.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

20 marzo 2009

Il preservativo culturale degli 'eurofolli' nei confronti dell'Islam

                                        
"Viva inquietudine" di Parigi, "costernazione" di Bruxelles e critiche da Berlino: Il Papa é di nuovo sotto attacco, per le dichiarazioni rilasciate sull'uso del preservativo, che ha detto "NON risolve il problema" (e non che sarà scomunicato chi lo usa o peggio condannato).
Ed é vero come argomenta ampiamente e dettagliatamente un esperto mondiale l’oncologo Umberto Tirelli, coordinatore del Gicat, il Gruppo Italiano Cooperativo Aids e Tumori che dal 1986 studia le correlazioni tra tumori e agenti infettivi.
Ma non é questo l'argomento di cui volevo parlare, sono convinta che combattere l'Aids unicamente con il consiglio di usare il preservativo, sia  'eufemisticamente' riduttivo.
Il tema che voglio porre é la visione contorta e ipocrita della Ue, e la sua posizione autolesionista di sudditanza nei confronti dell'Islam.
La stessa Ue che bercia contro il Papa ha appena aperto alla poligamia, lunedì sera, in sede di commissione, è stata approvata la relazione Valean, in cui le maglie dei ricongiungimenti familiari, si sono allargate a dismisura. E così, oltre alla richiesta di eliminare tutta una serie di divieti posti dai singoli Stati all'accoglimento dei familiari  (compresi i motivi di pubblica sicurezza o di ordine pubblico) si rileva la necessità che tutti e 27 i soci permettano libera circolazione a chi ha contratto un matrimonio gay e si reclama l'abbattimento delle remore "al riconoscimento di terze o quarte mogli".
Quello che é REATO nei nostri paesi per i cittadini, diventa un DIRITTO e un PRIVILEGIO per chi arriva dalle terre di Allah.
Una follia culturale e sociale che rischia di perpetrare la schiavitù delle donne musulmane nei nostri paesi, con il beneplacito della nostra legge. Una mostruosità umana e giuridica.

Ma non é tutto, questi stessi governi che si ergono in cattedra e criticano il Papa, se ne sono stati ben ZITTI, quando Benedetto XVI ha detto che si devono rifiutare violenze e totalitarismi.
"Mi è sfuggito l’applauso di quei medesimi governi, spesso in affari con regimi violenti e totalitari. E sarebbe niente, perché solitamente tacciono davanti agli stupri della libertà e della dignità perpetrati nel mondo islamico.
Non protestano quando s’impedisce alle donne di scoprirsi. Protestano una volta sì e dieci no quando degli omosessuali vengono impiccati o quando una moglie viene lapidata.
Se vogliono radere al suolo Israele, si sollecita il dialogo.
Il multiculturalismo è divenuto rincoglionimento dei valori, per cui devo rispettare l’inciviltà altrui, ma devo mostrarmi sensibilissimo se dal mondo cristiano arrivano proposte ed idee diverse dalle mie. Senza che, peraltro, l’avversione ai preservativi sia accompagnata da minacce fisiche contro chi persevera ad usarli.",
Aggiungo al virgolettato di Davide Giacalone che non ho nessuna remora all'uso dei preservativi e dei contraccettivi, ma ne convengo con chi afferma che l'uso dei preservativi non é risolutivo nella lotta all'Aids, senza un adeguato supporto di informazione a tappeto, diagnostica tempestiva e cura, ergo regalare condom all'Africa, e poi negargli le vere armi per combatterlo perchè costose, è un modo molto ipocrita di lavarsi la coscienza. 
In conclusione quei 'signori' evitino di dare lezioncine di etica a Benedetto XVI, dal basso della loro disonestà morale e intellettuale.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. benedetto xvi ue islam aids poligamia

permalink | inviato da Orpheus il 20/3/2009 alle 10:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa

9 maggio 2008

La dittatura prepotente dei centri sociali: Genova in massima allerta per la visita del Papa

