.
Annunci online

 
Orpheus 
CHI HA IL CORAGGIO DI RIDERE E' PADRONE DEL MONDO
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Dallapartedeltorto
Alessandro/Orcinus
Miralanza-Roberto
Angelo D'Amore
Alman's page
Maralai
Press
Blog.it
300705
Il Berretto a sonagli
Il Fazioso Liberale
Fort
Gabbiano urlante
Invisigoth-Bounty Hunter
Mara Carfagna
A DESTRA-L'italia agli italiani
Luigi Turci
Il lupo di Gubbio
MILLEEUNA DONNA
Simpaticissima Clio-Endor
Caffé nero-Cap e Pike
Alef
L'angolo di Bolina-un punto di vista di sinistra
il blog di Barbara
Il cielo sopra Kabul
CONTROCORRENTE
Countrygirl
Cavmi-La grande forza delle idee
C'é Walter
Deborah Fait
Esperimento
Fanny
Germanynews
Il Giulivo
Hoka Hey
imitidicthulhu-satira intelligente
Italian blog4Darfour
Informazione corretta
L'importanza delle parole
Lisistrata
Liberali per Israele
Legno storto
Luca-Liberodipensare
Lontana
Max-Altrimenti
Magdi Allam Forum
Manu
Maedhros
Max-Altrimenti
PA
Pseudosauro
La pulce
Periclitor
PARBLEU! di Jeanne ed Emile de la Penne
Il Reazionario
Sauraplesio
Sarcastycon
Tocqueville
Una voce che urla nel deserto
Zanzara
  cerca

Orpheus

Promuovi anche tu la tua Pagina

 

 

Nardana Talachian  scrive:


“Aiutateci a rompere il silenzio.

Aiutateci a tenere vivo il verde.

Aiutateci a salvare quel poco che e' rimasto dell'Iran.

Aiutateci a credere che l'umanità' esiste ancora.

Non vi chiediamo molto: basta portate qualcosa di verde,

fosse anche una semplice foglia attaccata sulla camicia.”


Avviso

 

In questo blog i commenti ai post
non saranno immediatamente visibili
ma  verranno pubblicati

dopo la mia approvazione.

 

Sono stata costretta a ricorrere

a tale funzione a causa di continui
insulti e aggressioni verbali da
parte di utenti di sinistra, che mi
hanno PRIVATO della libertà di
lasciare i commenti liberi a tutti.
 
 

bimbi
                    SCUDI UMANI

Avviso:
Coloro che lasciano un commento
devono evitare le offese personali
gratuite alla sottoscritta o ad altri.
Tutti i commenti che non contengono
obiezioni di natura politica, ma
attacchi personali
VERRANNO CANCELLATI.
Capisco che per gli elettori di 
sinistra che non hanno altri 
argomenti sia più facile e
sbrigativo insultare, ma non é
obbligatorio leggermi e men che meno
lasciare un commento.
Chi lo fa ricordi che é in "casa
d'altri" e si comporti con rispetto.
Grazie

Salviamo Pegah





Un sito per i nostri piccoli amici
          che cercano casa
se ne accoglierete uno vi ripagherà
con fedeltà, compagnia e amore per
tutta la vita.








 

Il Giardino delle Esperidi
Un angolo incantato dove
 Orpheus, Nessie e Lontana
svestiranno l'armatura dei
blog politici, per indossare
gli impalpabili veli delle
Esperidi e parlare
di arte, musica e poesia.
Un “isola dei Beati”
immersa
Nella bellezza, nel lusso,
nella calma E nella voluttà
 

Leonora Carrigton
The Giantess - 1950



La pedofilia “al pari di qualunque
 orientamento e preferenza sessuale,
 non può essere considerata un reato

Daniele Capezzone (5/12/2000)
I pedofili di qualsiasi razza e religio-
ne
RINGRAZIANO
ma migliaia di bambine come
Madeleine Mc Cann ogni anno
spariscono vittime
dei pedofili.

Bambini Scomparsi - Troviamo i Bambini



Giorno del ricordo 2007







QUANTE SAMIA
DOBBIAMO ANCORA VEDERE?


