.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

13 dicembre 2008

Su Roma il solito sciacallaggio di sinistra

 (Ansa)

Sedici anni di gestione del centro-sinistra a Roma, hanno lasciato oltre ad un buco di bilancio  nell’ordine di svariate centinaia di milioni di euro, una città a pezzi, fragilissima perché priva di un sistema idrico e fognario adeguato. Gli interventi strutturali necessari sono sempre stati rinviati, in favore di scelte amministrative più facili e più comode (leggi notti bianche) e più dissennate.
Un maltempo che non si vedeva da cento anni ha fatto il resto. Malgrado questo “Cicciobello” non ha resistito  ad accusare Alemanno, di “gestione catastrofica”.
Persino il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, del Pd, ha ammesso che “il problema fondamentale è dato dall'ostruzione della rete fognaria” della città. In sette mesi, per quel “gran genio” di “Cicciobello”, Alemanno doveva fare quello che lui e Veltroni non hanno fatto in sedici anni. Ma ad una bella “sciacallata” i moralmente superiori non rinunciano mai, nemmeno davanti alla morte di due persone: un donna e un ragazzo.
La manutenzione è stata lasciata in condizioni pietose da decenni, dei circa 600mila fra tombini e caditoie (per il deflusso dell’acqua) l'80% è ostruito, da decenni di incuria, occorrono altri 20 milioni di euro, per ripristinare una situazione da “città civile”.
 Un altra “sòla” lasciata in regalo dal centro sinistra, che adesso non ha nemmeno la decenza di stare zitto. Ma che gente è questa?

Alla mega ditta che prendeva i soldi ma non faceva il lavoro ( senza che nessuno, evidentemente controllasse, né Rutelli né Veltroni), Alemanno ha sospeso l’appalto, per ovvie ragioni, visto che costava alle casse comunali, ma non produceva nessun risultato.
Inoltre il rafforzamento degli argini del Tevere richiede una legge speciale che, non si capisce perché, giace da tre anni tra le carte della Regione Lazio, amministrata, tanto per cambiare, da un presidente e da una giunta di centro sinistra.

Ma per Rutelli, è Alemanno che è un “incapace”, e in effetti c’è qualcosa in cui “cicciobello” eccelle, la faccia di tolla e il pelo sullo stomaco. Ma gli italiani e i romani, se ne sono accorti da quel dì.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Alluvione Roma Rutelli sciacallaggio sinistro

permalink | inviato da Orpheus il 13/12/2008 alle 18:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

20 aprile 2008

Rutelli e la sua ex Giunta condannati a pagare 10 miliardi e mezzo di lire all'Erario

 
"IL CASO S.T.A"

Cosa ne è stato della condanna della Corte dei Conti a risarcire l'Erario di ben 10 miliardi e mezzo di lire?
Chi ha pagato per Rutelli e la sua Giunta?

