.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

13 giugno 2009

Orgoglio gay

 
 (foto AGF)
(Inside foto)
(Inside foto)

Orgogliosi di esibire fenomeni da baraccone.

Orgogliosi di offendere il pudore esibendo i suddetti fenomeni mezzi nudi, in danze scatenate.

Orgogliosi di profanare figure sacre come la Madonna e Gesù Cristo, fondamenti della religione cattolica, e che come tali non dovrebbero essere irrisi. 
Mai però che a fianco ad un Cristo seminudo, per par conditio ci sia un Maometto. Evidentemente ai gay "orgogliosi" frega una beata mazza, degli omosessuali e delle lesbiche impiccate nei paesi musulmani, che non hanno nemmeno il diritto inalienabile e basilare alla vita.

Orgogliosi di offendere chi crede in Dio, nella Famiglia e nel suo Paese con striscioni di grande spessore "morale e intellettuale", ma in rima frociata (spero che non si offendano per la battuta, visto che loro sono "In laica frocessione": "Dio, patria e famiglia = chiesa spa, mafia e P2 che governano un popolo bue".
Il "popolo bue" ringrazia per l'epiteto che non contraccambia avendo molto più rispetto per la categoria di quanto non ne hanno i suddetti fenomeni da baraccone per i cattolici e per gli etero.
Su un cartello c'era scritto "Rassegnatevi siamo ovunque"
Il "popolo bue" risponde "Rassegnatevi voi, perchè noi siamo di più, molti, ma molti di più".
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Gay pride Roma

permalink | inviato da Orpheus il 13/6/2009 alle 19:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa

16 ottobre 2008

Federalismo ma quanto ci costi?

 

La Lega vuole il federalismo e per ottenerlo è disposta ad ingoiare e FAR ingoiare ai suoi elettori, bocconi amari, molto amari.
Il primo riguarda il ripianamento dei debiti di Roma e Catania.
Una pioggia di milioni di euro sottratti alle regioni virtuose del Nord come la Lombardia per tappare i buchi di bilancio di sindaci (leggi il “perfettino” Veltroni) e amministratori assolutamente inetti e spreconi, che hanno costruito la propria immagine sulle “Notti Bianche” et similia, infischiandosene della voragine che pian piano si allargava sempre di più nelle casse comunali.

A Roma dopo 15 anni di giunte “allegre” di sinistra il deficit è stellare, andranno 500 milioni di euro subito, inoltre avrà a disposizione altri 500 milioni di euro all’anno, a partire dal 2010, ancora utilizzabili per colmare disavanzi pregressi di spesa corrente. A cui va aggiunto l’extradeficit sanitario della regione Lazio per il quale sono stati sbloccati 3 miliardi di euro a fondo perduto, che si aggiungono ad altri 5 miliardi in prestito già concessi dal governo Prodi e ora sbloccati. Una quantità di denaro impressionante.
Come impressionante è la faccia tosta di Veltroni, che ha ancora il coraggio di alzare il ditino e dare lezioni di morale. Meriterebbe il carcere, altro che pontificare da simili pulpiti di inettitudine e sprechi dolosi.
A confronto Catania, avrà una miseria “solo” 150 milioni di euro.

Questa ennesima “porcata” alla Lombardia e alle altre regioni del Nord, ha fatto infuriare Formigoni, naturalmente, ma anche molti esponenti del Pd si sono fatti venire il mal di pancia. Per il capogruppo in Regione Carlo Porcari, Formigoni “ha ragione a denunciare l’iniquità con cui si stanziano i fondi per Catania e Roma”. Penati e Chiamparino, hanno deciso addirittura di battere la Lega usando i suoi stessi mezzi. Ecco così spuntare manifesti leghistizzanti con una matrona catanese che raccoglie le uova milanesi…

C’è ancora una notizia degna di nota che fa comprendere come la diversità dei trasferimenti dello Stato ai Comuni è oltraggiosamente iniqua. La fondazione Civicum di Milano fa un esempio che rende bene l’idea: “Per ogni cittadino di Napoli lo Stato trasferisce 623 euro, sette volte di più dei 91 euro che trasferisce per un cittadino milanese. È scandaloso che non venga fatta chiarezza sui meccanismi che regolano i contributi statali agli enti locali». Sacrosanto.

