suoi amici nemmeno fanno più ridere. Sono noiosi e prevedibili come una barzelletta risaputa.
Insomma, signor ministro, basta con i complessi d’inferiorità. Non è difficile, basta fare quello che tantissimi italiani fanno ogni volta che Eco e i suoi consimili pubblicano un appello contro voi: se ne sbattono, vi votano e vi apprezzano lo stesso, forse più di quanto voi stessi pensiate di meritare. Avete la legittimazione degli elettori, non vi serve quella di nessun altro. Ci sono tantissime cose da fare, molto più serie che perdere tempo dietro a certa gente. E se Eco e i suoi compagni d’indignazione dovessero davvero scappare via, per cercare conforto in qualche parte del mondo dove si sentono più apprezzati (ma è meglio non sperarci), stia tranquillo che gli elettori sapranno presto farsene una ragione. Voi, però, fatevi una ragione del fatto che la grande maggioranza del Paese sta con voi, non con loro, e che personaggi simili, per quello che rappresentano e per come vi trattano, dovreste non inseguirli e adularli, ma mangiarveli a colazione. Spiace dirlo, ma finché continuerete a inchinarvi davanti a simili reliquie non avrete alcuna speranza di cambiare l’Italia. Buon lavoro.
Fausto Carioti
Io ho un solo desiderio che la piantino di dire cazzate buoniste alla Veltroni e si diano da fare. Dopo di che comunichino agli italiani quello che hanno fatto.
Per il resto un bel tacer non fu mai scritto...quanto ai palloni gonfiati in stile Eco, se ne vadino pure dall'Italia, il paese ha solo da guadagnarci, sono buoni solo a fomentare odio, e la loro antipatia é seconda solo alla loro arroganza. Oltrettutto sono anche vecchi barbosi e petulanti.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Cultura Bondi Eco

permalink | inviato da Orpheus il 10/5/2008 alle 22:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

3 gennaio 2008

Aborto un nodo gordiano

 
Ultimamente il tema dell’aborto è tornato in gran auge, prima Giuliano Ferrara ha lanciato la proposta di una moratoria Onu per l’aborto, poi  Sandro Bondi ha presentato una mozione parlamentare per rivedere le linee guida della legge 194.
I contesti che riguardano tali richieste sono profondamente diversi e meritano un serio approfondimento, ma come di consuetudine la sinistra ha risposto con la solita fuffa finto femminista-progressista fatta di slogan banali e anacronistici e con le immancabili invettive contro il Vaticano, reo nella persona del Cardinal Ruini di voler riportare il paese al tempo della mammane a sentir loro. Mentono ben sapendo di mentire.
Il Cardinal Ruini nelle sue dichiarazioni rilasciate prima dell'annuncio di Bondi chiede di “applicare integralmente la legge sull'aborto”, anche in quelle parti che davvero possono essere di difesa della vita”. Quindi propone di “aggiornarla al progresso scientifico che ad esempio ha fatto fare grandi passi avanti alla sopravvivenza dei bambini prematuri”. Un adeguamento dei termini della legge alle nuove tecnologie mediche e diagnostiche, insomma, non una revisione dei "diritti" in essa contenuti. Lo stesso titolo che l'Osservatore Romano del 2-3 gennaio ha dato all'articolo sulle parole di Ruini parla chiarissimo: "Per il cardinale Ruini occorre applicare la legge sull'aborto", APPLICARE la legge, non riscriverla o cancellarla. 
Ma nell’intorbidare le acque la sinistra è maestra soprattutto quando non vuol far scoprire certi altarini, ergo lo snaturamento intenzionale della 194 che ha portato all’aborto facile, veloce, gratuito e spesso, usato come “metodo anticoncezionale”, complice anche lo svilimento dell’embrione paragonato nella migliore delle ipotesi a un grumo di cellule.
A questo punto e con i progressi nel campo della pianificazione familiare, a mio parere, una legge sull’aborto dovrebbe essere rivista e resa molto più restrittiva. Non siamo più ai tempi di mia nonna, dove l’ignoranza causava gravidanze indesiderate, ora chi rimane incinta “per sbaglio” agisce con imperdonabile superficialità ed è giusto che affronti le conseguenze della sua balordaggine. Troppo comodo far pagare il conto dei propri sbagli ad un innocente.

Per ciò che concerne la moratoria Onu, il discorso è ancora più complesso e importante. In molti paesi l’aborto viene praticato sistematicamente a scopo selettivo con derive razziste e sessiste. Ergo la profonda ignoranza di quei popoli, fa si che le donne che hanno in grembo un feto femminile, decidano (o siano obbligate dal marito) ad abortirlo, per riprovare ad avere un maschio.
Una pratica orrenda e indegna, che ancor più gravemente della pena di morte, toglie il diritto alla vita a esseri umani indifesi e incolpevoli solo a causa del proprio sesso.
Risultato mancano all’appello demografico circa duecento milioni di bambine, nella sola Asia.
Oltre alla questione morale, presto sorgerà una pesante questione pratica: come faranno i milioni di uomini a trovare una compagna, una moglie, se le donne scarseggeranno? A chi e dove si rivolgeranno? Non finiranno per emigrare in massa verso paesi dove la popolazione femminile è più alta, con conseguenti possibili conflitti con gli autoctoni?
Quindi la richiesta di una moratoria non è poi così balzana come tanti dicono. L’aborto dev’essere l’ultima spiaggia e non un escamotage per mettere una toppa alla propria superficialità e men che meno, per avere un figlio che corrisponda ai diktat sociali.
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ruini aborto ferrara bondi 194 moratoria onu

permalink | inviato da Orpheus il 3/1/2008 alle 21:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile        giugno