11 Marzo 2004 I parcheggi d'oro di Roma
La STA è la società interamente controllata dal Comune di Roma che gestisce i parchimetri e gli ausiliari del traffico. Le inchieste della Corte dei Conti hanno già visto la condanna della Giunta Rutelli alla restituzione degli emolumenti versati ai suoi consulenti e l'apertura d'un procedimento nei confronti della STA a ragione di quello che sembra essere uno sperpero del denaro incassato dai parchimetri. Dal suo canto la moglie di Rutelli, la giornalista Barbara Palombelli, stando a quanto si è letto sui giornali, dovrebbe saperne sulla vicenda. La Corte dei Conti aveva citato la Sta e la Compagnia romana parcheggi, unitamente all'ex assessore alla mobilità Walter Tocci, per danni all'erario quantificati in circa 10 miliardi e mezzo di lire. Le varie inchieste della Corte dei Conti sulla gestione Rutelli hanno già visto la incolpazione della Giunta Rutelli e la richiesta della restituzione degli emolumenti versati ai suoi consulenti nonché l'apertura d'un procedimento nei confronti della STA a ragione di quello che sembra essere uno sperpero del denaro incassato dai parchimetri.
La Cassazione a sezioni unite ha stabilito che chi maneggia soldi pubblici, anche se si traveste da società, deve renderne conto al pubblico; ha deciso che i soldi dei parchimetri servono per migliorare il funzionamento dei parcheggi. Sembrano elementari verità, la scoperta dell'acqua calda, eppure ci son voluti i troppo spesso bistrattati parrucconi della Suprema Corte.
La Corte dei conti può e deve verificare la gestione del denaro pubblico riscosso dalla Sta, la società trasporti automobilistici a cui il Comune ha affidato la gestione dei proventi della sosta a pagamento. E gli utili sono vincolati alla costruzione di nuovi parcheggi, alla "realizzazione di opere pubbliche" hanno puntualizzato i supremi giudici. Tutti i soggetti che abbiano "di fatto maneggio di pubblico denaro" sono sottoposti alla lente d'ingrandimento della magistratura contabile, anche se si tratta di società private come la Sta. Non ci sono dubbi - dicono i giudici - circa la natura privatistica di questa società, ma il regime privatistico del soggetto non significa che esso non possa venire considerato agente contabile e quindi soggetto al giudizio per resa di conto. Questo vincolo di destinazione - è scritto nella sentenza 12367 - non può venir meno "per il fatto che il servizio sia esercitato attraverso una società". Dovrà, dunque, superare l'esame dei giudici contabili anche l'utilizzazione che è stata fatta delle somme ricavate dalle auto in sosta e che - in base al nuovo Codice della strada - devono essere impiegate per l'"installazione, costruzione e gestione di parcheggi in superficie, sopraelevati o sotterranei, e al loro miglioramento". Mentre le somme "eventualmente eccedenti" devono servire ad "interventi per migliorare la mobilità urbana". Insomma, la Corte di Cassazione respinge la questione e dà pieno titolo all'indagine della magistratura riguardo la gestione degli introiti della Compagnia romana parcheggi che, fino al '98 ha riscosso per conto della Sta, i soldi delle soste a pagamento. L'inchiesta seguita dall'allora vice procuratore generale Angelo Canale, mirava ad accertare quali sono i costi reali per la gestione dei parcheggi e soprattutto dove finiscono le duemila lire l'ora che il cittadino sborsa per sostare nelle strisce blu. Secondo la Corte dei Conti i soldi non sono finiti dove avrebbero dovuto e ora su questa vicenda sta indagando anche la procura penale sotto la supervisione del procuratore aggiunto Maria Cordova.
Qui le sentenze in dettaglio, le multe ecc.
Da Controcorrente
Alle due domandine che ho messo sotto la foto di cicciobello, se ne possono aggiungere altre due: 1- con che faccia ripresenta ai romani la sua candidatura a sindaco?
2- i romani se lo riprenderanno? Se, si nel loro futuro prossimo venturo, vedo un "modello Napoli"...
Ce ne sarebbe anche una terza il paladino del parlamento pulito, Di Pietro che fa? Tace? Chi tace acconsente, e chi acconsente a queste porcate, farebbe meglio a stare zitto.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rutelli condanna candidatira sindaco

permalink | inviato da Orpheus il 20/4/2008 alle 23:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