Purtroppo per noi, ma fortunatamente per i parassiti che vivono alle nostre spalle, la cultura del regalo e dell’assistenzialismo non appartiene al nord: da queste parti ci insegnano fin da piccoli che nessuno ti regala nulla. Ci insegnano a lavorare e a sudare e non ad aspettare la “pappa” pronta da mamma stato, il posto da “scaldare” per ritirare lo stipendio a fine mese, a pretenderlo addirittura (come sta succedendo nella scuola), tanto c’è il solito “pantalone” lumbard che mena il carretto per tutti. Forse è il caso di cominciare a parlare di secessione se questi sono i risultati del federalismo.
Quanto a Veltroni dovrebbe solo dimettersi e con lui Bassolino e tutti quei politici a sinistra e a destra che hanno prodotto deficit astronomici. Se questo fosse un paese serio.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. roma catania deficit federalismo regioni virtuose

permalink | inviato da Orpheus il 16/10/2008 alle 20:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

12 giugno 2008

Roma : Notti bianche, casse comunali al verde


Prestito ponte?
Stanziamento straordinario come anticipo di fondi per Roma Capitale? Giulio Tremonti e Gianni Alemanno stanno cercando di trovare la formula più adatta per coprire il buco di 9 miliardi di euro lasciati in eredità al centro destra, in Campidoglio, dal centro sinistra di Walter Veltroni. E non sanno a quale santo votarsi per identificare la soluzione più opportuna. Pressati come sono dal fatto che le casse dello stato languono, alla Lega si drizza il pelo quando sente parlare di soldi per Roma e se si vuole continuare il dialogo con il Pd non si può inchiodare il suo segretario con l’accusa di essere un pubblico scialacquatore. Come uscire da questo cul-de-sac? Visto che portare i libri in Tribunale non si può e che tirare il sangue dalla rapa dello stato è impossibile, non rimane che applicare al contrario la regola di governo indicata a suo tempo da Re Ferdinando di Borbone detto anche il “Re bomba”, quella delle tre “f” (festa, farina e forca). La forca è in disuso da tempo. La farina è cara. Al povero Alemanno, che non si sarebbe mai aspettato di avere un regalo del genere da parte di Veltroni e Rutelli, non rimane che dare una bella tagliata alla festa dell’Estate Romana. E passare dalla Notte Bianca a quella Nera. Nostalgico? Niente affatto. Solo austero!
Da L'Opinione
Un buco di nove miliardi e una città con non pochi problemi, dalle strade disastrate, all'invasione di campi rom, all'emergenza rifiuti che pende sulla testa dei romani come una spada di "Napoli".
Ci vuole coraggio a proporsi come candidato premier dopo aver lasciato una simile eredità...
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. roma buco veltroni

permalink | inviato da Orpheus il 12/6/2008 alle 19:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

28 aprile 2008

Lupomanno corre da solo e stravince

 
Al Piacione non sono servite le alleanze con rifondaroli e dipietrini.
Non é servito l'endorsement di attori, attricette e calciatori.
Non sono servite le promesse dell’ultima ora.
Né le calunnie tese a diffamare ignobilmente il candidato del centro-destra.
Non è servito il capello brizzolato e l’occhio ceruleo, unico punto di forza del Piacione.
Ha perso e in modo eclatante, sei punti di differenza. Una débacle. Come per il Pd, come la per la sinistra arcobaleno, perché la sinistra italiana è asfittica, è antiquata, è incapace di dare risposte, si dibatte nelle sue beghe interne, sempre sul filo della lama delle sue contraddizioni, dei suoi “ma anche”. La gente vuole chiarezza, vuole concretezza, non è più il tempo dei venditori di fumo.
A Rutelli, la mazzata finale, gliel’ha data la SA, con cui insensatamente era alleato. Nell’intervista appena rilasciata ha parlato di 100.000 elettori del cxs che si sono astenuti (A dimostrazione che non c’è un clima di anti-politica, ma di anti-sinista).
Può avere credibilità uno che si allea con chi candida rom nelle liste e con chi oKKupa case altrui per professione? No.
La SA ha candidato una rom, che trovava naturale, in caso di problemi economici, di far chiedere l’elemosina ai bambini a suon di botte.
Può essere preso sul serio, quando parla di sicurezza? No.
Davanti a sé la sinistra italiana ha solo una strada, avviare un vero processo di rinnovamento e non di maquillage elettorale, che ha portato al PD. Staccarsi ovunque dal peso morto della SA, che non porta voti, ma porta a fondo. Alemanno avrebbe vinto ugualmente, ma non con tanto vantaggio, se anche il Piacione avesse avuto un po’ più di fegato.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. roma elezioni sindaco vittoria alemanno