Talebani in azione



" A volte arrivo a pensare che quello
che fecero durante gli anni di piombo
é asai meno devastante di quello che
stanno facendo oggi per occultare la
verità. E quello che fa ancora più
rabbia, é che lo fanno con gli strumenti
di quello stesso potere che ieri volevano
abbattere con le armi"
Giovanni Berardi, figlio di Rosario
ucciso dalle BR







Sono un mammifero come te
Sono intellingente
Sono simpatico
NON MANGIARMI...
Non comprare "musciame"
é fatto con la mia carne.
Firma la petizione per
protestare contro le mattanze
giapponesi




Questo blog commemora i 
nostri ragazzi caduti per la
Pace. Al contrario del governo 
Prodi che annulla le celebrazioni
per il 12 novembre e permette
che i
no global picchino il padre
di Matteo Vanzan per averlo
commemorato.
Onore ai caduti di Nassiriya
12 Novenbre  2003
12 Novembre 2006
       

Mi riservo con fermezza,
il diritto di contraddirmi.
Attenzione questo blog è di
centro-destra, chi cerca
"qualcosa di sinistra" é
pregato di rivolgersi a Nanni
Moretti ed eviti di scocciare la
sottoscritta. Inoltre verranno
cancelati  i commenti che hanno
come unica finalità insultare
l'interlocutore in modo gratuito
e provocatorio e nulla apportano
alla discussione in atto.
Grazie Mary

IPSE DIXIT
Non tutti quelli che votano
sinistra
sono coglioni,
ma tutti i coglioni votano  
sinistra
.

   Orgoglioni di essere di sinistra


sprechirossi.it

Armata Rossa

Anticomunismo: un dovere morale

100% Anti-communist
Pubblicità Progresso
Il comunismo é come
l'AIDS.
Se lo conosci
lo eviti.
(IM)MORALISTI










Sinistre pidocchierie e
coglionaggini
in rete
Un sito tutto da vedere
per farsi 4 risate...




Internet Para Farinas y Todos Los Cubanos

Starving for Freedom

Sergio D'Elia terrorista di Prima
Linea condannato a 25 anni
di carcere e PROMOSSO
da questo "governo" Segretario
di Presidenza alla Camera.
 

...CREPI PURE ABELE
Enrico Pedenovi-
consigliere comunale Msi
Alfredo Paolella-
docente antropologia criminale
Giuseppe Lo Russo-
agente di custodia
Emilio Alessandrini-
giudice
Emanuele Iurilli-
un passante
Carmine Civitate-
proprietraio di un bar
Guido Galli-
docente criminologia
Carlo Ghiglieno-
ingegnere
Paolo Paoletti-
responsabile produzione Icmesa
Fausto Dionisi-
agente di polizia
Antonio Chionna-
carabiniere
Ippolito Cortellessa-
carabiniere
Pietro Cuzzoli-
carabiniere
Filippo Giuseppe-
agente di polizia

VITTIME DI PRIMA LINEA
Ricordiamole NOI, visto che
questo governo le ha "uccise"
per la seconda volta.




Il maggiore MarK Bieger mentre 
culla Farah, una bimba irachena
colpita a morte dallo scoppio di 
un'autobomba, che coinvolse 
brutalmente un gruppo di bambini
mentre correvano incontro ai 
militari americani. 
Questa é la "Resistenza" irachena.

 
 ONORE E GRAZIE 
AI NOSTRI RAGAZZI



             Ilam Halimi 
Spero con tutta l'anima che 
i tuoi carnefici paghino un prezzo
altissimo per ciò che ti hanno fatto.
   
    


Se li abbandonate i bastardi
siete voi




La Bellezza non ha causa:
Esiste.
Inseguila e sparisce.
Non inseguirla e rimane.
Sai afferrare le crespe
del prato, quando il vento,
vi avvolge le sue dita?
Iddio provvederà
perché non ti riesca.



Un piccolo fiore
che il buon Dio ci ha donato
per spiegarci l'amore


"Non dormo più.
Ho soltanto incubi.
Vedo gente che viene verso
di me lanciando pietre.
Cerco di scappare ma
i sassi mi colpiscono
non ho vie di fuga."
Amina Lawal








GRAZIE ORIANA

Ho sempre amato la vita.
Chi ama la vita non riesce mai
ad adeguarsi, subire,
farsi comandare.
Chi ama la vita é sempre
con il fucile alla finestra
per difendere la vita...
Un essere umano 
che si adegua, che subisce,
che si fa comandare, non é
un essere umano.
Oriana Fallaci 1979

"Non tutti i musulmani
sono terroristi,
ma tutti i terroristi
sono musulmani."
Abdel Rahman al-Rashed.