18 marzo 2008

Bufale elettorali

 
Libero ha beccato in castagna Ciccio Bello, alla Magliana per la sua campagna elettorale:
Francesco Rutelli è anche lui in bicicletta (come il prode Romano).
La strada è pianeggiante, ma il candidato sindaco nonché ex sindaco di Roma ha il volto contratto dalla fatica.
Probabilmente, dietro gli occhiali da sole, lo sguardo è deciso, la fronte imperlata di sudore.
È in fuga, Rutelli.
Ha staccato il gruppetto di una manciata di secondi.
Guardate bene: spinge sui pedali, tenta l'allungo decisivo.
Laggiù in fondo, forse, il traguardo o solo lo striscione del Gran Premio della Montagna.
Un ultimo sforzo.
E la spaventosa fatica avrà termine, il ciclista allargherà le braccia in segno di vittoria, una ragazza bionda gli porgerà il trofeo.
È lui il numero uno. Guardate meglio: l'uomo solo al comando è immobile. La sua bici è ferma sul cavalletto.
Questa è l'istantanea della presa per i fondelli degli elettori italiani....(non di tutti naturalmente, ma di quella parte che il Cav, designò con una parte anatomica maschile, epiteto che venne esibito con gran vanto, perchè lungi da loro il sospetto che lo erano veramente ).
Cicciobello é bello, quindi mica gli si può chiedere di più e chi lo vota che mi suscita qualche perplessità...
Orpheus
Stampatello Mattias Mainiero


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. libero rutelli campagna elettorale

permalink | inviato da Orpheus il 18/3/2008 alle 21:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

20 febbraio 2008

Riciccia Cicciobello

 Image
Rutelli vuol tornare in Campidoglio, e la cosa è interessante per quel che racconta del fallimento della politica italiana. Il sistema elettorale per la scelta dei sindaci è generalmente considerato il migliore, fra i tanti che adottiamo in Italia, perché capace di selezionare personale nuovo ed assegnare all’eletto poteri reali.
Il caso di Roma testimonia un andazzo diverso: Veltroni fece il sindaco per sfuggire al disastro elettorale del partito di cui era segretario, mentre Rutelli torna a fare il sindaco per sottrarsi alla sconfitta del governo di cui fa parte, e smise di esserlo per conquistarsi una sconfitta elettorale che gli avrebbe dato una rendita di posizione. In pratica: sono sempre gli stessi e si scambiano il posto perché non c’è alcun ricambio della classe politica.
Nell’inesistenza dei partiti sono cresciuti mali antichi della politica nostrana, come il trasformismo ed il personalismo
. Abbiamo comunisti che fanno i liberal e radicali divenuti baciapantofole. L’importante è che non se ne vada nessuno e che nessuna sconfitta elettorale segni la fine di una carriera che non ha alcuna possibile alternativa di lavoro, di competenza professionale e di reddito.
Fanfani su soprannominato “rieccolo”, perché ogni tanto rispuntava fuori, ma almeno era fior d’economista, professore universitario e sapeva anche dipingere. Qui c’è gente che si distingue per eclettismo inconcludente, senza mai lasciare la scena. Sono giovani a vita, forse perché non diventeranno mai adulti.
Non è escluso che nella Roma un tempo guidata da Ernesto Nathan il duello sia fra l’uomo del giubileo e quello per la sacralità della vita. Il che non m’inquieta come laico, ma m’infastidirebbe come cattolico, giacché l’esibizionismo filopapalino somiglia più ad un insulto che non ad un omaggio alla fede.
Nel complesso, comunque, il centro destra s’impegna, ancora una volta, nello sforzo di far vincere il sindaco di sinistra, per giunta ricicciato. Deve essere il frutto delle letture classiche, come Giovenale: Omnia Romae cum pretio (A Roma tutto ha un prezzo). O magari conta anche la lettura del piano regolatore. Un tempo Roma fu palestra di politica e politici nuovi, ora è l’ospizio della sconfitta. Casa di riposo, dove allevare la corte, coltivare le relazioni e nutrire la clientela.
Da Legnostorto-Davide Giacalone
Basta vedere il degrado di Roma per capire quanto sia azzeccata l'affermazione "ospizio della sconfitta".
A sinistra ci mandano i "trombati" e a destra candidati poco appetibili.
Quando ho letto di Giuliano Ferrara, come possibile candidato da opporre a Rutelli, mi sono detta che si sarebbe anche potuta evitare la seccatura del voto ai romani. Ferrara con la sua battaglia ideologica contro l'aborto, recepita dalla massa come un attentato alla 194, era tagliato fuori in partenza.
Oggi é
tramontata l'ipotesi Ferrara e sorge quella Meloni...e da una candidatura "suicida" si é passati ad una "inoffensiva"...l
Giorgia Meloni é simpatica e brava, ma troppo giovane e troppo sconosciuta e per giunta donna, che al centro-sud non é una carta vincente.
Io la voterei perchè Rutelli é il "vuoto pnematico" confezionato da "bello guaglione"...ma la maggioranza dei romani non credo proprio.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Rutelli sindaco Roma candidato

permalink | inviato da Orpheus il 20/2/2008 alle 19:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

19 gennaio 2008

A proposito di qultura:

 
Della serie: "Io speriamo che me la cavi..."