permalink | inviato da Orpheus il 28/4/2008 alle 18:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

21 aprile 2008

Rutelli e il bracciale antistupro: a quando le "riserve" per donne sole?

 

Rutelli è una mente “sopraffina”, lui i problemi li risolve in uno zac, e trova soluzione a cui gli altri “mai” sarebbero arrivati, tanto sono “geniali".
Gli immigrati clandestini violentano le donne sole, ci teniamo gli immigrati e dotiamo le donne di un braccialetto elettronico per segnalare eventuali situazioni di pericolo. Un dispositivo per la sicurezza di cui non si conoscono altri particolari (come sempre quando si tratta di proposte “fantasiose” delle sinistra che tali rimangono), tranne il fatto che nei progetti del centrosinistra romano dovrebbe essere affiancato da centraline Sos nelle zone più a rischio collegate con le centrali operative.
Solo per Roma il costo sarebbe stratosferico visto che sono un milione e mezzo, le potenziali destinatarie del braccialetto segnalatore (poco importa a cicciobello tanto pagano gli italiani).
Ma questo sarebbe il meno, il grave è, che questa balorda iniziativa, è la pressoché totale resa dello Stato, incapace di garantire la sicurezza ai cittadini, che devono ricorre a una sicurezza "fai da te".
E poi il “fantomatico” braccialetto può essere dimenticato, può guastarsi mentre una donna è fuori casa, può essere tolto sotto la minaccia di un’arma, la centralina a cui è collegato può essere danneggiata da vandali ecc. come si può avere la brillante idea di delegare la sicurezza di una donna alla medesima, tramite un dispositivo tecnico, per me è un mistero, solo a Rutelli poteva venire in mente. Manco fossimo foche monache in via d’estinzione…
Dopo questa acutissima pensata, cicciobello ne ha avuto un’altra scaricare sulle spalle del cdx la responsabilità della situazione disastrosa in cui versa la sicurezza, ovviamente manipolando la realtà, come suo stile, colpa di Berlusconi, dice lui “ha approvato una sanatoria per l’ingresso di 141.620 romeni”.
Bugia  (attento ciccio che ti cresce il naso e la gente ha buona memoria).
La sanatoria fu fatta per tutti quei clandestini GIA’ entrati durante i governi di centrosinistra (Do you remember la Turco-Napolitano? E ricordi le piazze piene di bandiere ROSSE contro la Bossi-Fini, definita RAZZISTA, XENOFOBA e palle simili? Do you remember la lotta accanita contro i Cpt definiti “lager”, lotta che, con il governo Prodi ha portato alla chiusura di tanti di essi?)
E la Amato-Ferrero che fra le altre assurdità all’insegna porte aperte per tutti, reintroduce la figura dello sponsor, affiancandole quella dell’autosponsor? Un INVITO per chiunque voglia entrare nel nostro paese, visto che la tendenza europea da Zapatero a Sarkozy, é stata quella del giro di vite all'immigrazione.

Nel caso specifico dei rumeni l’Italia è stata l’unico paese a non FARE NESSUNA MORATORIA, GRAZIE SEMPRE al governo prodi.
Faccia di bronzo, ma memoria corta, molto corta, per il candidato sindaco di Roma: la quale è una città talmente "sicura" (come blaterano Serra e Veltroni) da aver costretto la sinistra a rincorrere il cdx sulla tolleranza zero e da proporre nel “pacchetto sicurezza”, il bracciale antistupro...

Sono proprio ridicoli.