Immagine:Genova-G8 2001-Incidenti a Corso Torino.jpg
Mentre dobbiamo sorbirci le continue filippiche sulla presunta  " dittatura dolce di Berlusconi"  propinate da Di Pietro e altri "travagliati", l'Italia é sotto il tacco di un'altra dittatura che dolce non é, al contrario, é violenta, rissosa e prepotente: quella dei centri sociali.
Genova
é in stato di massima allerta per la visita del Papa.
I "signorini" dei centri sociali non hanno gradito la loro cacciata dal Parlamento, e la visita del Papa, potrebbe essere l'occasione per dar sfogo al loro vandalismo politico.
Lo temono  il Dipartimento di pubblica sicurezza del ministero degli Interni, il comando generale dell’Arma dei Carabinieri, il coordinamento nazionale delle polizie municipali, Digos e Ros che si stanno preparando a vegliare sulla sicurezza di Benedetto XVI.
Sono OBBLIGATI a vegliare SULLA SICUREZZA DI UN PAPA, il capo della Chiesa Cattolica, che predica l'amore e l'altruismo, il perdono e la PACE nel mondo.  
Roba da marziani, a QUESTO SIAMO ARRIVATI. 
Non c'è nemmeno la bufala "dell' oppressione di un popolo, nei confronti di un altro" a fare da pezza giustificativa, come nel caso della Fiera del libro di Torino.
Le forze dell'ordine sono in fibrillazione perché c'è: " un parallelismo preoccupante, che salta agli occhi anche dei non addetti ai lavori, tra la situazione socio-politica del 2001 e quella di oggi:
il governo Berlusconi (oggi come allora) da poco insediato;
Genova sede del primo grande evento della legislatura e palcoscenico mediatico di prima grandezza;
i fermenti in una sinistra radicale che da qualche settimana, addirittura, non trova più sfogo in Parlamento.
Qualcosa di più di ipotesi se alcuni canali istituzionali si stanno muovendo per sollecitare commercianti ed imprese assicurative a pensare al futuro, a quei due giorni - il 17 a Savona e il 18 a Genova - che potrebbero segnare la Liguria. Come accadde per il G8, nel luglio 2001.
Davanti alla Facoltà di lettere e filosofia, una lunga scritta dice: "18 maggio 05, Ratzinger attento ancora fischia il vento", frasi  ancor più dure sui muri della Chiesa di San Carlo.
La Digos genovese collega le scritte contro il Papa comparse un po’ ovunque ai centri sociali genovesi, lo Zapata soprattutto, e  si aspetta disordini dal movimento dei disobbiedienti
Niente di più facile perchè qualsiasi cosa faranno, sanno già che la PASSERANNO LISCIA,   ci penserà un bravo giudice rifondarolo, a mandarli a casa impuniti.
Orpheus
 

29 novembre 2007

Per Benedetto il dialogo con l'Islam é subordinato alla reciprocità

 
Dopo più di un mese, con voluto ritardo, Benedetto XVI° ha risposto all’appello al dialogo inviato a lui, come a altri esponenti della cristianità, da 138 dignitari musulmani.
Una risposta che nella forma e nelle modalità con cui avviene, non solo nella inusuale lentezza, marca tutta la prudenza e la “guardia alta” che il pontefice intende mantenere nei confronti di iniziative come queste, a nostro avviso intrise di ambiguità e di un intollerabile esclusione degli ebrei dal dialogo, motivata solo da basse motivazioni politiche in campo musulmano.
Benedetto XVI°, innanzitutto, non risponde in prima persona, e sceglie di rispondere attraverso un canale puramente diplomatico, non ecclesiale e questo dà la misura del peso e della collocazione puramente di cortesia, non di intenso scambio spirituale ed ecclesiale che intende dare al documento dei 138. Il segretario di Stato, Tarcisio Bertone, dunque ha inviato una lettera al Principe Ghazi bin Muhammad bin Talal, zio del re Abdullah II°, il più alto in grado –dal punto di vista diplomatico- non spirituale, tra i firmatari (è potenziale erede al trono di Giordania) in cui esprime “il suo profondo apprezzamento per questo gesto, per lo spirito positivo che ha ispirato il testo e per l’appello a un impegno comune a promuovere la pace nel mondo”.
Dopo avere dichiarato di non intendere  “ignorare o sminuire le nostre differenze in quanto cristiani e musulmani” il papa si dice  -sempre tramite il cardinale Bertone- “particolarmente colpito dall’attenzione data nella lettera al duplice comandamento che invita ad amare Dio e il prossimo” . Subito dopo, però, vi è la risposta vera, il punto fondante tutta la dinamica del dialogo interreligioso secondo Benedetto XVI° e la sua netta pretesa che esso sia rispettato –e non è rispettato- come condizione per qualsiasi dialogo: la reciprocità assoluta nel rispetto della dignità umana e della libertà religiosa “Dobbiamo affermare, senza cedimenti alle pressioni negative dell’ambiente, i valori del rispetto reciproco, della solidarietà e della pace”.
E qui arriva il gelo, qui la risposta diventa di pura, dovuta cortesia, qui il pontefice dimostra di non intendere più sottomettersi a inutili riti di un dialogo religioso in cui da parte cristiana si accetta che la parte musulmana non accetti la reciprocità (che molti dei firmatari sauditi del testo dei 138 non accettano).
Il pontefice infatti, fa dire al cardinale Bertone, senza possibile equivoco, che il dialogo potrà avvenire fruttuosamente, non oggi, ma solo quando la reciprocità sarà riconosciuta: “Il Papa confida nel fatto che, una volta raggiunto questo obiettivo, sarà possibile cooperare in modo produttivo nei campi della cultura e della società, e per la promozione della giustizia e della pace nella società e nel mondo”.
Segue un invito protocollare in Vaticano al principe Talal “e a un ristretto gruppo di firmatari della lettera aperta, scelto da Lei” e infine la delega alla continuità del dialogo con i 138 al Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso.
Poco al di sopra della pura cortesia formale
Carlo Pannella-L'Occidentale
Non posso che applaudire alle parole di Benedetto XVI
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Benedetto XVI Islam dialogo reciprocità