Mohammed Cartoons
No Turchia in Europa

Stop Violence on Women! We're all Hina Saleem!


"L'Islam é una cultura e una
religione nemica delle donne"



"Non lasciateci soli,
concedeteci un Voltaire.
Lasciate che i Voltaire di oggi
possano adoperarsi per
l'illuminismo dell'Islam
in un ambiente sicuro"


Ayaan Hirsi Ali

Submission - The Movie

Italian Blogs for Darfur



Beslan 3 settembre 2004
156 bambini massacrati
NON DIMENTICHIAMO MAI


In memoria di Nadia Anjuman
morta a 25 anni perché amava la
poesia.
...Dopo questo purgatorio
che partorisce morte
se il mare si calma
se la nuvola svuota il cuore
dai rancori
se la figlia della luna
s'innamora
donerà sorrisi
se il cuore della montagna
s'intenerisce,
nascerà erba verde...


















Questo BLOG non rappresenta

una testata giornalistica in quanto

viene aggiornato senza alcuna
periodicità.
Non può pertanto considerarsi
un prodotto ed
itoriale ai sensi della legge
n. 62
del 7.03.2001.Questo blog è un sito
no-profit.
Le mie fonti sono sempre indicate da un
link,
quando il materiale pubblicato non è
stato
creato da me, e non vi è alcuna
intenzione
di infrangere copyrights
esistenti.
Se il titolare di testi o immagini da me
postate
desiderasse la rimozione
del materiale
di sua proprietà,
basta contattarmi.

directory blog italia



Io sto con Benedetto XVI
non si bruciano Chiese e
uccidono innocenti in
nome di Dio.
Dio é amore e non ODIO





Tributo alle vittime dell'11 settembre 2001
Un tributo alle vittime
dell'11 settembre 2001


LA VERITA' E' UNA SOLA
          200 PAGINE DI
RICOSTRUZIONE STORICA







La guerra invisibile

E' ora che il mondo pianga
anche le vittime israeliane



Azzurri imitate il ghanese

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket
Lista degli attentati patiti dal popolo
israeliano


"La libertà, la giustizia e la de-
mocrazia, per ogni persona sono
sono vitali e necessari come il
respiro. 
Valiollah Feyz Mahdavi
Martire per la libertà, giustizia e 
democrazia del popolo iraniano.
Non ti dimenticherò mai.

                Spina Bifida: 
c'è chi vorrebbe abortirli e chi
   sopprimerli "dolcemente" 
     e dire che basterebbe:
                   CURARLI


           Il discorso di Berlusconi al Congresso degli Stati Uniti
           Non tutti sanno che...

"Non vedo proprio persecuzioni
 religiose in Cina".
"E' grottesco,
é ridicolodire che questo paese è
sottoposto ad una dittatura
marxista,se mai é vero il
contrario:c'è troppo poco dibattito
teorico sul marxismo".
Fausto Bertinotti



PACIFINTI IN AZIONE



Bisogna avere in se il caos
per partorire una stella che
danzi. F.Nietzsche


 

Diario | l'Asinistra | Diritti Umani | Islam | PDL | Vittime del terrorismo | Sprechi rossi e tasse | Etica e religione | EVIDENZA: immigrazione | cronaca | Nessuno tocchi i bambini | crimini e censura rossa | Amici a quattro zampe | Appelli e petizioni | Giustizia indecente | Sinistra indegna | Eurabia | Israele nel cuore | Elezioni | America | Satira | EVIDENZA: emergenza stupri | INFORMAZIONE SCORRETTA | Lotta alla mafia e all'evasione | PILLOLE di buon senso | Berlusconi persecuzioni sinistre | Zingaropoli |
 
Diario
1visite.