Orpheus

20 febbraio 2008

Riciccia Cicciobello

 Image
Rutelli vuol tornare in Campidoglio, e la cosa è interessante per quel che racconta del fallimento della politica italiana. Il sistema elettorale per la scelta dei sindaci è generalmente considerato il migliore, fra i tanti che adottiamo in Italia, perché capace di selezionare personale nuovo ed assegnare all’eletto poteri reali.
Il caso di Roma testimonia un andazzo diverso: Veltroni fece il sindaco per sfuggire al disastro elettorale del partito di cui era segretario, mentre Rutelli torna a fare il sindaco per sottrarsi alla sconfitta del governo di cui fa parte, e smise di esserlo per conquistarsi una sconfitta elettorale che gli avrebbe dato una rendita di posizione. In pratica: sono sempre gli stessi e si scambiano il posto perché non c’è alcun ricambio della classe politica.
Nell’inesistenza dei partiti sono cresciuti mali antichi della politica nostrana, come il trasformismo ed il personalismo
. Abbiamo comunisti che fanno i liberal e radicali divenuti baciapantofole. L’importante è che non se ne vada nessuno e che nessuna sconfitta elettorale segni la fine di una carriera che non ha alcuna possibile alternativa di lavoro, di competenza professionale e di reddito.
Fanfani su soprannominato “rieccolo”, perché ogni tanto rispuntava fuori, ma almeno era fior d’economista, professore universitario e sapeva anche dipingere. Qui c’è gente che si distingue per eclettismo inconcludente, senza mai lasciare la scena. Sono giovani a vita, forse perché non diventeranno mai adulti.
Non è escluso che nella Roma un tempo guidata da Ernesto Nathan il duello sia fra l’uomo del giubileo e quello per la sacralità della vita. Il che non m’inquieta come laico, ma m’infastidirebbe come cattolico, giacché l’esibizionismo filopapalino somiglia più ad un insulto che non ad un omaggio alla fede.
Nel complesso, comunque, il centro destra s’impegna, ancora una volta, nello sforzo di far vincere il sindaco di sinistra, per giunta ricicciato. Deve essere il frutto delle letture classiche, come Giovenale: Omnia Romae cum pretio (A Roma tutto ha un prezzo). O magari conta anche la lettura del piano regolatore. Un tempo Roma fu palestra di politica e politici nuovi, ora è l’ospizio della sconfitta. Casa di riposo, dove allevare la corte, coltivare le relazioni e nutrire la clientela.
Da Legnostorto-Davide Giacalone
Basta vedere il degrado di Roma per capire quanto sia azzeccata l'affermazione "ospizio della sconfitta".
A sinistra ci mandano i "trombati" e a destra candidati poco appetibili.
Quando ho letto di Giuliano Ferrara, come possibile candidato da opporre a Rutelli, mi sono detta che si sarebbe anche potuta evitare la seccatura del voto ai romani. Ferrara con la sua battaglia ideologica contro l'aborto, recepita dalla massa come un attentato alla 194, era tagliato fuori in partenza.
Oggi é
tramontata l'ipotesi Ferrara e sorge quella Meloni...e da una candidatura "suicida" si é passati ad una "inoffensiva"...l
Giorgia Meloni é simpatica e brava, ma troppo giovane e troppo sconosciuta e per giunta donna, che al centro-sud non é una carta vincente.
Io la voterei perchè Rutelli é il "vuoto pnematico" confezionato da "bello guaglione"...ma la maggioranza dei romani non credo proprio.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Rutelli sindaco Roma candidato

permalink | inviato da Orpheus il 20/2/2008 alle 19:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