permalink | inviato da Orpheus il 29/11/2007 alle 22:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

19 ottobre 2007

Il Papa usato come testimonial da "San" Ciccio Caruso&soci

 

Tutto fa brodo per la sinistra radicale se porta acqua al mulino delle loro fasulle e anacronistiche battaglie per il popolo. Quindi anche un nemico” come Papa Ratzinger diventa un testimonial ambito quando dice ‘qualcosa di sinistra’; archiviati gli insulti, le prese in giro offensive (il ‘pastore tedesco’), le critiche feroci, gli attacchi per la "strasbordante ingerenza nella cose dello Stato" , adesso Caruso (per l’occasione San Ciccio) raccomanda:”Non avete ascoltato la Comunità Europea, non avete ascoltato l'Onu, ascoltate almeno il Papa”, gli fa eco Oliviero Di liberto: “: Ascoltate il Papa!” e Pino Sgobbio, capogruppo del PdCI alla Camera: “Dal Papa parole di saggezza e di allarme sociale sul tema della precarietà del lavoro. Sarebbe opportuno che la politica ne facesse tesoro e andasse incontro a queste opportune sollecitazioni”.Solo queste però sono “parole sagge”, perché la musica cambia quando Benedetto si pronuncia in favore della vita, dal momento del concepimento alla sua fine naturale.
A provocare questa improvvisa attrazione fatale della sinistra radicale verso Benedetto XVI è stato un messaggio inviato dal Papa, in occasione della Settimana sociale della Cei aperta a Pistoia, alla presenza di monsignor Angelo Bagnasco. In esso il Pontefice dichiara che il lavoro che manca, o che è troppo precario, il “rispetto della vita”, sempre e comunque, la difesa del matrimonio e della famiglia sono vere e proprie “emergenze sociali”.
Il suddetto messaggio contiene le paroline magiche “lavoro precario” e i radicali hanno preso la palla al balzo per arruolare il Papa come testimonial della manifestazione antigoverno di sabato prossimo,in versione "anti-Biagi".
Ovviamente è una miserevole strumentalizzazione del discorso di Ratzinger, che ha messo al centro della riflessione della Settimana Sociale, dedicata a trattare temi «sociali», proprio la «questione antropologica», vale a dire la questione della vita, della famiglia, del matrimonio. Non è un caso che, sempre ieri a Pistoia, il neo-cardinale Angelo Bagnasco abbia posto lo stesso accento, mentre il Segretario della Cei Betori, su queste colonne, due giorni fa definiva proprio quelle tematiche come un’«emergenza sociale». Nello stesso messaggio inaugurale, il Papa ha pure spiegato che la Chiesa, «se da una parte riconosce di non essere un agente politico, dall’altra non può esimersi dall’interessarsi del bene dell’intera comunità civile, in cui vive ed opera, e ad essa offre il suo peculiare contributo». Come dire: rispedita al mittente l’accusa quasi quotidiana d’ingerenza.

Anche se in questo caso l’ingerenza è ben accetta, o no?

Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. benedetto xvi legge biagi sinistra radicale

permalink | inviato da Orpheus il 19/10/2007 alle 11:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        aprile