14 dicembre 2007

Quei regali alle coop in Finanziaria-E intanto gli italiani devono sopportare una tassazione che sfiora il tetto del 44%

 
L’Italia è un Paese sottocapitalizzato, cioè mancano investimenti, e il governo anziché ridurre il deficit e privilegiare la spesa produttiva (investimenti) preferisce premiare la spesa pubblica e fare doni alle coop. Mentre la spesa in conto capitale scende di 3 miliardi di euro quella corrente aumenterà di 22 miliardi nel 2006 e di 44 nel 2009. Gli Italiani pagheranno più tasse, sotto forma di maggiori imposte e contributi per trenta miliardi di euro.
Vale a dire che lavoreranno nel 2008 per lo Stato fino al 20 giugno mentre nel 2006 hanno lavorato fino al 18 con una pressione fiscale record del 43/44% . E’ importante sapere che nel 2007 il gettito medio per abitante dei quattro principali tributi comunali (Ici, addizionale Irpef, Tarsu e addizionale sull’energia elettrica) è stata di 439 euro con un aumento dell’8,5% sul 2006. In questo quadro, che definire drammatico è un eufemismo, l’irresponsabilità della “casta rossa” si manifesta in maniera intollerabile. Pensiamo alla mega festa di Hera spa (ex municipalizzate) che fra i soci privati annovera moltissime coop rosse, persino i sindacati di Forlì l’hanno definita “fuoriluogo ed esagerata” perché i costi degli Stadio, di Teo Teocoli del catering dell’affitto dei locali della Fiera saranno pagati con i soldi delle nostre bollette, mentre molte famiglie non arrivano al quindici del mese schiacciate dalle tasse del Governo Prodi.
Ma si sa, per i compagni Prodi, Bersani e Visco sono una pacchia e se l’Italia piange, le coop ed il capitalismo rosso ridono. Dopo le lenzuolate di regali di Bersani alle coop, che gli sprovveduti chiamano liberalizzazioni, e la via europea per far pagare l’Ici alle Chiesa, una vera e propria tassa sulla carità, i favori alle coop continuano. La finanziaria 2008 mentre taglia i fondi ai nostri militari ed alle forze dell’ordine, elargisce regali a piene mani alle coop che pagano poche tasse, quando va bene 1/3 rispetto alle imprese private.
Fra questi regali scandaloso è quello dell’esenzione Ici per gli immobili coop destinati alla conservazione dei prodotti agricoli, alla custodia delle macchine agricole, degli attrezzi e delle scorte occorrenti per la coltivazione e l’allevamento, ad uso di ufficio dell’azienda agricola, alla manipolazione, trasformazione, conservazione, valorizzazione o commercializzazione dei prodotti agricoli effettuate dalle cooperative e loro consorzi.
Un regalo di una decina di milioni di euro a colossi come Coop Adriatica tolti ai Comuni che si vedranno costretti a tagliare i servizi o ad inventarsi nuove tasse. Ma le coop nella finanziaria incassano ulteriori favori, con l’equiparazione dei soci lavoratori di società cooperative ai lavoratori dipendenti (anche se le coop non hanno gli stessi doveri rispetto all’art.18 dello Statuto dei lavoratori).
Questi favori si esplicano sotto la forma di credito d’imposta per l’assunzione di soci lavoratori in Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Basilicata, Sardegna, Abruzzo e Molise concesso, per gli anni 2008, 2009 e 2010, pari a 333/416 euro per ciascun socio coop e per ciascun mese. Ulteriori cadeaux alle cooperative (detrazioni per oneri) sono contenuti nelle “Disposizioni in materia di accise ed ulteriori interventi nel settore tributario”: “i canoni relativi ai contratti di ospitalità, nonché agli atti di assegnazione in godimento o locazione, stipulati con enti per il diritto allo studio, università, collegi universitari legalmente riconosciuti, enti senza fine di lucro e cooperative“. Nel mio libro “Le coop rosse” questi scenari sono delineati quindi non mi stupisco più di tanto. Voglio sperare, tuttavia, che quando il “Popolo della libertà” tornerà al Governo non si dimenticherà di fare una vera riforma della legislazione sulle cooperative senza farsi condizionare dall’Udc di turno.
Opinione.it Rodolfo Ridolfi
Una ragione in più per liberarsi di Casini&Soci, queste regalie alle coop quando l'Italia é spremuta come un limone, sono VERGOGNOSE.
Bisognerebbe non comprare più nemmeno una carota alle Coop.
E poi, parlavano del conflitto d'interessi di Berlusconi.
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Tasse Finanziaria agevolazioni regalie coop

permalink | inviato da Orpheus il 14/12/2007 alle 21:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