19 settembre 2007

A Roma la sicurezza è un problema nazionale

 Clicca per l'immagine full size

Volanti ridotte al lumicino, interi quartieri della Capitale scoperti dal controllo di polizia e carabinieri, commissariati “fantasma”, uffici pagati a peso d’oro e  serbatoi di “pantere” e auto-civetta lasciati miserabilmente a secco. La cartina tornasole della questione sicurezza in Italia sta tutta nella Città Eterna del sindaco Walter Veltroni, dove dal 2004 a oggi i reati sono aumentati di quasi un terzo: dai 31.048 del 2004 ai 39.235 del 2006 (dati: Interforze).
Per gli uomini del Reparto Mobile mancano persino le protezioni individuali, le macchine restano ferme nei garage in attesa di riparazioni che non arrivano perché i soldi sono finiti; per mettere su strada le prime nuove Alfa 159 coi colori di Stato. Sono passati mesi perché il Ministero dell’Interno non riusciva (sic!) a immatricolarle. Drammi e paradossi della sicurezza con vista da sinistra, insomma. E non c’è nemmeno da stupirsi se all’arrivo di Gorge W. Bush e consorte l’8 giugno scorso all’aeroporto di Fiumicino ad attenderli in mondovisione ci fossero funzionari e tiratori scelti a bordo di un mezzo corazzato completamente “abusivo”, un hummer preso in prestito da un cittadino qualunque e appositamente camuffato con gli adesivi, le targhe e le muffole della polizia di Stato. Un gioco di prestigio che solo al ministro Amato poteva riuscire.
Sos 113. Interminabili minuti prima di poter parlare con un operatore, una manciata di pattuglie per coprire territori vasti quanto un’intera provincia. Delle 25 linee telefoniche esistenti sulla carta ben 5 sono in avaria e altre 5 non comunicano con nessuno. Alle restanti 15 provvedono solo quattro operatori a turno. A gennaio la Questura di Roma emana una nuova regolamentazione dei turni per gli equipaggi in uscita dalla storica caserma di via Guido Reni. E’ la solita solfa della coperta troppo corta, che ovunque la tiri rimane sempre insufficiente. Ma adesso la situazione è critica. Bisogna capire perché negli ultimi due anni le “pantere” da una trentina siano passate a una decina, perché sono stati tagliati i turni in notturna (19-24 e 24-07) di ben sette commissariati, lasciando persino interi settori del centro storico sguarniti. Tant’è che furti e rapine proprio attorno alla Questura centrale aumentano. Gli agenti della Consap avviano una petizione, il Coisp protesta. L’Sos rimbalza sulle pagine de Il Giornale, i senatori di Fi Maurizio Sacconi e di An Domenico Gramazio chiedono spiegazioni in Parlamento. Ma la situazione non cambia.
La beffa delle 159. Centottantanove Alfa 159 pronte a «sgommare» per le strade di Roma e non solo. Nella rimessa della polizia di Stato di via Salviati erano arrivate dopo Natale. Ma prima di vederle in azione (tranne a Napoli) sono passati mesi. Là erano rimaste perché lasciate dal Viminale senza immatricolazione. Pazienza, questione di tempo. Se non fosse che per l’euforia di rinnovare il parco auto delle vecchie e ormai malandate Fiat Marea in uso dal Giubileo del 2000, a Roma, si fosse pensato di mandare subito indietro ben 48 vetture senza, quindi, riceverne alcuna in sostituzione. Non basta, dei nuovi 80 veicoli, 63 sono subito finiti nelle officine.  
Governo al “verde”, polizia in “rosso”. I primi cartelli nelle rimesse compaiono alla vigilia dell’estate: “Rifornimento max 20 litri”. Se il ladro è più veloce e vi semina, fatti vostri. A controllare il territorio si va col serbatoio mezzo pieno o mezzo vuoto, a seconda di come si voglia vederla. Bisogna fare economia. C’è il tesoretto, ma i soldi per la sicurezza, quelli no. Il diktat imposto prima alla Polstrada romana fa presto il giro delle questure di mezza Italia. E’ la debacle. Ma il denaro non manca per le auto blu, che godono di un diversa voce in bilancio.  
Commissariati fantasma. A far di conto sulla pelle dei cittadini, dunque, c’è da restarci male. E a fronte di pochi mezzi e un aumento in busta paga netto di appena cinque euro al mese, ai poliziotti sempre più costretti a stringere la cinghia, l’ultima combinata dal Viminale a Roma risuona come un «ceffone». In via dei Gelsi, a Centocelle, borgata «calda» della Capitale, c’è un edificio di cinque piani che fino a quattro anni fa ospitava il commissariato di zona. Oggi a tenerlo «in vita» ci pensano quattro agenti, suddivisi in due turni. Hanno il compito di ricevere il pubblico e di raccogliere le denunce. Mai, però, nei festivi e dopo le 20. Pensare che oltre all’affitto mensile il Ministero paga persino le pulizie giornaliere dell’intera struttura.  
(Dis)ordine pubblico. Non va meglio ai 650 uomini del Reparto Mobile della Capitale, il nucleo più consistente del “battaglione” sempre in prima linea in stadi, cortei, sgomberi e manifestazioni. Qui è d’obbligo il fai-da-te. “Da anni molti di noi - spiega il Sodipo Fsp Ugl – finiscono per comprarsi in America i dispositivi di difesa individuali, parastinchi, conchiglie, ginocchiere e così via. La tuta è arrivata tre mesi fa ed è già stata giudicata inidonea. Occorrono ben 9 minuti per indossarla e serve l’aiuto di un collega. Pensare che avrebbe dovuto sostituire il modello che i più fortunati di noi indossano dagli anni ’90, quando il vestiario venne rinnovato in occasione dei Mondiali di calcio”.
Da L'Occidentale
Roma non ha solo il problema della mancanza di fondi per la sicurezza, é stata anche trasformata "dall'enfant prodige" della sinistra italiana nel più grande campo nomadi dell'Europa: baraccopoli con gabinetti a cielo aperto tappezzano la città e luoghi storici come il parco di Villa Pamphili sono lasciati nel più allarmante degrado.
Ciò nonostante "l'enfant prodige" é il candidato pricipe alla direzione del PD e il cielo non voglia un futuro prossimo premier, al peggio non c'è mai fine é "Uonder Uolter" ne è l'esempio vivente.
Orpheus
Certo che é messa proprio male l'asinistra.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Roma Veltroni sicurezza