Cicciobello Rutelli, ministro della qultura, che non ha nulla da invidiare a Di Pietro, ministro delle infrastrutture nello svilimento, maltrattamento e oltraggio della lingua italiana,  ha così esordito al Tg1 delle ore 20 del 18 gennaio 2008: "«Chi glielo avesse detto, a Eufronio, che si sarebbe trovato dentro al Tg1, 2.500 anni fa!».
Già e "chi glielo avesse detto agli italiani che si sarebbero beccati un campionario di ministri così "variopinto e variegato" votando Prodi, due anni fa!"...
Per caso sapete se si é laureato alla sapienza?
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Rutelli qultura vaso Eufronio

permalink | inviato da Orpheus il 19/1/2008 alle 19:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

26 giugno 2007

L’ITALIA SI VERGOGNA DEI SUOI EROI

 
Viviamo in un Paese in cui aleggia uno spirito forcaiolo stimolato dalla dottrina terzomondista che ad alcuni sembra la panacea risolutrice dei problemi della cultura e della società, altri arrivano ad osannare i terroristi e vorrebbero vedere gli stragisti nostrani andare liberi ad ammazzare chi non è di loro gradimento, altri ancora vorrebbero vedere aumentare il numero degli orfani e delle vedove, purché i padri e i rispettivi mariti siano poliziotti, da macellare a loro esclusivo godimento, altri ancora e non sono pochi preferiscono camminare per strada a braccetto con i terroristi islamici piuttosto che stare dalla parte di chi ha la sola colpa di volersi difendere dagli attacchi kamikaze.
E non è raro questo sentimento, c’è chi ha dedicato una via italiana a uno stragista che ha riempito le fosse degli europei per oltre un trentennio con i suoi fedayn e si è servito della sua popolazione per tenerla nella miseria più nera, nutrendola a odio e ferocia, per sfruttarne il tornaconto economico.
Per strada vengono oltraggiati i caduti vittime dei terroristi, i loro parenti picchiati a sangue, come accaduto al padre di  Matteo Vanzan, il giovane militare che perse la sua vita nel compimento del suo impegno.
A un teppista caduto lui stesso vittima della sua aggressività, durante un tentativo di assassinare dei poliziotti, facendogli sprecare la sua miserabile vita, così proprio come l’aveva vissuta, fra violenze e illegalità, sono stati riconosciuti onori che non vengono riservati ai veri eroi: sua madre è diventata l’icona dei rifondaroli comunisti e siede al Senato pontificando su ciò che noi dovremmo osservare, lei che è stata un fallimento come madre e che da politica è ancora peggio. Al figlio, il teppista, è stata dedicata una sala del Senato, così tanto per dimostrare il disprezzo verso la democrazia e il diritto.
Ad Oriana Fallaci nemmeno Ciampi ha voluto conferirle il grado di senatore della repubblica. Su di lei, che prima di ogni altro cittadino italiano, ha avuto il coraggio di denunciare l’invasione islamista jaidista e terrorista, anziché onori sono stati riversati fiumi d’odio di una ferocia che ha eguali soltanto nelle azioni violente che mettono in pratica i terroristi . Questo Stato vergognoso fatto da una marea di terzomondisti nessun riconoscimento le ha voluto tributare, proprio il contrario di ciò che invece ha dato a chi avrebbe meritato di  terminare la sua vita in una prigione.
Ci troviamo dentro una profonda crepa che si apre su una voragine buia, avvolta dalle nebbie dell’ignoranza e che ci sta letteralmente inghiottendo se la democrazia non riuscirà a trovare un guizzo d’orgoglio, di dignità, per uscire dal pantano inverecondo dovuto a una cultura che anziché farci crescere e migliorare, ci sta riempiendo di vergogna.
Ora a New Yor, fra qualche giorno verrà dedicata una giornata di Studio per Oriana Fallaci, precisamente il 29 giugno alla Public Library di New York . La manifestazione 'Oriana Fallaci e l'America',  promossa dal ministero per i Beni culturali, in collaborazione con Rcs MediaGroup, sara' inaugurata dal ministro Rutelli  il 28. Una mostra di manoscritti, fotografie e cimeli accompagnata dal documentario 'Oriana e l'America',  prima tappa di altri eventi commemorativi a Milano, Roma e Firenze in autunno.
Chi siede tranquillamente alla destra del padre patrigno di Oriana Fallaci, che le ha negato tutto in vita, ora non si vergogna di partecipare a una manifestazione in sua memoria, ma non ne ha il diritto.
Noi tutti vorremmo credere che le intenzioni siano buone e che la presenza di Rutelli sia dovuta a stima e affetto nei suoi confronti, ma sappiamo che non è così, perché i fatti non possono mentire come le parole ed i fatti ci dicono che Rutelli è seduto tutt’ora a fianco di chi la voleva morta .
L’italia che si vergogna dei suoi eroi farebbe bene a vergognarsi di esistere.  
Da Lisistrata 
Al contrario dell'Italia, l'America ha sempre tributato onori ad Oriana Fallaci. Per 'Ciccio Bello' promuovere una manifestazione in suo onore é un vantaggio per la sua immagine, perchè brillerà di luce riflessa. La luce di una grande donna maestra di vita che ha fatto della sua esistenza una lotta a favore della libertà e della giustizia, contro la violenza, contro i dispotismi, contro la menzogna. In più una scrittrice sublime.
Ed é per questo che il vanitoso 'Ciccio Bello' sfiderà le ire rifondarole, per carpire un po' di quella LUCE che affascina milioni di persone in tutto il mondo.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Oriana Fallaci Rutelli