21 novembre 2007

Finanziaria 2008: nessun provvedimento a favore dei meno abbienti

Bonus incapienti 








La manovra approvata al Senato accentua gli squilibri redistributivi. L'intervento sull'Ici è diventato ancora più corposo, perché di fatto rivolto alla grande maggioranza dei proprietari, senza vincoli di ampiezza della abitazione né di reddito. Che invece rimangono per gli affittuari, tra i quali si concentrano persone e famiglie a reddito modesto e povere. Il bonus incapienti, l'unica misura fortemente redistributiva a favore dei più poveri, è non solo meno generoso, ma concepito come una tantum. E del reddito minimo non si parla neanche più. La manovra così come emerge dalla Legge finanziaria approvata al Senato accentua gli squilibri redistributivi già segnalati. Continua qui
In barba a tutte le promesse fatte e alle prese in giro al governo precedente che "faceva sempre troppo poco", questo governo taglia la testa al toro, e fa ancora meno: nessuna valida manovra di sostegno al reddito dei più poveri.
Insomma la tanto strombazzata "Finanaziaria dei poveri" é la solita "bufala" di questo governo: tanto, tantissimo fumo, e poco pochissimo arrosto.
notizia da
camelot
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. finanziaria agevolazioni poveri bonus

permalink | inviato da Orpheus il 21/11/2007 alle 22:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

14 novembre 2007

Lo slogan di questo governo: "Tengo poltrona che c’aggia’fa"

 
Rita Levi Montalcini ha votato contro la ricerca. O meglio, contro l'aumento dei fondi per pagare i dottorati di ricerca nelle università.
La senatrice a vita in febbraio aveva minacciato: “Se la finanziaria taglia i fondi per la ricerca il Paese è distrutto ed io non potrei votarla. L'Italia ha tanto capitale umano e se non si finanzia la ricerca, il Paese affonda. Noi siamo un paese povero di materia prima, ma ricchissimo di capitale umano. E la ricerca è il vero motore di un Paese moderno, a livello sia sociale sia economico”. Poi Prodi le ha dato assicurazioni, il Centro Europeo di Ricerca sul Cervello di cui la Levi Montalcini è presidente è stato inserito nella Finanziaria tra gli istituti sovvenzionati. A questo punto l'emendamento del senatore di AN Giuseppe Valditara, che prevedeva un investimento di 120 milioni di euro, in tre anni, a favore dei dottorati di ricerca, ha posto la Montalcini davanti ad un bivio: sostenere le proprie idee e appoggiare la richiesta di aumentare di 300 euro al mese la borsa dei dottorandi di ricerca o appoggiare il governo Prodi?
E cosa ha fatto la grande sostenitrice della ricerca italiana, quella del capitale umano e blablabla… colei che era disposta a mandare a casa il governo se la ricerca fosse stata penalizzata? Ha votato contro l'aumento della borsa dei dottorandi. I “bamboccioni” quindi che vogliono intraprendere un dottorato di ricerca nelle università, o rimangono “bamboccioni” o fanno altro, perché 800 euro al mese, (tanto sono remunerati) sono un po’ pochini per vivere da “adulti”. Chissenefrega, vero sigra.Montalcini: purché il Governo non vada sotto, facciano pure la fame! I fondi ci sarebbero stati avevano ancora 900 milioni a disposizione, l'investimento per i dottorati poteva, quindi essere coperto ma questo governo ha interesse SOLO per la propria sopravvivenza…tutti i queruli, nonché lagnosi commenti sul governo Berlusconi “che affossava la ricerca” sono acqua passata, loro fanno di peggio, ma nessuno fiata.

Altro emendamento, altro “regalo” Stavolta tocca alla senatrice Franca Rame. L'ex esponente dell'Italia dei Valori ha votato contro se stessa, o meglio, contro un emendamento sui lavoratori esposti all'amianto che aveva presentato insieme ai dissidenti Rossi e Turigliatto.
Però bisogna capirla lei non è più quella di due anni fa: “Ho sottoscritto gli emendamenti perché sono convinta della loro giustezza. Ma», tenta di giustificarsi la Sig.ra Rame, “mi trovo in una spiacevole situazione non sono più quella di due anni fa. Ho assunto un impegno con questo governo e devo purtroppo andare contro la mia coscienza. Devo difendere il mio governo e, fino alla fine, voterò con l'Ulivo”. Dei lavoratori esposti all’amianto? Chissenefrega crepino pure….
Lo slogan dei componenti di questo governo: "Tengo poltrona che c’aggia’fa". Notizie Da Libero
Orpheus