permalink | inviato da Orpheus il 19/9/2007 alle 22:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

26 giugno 2007

BERLUSCONI rompe le uova nel paniere di Veltroni

 Uno "spottone elettorale", come lo ha definito ieri pomeriggio e senza mezzi termini, il ministro Ferrero? Oppure il primo atto della campagna romana di Forza Italia contro il sindaco Veltroni, oltretutto alla vigilia della sua scesa in campo di Torino come candidato alla segreteria del Partito democratico? Un fatto è certo. Alla manifestazione di oggi pomeriggio contro le droghe, organizzata dai giovani di Forza Italia, interverrà brevemente, verso le 19, Berlusconi in persona. Proprio per confermare la propria sintonia con giovani e giovanissimi azzurri, ma soprattutto per lanciare ufficialmente l'offensiva del partito contro il sindaco romano in carica. Non solo: Berlusconi ha anche commissionato per la fine dell'estate un libro bianco sui Mali di Roma e il coordinatore Francesco Giro è già al lavoro. Carte, dati, grafici e memorie scritte. Ma anche immagini, tanto che si sta seriamente pensando anche a un Dvd da diffondere il prossimo ottobre. Proprio nei giorni delle Primarie per la candidatura di segretario per il Pd. Intanto, i giovani azzurri replicano a chi ieri ha parlato della loro iniziativa come di una mossa pubblicitaria. «Il concerto contro la droga, organizzato dal centrodestra in occasione della Giornata mondiale contro la droga, è solo «uno spottone elettorale» secondo il ministro della solidarietà sociale, Paolo Ferrero, «nulla a che vedere con la soluzione dei problemi, sono solo iniziative che mordono le paure della società. Sul terreno ideologico, chi fa industria politica della paura la vince». Pronta la replica dei giovani azzurri: «A piazza Farnese ci sarà una una festa di tutti i tanti ragazzi che non la pensano come il ministro Ferrero», argomenta Giancarlo Miele, coordinatore di Forza Italia Giovani del lazio, fra i promotori della manifestazione, «saremo in piazza per dare voce ai tanti ragazzi italiani che rigettano la cultura normalizzatrice del ministro Ferrero e della sinistra che di fronte al dilagare del consumo di stupefacenti fra i giovani sta rispondendo con politiche sconclusionate e improvvisate. Riteniamo inaccettabile bollare dei giovani che parlano ad altri giovani del problema droga come autori di un semplice spot elettorale. Affermazioni come quelle del ministro Ferrero sono veramente disarmanti». E poi: «Come giovani azzurri siamo orgogliosi di essere gli unici a tenere alta l'attenzione sulla lotta alla droga proprio in una città come Roma dove il sindaco, ora impegnato dalla candidatura a leader del Pd, non fa alcunchè per arginare il disagio diffuso di cui il consumo di droga dilagante è un chiaro sintomo». Il ragionamento d Miele prosegue: «Proprio mentre Walter Veltroni si accinge a prendere nelle proprie mani il timone della malandata barca del Pd e della maggioranza, il ministro Ferrero attacca la manifestazione che stiamo organizzando domani a Piazza Farnese in occasione della Giornata Mondiale contro la Droga. Un concerto per dire no alla droga che si svolgerà proprio a Roma città di cui Veltroni è ancora sindaco. Questo è il benvenuto di rifondazione comunista al nuovo leader riformista che naturalmente non risponde nè come sindaco di Roma nè come futuro Segretario del Pd. Un silenzio eloquente, quello del sindaco». Oggi, poi, gli assessori e i consiglieri del Municipio XX «potranno rendere noto ai cittadini che non fanno uso di cocaina e marijuana grazie ad un semplice e veloce test ambulatoriale», informa Massimiliano Fasoli, presidente del Municipio, «ed è chiaro che il test vuole soprattutto mettere in evidenza che il legame di fiducia tra elettore ed eletto si estende anche all'aspetto di responsabilità e di capacità di amministrare la cosa pubblica, nel senso di essere nelle migliori condizioni psico-fisiche per svolgere il ruolo cui si è chiamati».
Andrea Valle-Libero
Come volevasi dimostrare solo le manifestazioni del csx sono "buone e belle" , quelle del cdx sono sempre sbagliate, quando non "spottoni elettorali".
Quanto poi al fatto che Berlusconi voglia far capire CHI c'è dietro la maschera di "SuperWalter" mi sembra più che giusto, gli elettori che non vivono a Roma, devono essere eruditi sui "risultati" di Veltroni come sindaco.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Berlusconi Giovani Forza Italia Roma Veltroni