permalink | inviato da Orpheus il 26/6/2007 alle 15:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

7 giugno 2007

Rutelli in diretta tv fa lo sciopero dell'intelligenza


Ballarò, programma televisivo condotto da Floris su Raitrè, martedì sera ha ottenuto il proprio record d'ascolti. Congratulazioni a Berlusconi, soprattutto, intervenuto in diretta per precisare, puntualizzare, chiosare. Si dà il caso che il picco, come usa definirsi il momento in cui si registra il massimo di sintonizzazioni su una rete, sia coinciso col discorsino telefonico del Cavaliere. Il che dimostra, nel bene e nel male, un fatto: l'ex premier è stato e continua ad essere il leader politico in grado di suscitare maggiore interesse (o maggiore curiosità) in chi segue la tivù. E siccome la seguono in molti, compresi quelli che sostengono di detestarla, ciò significa che gran parte degli italiani pendono dalle labbra di Silvio. Questo è il primo dato. Il secondo è più bello ancor. Nel corso di Ballarò, cui ho partecipato da esordiente in collegamento dalla sede milanese di Libero, Berlusconi era stato accusato da alcuni presenti di aver invitato i compatrioti a scioperare contro il fisco. Cosa grave per chi sia candidato a rientrare a Palazzo Chigi. Grave ma nella circostanza non vera. E non lo dico perché il Cavaliere ha smentito; infatti le sue smentite spesso sono paragonabili a escursioni sugli specchi. Lo dico perché Floris, da bravo giornalista (un po' troppo furbetto), a un certo - tardivo - punto ha riproposto la registrazione delle dichiarazioni "incriminate" di Berlusconi, dalla visione della quale si è avuta la prova che tali dichiarazioni erano state interpretate scorrettamente. Il Cavaliere non ha incitato il popolo a scioperare contro il fisco. Ha semplicemente rivolto all'interlocutore una domanda retorica: "si vuole che ci inventiamo qualche forma di sciopero fiscale? Non credo". Perfino gli ospiti di Ballarò sarebbero in teoria all'altezza di distinguere una domanda retorica da un'affermazione perentoria, ma non se offuscati da furor polemico aggravato da odio malcelato verso la persona che ha parlato. Se prevale il pregiudizio, l'intelligenza si ottunde. Così è stato. E alla frase di Berlusconi è stato attribuito un significato che non aveva. Il falso spacciato per autentico. Che pena ascoltare certe mistificazioni, certe forzature che rivelano soltanto una miseranda disonestà intellettuale. Non importa ragionare, ma aver ragione a ogni costo: ecco l'obiettivo dei governanti. Bisogna ammettere che nella mediocrità generale, a parte Floris cui va dato atto di capacità e cortesia, l'unico che sia riuscito a volare oltre le banalità è stato Pierferdinando Casini, il quale ha risposto colpo su colpo e con lucidità ai tentativi di