2 novembre 2007

Si sono rimangiati i tagli alla casta dei politici e a quella dei magistrati


Magistrati e politici continueranno a fruire dei propri privilegi
. Il tanto sbandierato taglio della spesa pubblica si è sgretolato in un attimo davanti alle centinaia di emendamenti presentati alla Finanziaria. Tra gli altri è stato approvato, ieri dalla commissione Bilancio del Senato, quello del capogruppo dell'Udeur, Tommaso Barbato, che restituisce ai magistrati, per il 2008, il 30% dell'inden nità che era stata tagliata con la Finanziaria dello scorso anno. «Abbiamo restituito ciò che era stato tolto ai giudici. È una battaglia di giustizia per la magistratura», ha detto il senatore dell'Udeur.
"Una battaglia di giustizia per la magistatura" se non fosse una porcata colossale, ci sarebbe da spanciarsi dalle risate.
ABBIAMO LE TOGHE PIU' CARE D'EUROPA,  a fronte di una gestione della giustizia INCIVILE, che la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha già  richiamato molte volte per la lunghezza dei processi.
Per non parlare poi, delle sentenze "creative" di certi magistrati, che hanno fatto dell'Italia il Bengodi dei delinquenti di mezzo mondo.
Ma quella per l'indennità dei magistrati non è l'unica spesa che andrà a gravare sul bilancio dello Stato. Anche la casta dei politici ha avuto il suo contentino. Prima di tutto il famigerato taglio dei ministri non ci sarà. Almeno per ora. Il governo Prodi ha pensato bene di dare sì una sforbiciata, ma solo ai governi che verranno. È stato introdotto, infatti, un limite al numerico ai dicasteri: la nuova norma ritorna ai 12 ministeri della legge Bassanini e stabilisce un tetto massimo di 60 componenti del governo, tra ministri e sottosegretari. Una bel taglio se si pensa che questo esecutivo, che raggiunge quota 26. È chiaro che sono tutti salvi, visto che i tagli arriveranno nella prossima legislatura.
Anche il taglio sulle spese del funzionamento degli organi costituzionali non ha visto la luce. A provarci Giovanni Legnini, che avrebbe voluto smaltire le spese correnti di Camera, Senato, Corte dei Conti, Cnel e presidenza del Consiglio. I soldi risparmiati - circa 100 milioni comprensivi dell'abbattimento delle spese intermedie - sarebbero dovuti servire ad eliminare il ticket sanitario di 10 euro per la diagnostica
E i ticket sanitari? Per adesso i soldi non ci sono. Troveranno il modo di pelarmi a noi contribuenti, statene certi. (Stampatello da Libero)
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politici finanziaria magistrati tagli

permalink | inviato da Orpheus il 2/11/2007 alle 11:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

17 ottobre 2007

Un nobel per il conflitto d'interessi


La Lega 
ha presentato delle modifiche alla Finanziaria per ridurre i  costi della politica, proponendo vari emendamenti per la riduzione del numero di ministri e sottosegretari, e chiedendo "l'eliminazione degli stanziamenti ad hoc per la fondazione Ebri della senatrice a vita Rita Levi Montalcini".
Considerato che la signora Montalcini con il suo voto contribuisce a tenere in piedi questo governo, e che l'ultima volta NON è caduto proprio per UN VOTO, quello della suddetta signora, le solite anime belle e tanto intransigenti sui conflitti d'interesse di Berlusconi non ne ravvedono, anche in questo caso uno?
Non ravvedono uno "scippo di democrazia" tenuto presente che la signora Montalcini NON E' stata eletta dal POPOLO? 
La Fondazione della Montalcini prende soldi da un governo che ha necessità del suo voto per non cadere,come vogliamo chiamarla: mutua assistenza? Tu dai uno stanziamento a me, io do un bel voto a te?
A questo punto ha fatto bene Storace (politico che non mi é mai piaciuto e non mi piace) a dire quello che ha detto: é un comportamento indegno, e indegno è colui che lo permette e lo difende.
Orpheus