permalink | inviato da Orpheus il 26/6/2007 alle 12:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

16 giugno 2007

Veltroni spende 170 milioni per un affitto a vuoto


L’hanno ribattezzata la «palazzopoli veltroniana». È la storia degli sperperi del Comune di Roma in fatto di (mala)gestione del patrimonio immobiliare: pagati 279 milioni di euro d’affitto per diciotto anni per due immobili destinati a rimanere vuoti, inutilizzati, per oltre dieci. Lo spreco è di 170 milioni di euro.
Nella Città Eterna capita che la giunta comunale decida di riorganizzare i propri uffici centrali e le sue sedi periferiche in un’unica zona denominata «Campidoglio Due» localizzata tra l’Ostiense e l’Eur. Costo totale di un’operazione (che nelle intenzioni degli amministratori mirava a ridurre drasticamente i fitti passivi) è di 250 milioni di euro. Il trasferimento di ben 114 uffici - annuncia Veltroni in conferenza stampa il 24 maggio scorso - «avverrà entro l’anno 2011». 
Trascorsi due anni, stranamente il comune di Roma stipula un contratto d’affitto con la società Milano 90 Srl (gruppo Scarpellini) proprietaria di un complesso immobiliare in via delle Vergini, dove dal 2005 vengono spostati alcuni gruppi consiliari. Nonostante Veltroni abbia promesso il trasloco entro cinque anni (2011), la durata del nuovo contratto viene stabilita a 18 anni, «fino al 2022». Ciò vuol dire, facendo due calcoli, che per undici anni il Comune di Roma non usufruirà di quei locali che rimarranno vuoti e pagherà ugualmente 41 milioni di euro, pari a un canone annuo di 3.750.000,00 euro, Iva esclusa. Soldi letteralmente buttati via. Ma c’è di più. Non contenta il 22 marzo 2006 l’amministrazione comunale concede il bis con gli uffici di Largo Loria 3 di proprietà dell’Inpgi (Ist. naz. previdenza giornalisti) che li affitta al gruppo Scarpellini per 2,1 milioni di euro annui e che questo stesso gruppo poi subaffita al Comune per 9.190.833,15 euro annui. La durata, anche qui, sfora di molto i cinque anni del previsto trasloco: «Fino al 2025».
Secondo una denuncia di due consiglieri comunali di An, Marco Visconti e Luca Gramazio, in entrambi i contratti il Comune di Roma non solo butta via un mucchio di denaro ma «rinuncia alla facoltà di disdetta del contratto alla prima scadenza novennale», ovverosia per 18 anni obbliga se stesso a pagare un bene di cui non usufruisce. Continua Qui
Certo che questi "onestini" li sanno far bene i loro affari...e come la danno a bere ai cittadini e agli elettori, dei veri funanboli della parola, attori consumati che farebbero sfigurare anche Al Pacino: vi ricordate quando Veltroni, a fronte dei giusti e sacrosanti tagli imposti dal governo Berlusconi (visto come vengono gestiti i soldi pubblici), minacciò, con fiero cipiglio e sguardo (da pesce lesso) preocuppato di dover spegnere i lampioni di Roma? Dovrebbero spegnere la sua carriera altro che propinarcelo come futuro leader del Pd e possibile premier al posto di Prodi...ma quelle, che in sindaci del cdx, sarebbero intollerabili azioni al limite della legalità e prive di qualsivoglia senso dello Stato, nei sindaci del csx sono più che tollerate, anzi direi vergognosamente imboscate.
Orpheus