Francesco Rutelli di minimizzare la portata della vicenda Visco-Speciale. Tentativi goffi e scentrati, tipici di chi non padroneggia la materia e si rifugia nella digressione melliflua allo scopo di perdere tempo, confondere le acque, evitare il nocciolo della questione contro cui la sua parlantina imparaticcia evaporerebbe. Rutelli incarna al meglio il peggior esemplare di politico senza qualità, l'uomo mediocre che non avendo imparato un mestiere, ma sostenuto dall'ambizione, si è infilato nelle truppe scalpitanti dei portaborse e, tra una gomitata e una spinta - per esempio di Pannella - si è trovato in prima fila con grande stupore, anzitutto di sé medesimo, e ne ha approfittato per piazzarsi. Si è piazzato bene. Segretario dei radicali. Sindaco di Roma. Padrone della Margherita. Candidato (sconfitto) premier. Ministro. Vicepremier. Un miracolo. Il signor Nessuno ha ricoperto tante cariche e non ha lasciato traccia. Un fantasma parlante. Un appendiabito. Che potrebbe addirittura fare una eccellente figura se si limitasse ad agire nell'ambito del genere frufrù a lui congeniale per spessore e cultura. Invece, sarà la posizione conquistata sulla carta (velina), sarà l'esibizionismo dei meno dotati, Francesco Cipria maritato Palombelli talvolta dimentica di essere gassosa e se la tira da frizzantino liberando dalla sua boccuccia di rosa una serie di luoghi comuni che ne rivelano la totale insipienza. Nonostante questo farebbe tenerezza, sennonché la rotonda spocchia dello Zero lo spinge oltre i confini della creanza e qui casca l'asino: Rutelli tradisce una villania contrastante con la bella presenza. Lo si costata spesso nelle sue apparizioni sul video, e ieri lo si è costatato ancora quando, al telefono Berlusconi, la telecamera lo ha colto in atteggiamento scomposto e cafonesco. Mentre il Cavaliere si ritagliava un legittimo spazio onde esprimere il proprio dissenso da quanto era stato detto di lui in studio, Rutelli scuoteva il capo, sbuffava infastidito da idee diverse dalle sue. Lo stesso comportamento ha tenuto allorché è toccato a me rispondere alle domande di Floris. Stupidaggini. Che il signor Vuoto dica: che palle, che palle, a commento delle mie richieste - osservazioni, non è offensivo. Non lo è per me né, probabilmente, per i telespettatori. Denuncia soltanto l'animo burino di un grimpeur privo di rispetto anche per sua madre che, si presume, gli abbia insegnato i rudimenti della buona educazione.

Vittorio Feltri-Libero 
Non mai letto un ritratto di cicciobello Rutelli, più realistico di questo di Feltri...
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Televisione Ballarò Feltri Rutelli

permalink | inviato da Orpheus il 7/6/2007 alle 23:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre        gennaio