10 ottobre 2007

Sarà pure leggera, ma la Finanziaria non la digerisce nessuno

Clicca per l'immagine full size
Le prime reazioni non portano bene. “Ci lascino governare”, dice Romano Prodi. “Ci lascino lavorare” gli fa da spalla Piero Fassino, ancora per poco segretario Ds. Ricorda qualcosa? Ma sì, il famoso “non ci hanno lasciato governare” di Silvio Berlusconi nel ‘95, dopo il ribalton della Lega, il governo Dini e poco prima della sconfitta del 1996.
Stavolta a non “far lavorare” Prodi & Co. non è però l’opposizione né qualche manovra di palazzo (anche se il premier le teme), ma la Commissione europea, la Banca d’Italia, la Corte dei conti. Tre bocciature della Finanziaria in rapida successione. Ieri il commissario Ue all’Economia, Joaquín Almunia: “L’Italia non fa nulla per il suo debito pubblico, che è insostenibile e il più alto d’Europa”. Oggi Mario Draghi, governatore di Bankitalia: “La Finanziaria è modesta, non frena la spesa pubblica, e crea molti problemi anche con lo sconto sull’Ici, che mette in discussione l’autonomia dei comuni. Sarebbe stato meglio agire direttamente sulle imposte dirette, cominciando ad eliminare il fiscal drag, ciò che si paga di più di tasse per il solo effetto dell’inflazione”. A stretto giro la Corte dei conti: “Siamo perplessi e preoccupati, la manovra non affronta i problemi veri, anzi rischia di complicarli”. Proprio nel giorno in cui Prodi effettua il forcing finale sull’estrema sinistra per convincerla a non votare, nel consiglio dei ministri di venerdì 12, contro il protocollo sul welfare (”Almeno astenetevi”), e mentre sta per nascere il Partito democratico, il governo vede evaporare anzitempo gli effetti di una manovra che doveva essere di rilancio, anche sul piano elettorale. Già, il Pd.
I due “soci fondatori”, Walter Veltroni e Francesco Rutelli, difendono la Finanziaria con poca o nulla convinzione. Soprattutto Veltroni, che sposa sempre più la linea del rigore, dei tagli alla spesa e della riduzione fiscale, anche a costo di rompere con l’estrema sinistra. Prodi è sempre più insospettitto dalla sterzata veltroniana, teme che nei prossimi mesi diventi una spina nel fianco del governo. E d’altra parte l’unica direzione nella quale il futuro segretario del Pd può andare, se vuole tentare di riconquistare un po’ di consensi al centro, è quella opposta rispetto a Romano Prodi: staccarsi dal vincolo e dalle eterne mediazioni con la sinistra radicale. Non saranno settimane facili, le prossime, per il governo. Probabilmente la manovra economica passerà, ma dopo la maxistangata del 2007 perfino la “Finanziaria leggera e di equità” del 2008 rischia di far perdere altri consensi. Altro che “lasciateci lavorare”.
Da Panorama
Incredibile la faccia tosta di Mortadella...
Orpheus