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Sinistra mangiona sprechi rossi Roma Veltroni

permalink | inviato da Orpheus il 16/6/2007 alle 11:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

8 giugno 2007

La sinistra di governo e di piazza accoglie Bush

 I comitati No Bush No War preparano la manifestazione di protesta contro il presidente americano (emmevi)



Queste fotografie sono il mio commento al comportamento indecente di un governo che per metà accoglie  Bush e per metà lo contesta in strada...schizofrenico? No, incollato alle poltrone.
SOLO UNA DOMANDA DOVE ERANO I PACIFINTI, CASARINI, CARUSO E TUTTI I BUFFONI ARCOBALENO, QUANDO A MARZO VLADIMIR PUTIN E' VENUTO IN ITALIA?
Orpheus

Vince il partito antiamericano. Oggi il presidente americano George W. Bush non si recherà a Trastevere nel corso della sua visita in Italia. Il suo incontro con la Comunità di Sant'Egidio avverrà alla ambasciata americana a Roma, “per motivi logistici”, ha detto il portavoce della Casa Bianca John Gundrhoe: “Si tratta di una scelta puramente logistica, era più comodo tenere l'incontro all’ambasciata. Così non visiterà nemmeno la Basilica di Santa Maria in Trastevere, prevista dopo il suo incontro in Vaticano con papa Benedetto XVI e col segretario di Stato, Tarcisio Bertone.
Si tratta di una pia bugia diplomatica a causa delle annunciate manifestazioni di protesta che attendono il presidente americano al suo arrivo a Roma. In realtà ci sono stati colloqui tra autorità italiane e americane e le prime devono aver fatto presente di non essere in grado di mantenere l’ordine. Così, da parte americana, si è voluta togliere all’Italia questa patata bollente.
La sostanza è questa e resta e non viene scalfita dalla parole di Prodi: “Credo che il problema venga drammatizzato in Italia”. E’ vero che Bush, quasi dovunque vada, incontra manifestazioni ostili da parte di gruppi antiamericani, anti-global, pacifistici, ecc. Ma in Italia c’è mezza maggioranza, mezzo governo sia contro gli stati uniti e la loro politica, sia in particolare contro Bush. Non è una differenza da poco.  L’ala sinistra dell’Unione può quindi cantare vittoria. E Berlusconi non si è fatta sfuggire l’occasione: “E’ una cosa inaccettabile, torna l'Italietta. Mi vergogno. E’ una cosa che mi addolora ed è colpa di questa sinistra anti-americana. Mi dispiace perché avviene per la visita della più grande democrazia del mondo che ci ha dato la dignità e la libertà”.  Bush invece ha confermato il colloquio con Berlusconi nella residenza dell’ambasciatore americano, come previsto. O Per quanto si dica, e in parte sia vero, che “il presidente Bush e Berlusconi sono vecchi amici e si tratterà di un incontro di carattere personale”, non sfugge il significato politico. da GRRG


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Bush Roma sinistra pacifinti

permalink | inviato da Orpheus il 8/6/2007 alle 23:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio        luglio