3 ottobre 2007

E' la finanziaria delle mance


 Mezzo caffè, 41 centesimi di euro al giorno, “una tantum” e solo per un anno ai pensionati “no tax area”. Neanche un litro di latte, da 27 a 54 centesimi al giorno, con la detrazione Ici per i proprietari di case. Un pacco di spaghetti, da 41 a 82 centesimi al giorno, per gli affittuari a basso reddito.
Il bluff dell’Ici- Dicono che il Fisco ripianerà il mancato tributo Ici ai Comuni. Dimenticano di dire che i Comuni si rifaranno ampiamente con la revisione degli estimi catastali e, quel che più conta, tale revisione annullerà abbondantemente il taglio dell’Ici, che sarà virtuale. Una partita di giro: non pagheremo meno ma pagheremo come e più di prima.
Il bluff degli affitti - Una modesta mancia agli affittuari a basso reddito è soltanto un’operazione di bassa demagogia populista, che non tocca il problema di fondo: il livello insostenibile degli affitti.
L’ideologia perversa di questa maggioranza, che identifica nei piccoli proprietari i “ricchi che devono piangere”, ha impedito di affrontare il nodo del problema: su un canone di 18mila euro l’anno il Fisco divora 5.355 euro (il doppio che in Germania) ed è il più penalizzante in Europa. Tra Ici e spese di manutenzione l’odiato “padrone di casa” intasca meno della metà, una rendita ridicola in rapporto al valore dell’investimento.
Casa, maglia nera in Europa - Fisco e burocrazia in Italia disincentivano non soltanto gli affitti, ma anche gli acquisti e ci relegano in testa (in coda, sarebbe meglio dire) nel Continente quanto a capitolo costi: imposte catastali, ipotecarie e di registro del 7%, alte spese accessorie, costi occulti per il 15%, unici in Europa (con la Spagna) a pagare il reddito fittizio sulla nostra proprietà.
Le mance mangiate dai prezzi - Sappiano gli italiani che le mance di questa finanziaria le devono ancora incassare, ma in compenso dal 1° ottobre se le stanno già spendendo: grazie all’aumento delle tariffe di luce e gas, che si sommano a una stangata sui prezzi dei beni di prima necessità (pane, latte, pasta) e sulle tariffe che le associazioni dei consumatori hanno quantificato in mille euro l’anno. La fantomatica quanto inesistente crisi della quarta settimana per le famiglie, cavallo di battaglia elettorale della sinistra nell’era dell’Unione è arrivata alla terza. L’ha detto Cremaschi.
Pressione fiscale record - La pressione fiscale è salita in due anni del 2,5% del Pil (come ai tempi dello sforzo per entrare nell’area euro) a 43,1%. Dopo una Finanziaria lacrime e sangue, il governo ora afferma di restituire i soldi agli italiani: ma com’è che la pressione fiscale resta al 43%, per di più con introiti record di tesoretti vari?
Il fatto è che l’extragettito, colpevolmente sottovalutato e non certo frutto della fantomatica lotta all’evasione, va ad alimentare una spesa totalmente fuori controllo: la bellezza di 13 miliardi in più, pari allo 0,8% del Pil. La redistribuzione è una clamorosa balla.
Più spese e tasse uguali - Se la matematica non è un’opinione, mettendo insieme Finanziaria e decreto si raggiunge la cifra di 19 miliardi (non proprio “leggera”): il 65% viene da maggiori entrate, il 35% da minori spese. Non si rilanciano i consumi con le mance di centesimi di euro distribuiti a pioggia con il solo fine di recuperare consenso dando poco a quasi tutti.
Imprese pari e patta - Soltanto il modesto, modestissimo taglio dell’Irap rappresenta un tangibile contributo alle imprese, che peraltro favorisce le più grandi. Il tanto pubblicizzato taglio dell’Ires è a costo zero, perché verrà recuperato con l’allargamento della base imponibile. Detto in soldoni: alcune imprese ci guadagneranno, ma il complesso del sistema industriale dovrà sborsare la stessa cifra. Contenti in Confindustria…
Tutti tagliano, a parole; Visco nemmeno a parole - La versione di legge finanziaria entrata al consiglio dei ministri di venerdì prevedeva un’infornata di assunzioni all’Agenzia delle Dogane e delle Entrate. Una lottizzazione trasparente a favore di Vincenzo Visco. La norma era stata già bocciata dalla Ragioneria generale dello Stato, ma il vice ministro l’ha presentata ugualmente. L’onere delle nuove assunzioni sarebbe stato coperto – diceva Visco – con la maggiore evasione che questi presunti 007 del Fisco avrebbero fatto incassare. A quel punto Amato si è impuntato: se ci sono risorse per la sicurezza, le prendo io. Ed ha strappato l’assunzione di 4.500 poliziotti, reclutati fra i militari che lasciano le stellette. Con un particolare. Quei 4.500 uomini non andranno a garantire il territorio nel 2008, ma nel 2009 e seguenti. Un bluff, quindi, la campagna per la sicurezza.
Da Potere Sinistro 
Aggiungo solo la volpata di Uoltér, "er mejo der Colosseo": 150mila cittadini della Capitale hanno ricevuto una lettera in cui li si invita ad autodenunciare migliorie e lavori edilizi pregressi: chi cadrà nella tagliola, non soltanto si vedrà aumentato l’imponibile Ici, ma pagherà anche più Irpef e dovrà subito sborsare 400/500 euro di onorario al geometra chiamato a compilare il Docfa (Documento Catasto Fabbricati), allegato alla lettera "minatoria". Ma l’aspetto più straordinario è che, una volta modificata la categoria catastale, i proprietari dovranno sborsare gli arretrati fin dal 2002. 
Ecco svelato il mistero del perchè Uoltér non si è unito alle proteste degli altri Sindaci. Il problema del mancato gettito Ici lui l’ha già risolto. Pronti in cassa i soldi per una terza "notte bianca".
Orpheus


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Finanziaria tagli ici proteste sindaci Veltroni

permalink | inviato da Orpheus il 3/10/2007 alle 18:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre        gennaio